CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

5Dic/180

Reggio Calabria – «Cinema e Teatro due linguaggi artistici armoniosamente complementari»

14Mag/180

Reggio Calabria – CIS – UTE « Due appuntamenti da non perdere “Ciak … si legge”-“Edipo: Il gioco del destino”»

lunedì 14 maggio 2018 ore 16:45 -Presso la Villetta della Biblioteca Comunale "De Nava" R.C.

il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo “Cinema e …”,

presenta:

"Ciak ... si legge"

Libri e biblioteche nella rappresentazione cinematografica

Il cinema, fin dalle sue origini, ha avuto un rapporto molto stretto con la letteratura. Sono innumerevoli, infatti, i film tratti da romanzi, soprattutto se essi hanno avuto un grande successo di pubblico.
Non sono molti, invece, i film che trattano i libri come oggetto di cultura e il luogo deputato dove essi sono conservati: le biblioteche.
In occasione de "Il maggio dei libri" e nella cornice mai più appropriata di una biblioteca, Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, attraverso un videoracconto evidenzierà come il cinema ha trattato il tema dei libri e soprattutto il problema della censura che essi hanno subito nel corso dei secoli, perché dal primo momento in cui le idee hanno iniziato a circolare in forma scritta c'è stato chi ha sentito la necessità di controllarne la diffusione o proibirne la lettura.
Siete invitati a partecipare

lunedì 15 maggio 2018 ore 17:30 Presso la Villetta della Biblioteca Comunale "De Nava" R.C.

EDIPO: IL GIOCO DEL DESTINO

Dal mito alle tragediedal cinema alle rappresentazioni di Siracusa

La vicenda di Edipo, fra le più note e celebrate della tradizione classica, è stata canonizzata dalla versione tragica di Sofocle, che le dedicò due drammi: l’Edipo Re e l’Edipo a Colono. La figura di questo personaggio, tra le tante del mito, non è solo la più indagata (il proverbiale “complesso” teorizzato da Freud), ma anche quella che ha avuto fino ad oggi più riletture e interpretazioni.
Dopo un'introduzione a cura di Maria Luisa Neri, responsabile del Dipartimento Cultura dell'Associazione Nazionale Parchi Culturali, Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, presenterà un videoracconto che ripercorrerà le drammatiche vicende di un personaggio, vittima del gioco del destino, attraverso le interpretazione teatrali e cinematografiche che più l'hanno caratterizzato.
L'incontro è programmato in coincidenza con la rappresentazione della tragedia Edipo a Colono inserita quest'anno nel cartellone del Teatro Antico di Siracusa con la regia di Yannis Kokkos e gli attori Massimo De Francovich (Edipo) e Roberta Caronia (Antigone).
Siete invitati a partecipare

 

29Giu/170

Reggio Calabria – «Le straordinarie peculiarità della donna: dalla tragedia greca al dramma di E. De Filippo»

18Mag/170

Reggio Calabria – «Totò il “principe della risata” … in teatro al cinema in televisione»

15Nov/160

Reggio Calabria – «Teatro – Albertazzi dando corpo e voce all’imperatore Adriano racconta la verità di ogni uomo che, nel veder profilarsi la fine, non può che fare un bilancio della propria vita.»

2016_11_17-versosud-omaggio_albertazzi-001

26Ott/160

Reggio Calabria – «L’Arte del comunicare, di far vivere e rivivere … emozioni»

invito_catona_teatro

5Ott/160

Messina – «Incontrarsi – conoscersi – condividere … attraverso la magia del Teatro»

4fb_img_1475218178618.jpg ottobre 2106 - Cappella S. Maria all'Arcivescovado

« Nostra Signora Libertà »

20161004_112759E' il nuovo progetto teatrale ideato e diretto da Angelo Campolo per la compagnia "DAF - Teatro dell'Esatta Fantasia", promosso con la Caritas e l'Ufficio Migrantes dell'Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela.
Spettacoli, laboratori e un ciclo di incontri con italiani e minori stranieri non accompagnati, ospiti del Centro di seconda accoglienza istituito presso la Casa delle Suore "Figlie del Divino Zelo" di Faro superiore - Messina. «In continuità con il lavoro svolto l'anno scorso - himg_0119a dichiarato Angelo Campolo - che in questa stagione porteremo in scena a Torino, Lampedusa e Roma, la nostra compagnia continua un percorso di ricerca teatrale incentrato sull'incontro con lo straniero attraverso la pratica del Teatro. Oggetto di studio sarà il nostro rapporto con il cibo, visto come elemento identitario attraverso il quale raccontare la propria storia personale e inevitabilmente quella collettiva del proprio Paese d'origine».
Il progetto prevede, infatti, un cartellone di 4 spettacoli che andranno in scena a partire da fine novembre fino ad aprile 2017 al Teatro Annibale Maria di Francia I bambini della Notte, 19 e 20 novembre, Gli invitati alla cena di Nerone, 11 e 12 febbraio, Terra che non sa, 4 e 5 marzo e Vento da img_0118Sud Est, 22 e 23 aprile. Sempre a partire da novembre, avranno inizio i due grandi laboratori teatrali aperti ai giovani under 30, che includeranno la partecipazione attiva dei giovani "ospiti" del Centro di seconda accoglienza e che si svolgeranno presso l'Istituto "S. Brigida". «Dopo due anni di attività alla Sala Laudamo, segnati dal successo di pubblico e critica, ma soprattutto dalla bellezza di aver realizzato un percorso formativo e umano che ha avvicinato tanti giovani e tanto "nuovo" pubblico a teatro - ha raccontato Angelo Campolo - il nostro percorso si è ancor più rafforzato e ha trovato in Caritas e Migrantes due nuovi "compagni di viaggio" che con coraggio hanno deciso di sostenere un progetto sperimentale come il nostro. Quello che presentiamo è un progetto "aperto" che nel suo sviluppo si aprirà a contaminazioni e incontri con altre personalità o realtà artistiche; penso al Coro dell'Ufficio Migrantes che da anni lavora sul territorio».
img_0114«La Caritas Diocesana, organismo pastorale della Diocesi di Messina, - come ha precisato il suo direttore don Giuseppe Brancato - ha subito accolto con favore ed immediatamente sposato l'idea progettuale proposta da DAF, vedendo nel laboratorio teatrale un momento privilegiato di integrazione e di scambio di sensibilità tra i ragazzi italiani ed i ragazzi ospiti della comunità delle "Figlie del Divino Zelo" di Faro Superiore. Inoltre, il teatro, usando una molteplicità di linguaggi, riesce a tirar fuori dall'uomo tutta una serie di sensazioni ed emozioni che possono aiutarlo nella crescita umana, spirituale e sociale».
img_0116Il diacono Santino Tornesi, direttore dell'Ufficio Migrantes, ha evidenziato che «quello dei minori stranieri non accompagnati è un volto delle migrazioni forzate che, per la sua particolare vulnerabilità, chiede di essere maggiormente attenzionato. Il progetto, attraverso la realizzazione di attività culturali e teatrali, vuole raggiungere un duplice obiettivo: sensibilizzare l'opinione pubblica per consolidare la cultura dell'accoglienza e fornire ai giovani migranti ulteriori strumenti per il rafforzamento dei loro percorsi individuali».
"Nostra Signora Libertà" sarà curato da Simone Corso nello studio della drammaturgia, da Sarah Lanza in quello dei movimenti scenici, da Giulia Drogo nella direzione tecnica e vedrà sulla scena gli attori e performer: Michele Falica, Luca D'Arrigo, Patrizia Ajello, Angelo Campolo, Veronica Capodici, Ilaria Tartaglia, Giuseppe Capodicasa, Carmelo Crisafulli.

ccf05102016_00000

 

4Ott/160

Reggio Calabria – Shakespeare «… la capacità unica di rappresentare le grandi domande dell’umanità intera»

2016_10_06-cis-shakespearesanfrancesco

3Set/150

Reggio Calabria – «Vedere oltre le apparenze…scandire le profondità dell’animo umano»

2015_09_04-CIS-TEATRO_CLASSICO-Invito_11

1Mar/150

Reggio Calabria – «Un doveroso omaggio ad un’artista eccezionale donna volitiva e pensante»

2015_03_04-CIS-Filumena_Marturano

23Giu/140

Messina – «Un Gruppo che sfida la relatività del tempo – 40 anni di ” I N S I E M I “»

2014_06_24-INSIEMI-40martedì 24 giugno 2014

ore 21.00

Cortile parrocchiale

40°

"INSIEMI"

Santa Maria Consolata

(Don Orione)

21Mag/140

Reggio Calabria – «La cultura classica rivive nel teatro greco di Siracusa»

2014_05_28-CIS-Invito_001-SIRACUSA

13Mar/130

Reggio Calabria – “Associazione Anassilaos” – «Tanti appuntamenti culturali per tutti i cittadini»

2013_03_12-ANASSILAOS-MARZO

11Feb/130

Reggio Calabria – Cultura Teatro-Canzone “il protagonista”«GIORGIO GABER»

1-2013_02_13-VersoSUD-Cinema-GABERIL CIS DELLA CALABRIA

mercoledì 13 febbraio 2013 alle ore 18.00

Salone della Chiesa di San Giorgio al Corso

Il Centro Internazionale Scrittori della Calabria

presenta

* Cinema e ... "il teatro -canzone *

 

"Giorgio Gaber: ironia e impegno del signor G."

 

Nota personale: «Ho un bellissimo ricordo dell'artista e dell'uomo Giorgio Gaber. Nel 1974. ho potuto vederlo e ascoltarlo dal vivo, in un Teatro di Livorno.  Man mano che procedeva lo spettacolo,  mi rallegravo di aver  avuto quella felice intuizione. Perché mi sono ritrovato di fronte un vero attore, un vero artista, un vero cantante e musicista, ma soprattutto un uomo di coerente impegno sociale

1Lug/120

Messina – «Il Teatro che fa bene alla salute -“Troppi dottori…per inesistente malattia»

«C'è una Messina nascosta che annovera tesori culturali umani e sociali. Lo sforzo di questo BLOG è quello di farla conoscere, non a quelli disincantati, che hanno una risposta ad ogni perchè, ma a quelli che si mettono in discussione, e che oltre a fare la loro parte nella vita normale di lavoro, si impegnano per missioni sociali e culturali.»

Uno di questi gruppi è quello capitanato da...  "DON ABBONDIO" che, in una particolare riedizione dei Promessi Sposi di Ganzirri,  affascinava il pubblico con  la fatidica locuzione "animale di gebbia" - rilanciata come un mantra, efficacissima icona dell'attività della sua 'assistente.

La composizione della compagnia è veramente...variegata- La straordinaria mattatrice, unica vera attrice, e attorniata da un composito gruppo, proveniente in massima parte dal mondo della scuola, con contorno di giovani donzelle e maturi professionisti di ogni genere dal medico all'ingegnere....

Ogni rappresentazione del Gruppo è stata un successo, gli incassi sono sempre stati devoluti a cause benefiche che inorgogliscono noi 'missinisi e specialmente le donne che possiamo considerare, con volo pindarico, emule di "Dina e Clarenza".

A loro va questo piccolo e semplice omaggio, che non fa pubblicità di nessun tipo, essendo la stagione terminata e nessun nome viene riportato. GRAZIE, quindi, a questo Gruppo Teatrale che ben visualizza i tanti che operano silenziosamente per il BENE COMUNE.

IL TERZO MEDICO "SCIENZIATO"

LA PASSERELLA FINALE