CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

2Dic/180

Messina – «Le Querce di Mamre; dove Abramo, (padre nella fede di Cristiani, Ebrei e Musulmani) viene visitato da tre…uomini… »-

30 NOVEMBRE 2018 - Chiesa di "S. Elia"Messina

"Parola di Dio, accoglienza e migrazioni"

Secondo incontro: Gen 18,1-16

«Quegli uomini erano Dio»

  • Incontrare Dio attraverso la sua Parola -

Nonostante la forzata assenza fisica di mons. G. Costa, il secondo incontro, di un ciclo di otto, ha confermato quanto potente, penetrante e bella sia la Parola di Dio. Frate Giuseppe, infatti ha 'interpretato il testo con grande spirito di servizio dando le giuste tonalità ai vari passaggi in cui il testo antico riflette gli odierni accadimenti (L'Ospite arriva sempre a sorpresa come i fratelli migranti). Don Luciano orionino, Parrocchia S Maria Consolata, presidente dell'Assemblea, ha brevemente testimoniato i suoi diciotto anni passati in missione nel TOGO. IlDiacono Santino Tornesi, ha dato le coordinate per camminare nei sentieri dell'impossibile perchè tutto è possibile presso Dio. Il segno della farina trafficata da Sarah, i giovani migranti, il seminarista orionino e il Coro Migrantes hanno impreziosito tutta la "Liturgia della Parola"

L'Ospite arriva sempre a sorpresa - L'ospitalità è un regalo - Accogliere i Migranti vuol dire accogliere Cristo -(FAVARA (AG) Don Franco a frate Giuseppe

BUONA PREGHIERA !

Commento alla Parola


Preghiera salmodica - Alzo gli occhi verso i monti: da dove mi verrà l'aiuto? Il mio aiuto viene dal Signore: egli ha fatto cielo e terra. - Non lascerà vacillare il tuo piede, non si addormenterà il tuo custode. Non si addormenterà, non prenderà il custode d'Israele. - Il Signore è il tuo custode, il Signore è la tua ombra e sta alla tua destra. - Di giorno non ti colpirà il sole, né la luna di notte. Il Signore ti custodirà da ogni male: egli custodirà la tua vita. - Il Signore ti custodirà quando esci e quando entri, da ora e per sempre.


Canto: Cristo te necesita - Cristo te necesita para amar, para amar - Cristo te necesita para amar - No te importen la raza - ni el color de la piel - ama a todos como hermanos y haz elbien
Al que sufre y al triste dale amor, dale amor - al humilde y al pobre dale amor - Al que vive a tu lado dale amor, dale amor - al que ven de lejos dale amor - Al que habla otra lengua dale amor, dale amor - al que piensa distinto dale amor - Al amigo de siempre dale amor, dale amor - y al que no te saluda dale amor

Canto finale: Ave Mariah - Ave Ave Ave Maria Ave Ave Ave Maria - Tota Dimanson maboko mabisso - E Peya yo (zo) Ma-ma Maria. - Toko sengue yo - 1/ oba tela yekolo - 2/ boboto na ye kolo 3/ teto denga na banson - 4/ to yo kana mban son é - Yesu a zala mokonzi seko o - Mozonto yo motongo o pessa bisso muyeta - Yokooto a bossonto Yokoto a moleka - 5/ Benissez Marna bakon sebale ta è

Questo slideshow richiede JavaScript.

CLICCA SU CONTINUA PER LEGGERE I TESTI

15Ott/180

Messina – «La “missione” come specifica azione di ogni uomo di buona volontà»

12Ago/180

Piale di Villa S. Giovanni – «Testimoni dei diritti di legalità, dell’accoglienza e della fraternità»

10 agosto 2018 - Piale di Villa S. Giovanni RC -

Presidio della legalità A. Scopelliti

Ponti Pialesi - XXI Cena Rioni

T.B. ... "Vittime della mafia ... sono coloro che pagano il pizzo"

Roberta : "... Dimostriamo ogni giorno con le nostre attività che l'etica non è soltanto giusta ma è anche efficace"

Ogni "Cena" è un evento unico e particolare. Il respiro dell'amicizia si propaga in tutte le direzioni. Ci sentiamo immersi nella storia delle "Buone Cose". Lo stile e le capacità di ospitalità dell'Associazione Ponti Pialesi si dilatano di anno in anno. Francesco Marcianò e Santina Tedesco coordinano l'accoglienza in modo encomiabile ed ammirevole. Nessuno è escluso! Giovani, Famiglie, Associazioni, Politici, Amministratori, Imprese, Artisti, Docenti e Immigrati si ritrovano inconsapevolmente a costituire un campione di multiforme umanità orientata alla accoglienza e alla solidarietà. Costituiscono in nucleo "il Popolo" votato al concreto e laborioso impegno di ogni giorno.

Elenco non esaustivo degli Ospiti in ordine di intervento, con qualche mancanza non dovuta a nostra cattiva volontà:
Goel: Vincenzo Linarello - Goel Bio: Ivan e Roberta - Libera: Giuseppe Marino - politica: Rosanna Scopelliti - Delegata Città di Reggio Calabria Cittadinanza e bene comune - Comune di Campo Calabro - Sindaco Rocco Alessandro Repaci - Città di Villa S. Giovanni - Sindaco Giovanni Siclari - Docente I. C. Giovanni XXIII - Museo e Architetto Adele Canale

Un plauso particolare alla Conduttrice Giusy Caminiti (GdS), che con stile, garbo e praticità ha condotto la serata. La perfetta cena è stata rinvigorita da una musica senza tempo molto apprezzata e gradita dai partecipanti di tutte le età.


Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

20Giu/170

Messina – «”Ogni uomo è nostro fratello” – A livello globale, una persona ogni 122 è oggi un rifugiato, uno sfollato interno o un richiedente asilo.»

GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO
martedì 20 giugno 2017
COMUNICATO STAMPA
Il 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto
dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che da oltre dieci anni ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di oltre 60 milioni di rifugiati in tutto il mondo. A livello globale, una persona ogni 122 è oggi un rifugiato, uno sfollato interno o un richiedente asilo. Una Giornata per non dimenticare mai che dietro  ognuno di loro c’è una storia che merita di essere ascoltata. Storie di sofferenze, di umiliazioni, ma anche storie di chi vuole ricominciare a ricostruire il proprio futuro.
L’Ufficio Migrantes, organismo pastorale dell’Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela, in occasione della Giornata, ha previsto la raccolta firme a favore della Campagna nazionale “Ero straniero, l’umanità che fa bene” promossa da: Radicali italiani, Fondazione Casa della carità “Angelo Abriani”, Acli, Arci, Asgi, Centro Astalli, Cnca, A Buon Diritto, Cild, con il sostegno di sindaci e organizzazioni, tra cui Fondazione Migrantes, Caritas italiana e Comunità di Sant'Egidio.
Attraverso la legge di iniziativa popolare si intende superare la Bossi-Fini e cambiare le politiche sull'immigrazione, puntando su accoglienza, inclusione e lavoro.
Martedì 20 giugno, a Messina, sono previsti 2 punti di raccolta:
1. dalle ore 10 alle ore 12, presso i locali del Curia arcivescovile (via S. Filippo Bianchi, 20);
2. dalle ore 18 alle ore 20, presso la Chiesa di S. Elia (via S. Elia, 45). Dove alle ore 20, verrà celebrata la S. Messa per ricordare quanti nel mondo sono alla ricerca di protezione, quanti nel viaggio della speranza hanno trovato la morte, quanti non vedono tutelati i propri diritti nei Paesi di transito e di accoglienza. La celebrazione verrà animata dalle comunità etniche cattoliche presenti in città.
Per informazioni: diacono Santino TORNESI cell. 338.2017995; fax 090.6684212; e-mail: migrantes.me@alice.it

3Apr/170

Gioiosa Jonica – « GOEL … L’esperienza di chi opera per il “cambiamento della Locride e della Calabria…” »

Scegliere da che parte stare! - Nell'esperienza del GOEL c'è la coniugazione umile e semplice "dell'essere, del sapere e del sapere fare"- (mons. P. Aliquò)

La responsabile del Gruppo SAE  di Reggio Calabria, prof.ssa Gigliola Pedullàci ha dato la possibilità di vivere una giornata speciale. Abbiamo potuto ascoltare e verificare dal vivo, grazie all'esauriente e completo racconto di Patrizia, la nascita della Comunità dei soci fondatori e promotori, di cui fa parte insieme al dr. Vincenzo Linarello, presidente GOEL, delle prime e successive tappe, illuminate dal prezioso contributo dell'allora Vescovo GianCarlo Maria Bregantini (Diocesi di Locri). Il duro percorso intrapreso è stato ed è, ancora oggi, irto di difficoltà aggiuntive e perniciose, non riscontrabili in tal misura in altri territori.

"Questo impegno etico si è tradotto in un progetto di consorzio dove la dimensione economica, con la sua concretezza, si pone al servizio di un preciso progetto di cambiamento sociale, dove alcune parole chiave ne definiscono i riferimenti cardinali: libertà, democrazia, sussidiarietà, giustizia sociale, giustizia economica, diritti dei più deboli, comunità locali e territori."

«Nel nostro Statuto assumiamo questa finalità generale esplicitando che la missione di GOEL è rappresentata dal "cambiamento della Locride e della Calabria nell'affermazione piena della libertà, della democrazia, della sussidiarietà, della giustizia sociale ed economica, del rispetto dei diritti delle persone e fasce sociali più deboli e marginali, del bene comune delle comunità locali e dei territori.”»

NOTA BLOG - Dove cielo e terra si incontrano -...- L'esperienza di chi cambia se stesso per accogliere ... il mondo

25Ott/160

Messina – «Confronto civile e approfondito per una scelta consapevole e ragionata»

wp-1477403384549.jpg

9Ago/160

Villa San Giovanni – Piale – «”Ponteggiare” – …la Cultura esprime Giustizia – …non c’è legalità senza cultura»

2016_08_06-Ponti_Pialesi-19_CENA_RIONI-03Istantanea 1 (08-08-2016 17-16)«E' bello sentirsi parte di una Comunità che include. Stare dalla parte della legalità, della giustizia e della solidarietà. Stabilire contatti umani e istituzionali che si arricchiscono, nel corso degli anni, di nuovi strumenti di condivisione. Un «continuo interscambio che costituisce una grande risorsa per tutta la Città

2016_08_06-Ponti_Pialesi-19_CENA_RIONI-02«Venti anni di PONTI PIALESI»

Qui, a Piale,  è nata nel 1996 una Associazione che ha saputo mantenere ed arricchire lo scopo sociale di promuovere e gestire attività e manifestazioni nel campo sociale e culturale per la valorizzazione del territorio di Villa S. Giovanni.

Cinque i sindaci che si sono succeduti nel periodo (1996/2016), 2016_08_06-Ponti_Pialesi-19_CENA_RIONI-01hanno partecipato Cosimo A. Calabrò (1993/1998), Rocco Cassone (1998/2008) e l'attuale Antonio Messina, assenti, per valide ragioni, Giancarlo Melito (2008/2009) e Rocco La Valle (2010/2015). I sindaci presenti hanno condiviso ed espresso all'unanimità un lusinghiero giudizio  sul 'lavoro svolto da Ponti Pialesi, mettendone in evidenza peculiari aspetti quali: il dialogo, l'aggregazione e la collaborazione con le istituzioni, la capacità di essere lievito nella comunità per i contenuti solidaristici e culturali. Il presidente Francesco Marcianò, che ha particolarmente gradito questo riconoscimento, li ha voluti ringraziare, non solo verbalmente, ma anche con una targa, ricordo di questo particolare evento..

Piale, posta sulla collina prospiciente il Pilone di Torre Faro è una delle quattro frazioni della Città di Villa S. Giovanni le altre sono: Acciarello Cannitello e Pezzo, il punto più vicino alla Sicilia. il titolo di Città è stato conferito il 12/04/2005 dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi.

  • Sede del Presidio della Legalità titolato al giudice Antonino SCOPELLITI
22Giu/160

Messina – LAP «Voler bene all’Italia – riconoscimento a FURNARI»

2016_06_26-LAP-PG-ITALIA

Domenica 26 giugno 2016

«PICCOLA GRANDE ITALIA a FURNARI»

Per la XIII edizione di Voler bene all'Italia, il nostro Circolo è lieto di dare un riconoscimento a Furnaritra quei piccoli Comuni che più si sono distinti come custodi dei territori e promotori di un turismo rispettoso dei paesaggi, delle identità e del buon vivere. Le origini di Furnari sono contese tra storia e legenda, tra una fondazione che risale alla famiglia ligure dei Furnari che si trasferirono in Sicilia intorno al 1300 e un mito che  richiama il mistero di un levriero bianco del gran Conte Ruggero d’Altavilla, curato da un semplice contadinotale Antonio Furnari, poi fatto principe dal gran Conte Normanno.

Per quattro secoli il feudo fu amministrato dai Furnari, finché, divenuto ducato, nel 1691 venne affidato ai Principi Marziani, di cui visiteremo l’antico palazzo. Furnari è diventato Comune fin dal 1813, reggendo la propria economia prevalentemente sulla produzione agricola: olive, viti, agrumi, frutta e ortaggi. Famoso il vino rosso di Furnari. Oggi il centro collinare si avvale anche del turismo balneare con il bellissimo lungomare di Tonnarella, mentre nel centro storico si segnala il famoso Belvedere di Piazza Marconi e l’Antica Chiesa Matrice dedicata alla Santa Croce, dove è venerato un Crocifisso ligneo del 1630 scolpito da frate Innocenzo da Petralia.

2016_06_26-LAP-PG-ITALIA

18Mag/160

Messina – «Comunità della Calabria e della Sicilia unite nel più alto valore dell’accoglienza nella legalità» – 01

Migranti_locandina_2016_05_14«Chi opera con sincerità di cuore, non ha bisogno di molte parole, ma, semplicemente, racconta le cose che fa, con umile sapienza.»

Tutti gli interventi sono stati importanti e meritano di essere visti e commentati. Ma i graditi Ospiti meritano un meritato riguardo: Mimmo Lucano Sindaco di Riace e Giuseppe Grizzanti Sindaco di Sutera, che in modo diverso e complementare hanno parlato dell'accoglienza frutto di cuore ma anche di intelligenza, da cui la sapienza. E quindi partiamo dalle

«Prassi esemplari di accoglienza»

Mimmo Lucano: Non situazioni teoriche ma esperienze dirette ... di un sindaco di un piccolo paese della periferia calabrese posto a 120 Km da Reggio Calabria, famoso nel mondo per il ritrovamento dei famosi "Bronzi di Riace". Ma non è tutto oro quello che luccica...! Ascoltiamo!

Giuseppe Grizzanti : sono sindaco di un piccolo Comune (Sutera) in provincia di Caltanissetta, che si può fregiare del titolo di Città ...

14 maggio 2016 - Palacultura - Messina - Migranti: L'integrazione è possibile. Prassi esemplari di accoglienza

PARTECIPANTI :  Marcello Mento - GdS - Diacono Santino Tornesi - Dir. Ufficio Migrantes - Mimmo Lucano Sindaco di RIACEGiuseppe Grizzanti - Sindaco di SUTERA
Interventi - Renato Accorinti -Nina Santisi -Felice Scalia -Lucy Fenech

 

18Mag/160

Messina – «Interazione Scuola Volontariato Associazioni Società per una Città … da condividere»

2016_05_19-LAP-Spiagge_Pulite-Ringo

25Apr/160

Reggio Calabria – «Ricominciare dall’Uomo, dalla sua cultura, per sprigionare energie di positivo cambiamento»

2015_11_23-PLA-Memoria_OLGA

IN OCCASIONE DELL’AVVIO DEGLI STATI GENERALI DELLA CULTURA REGGINA 2016
Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria

Lunedì 25 aprile 2016, ore 21.00

“Il Cielo al Planetario e serata astronomico-osservativa al telescopio”

a cura dello Staff del Planetario

Stasera, lunedì 25 aprile ore 21.00, in occasione dell'avvio degli Stati Generali della Cultura Reggina 2016, promossi dall'Amministrazione Provinciale tramite l’Assessorato alla Cultura e Legalità, il Planetario Provinciale Pythagoras di Reggio Calabria effettuerà una apertura straordinaria al pubblico.
La serata prevede la visita guidata sotto le stelle del Planetario e, a seguire, l'osservazione del cielo reale al telescopio dal piazzale antistante.
Se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, sarà possibile osservare con gli strumenti: lo splendido pianeta Giove, nel Leone; M44, l'ammasso del Presepe, nel Cancro; M13, un brillante ammasso globulare nella costellazione di Ercole; le stelle Arturo (Alpha Bootis), Spica (Alpha Virginis), Alcor e Mizar, una delle doppie visuali più famose del cielo nella costellazione dell’Orsa Maggiore. Sarà poi indicato come individuare la stella polare e le principali costellazioni visibili.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare. L’iniziativa è gratuita ed è adatta anche ai bambini

2Apr/160

Messina – «La Città plurale si costruisce partendo dalla Testata d’Angolo»

locandina (1)

2016_03_31-CSMA-Cristiani_ISLAMGiovedì 31 marzo 2016 - Cappella S. Maria all'Arcivescovado

 Terzo Incontro

Cristianesimo e Islam per una Città plurale

2016_03_31-CSMA-Cristiani_ISLAM

«C R E A Z I O N E»

Misceliamo signorilità e competenza e otterremo una comunicazione efficace e coinvolgente. I due relatori, prof. Francesco Barone e Don Vincenzo Majuri, con stili diversi hanno saputo rendere godibile, un percorso serio, pieno di singolari e partecipate notazioni. Di fronte avevano un consolidato 'pubblico che riscopre sempre più e con gioia i valori della conoscenza e dell'amicizia. La Creazione: "tutto è stato fatto per mezzo di lui ed in vista di lui". Tutto è
2016_03_31-CSMA-Cristiani_ISLAM2016_03_31-CSMA-Cristiani_ISLAMstato fatto bene e con amore. L'uomo è la cosa più bella che Dio ha creato per se. L'ha fatto a suo immagine e somiglianza. Quindi potremmo dire con San Gregorio Nazanzieno «Riconosci l'originale della tua esistenza, del respiro, dell'intelligenza, della sapienza e, ciò che più conta, della conoscenza di Dio, della speranza del Regno dei cieli, dell'onore che condividi con gli angeli, della contemplazione della gloria, ora certo come in uno specchio e in maniera confusa, ma a suo2016_03_31-CSMA-Cristiani_ISLAM tempo in modo più pieno e più puro. Riconosci, inoltre, che sei divenuto figlio di Dio, coerede di
Cristo e, per usare un'immagine ardita, sei lo stesso Dio!». Anche in questo terzo incontro oltre ai relatori sono cambiati sia il conduttore Dario Tomasello sia il referente cristiano Suor Tarcisia Carnieletto (Direttrice dell'ufficio Ecumenico diocesano) e Mohamed Refaat (Presidente del Centro Islamico di Messina,) che hanno amabilmente condotto la preghiera iniziale.

13Mar/160

Messina – «Tra Mare e Cielo – I FORTI nei Monti Peloritani»

2016_03_14-LAP-ME_Dogana-LE_VIE_DEI_FORTI-001Lunedì 14 marzo 2016 ore 17.00  - Palazzo della Dogana - Salone viaggiatori 

"Le Vie dei Forti"

Strade e Architettura militare sui Monti Peloritani patrimonio geo storico-architettonico d'italia

Autore Vincenzo Caruso

IMG_3432Carmelo Di Vincenzo - Enzo Colavecchio - Bruno Biondi  - Giuseppe Minissale 

Foreste Regionali - Legambiente dei Peloritani - C.A.I. Sez. Messina -  Ass. Naz. Alpini Sez. Messina

16Gen/160

Messina – 102 GMMR «“La fuga in Egitto” – l’Arte a servizio della formazione dell’Uomo»

giovedì 14 gennaio 2016 -  ore 19.00 - Chiesa di Porto Salvo - V.le della Libertà - Messina

-"Questo Incontro-evento ci piace annoverarlo tra le cose preziose che rinfrancano lo spirito nel duro ma lieto cammino della coerenza evangelica.-"

In tempi contenuti e con ritmo serrato, mons. Letterio Gulletta, ha presentato la lettura iconologica del dipinto “La fuga in Egitto” realizzato da Orazio Gentileschi. In questo compito, si è avvalso della 2016_01_14-PortoSalvo-MIGRANTES-“La fuga in Egitto”-Letterio Gulletta-Elvira Solokhovapreziosa collaborazione della pianista russa Elvira Solokhova che ha eseguito
splendidamente, intercalandosi alla narrazione, brani dalle opere di Bach, Chopin e Tschaikowsky. Così "Don Lillo" (alla messinese), ha coniugato magistralmente narrazione efficace e propositiva, musica e dipinti d'autore. Il suo dire ha costretto, piacevolmente, il pubblico presente a porsi delle domande e fare delle riflessioni non scontate sulla forza della bellezza dell'Arte nel veicolare il "Mistero della Nascita del

2016_01_14-PortoSalvo-MIGRANTES-“La fuga in Egitto”-Letterio Gulletta-Elvira Solokhova

Salvatore". Nel 'calarsi dentro o fuori il MURO sbrecciato, in casa riparati o fuori casa alla mercede delle intemperie. Il sonno ristoratore dell'infaticabile e fiducioso Giuseppe. L'occhio enorme del mite asinello, proposto con un testone fuori scala. Il bambino che nell'atto consapevole di suggere guarda verso di noi. L'amorevole cura della mamma che offre il seno senza 'stritolare il Bimbo, consapevole della divina creatura tutta pura nella sua nudità che non ha confini di luogo e di tempo.

2016_01_14-PortoSalvo-MIGRANTES-“La fuga in Egitto”-Letterio Gulletta-Elvira Solokhova

Poi raccontando la storia personale di Orazio Gentileschi ha proposto uno spaccato sul tempo che ha visto protagonisti il Caravaggio ed altri artisti che hanno dato lustro agli anni a cavallo del 1600. Grandi applausi alla concertista  Elvira Solokhova, che ha sfoggiato oltre alla bravura una presenza scenica semplice e sobria adatta all'Evento sui Migrantes.

2016_01_14-PortoSalvo-MIGRANTES-“La fuga in Egitto”-Letterio Gulletta-Elvira Solokhova

A ricordare la particolarità dell'evento e del suo contesto è stato il Diacono Santino Tornesi direttore dell'Ufficio Migrantes che ha richiamato anche i prossimi appuntamenti nel contesto della settimana in preparazione alla Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato. Presenti anche l'Ufficio della Pastorale familiare, cooperatore della manifestazione e le Suore Francescane con un gradito saluto a Suor Elisa, braccio e mente eminente della Caritas Diocesana.

Questo slideshow richiede JavaScript.


La settimana si concluderà con la partecipazione del vescovo Antonino Raspanti che a Porto Salvo presiederà la celebrazione eucaristica.

13Gen/160

Messina – «Le frontiere della comunicazione: la possibilità d’instaurare relazioni dirette, personali»

 

2016_01_15-1°Incontro-Corso_COMUNICAZIONI

1° Percorso di formazione per Animatori della cultura e della comunicazione
Un nuovo ministero a servizio delle nostre Comunità ecclesiali