CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

15Ott/180

Messina – BFMC «Inizio del ciclo di appuntamenti con … “Chi dice la gente che io sia?”» fr. Filippo Cucinotta ofm

28Set/180

Messina – «”Studiorum Universitas 1548″ – Riscoperta umana, culturale e sociale di un … “messinese” dell’Ottocento»

Scuola Diocesana per la formazione Teologica di Base - Società Messinese di Storia Patria
Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche - Accademia Peloritana dei Pericolanti

Mercoledì 26 settembre 2018 Sala dell'Accademia Peloritana dei Pericolanti

Palazzo dell'Università, Piazza S. Pugliatti, 1

Seminario di studi

Religione e Patria.

«Filippo Bartolomeo, prete liberale messinese dell'Ottocento»

All'inizio della sezione pomeridiana il prof. Antonio Bagliodichiarando la propria gratitudine per il compito assegnatogli dagli Organizzatori, ha ringraziato "per questa bella occasione di incontro con risvolti interdisciplinari tra storia contemporanea, storia moderna, storia delle istituzioni, pedagogia, storia dell'arte che dialogano per ricomporre un quadro attorno a questa figura di Filippo Bartolomeo".  Ha ricordato di  aver sentito parlare della figura di Filippo Bartolomeo, prete liberale messinese dell'Ottocento, dal relatore Dino Calderone, autore di una ricerca sui cattolici liberali, preti e massoneria del 1800.

La particolarità di questo seminario di studi consiste nella molteplicità delle autorevoli voci narranti che si sono alternate nello spazio di un'unica giornata in tre sessioni, due al mattino ed una al pomeriggio.  Questo che poteva risultare un limite si è invece rivelato un valore aggiunto in quanto ha consentito ai relatori di confrontarsi in diretta e permettere quindi ad Antonio Baglio di inserire puntuali riferimenti  alle pertinenti relazioni.

Qualche minimo appunto sulla figura di «Filippo Bartolomeo: prete liberale messinese dell'Ottocento», (1798 - 1877)  -Uomo e Prete 'tosto, non incline ad abiurare i propri convincimenti (5 anni di carcere duro) - Oppositore dei Borboni con l'ideale della nazione Italia - Oppositore  alla tesi dell'infallibilità del papa ...

Cronologia degli interventi -

Mattino  presiede ROSARIO MOSCHEO 
ENZA PELLERITI- La Sicilia fra restaurazione e unificazione. Culture costituzionali e istituzioni
SALVATORE BOTTARI- La Carboneria a Messina nell'età della Restaurazione
GAETANO ZITO- Clero e società in Sicilia in epoca preunitaria: ristampa riformatrice di A. Pusateri
Ore: 11,45: presiede DANIELA NOVARESI
LUCIANA CAMINITI- Alla ricerca di una nuova identità. La Chiesa siciliana a Cavallo dell’unità
ANTONIO CICALA - Politica e società a Messina nel primo ventennio post unitario
CATERINA SINDONI - Filippo Bartolomeo ed il rinnovamento della Scuola e dei metodi didattici in Sicilia nella prima metà dell’Ottocento

ORE: 15.30: presiede ANTONIO BAGLIO - (filmati)
GIOVAN GIUSEPPE MELLUSI- La polemica tra Filippo Bartolomeo e l'arcivescovo di Messina
SANTI CALDERONE- Filippo Bartolomeo: un cattolico liberale e l'infallibilità del papa
GIANPAOLO CHlLLE’- Divagazioni storico-artistiche di Filippo Bartolomeo
ALESSANDRO ABBATE - Dinamiche demografiche della città di Messina nel "lungo Risorgimento"

Segreteria scientifica: Vittoria Calabro’, Giovan Giuseppe Mellusi
L’iniziativa è parte delle attività didattiche delle cattedre di Storia moderna, storia delle istituzioni politiche e Storia della pedagogia


.-

Questo slideshow richiede JavaScript.

14Mag/180

Reggio Calabria – Planetarium Pythagoras «La fisica del XXI Secolo. (Oltre il bosone di Higgs)»

Martedì 15 maggio ore 21.00  - Planetarium Pythagoras Città Metropolitana dei Reggio Calabria

La fisica del XXI Secolo. (Oltre il bosone di Higgs)

Prof. Gianfranco Cordì

Martedì 15 maggio, alle ore 21.00, presso il Planetarium Pythagoras Città Metropolitana di Reggio Calabria il prof. Gianfranco Cordì, pHd e laureato e specializzato (master) in Epistemologia terrà la lezione La fisica del XXI secolo (Oltre il bosone di Higgs). Secondo l’opinione dello studioso calabrese Cordì siamo di fronte a un periodo di profonde trasformazioni nell’ambito della scienza. Le recenti scoperte, prima del bosone di Higgs e poi delle onde gravitazionali, ci stanno portando a ridiscutere le fondamenta delle due teorie che hanno caratterizzato il Novecento: la meccanica quantistica e la relatività generale. Si tratta di un ripensamento che alcuni scienziati hanno codificato attraverso lo sviluppo di due teorie antagoniste: la teoria delle stringhe e la gravità quantistica a loop (anelli). Queste due teorie sono reciprocamente escludentesi.
Cordì, sulla scia del famoso scienziato internazionale Carlo Rovelli, propende per la conclusione della scienza nella gravità quantistica.
La manifestazione sarà l’occasione di vedere in maniera ravvicinata fermioni, bosoni, adroni, particelle di antimateria, elettroni, protoni e persino neutrini avvicendarsi, nel corso del racconto epistemologico di Cordì, in un unico “zoo delle particelle” che si fanno brillare con le onde (a picchi e a valli) e con le origini e la fine dell’universo. Big Bang e Big Crunch.
In questo senso Cordì mettera a questione i fondamenti della Relatività Generale (che ingloba la gravitazione nelle sue equazioni) e la meccanica quantistica (caratterizzata dall’indeterminazione).


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera - «Il bosone di Higgs è un bosone elementaremassivo e scalare che svolge un ruolo fondamentale all'interno del Modello standard. - Venne teorizzato nel 1964 e rilevato per la prima volta nel 2012 negli esperimenti ATLAS e CMS, condotti con l'acceleratore LHC del CERN[1][3].

La sua importanza è quella di essere la particella associata al campo di Higgs, che secondo la teoria permea l'universo conferendo la massa alle particelle elementari. Inoltre, la sua esistenza garantisce la consistenza del Modello standard, che senza di esso porterebbe a un calcolo di probabilità maggiore di uno per alcuni processi fisici.»


 

14Mag/180

Reggio Calabria – CIS – UTE « Due appuntamenti da non perdere “Ciak … si legge”-“Edipo: Il gioco del destino”»

lunedì 14 maggio 2018 ore 16:45 -Presso la Villetta della Biblioteca Comunale "De Nava" R.C.

il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo “Cinema e …”,

presenta:

"Ciak ... si legge"

Libri e biblioteche nella rappresentazione cinematografica

Il cinema, fin dalle sue origini, ha avuto un rapporto molto stretto con la letteratura. Sono innumerevoli, infatti, i film tratti da romanzi, soprattutto se essi hanno avuto un grande successo di pubblico.
Non sono molti, invece, i film che trattano i libri come oggetto di cultura e il luogo deputato dove essi sono conservati: le biblioteche.
In occasione de "Il maggio dei libri" e nella cornice mai più appropriata di una biblioteca, Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, attraverso un videoracconto evidenzierà come il cinema ha trattato il tema dei libri e soprattutto il problema della censura che essi hanno subito nel corso dei secoli, perché dal primo momento in cui le idee hanno iniziato a circolare in forma scritta c'è stato chi ha sentito la necessità di controllarne la diffusione o proibirne la lettura.
Siete invitati a partecipare

lunedì 15 maggio 2018 ore 17:30 Presso la Villetta della Biblioteca Comunale "De Nava" R.C.

EDIPO: IL GIOCO DEL DESTINO

Dal mito alle tragediedal cinema alle rappresentazioni di Siracusa

La vicenda di Edipo, fra le più note e celebrate della tradizione classica, è stata canonizzata dalla versione tragica di Sofocle, che le dedicò due drammi: l’Edipo Re e l’Edipo a Colono. La figura di questo personaggio, tra le tante del mito, non è solo la più indagata (il proverbiale “complesso” teorizzato da Freud), ma anche quella che ha avuto fino ad oggi più riletture e interpretazioni.
Dopo un'introduzione a cura di Maria Luisa Neri, responsabile del Dipartimento Cultura dell'Associazione Nazionale Parchi Culturali, Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, presenterà un videoracconto che ripercorrerà le drammatiche vicende di un personaggio, vittima del gioco del destino, attraverso le interpretazione teatrali e cinematografiche che più l'hanno caratterizzato.
L'incontro è programmato in coincidenza con la rappresentazione della tragedia Edipo a Colono inserita quest'anno nel cartellone del Teatro Antico di Siracusa con la regia di Yannis Kokkos e gli attori Massimo De Francovich (Edipo) e Roberta Caronia (Antigone).
Siete invitati a partecipare

 

18Apr/180

Reggio Calabria – «16 giovani studenti, della forte squadra astronomica, raggiungono la finale delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia»

Olimpiadi Nazionali di Astronomia - 16 i ragazzi della Città Metropolitana di Reggio Calabria alla finale nazionale del 19 aprile a Bari

La Città Metropolitana di Reggio Calabria sarà rappresentata da ben 16 studenti alla finale della XVI edizione delle Olimpiadi nazionali di astronomia che si terranno a Bari il 19 aprile. Su 80 finalisti, 16 (il 20%) proviene, quindi, dalla provincia di Reggio. Complimenti a tutti i finalisti che, per raggiungere questo importante risultato, hanno dovuto superare due selezioni molto difficili (i partecipanti nazionali alla fase di preselezione erano 6720, provenienti da 203 scuole). Questi i ragazzi che, accompagnati dai docenti e dai dirigenti, si confronteranno con gli altri 64 coetanei provenienti da tutta Italia:

Categoria Junior 1Carbone Marco I.C. “G. Carducci - V. da Feltre” - Reggio Calabria -  Dimitrov Mihail I.C. “Giovanni XXIII” - Villa S. Giovanni (RC) - Ferraro Maria Antonietta I.C. “Nosside-Pythagoras” - Reggio Calabria - Geria Davide I.C. “Galluppi-Collodi-Bevacqua”-Reggio Calabria - Morgante Antonino I.C. “Campo Calabro - San Roberto” - Campo Calabro (RC) - Sorrentino Luigi I.C. “F.S. Alessio - N. Contestabile” - Taurianova (RC)

Categoria Junior 2Altomonte Vittoria Liceo Scientifico Statale “Euclide” - Bova Marina (RC) - Attinà Natalino Liceo Scient. e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” - Reggio Calabria - Cangeri Federico Liceo Scientifico Statale “A. Volta” - Reggio Calabria - Cicco Cosimo I.I.S. Statale “Nostro - Repaci” - Villa S. Giovanni (RC) - Maisano Domenico Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” - Bagnara Calabra (RC)

Categoria Senior Britti Ruggero Liceo delle Scienze Umane Statale “T. Gullì” - Reggio Calabria - Labate Andrea Liceo Scient. e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” - Reggio Calabria - Latella Angelo Liceo Scient. e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” - Reggio Calabria Sorrentino Vincenzo Liceo Scientifico e delle S.A. Statale “M. Guerrisi” - Cittanova (RC) - Verduci Alexia I.I.S. Statale “Nostro - Repaci” - Villa S. Giovanni (RC)

Le Olimpiadi di Astronomia sono bandite dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per la Valutazione del Sistema Nazionale d’Istruzione del MIUR ed attuate con la Società Astronomica Italiana in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica. Sono parte integrante delle attività didattiche e, per la loro gestione a livello nazionale e locale, sono affidate a docenti universitari di fisica, di astronomia, di chimica e di scienze ed a docenti esperti di didattica disciplinare che garantiscono, dal punto di vista scientifico e didattico, la serietà della promozione ed attuazione.

In Calabria il comitato tecnico scientifico è diretto dal prof Veltri, ordinario di astrofisica dell’Unical. Ciò garantisce un fervido raccordo tra scuola, università ed enti di ricerca attraverso un proficuo scambio di risorse intellettuali e culturali per diffondere, promuovere e valorizzare la cultura scientifica nella formazione dei futuri cittadini, organizzando, presso le scuole iscritte, iniziative per preparare e formare gli studenti e i docenti-tutor.

L'astronomia, per la sua intrinseca valenza transdisciplinare, consente la costruzione di percorsi didattici motivanti per gli allievi. È tra le discipline più idonee a valorizzare la persona umana per costruire un curricolo che insista sulle connessioni interdisciplinari e sulla necessità di collocare il pensiero scientifico, la storia delle sue scoperte e lo sviluppo delle invenzioni tecnologiche nell'ambito più vasto della storia delle idee.

Questi risultati della nostra città metropolitana premiano certamente le capacità dei giovani e l’impegno dei docenti ma corre l’obbligo di evidenziare il ruolo del Planetario Pythagoras che, attraverso gli esperti, le competenze e le professionalità che esprime, cura, a titolo completamente gratuito, la preparazione degli studenti delle scuole calabresi.

Il Planetario della Città Metropolitana di Reggio Calabria è una delle 10 sedi interregionali delle Olimpiadi Italiane di Astronomia.

Inoltre, ancora una volta va sottolineato l’impegno della Città Metropolitana che, da sempre, con lungimiranza culturale e politica, ha investito in cultura scientifica affidando alla sua struttura, il Planetario, il compito di sostenere le attività didattiche delle scuole della Città Metropolitana e non solo.

12Mar/180

Teramo – «Una preziosa occasione di aggiornamento per i Docenti di materie scientifiche»

La sapiente scelta di condividere sinergicamente le occasioni di formazione permanente

Planetario Pythagoras di Reggio Calabria

Cari amici, la Società astronomica Italiana in concomitanza con il congresso della società organizza un corso di formazione per un totale di 15 ore rivolto ai docenti delle scuole di primo e secondo grado di discipline scientifiche che si terrà a Teramo nei giorni 2 e 3 maggio. Il congresso è aperto a tutti e sul sito www.sait.it potete trovare il primo annuncio del congresso.

Corso di Formazione

Università di Teramo 2-3 maggio 2018

La Società Astronomica Italiana in collaborazione con INAF-Osservatorio Astronomico d’Abruzzo, organizza il corso di formazione sul tema:

L’Astronomia multi-messenger: didattica, ricerca, cultura e sviluppo del Territorio

Sede del corso: l’Università di Teramo; periodo di svolgimento 2-3 maggio 2018

Direttore del Corso: prof. Flavio Fusi Pecci

La Scuola, della durata complessiva di n°15 ore è aperta ai docenti di Scuola secondaria di primo e secondo grado di discipline scientifiche. È previsto il rilascio della Certificazione delle competenze acquisite. Ai sensi della Direttiva 170/2016 il corso è inserito nella piattaforma SOFIA con identificativo n° 12557

La Società Astronomica Italiana è riconfermata dal MIUR quale Ente Qualificato (direttiva n.170 del 21 marzo 2016) per la formazione del personale della scuola pertanto la scuola dà diritto, nei limiti previsti dalla normativa vigente, al riconoscimento dall'esonero dal servizio per il personale della scuola che vi partecipa (art. 66 del vigente C. C. N. L ed artt 2 e 3 della direttiva N° 90 /2003).

Le iscrizioni possono essere effettuate, in piattaforma, entro il 23-4-2018.

Tutte le indicazioni relative alla logistica possono essere visualizzate sulla piattaforma. Contatti - Dott.ssa Elisa Di Carlo cell 3477271368. Indirizzo di posta elettronica dicarlo@oa-abruzzo.inaf.it

PROGRAMMA DEL CORSO:

Mercoledì 2 maggio (4,5 ore) Ore 14:3015:30 Presentazione

Ore 15:30 - 19:30 Il ruolo dell'Astronomia nell’ambito della didattica scientifica e le indicazioni nazionali: verticalità e trasversalità

        • Massimo Esposito: “Le idee, le storie, le sfide dell’astronomia: spunti per percorsi didattici”

        • Franco Gallo: Occasioni per la didattica della filosofia: Indicazioni nazionali, epistemologia e astronomia”Ore 15:30

gruppi di lavoro”: Alternanza Scuola-Lavoro; Olimpiadi di Astronomia; nuovi indirizzi quadriennali sperimentali per le scuole secondarie di secondo grado; indicazioni MIUR

Coordina Flavio Fusi Pecci (direttore del Corso di Formazione)Ore 17:30 - 19:

Giovedì 3 maggio - Ore 9:00 – 13:00 “Le opportunità dell’astronomia multi-messenger” - Ore 14:30 – 19:30 Il ruolo dell'Astronomia nell’ambito della didattica scientifica e le indicazioni nazionali: approcci metodologici

  • Stefano Sandrelli: “Il ruolo dell’astronomia nell’ambito della didattica scientifica: il contributo dell’INAF”
  • Giovanni De Gasperis: Realtà virtuale, mondi e avatar per l’insegnamento delle scienze”

gruppi di lavoro”

Chiusura del Corso

5Mar/180

Reggio Calabria – PLA «Omaggio riconoscimento a “MARGHERITA HACK ” grande scienziata e astronoma»

Mercoledì 7 marzo 2018 - CERIMONIA DI INTITOLAZIONE DELLA VIA A MARGHERITA HACK

Ore 15.30 presso Salita Zerbi  SCOPERTURA DELLA TARGA

Ore 17.00 Planetarium Pythagoras Città Metropolitana

«RICORDANDO MARGHERITA HACK»

Saluti Istituzionali  Avv. Giuseppe Falcomatà  Sindaco Città di Reggio Calabria - Dott.ssa Irene Calabrò  Assessore alla Valorizzazione del patrimonio storico-artistico-archeologico paesaggistico - Dott. Filippo QuartuccioDelegato metropolitano al Planetarium Pythagoras

Video tematico: "Margherita Hack ......una vita tra le stelle"  - Dott. Francesco Macheda  - Dirigente Città Metropolitana di Reggio Calabria

"La spettroscopia da Padre Secchi a Margherita Hack ed oltre" - Dott.ssa Ginevra Trinchieri - Astronoma - Presidente Società Astronomica Italiana

Vi aspettiamo come sempre numerosi.  Cordiali saluti  Staff Planetario

Per info sugli eventi, conoscere altre iniziative e per prenotare visite al Planetario per scolaresche e gruppi organizzati: Planetarium Pythagoras - Città Metropolitana Società Astronomica Italiana Sez. Calabria Via Salita Zerbi, 1 - Parco Mirella Carbone Reggio Calabria  Segreteria tel\fax 0965 324668 Rosario Borrello 329 4464386  Email: planetario.rc@gmail.com - planetario.rc@virgilio.it Website: http://www.planetariu mpythagoras.com/ - Pagine facebook: https://www.facebook.com/Plane tario.RC/ http://www.facebook.com/groups /52592307791/?fref=ts - Contatto Twitter: https://twitter.com/P lanetarioRC

14Feb/180

Messina – BFMC-«Niente è così difficile come restare umani di fronte all’angoscia … »

martedì 13 febbraio 2018 - Biblioteca provinciale dei Frati Cappuccini di Messina

I pellegrini dell'assoluto
- tra i segnali silenziosi e i molteplici indizi

5° appuntamento

 Eugen Drewermann

IL VANGELO DI MARCO

 padre Filippo Cucinotta

Eugen Drewermann - Alcune affermazioni

Lo studio della filosofia: dimostra l'esistenza di un'anima umana, dotata di ragione, libera e immortale - non si accenna ai problemi che la biologia odierna incontra. Nella teologia morale non si avverte la necessità di occuparsi delle difficoltà: del sistema monetario mondiale, - delle condizioni commerciali, - della sovrappopolazione, - della scarsità delle materie prime, - delle differenze socio-culturali tra i popoli.

Non c'è prete che non abbia sostenuto almeno due o tre esami su argomenti come la Trinità divina e l'unione ipostatica in Gesù Cristo, figlio di Dio; ma difficilmente se ne troverà uno in grado di esprimere che cosa tutto questo abbia significato per lui

Il pensiero clericale deve dimostrare di essere preparato a resistere a ogni critica contro la sua formalità impersonale e contro la sua mancanza di esperienza; una tale difesa costituisce la sua autoaffermazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

8Dic/170

Messina – «Valore partecipativo della progettualità – “Insieme … si quadrupla”»

fr. Fiorenzo Fiore - Pippo Lipari

2017_11_30-BFMC-Pubblico_02 -Santoro

giovedì 30 novembre 2017 presso la Biblioteca Provinciale dei Cappuccini - si è svolta la giornata di studio in ricordo di  - Marco Santoro  (1949-2017) evento  LA PERCEZIONE DEL LIBRO organizzato dall'Associazione culturale Intervolumina e l'Università degli Studi - Dipartimento di Civiltà antiche e moderne di Messina

Luca Santoro

E' toccato al prof. Pippo Lipari (Intervolumina) dare le coordinate della giornata, iniziando con la presentazione dei proff.  Giovanni CupaiuoloMario Bolognari e fr. Fiorenzo Fiore. I quali hanno raccontato il loro rapporto personale e istituzionale con l'accademico Santoro. Parola quindi al profVincenzo Fera (Università) che ha condotto, i lavori della mattinata,  in modo da consentire ad ogni  docente di portare a termine la propria relazione. Puntuali ed arricchenti i suoi riferimenti e le notazioni  a commento. Dopo l'intermedia rigeneratrice pausa, ha dato conto con piacere della gradita presenza in sala di Luca Santoro, figlio del prof. Marco Santoro, a cui ha rivolto i ringraziamenti e i saluti di tutto il  numeroso e qualificato pubblico.

Giovanni Cupaiuolo

Sono intervenuti: per i SalutiGiovanni CupaiuoloMario Bolognari - fr. Fiorenzo Fiore - per le Relazioni: - Giancarlo Volpato -  sostituta Pietro Scardilli - Domenico Ciccarello Rosa Marisa Borraccini ( Stefania Fortuna - Giovanna Pirani ) - Carmela Reale - Carmen Puglisi - Valentina Sestini

I filmati  e le foto riguardano le attività antimeridiane.







Questo slideshow richiede JavaScript.

Per precedenti impegni non è stato possibile seguire i seguenti lavori del pomeriggio :-- Pausa pranzo 15.30 Ripresa dei lavori - Presiede: Federico Martino - 15.40 Sebastiano Venezia -16.00 Alfonso Ricca -16.20 Monica Bocchetta16.40 Giuseppe Lipari - Pausa  17.20 Vincenzo Trombetta -17.40 Giovanna Maria Pia Vincelli  - 18.00 Federica Formiga -  18.20 Samanta Segatori

20Giu/170

Palermo – «Il manifesto del Vangelo di Misericordia – “AMORIS LAETITIA”

I significativi contributi sull’Amoris Laetitia, scaturiti dalla Xª Giornata Catechetica svoltasi alla Facoltà Teologica di Sicilia - Palermo  17 marzo 2017

Giuseppe Alcamo - Massimo Naro - Giuseppe Bonfrate  Antonio Parisi - Calogero Cerami - Giuseppina D'Addelfio - Antonio Mastrantuono - Piera Di Maria e Antonio Adorno

Il volume sarà in libreria nei primi giorni di luglio.

23Mag/170

Palermo – «”Ce la farà la Chiesa?””Ce la faranno i cristiani a tenere il passo di un papa che testimonia la libertà, la novità e la gioia dell’annuncio del Vangelo?»

A distanza di quattro anni dalla elezione di papa Francesco, dopo tanti suoi discorsi e gesti e dopo l'Evangelii gaudium, se e quanto è cambiata la catechesi in Italia?

Questo libro raccoglie gli scritti di alcuni studiosi (Alcamo, Del Giudi­ce, Giannotto, Lombardi, Milano, Tanzarella) impegnati nell'insegnamento e nella catechesi. La loro conclusione è che papa Francesco invita i cristiani ad una rivoluzione dell'evangelizzazione, ad una rottura con metodi e stereotipi che rinchiudono l'annuncio nella conservazione dell'ingiustizia producendo una mondanità spirituale, ma non una comunità evangelizzatrice. Mentre l'annuncio deve aver cura dell'inserimento del Vangelo nel popolo di Dio rispondendo ai bisogni concreti della storia. Ai molti che dinnanzi a questa rivoluzione chiedono "Ce la farà Francesco?" gli autori capovolgono la domanda "Ce la farà la Chiesa?", ovvero "Ce la faranno i cristiani a tenere il passo di un papa che testimonia la libertà, la novità e la gioia dell'annuncio del Vangelo?". Con una prefazione di Carmelo Torcivia presidente dell'Associazione Italiana Catecheti.

Umberto R. Del Giudice è incaricato di alcuni corsi professionalizzanti per  l'IRC e responsabile del Tirocinio nella Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale (sez. a. Luigi).

Sergio Tanzarella è ordinario di storia della Chiesa nella Pontificia Facolta Teologica dell'Italia Meridionale (sez, a. Luigi ) e professore invitato presso l'Università Gregoriana

 

19Mag/170

Messina – «E’ sempre utile, opportuno e doveroso confrontarsi con un tipo “tosto” come lo scienziato Odifreddi, con cui condividiamo l’umana spiritualità»

8Mag/170

Reggio Calabria – «La commedia di Eduardo De Filippo più rappresentata all’estero … Icona della Donna volitiva e pensante…»

6Mag/170

Messina – «L’ESODO – Una prova per gli uomini di tutti i tempi»

Il Centro Europeo di Studi su Mito e Simbolo e l'Università di Innsbruck, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Messina, organizzano il Convegno Internazionale "L'attualità dell'Esodo - The Pertinence of Exodus", che avrà luogo alle ore 15.30 dell '11 maggio 2017 e che proseguirà fino al 13 maggio nella Sala Museale di Villa Pace.

Il Convegno si propone di discutere ed interpretare la categoria dell'esodo a partire dal suo retroterra religioso-teologico ma, soprattutto, nella sua rilevanza etico-politica e nell'influsso che essa ha esercitato e continua ad esercitare sui processi di emancipazione e sulla formazione della coscienza identitaria dei singoli e della collettività.

22Mar/170

Palermo – PFTS«Nulla è più esigente dell’amore- … come lasciarsi illuminare dalla parola di Dio»

17 marzo 2017 - Facoltà Teologica di Sicilia PalermoXª Giornata Catechetica Forum

- Le suggestioni che papa Francesco offre alla Chiesa di oggi sull'amore coniugale - L'incipit del Prof.re Don Pino Alcamo - « Papa Francesco, nell'Amoris Laetitia, mette a fuoco questa "Via agapica" che è Cristo e da vero catecheta della Chiesa, passo dopo passo, quasi al limite con uno stile omiletico e parenetico, traccia un sentiero che illumina e aiuta a camminare dentro le difficoltà della vita coniugale e familiare. È un chiaro esempio di come lasciarsi illuminare dalla Parola di Dio, senza strumentalizzare il testo sacro e senza sganciarsi dalla vita vera del popolo di Dio. Per poter gustare le suggestioni che vengono offerte nel capitolo quarto dell'Amoris laetitia bisogna non dimenticare le motivazioni per cui

do

Paolo scrive e le preoccupazioni della Chiesa di oggi per venire incontro alle difficoltà delle famiglie e dei coniugi. Non si tratta, quindi, di esporre i contenuti della fede su questo ambito di vita, bensì di osservare una concreta esperienza credente dentro cui rileggere ed approfondire i contenuti della fede sul sacramento del matrimonio e sulla famiglia.... »

«Nulla è più esigente dell'amore» «Non perdiamo la speranza a causa dei nostri limiti, ma neppure rinunciamo a cercare la pienezza di amore e di comunione che ci è stata promessa»(AL 325)

Saluti - preside Francesco LO MANTO - Moderatore Giuseppe Trapani - Introduce Giuseppe Alcamo

Relatori e filmati in ordine cronologico: Massimo Naro - Facoltà Teologica di Sicilia - Antonio Parisi - Facoltà Teologica di Sicilia - Calogero Cerami - Facoltà Teologica di Sicilia - Antonio Mastrantuono - Pontificia Università Lateranense - Giuseppina D'Addelfio - Università Statale di Palermo - Giuseppe Bonfrate - Pontificia Università Gregoriana - Giuseppe Alcamo - Facoltà Teologica di Sicilia - Coniugi Piera Di Maria e Antonio Adorno responsabili dell'associazione "Oasi Cana"Vincenzo Sorce - Fondatore Casa Famiglia "Rosetta"

- Non essendo possibile riportare il testo vi invito a ritagliarvi il tempo necessario per gustarvi i filmati. Il solo parziale è quello del prof.re Massimo Naro, essendo io arrivato a relazione iniziata.-(Traffico Palermitano)

Piccola NOTA BLOG - Questa seconda partecipazione, la prima nel 2013, mi ha rinvigorito e rallegrato, mi sono trovato in una porzione di Chiesa viva, efficace, senza fronzoli, competente, adeguatamente misurata e con il desiderio di approfondire i solchi della primavera di Libertà che papa Francesco con amorevole sinodalità mette a disposizione di tutti. I Relatori, nei loro pregevoli interventi, hanno profuso, una sapiente consapevolezza di vivere una stagione epocale a 50 anni dal Concilio Vaticano II. Molti amici del BLOG sarebbero stati contenti e felici di ascoltare le declinazioni dell'Amore accogliente, di quello, per intenderci, che per 'perdonare non fa l'interrogatorio di terzo grado. Tanti sono coloro che si  chiedevano se questa Chiesa Cattolica portasse ancora in se la Misericordia di Dio. Troppi, ancora oggi sono legati, ristretti, imprigionati nella Legge, nel Canone. Pur sapendo che Gesù, non ama le piramidi ecclesiali, ma le persone semplici dotate di cuore ed intelligenza (incontro con la Samaritana al Pozzo di Giacobbe romanzato meravigliosamente da Frei Betto). ...

«Nonostante i nostri limiti, manteniamo intatta la nostra speranza cercando sempre la pienezza di amore e di comunione che ci è stata promessa»






Questo slideshow richiede JavaScript.