CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

13Gen/180

Messina – BFCM «4° appuntamento con p. F. Cucinotta-Eugenio Scalfari – il “Laico” del dialogo»

2018_01_16-BFC-Cucinotta-SCALFARI

13Dic/170

Messina -BFC- «Io parto dal principio che Dio non pretenda troppo da me: sa cosa possiamo sopportare: Forse in punto di morte qualcuno mi terrà la mano…» CMM

martedì 12 dicembre 2017 - Biblioteca Provinciale dei Frati Cappuccini di Messina

"I pellegrini dell'assoluto
- tra i segnali silenziosi e i molteplici indizi

3° appuntamento

CARLO MARIA MARTINI

 LE ETA' DELLA VITA

padre Filippo Cucinotta



Una per

Questo slideshow richiede JavaScript.

11Dic/170

"Sotto le stelle di Natale 2017"

Planetarium Pythagoras
Augura Buon Natale e Buon 2018!

Venerdì 1 dicembre ore 21.00 Planetario Pythagoras Città Metropolitana - “La migrazione degli uccelli: sul Mare, sulla Terra… e sulla Luna?” Dott. Sergio Tiralongo, Direttore Parco Nazionale dell’Aspromonte

Martedì 12 dicembre ore 21.00 Salone parrocchiale Chiesa “Spirito Santo” - “L’Astronomia nei Testi Biblici” Prof.ssa Angela Misiano, Responsabile scientifico Planetario Pythagoras

Giovedì 14 dicembre ore 17.30 Museo Archeologico nazionale di Reggio Calabria La “Stella cometa” dei Magi Prof.ssa Angela Misiano, Responsabile scientifico Planetario Pythagoras

Lunedì 18 dicembre ore 14.00 Casa Circondariale “Giuseppe Panzera” Presentazione dell’iniziativa Avv. Giuseppe Falcomatà, Sindaco Città Metropolitana - Dott.ssa Maria Carmela Longo, Direttore Casa Circondariale -“Il Cielo del Natale”: progetto di inclusione sociale -Prof.ssa Angela Misiano, Responsabile scientifico Planetario Pythagoras

Martedì 19 dicembre  ore 21.00 Planetario Pythagoras Città Metropolitana “Onde gravitazionali: storia di un Nobel annunciato” Prof. Giovanni Palamara, esperto Planetario

Mercoledì 20 dicembre ore 10.00 Palazzo Corrado Alvaro Premiazione dei bambini vincitori del Concorso nazionale “In memoria di Olga”

Giovedì 21 dicembre ore 20,00 Planetario Pythagoras Città Metropolitana SOLSTIZIO D’INVERNO Saluti delle Autorità - Premiazione delle Scuole partecipanti al Concorso nazionale “Quanto è stellata la Notte?” “Il Natale tra storia, tradizione ed astronomia” Prof. Nicola Petrolino, esperto di Cinema Il Cielo al Planetario a cura degli Esperti del Planetario Pythagoras Rosario Borrello, Marica Canonico, Carmelo Nucera

Venerdì 22 dicembre ore 10.00 Planetario Pythagoras Città Metropolitana Incontro e consegna dei doni ai bambini della Casa Accoglienza Centro Castellini

Venerdì 22 dicembre  ore 20.30 Planetario Pythagoras Città Metropolitana “La vera storia del Pifferaio di Hamelin” a cura dell’Associazione “SPAZIO TEATRO”

Mercoledì 27 dicembre 2017, ore 18.00 Municipio di Gallina “La Stella del Natale” Prof.ssa Angela Misiano, Responsabile scientifico Planetario Pythagoras

Giovedì 28 dicembre 2017, ore 18.00 Caulonia Superiore, Casa della Cultura “Il lungo viaggio dei Re Magi” Prof.ssa Angela Misiano, Responsabile scientifico Planetario Pythagoras

Giovedì 28 dicembre 2017, ore 18.30 - Bova Marina, Oratorio Salesiano - “La Stella di Natale” Prof. Marco Romeo, esperto Planetario

Mercoledì 3 gennaio 2018, ore 18.30 Planetario Pythagoras Città Metropolitana -Il Piccolo Principe tra le Stelle del Planetario (ispirato all’opera di Antoine de Saint-Exupéry) - Spettacolo teatrale didattico a cura dell’attore Gianluigi Belsito e del Direttore Planetario di Bari Pierluigi Catizone

Giovedì 4 gennaio 2018, ore 21.00 Planetario Pythagoras Città Metropolitana -“Il Pianeta degli anelli da Galileo alla Sonda Cassini” - Prof. Marco Romeo, esperto Planetario

Venerdì 5 gennaio 2018, ore 16.00 Planetario Pythagoras Città Metropolitana - Una Befanastellare Gioco a premi: quiz astronomico rivolto ai bambini dai 6 ai 12 anni - Tombolata con ricchi premi Staff Planetario, conduce Marica Canonico

Sabato 6 gennaio 2018, ore 19.30 Planetario Pythagoras Città Metropolitana Incontro aperto a tutti e dedicato alla Comunità entro cui ricade il Planetario “Il Cielo del Natale tra fede, scienza e tradizioni” Prof.ssa Angela Misiano, Responsabile scientifico Planetario Pythagoras

Condizioni meteorologiche permettendo, è prevista, in occasione degli incontri, l’osservazione del Cielo con gli strumenti a cura degli Esperti del Planetario.

Per info sugli eventi, conoscere altre iniziative e per prenotare visite al Planetario per scolaresche e gruppi organizzati: Planetarium Pythagoras - Città Metropolitana - Società Astronomica Italiana Sez. Calabria - Via Salita Zerbi, 1 - Parco Mirella Carbone Reggio Calabria - Segreteria tel\fax 0965 324668 -Rosario Borrello 329 4464386 - Email: planetario.rc@gmail.com - planetario.rc@virgilio.it - Website: http://www.planetariumpythagoras.com/ - Pagine facebook: https://www.facebook.com/Planetario.RC/  http://www.facebook.com/groups/52592307791/?fref=ts  Contatto Twitter: https://twitter.com/PlanetarioRC

25Nov/170

Messina – «L’Università e il mondo della cultura rendono omaggio all’accademico Marco Santoro, bibliografo e critico letterario»

Associazione culturale Intervolumina Messina - Università degli Studi - Messina Dipartimento di Civiltà antiche e moderne

giovedì 30 novembre 2017

LA PERCEZIONE DEL LIBRO - Marco Santoro  (1949-2017)

Biblioteca Provinciale dei Cappuccini - Messina

Ore 09.30 Saluti - prof. Giovanni Cupaiuolo - prof. Mario Bolognari - fr. Fiorenzo Fiore - Presiede: prof. Vincenzo Fera - - - Ore 10.00 - Giancarlo Volpato - 10.20 - Carmen Puglisi -10.40 - Pietro Scardilli -  11.00 - Domenico Ciccarello

Pausa  - 11.40 - Rosa Marisa Borraccini - Stefania Fortuna - Giovanna Pirani - 12.00 - Paolo Tinti -  12.20 - Carmela Reale - 12.40 - Valentina Sestini

--- Pausa pranzo 15.30 Ripresa dei lavori - Presiede: Federico Martino - 15.40 Sebastiano Venezia -16.00 Alfonso Ricca -16.20 Monica Bocchetta16.40 Giuseppe Lipari

- Pausa  17.20 Vincenzo Trombetta -17.40 Giovanna Maria Pia Vincelli  - 18.00 Federica Formiga -  18.20 Samanta Segatori


Giovanni Cupaiuolo Coordinatore del Collegio Prorettori - Mario Bolognari Direttore del Dipartimento di Civiltà antiche e moderne Fiorenzo Fiore Direttore della Biblioteca provinciale dei Cappuccini - prof. Vincenzo Fera (Università di Messina) - Giancarlo Volpato (Verona) Incunaboli e cinquecentine ritrovate presso la Biblioteca Capitolare di VeronaCarmen Puglisi (Biblioteca Regionale Universitaria - Messina) L'Organon di Aristotele. Note intorno ad un inedito incunabolo napoletanoPietro Scardilli (Gagliano Castelferrato) La libraria del primo convento dei Cappuccini a Troina alla fine del XVI dal codice vat. lat. 11323Domenico Ciccarello (Università di PalermoUn mestierante del libro tra Austria e Sicilia: Juan Silvestre Salva - Rosa Marisa Borraccini (Università di Macerata) Stefania Fortuna (Università Politecnica delle Marche) Giovanna Pirani (Biblioteca comunale L. Benincasa - Ancona) Segni sui libri e non solo: il "Fondo Bonarelli-Modena " della Biblioteca comunale "Benincasa" di AnconaPaolo Tinti (Università di Bologna) Marco Santoro lettore trentenne di Storia del libro: l'antologia 'propedeutica' del 1979Carmela Reale (Università della CalabriaMarco Santoro e il paratesto prima e dopo «Paratesto» - Valentina Sestini (Università di MessinaAgli inizi della passione editoriale: gli studi di Marco Santoro su Cesare PaveseFederico Martino (Associazione Intervolumina - Messina) - Sebastiano Venezia (Troina) Medici e libri a Troina fra '500 e '600Alfonso Ricca (Roma) Le edizioni mediche dei tipografi itineranti in Italia fra '400 e '600: riflessioni inizialiMonica Bocchetta (Università di Macerata) Tra testo e immagini. Il "Rosario" di Luis de Granada nelle edizioni di Giuseppe De Angelis (Roma, 1573-1577).Giuseppe Lipari (Associazione Intervolumina - MessinaLibri, editoria e pubblico nella Messina di fine Seicento. L'inventario dei beni del libraio Placido CostaVincenzo Trombetta (Università di Salerno) I regi revisori nella Napoli del SettecentoGiovanna Maria Pia Vincelli (Università della Calabria) Un fondo giuridico calabrese tra '500 e '700. (Tra i libri della Biblioteca della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università della Magna Graecia)Federica Formiga (Università di Verona) La propaganda durante la Grande Guerra attraverso le copertine degli opuscoli - Samanta Segatori (Roma"Per noi il problema è tutto qui: essere i nuovi illuministi di un nuovo '89". Gobetti editore ideale attraverso le sue riviste.-

25Nov/170

Messina – BFMC – «Riflessioni su “San Francesco: l’amante trasformato nell’immagine dell’amato”»

17Nov/170

Messina – «Un grande segno di civiltà adoperarsi per far crescere insieme … alberi e bimbi»

6Nov/170

Reggio Calabria – SAE (RC) «La salvaguardia del creato inizia dall’Area dello Stretto»

Sabato 4 novembre 2017 - SAE Servizio Attività Ecumenica (RC)

«Salvaguardia del Creato»

"Lungo le rive dello Stretto tra Pezzo, Cannitello e Scilla per osservare come i fenomeni naturali presenti sono determinati da fattori cosmici con effetti unici sul territorio e sull'ambiente marino."

In una splendida giornata di sole, i componenti del Gruppo SAE di RC, coordinato dalla prof.ssa Gigliola Pedullà Vazzana, hanno potuto osservare  e apprezzare i fenomeni naturali che si ripetono giornalmente da centinaia di migliaia di anni nell'Area dello Stretto.

Il dott. Angelo Vazzana,  biologo e medico,  scrittore e divulgatore dei risultati delle sue ricerche, ha ben condiviso parte dei suoi studi scientifici raccolti nel libro "Fenomeni naturali e miti nell'area dello Stretto" riscuotendo un generale apprezzamento. Il suo intervento è iniziato con la descrizione dei luoghi, in particolare ha fornito tutti gli elementi necessari per "vedere" il grande canyon dello Stretto, la sua conformazione ad imbuto, il dislivello del fondale che passa da quota -

1.400 m a  quota -76/100 m in corrispondenza del 'setto'esistente tra Ganzirri e Punta Pezzo. Ha parlato delle maree, dovute alle forze di attrazione della Luna, che  ogni sei ore provocano il passaggio delle acque del Mar Tirreno in quelle del Mare Jonio e viceversa. Questo movimento di acque che passano da una grande sezione (Tirreno o Jonio) ad un molto più piccola (Setto tra Ganzirri e Punta Pezzo), in base all'equazione di continuità, genera una notevole velocità tanto da costituire un pericolo per la navigazione. Tema già conosciuto nell'antichità ed affrontato nel libro dello stesso autore "Skylla e Cariddi dagli autori reggini dell'Odissea. "

Questo continuo mescolamento di grandi masse di acque fa si che si possa parlare dello Stretto come di un Cuore che ossigena tutto il Mar Mediterraneo e che da linfa ai movimenti delle onde che si spingono fino allo Stretto di Gibilterra. Per questo «l'Area dello Stretto di Skylla e Cariddi è un'area unica non solo in ambito Mediterraneo ma anche universale sia dal punto di vista fisiografico, naturalistico, storico, economico, commerciale, paesaggistico». Per questo l'area è stata proposta come patrimonio universale per l'umanitò e deve essere mantenuta la sua integrità ambientale e sociale per i valori che esprime.»

Infine il dott.re Vazzana ci ha fatto riscoprire la Skylla conservata sotto il livello marino,  trasformata in un meravigliosa esplosione vitale di Biodiversità marina. I tre Denti di Skylla e altri innumerevoli scogli sommersi oggi sono completamente ricoperti da una foresta di coralli, di gorgonie coloratissime gialle, gialle-rosse ...

Nota Blog - Questa esperienza della Giornata del Creato ha ancor più consolidato i valori della condivisione e dell'amicizia. 



Questo slideshow richiede JavaScript.

28Ott/170

Reggio Calabria – «Oltre il volto della Luna… la mitologia, la poesia, la musica e le diverse espressioni artistiche tra i popoli del mondo»

sabato 28 ottobre 2017 ore 21.00 Planetarium Pythagoras - Città Metropolitana Reggio Calabria

LA NOTTE INTERNAZIONALE DELLA LUNA

International Observe the Moon Night - VIII edizione

L’interessante esperienza che dal 2010 ha portato tutto il mondo ad osservare la Luna nella stessa serata.

L’iniziativa denominata “International Observe the Moon Night” è promossa dalla NASA, l’agenzia spaziale americana, e nel nostro paese è supportata dalla Società Astronomica Italiana e dall'Istituto Nazionale di Astrofisica.

Sono migliaia le manifestazioni a livello planetario e anche l’Italia ha risposto con molteplici eventi programmati su tutta la penisola; tra questi anche quello organizzato dal Planetarium Pythagoras - Città Metropolitana di Reggio Calabria, che aderisce all'iniziativa fin dalla sua prima edizione.

L’obiettivo è quello di proporre osservazioni al telescopio dedicate alla Luna, di approfondire temi quali la genesi e le caratteristiche fisiche, la mitologia, la poesia, la musica e le diverse espressioni artistiche ispirate al nostro satellite naturale.

Dopo la presentazione dell’iniziativa e i saluti istituzionali, vi sarà un intervento con proiezione di un video tematico: “Stregati dalla Luna… il fascino e il mistero del nostro Satellite naturale tra i popoli del mondo” del Dott. Francesco Macheda (dirigente Città Metropolitana); a seguire la conferenza: “Il volto della Luna nei classici, nella scienza e nelle tradizioni” a cura della Prof.ssa Angela Misiano (responsabile scientifico del Planetario).

La serata proseguirà con lo spettacolo sotto la cupola e l’osservazione della Luna e del Cielo ad occhio nudo e con gli strumenti a cura degli Esperti del Planetario: Rosario Borrello, Marica Canonico, Carmelo Nucera, Massimo Russo.

La Luna, essendo poco oltre il primo quarto, regalerà splendidi contrasti di ombre sui crateri e sui mari.

Durante la serata verrà consegnato un omaggio ai più piccoli che osserveranno per la prima volta al telescopio.

Il Planetario, nella convinzione che una corretta diffusione della cultura scientifica costituisce uno dei presupposti per il pieno esercizio dei diritti democratici dei cittadini invita la cittadinanza tutta a partecipare.

Tutti insieme al Planetario, allo stesso modo del poeta Petrarca:io aspetto tutto il dì la sera che l' sol si parta e dia luogo a la Luna", aspetteremo di osservare il nostro satellite a cui il pianeta Terra deve moltissimo.

20Ott/170

Messina – LAP – « N O N S C H E R Z I A M O C O L F U O C O»

Comunicato stampa del 12 luglio 2017

Sugli incendi che hanno colpito Messina

 

Gli incendi dolosi che sono stati appiccati nel territorio di Messina debbono essere considerati veri  disastri ambientali, con gravissima responsabilità penale e con il corollario di gravissimi danni  immediati e indotti anche per gli anni futuri. Legambiente dei Peloritani si dichiara pronta a  costituirsi parte civile, qualora le inchieste aperte dalla Magistratura porteranno alla incriminazione dei responsabili. Che si tratti di un piano criminoso risulta evidente dalla estensione del fronte di fuoco, dalla contemporaneità dei focolai iniziali e dalla reiterazione in più giorni e in vari Comuni della Città Metropolitana, con danni alle proprietà e ai beni comuni; pericolo per l’incolumità delle persone, che comunque hanno dovuto vivere situazioni di grave rischio e di paura; danni soprattutto all'ambiente con la distruzione della vegetazione e della fauna, e la messa a nudo delle pendici collinari con accentuazione del rischio idrogeologico. Danni anche alle zone coltivate, con distruzione delle alberature e perdita dei frutti presenti e futuri.

Ieri è stato dichiarato lo stato di calamità, ed è stato stabilito di procedere alla stima dei danni.
Legambiente dei Peloritani ritiene che le risorse da mettere in campo possano essere usate come incentivo alla custodia del territorio. Coltivatori e aziende agricole vanno considerate come presenza operativa, indispensabile per la tutela dell’ambiente, per cui è giusto compensare con risarcimenti la perdita produttiva e la vanificazione degli sforzi anche finanziari. Forse un regime d’aiuto può anche essere impegnato a favore dei proprietari dei fondi abbandonati, che comunque hanno responsabilità, e che potrebbero utilizzare gli aiuti al fine di prevenire l’accumulo ai confini di massa secca altamente infiammabile. I suddetti fondi potrebbero poi essere recuperati alle attività produttive, mediante accordi obbligatori con cooperative agricole giovanili.

La riforestazione va pure incentivata e sostenuta destinando risorse alla piantumazione, particolarmente di specie autoctone, e al ripristino degli habitat, considerato che gran parte del territorio devastato ricade in zona SIC e ZPS. Inoltre gli incendi che hanno colpito in particolare i
Peloritani, che sono insieme ai Nebrodi il polmone più verde della Sicilia, spingono alla istituzione del Parco dei Peloritani, proprio perché il governo delle risorse possa sviluppare in modo sistematico le prospettive di lavoro nella valorizzazione naturalistica, ecologica ed ambientale.

Con grande stima Legambiente dei Peloritani esprime un ringraziamento alle Istituzioni e ai volontari che si sono prodigati nell’emergenza, tuttavia vanno stigmatizzati gli anni di sostanziale abbandono del territorio da parte della Regione, con la perdita di forza lavoro, e l’assottigliamento delle dotazioni di mezzi e risorse in tutti i settori di prevenzione del rischio incendio. Bisogna invertire la rotta e programmare l’impiego delle risorse europee, incentivando il lavoro nell'ambito della tutela ambientale, anche a costo di creare per il settore un commissario regionale ad acta.

LEGAMBIENTE DEI PELORITANI DEI PELORITANI  (il presidente:  Enzo Colavecchio)

Legambiente dei Peloritani - Sede via S. Paolo (ex IAI) n. 1 – 98100 MESSINA - Codice Fiscale: 97068780838

Recapiti telefonici 090/713526 – 3475666827 - Pag. Facebook Legambiente dei Peloritani

 

17Ott/170

Messina – «Le aspirazioni i sentimenti i sogni degli studenti artisti del Quasimodo e del Corelli»

sabato 14 ottobre 2017 - Un Evento per la Città Metropolitana di Messina - per l'Istituto Superiore MINUTOLI _ Sezione Liceo scientifico QUASIMODO - per il Conservatorio ARCANGELO CORELLI e per tutti quelli che amano scommettere sul futuro dei nostri giovani.
La lunga preparazione, il lavoro corale di allievi, docenti, genitori, art director, art coach, dirigenti, presidenti e direttori, ha prodotto un risultato veramente unico. Questa positiva sinergia ha donato ai messinesi uno Spazio Artistico Culturale che si arricchirà di nuovi contributi e realizzazioni.
La novità che fa ben sperare per il futuro della Scuola è che questo "Presidio di Arte Urbana" GAZZI SPAZIO ARTE sia stato realizzato sulla faccia interna del grande muro perimetrale che contorna la grande 'Piazza interna (riduttivo sarebbe chiamarla cortile) del plesso scolastico Minutoli-Corelli. Unica la scalinata conducente al piano di ingresso dei due sopracitati Istituti.
La manifestazione, egregiamente preparata in tutti i dettagli, è stata ben condotta dalla giornalista Gisella Cicciò che ha da subito messo in rilievo la valenza positiva della trasformazione di uno 'sconcio muro in un elemento di arte contemporanea. Per quanto riguarda i meriti il primo posto va assegnato al gruppo di allievi del Quasimodo che coadiuvati anche da alcuni minori del Centro Migranti di Cristo Re ha sorprendentemente risposto agli stimoli di Giuliana Giuffrida, docente di storia dell’arte, di Saverio Pugliatti, ideatore e art director del progetto e dell’art coach Antonello Arena.

Ovviamente tutto ciò si è potuto realizzare grazie al grande impulso e alla collaborazione tra il D.S. dell'I.S. Minutoli Piero La Tona, il presidente dell'Arcangelo Corelli Giuseppe Ministeri e il Direttore del Conservatorio Gianfranco Nicoletti.

La colonna musicale è stata, ovviamente, appannaggio del conservatorio Corelli con Opal Accordion Quartet. I talentuosi fisarmonicisti hanno eseguito tra gli altri, brani musicali di Astor Piazzolla.

Prima dell'esecuzione dell'ultimo brano la conduttrice Gisella Cicciò ha invitato la dott.ssa Nina Santisi, assessore alle politiche sociali e dell'accoglienza, ad esprimere le sue valutazioni. Senza mezzi termini, nel suo breve ma sentito dire, ha subito plaudito alla eccellenza della Scuola messinese,  capace di impegnarsi in modo straordinario in vari campi specialmente in quelli dell'accoglienza, della cultura e del sociale. (in riferimento anche all'ITA Cuppari-Minutoli). Ha evidenziato lo straordinario valore aggiunto dato dalla collaborazione tra lI.S. Minutoli e il Conservatorio Corelli, definito patrimonio di tutta la Città e non solo. Infine in alternativa alla affermazione degli allievi che «Musica e scienza salveranno il mondo» ha espresso il suo convincimento che a farlo saranno le "Relazioni tra le persone e i legami di comunità".

Un ricco buffet con i prodotti tipici locali, completati dal vino dell'Azienda Cuppari ha dato ristoro ai tantissimi, alla fine, infreddoliti ma soddisfatti presenti.

Nota Blog - Siamo rimasti favorevolmente colpiti dalla facilità di eloquio, dalla bravura e dalla signorile compostezza dei giovani allievi che hanno manifestato in libertà, come più volte ribadito da Saverio Pugliatti, chiamato 'zio, i loro sentimenti , le loro argomentazioni ed idee. Un plauso anche ai genitori rappresentati nel Consiglio d'Istituto dalla eclettica signora Caterina Puleo. Ringrazio vivamente le giovani Antonietta, Rosa e Ramona che si sono sottoposte alla breve intervista iniziale.

La Galleria dei murales è solo uno stimolo - Lo SPAZIO GAZZI ARTE è pronto per accoglierci VISITIAMOLO ! 



2017_10_14-GAZZI_SPAZIO_ARTE-Manifestazione-Cicciò-Giuffrida-Pugliatti

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

28Set/170

Messina – «”Si tratta dunque di vivere il nostro essere cristiani aprendo noi delle strade e vivendo noi da pionieri in cammino” – G. Savagnone 1985

PROGRAMMA

SABATO 21 OTTOBRE

ore 9.00 Accoglienza -

ore 10.00 Saluto, preghiera, introduzione

ore 10.30 Relazione sul tema del convegno Giuseppe Savagnone ( Direttore Ufficio Pastorale della Cultura dell'Arcidiocesi di Palermo)

ore 11.30 Confronto

ore 12.30 Santa Messa presieduta da P. Tindaro Cocivera

ore 13.30 Pranzo

ore 15.30 Gruppi di lavoro per progettare insieme nella dimensione: privata, familiare, sociale, politica, internazionale. A conclusione restituzione lavori.

ore 19.30 Vespri

ore 20.00 Cena

ore 21.30 Dopo cena serata in amicizia

DOMENICA 22 OTTOBRE

ore 8.00 Colazione

ore 9.00 Lodi

ore 9.30 Le gioie e le ferite delle famiglie. il cap. VIII di Amoris Laetitia di Papa Francesco" - Relatore Maurizio Aliotta Docente di Storia della teologia morale e ili teologia del matrimonio e della famiglia Studio Teologico S. Paolo di Catania

Confronto

ore 12.00 Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Giovanni Accolla Arcivescovo di Messa-Lipari Santa Lucia del Mela

ore 13.30 Pranzo e conclusione

All'interno dell'Hotel esposizione di riviste. libri, documentazione delle diverse aggregazioni laicali

per informazioni e contatti - Sito web www.coiuultaIaici.mcssina.it Indirizzo e-mail consultalaicimcsMnay hotniail.il


AGIRE SECONDO IL VANGELO

(oltre il mandato ecclesiale)

La fede cristiana non è "faccenda da conventicola" (Pannenberg); eppure, di fronte ai gravissimi problemi che affliggono l'umanità (fame, guerre, povertà, immigrazione, squilibri ambientali, malattie, analfabetismo) tendiamo a rinchiuderci nel privato, come se volessimo allontanarci dai "luoghi" più tragici dell'esistenza umana. La Consulta diocesana delle aggregazioni laicali ha dedicato due momenti (8 novembre 2015: "Abitare la città da cristiani nello spirito del Concilio Vaticano II" e 22-23 ottobre 2016: "Come lievito nella città per generare processi di cambiamento") per richiamare i cattolici messinesi all'impegno nella città (senza ridurre lo sguardo ai confini locali). Adesso, con questo terzo convegno, vuole sottolineare con maggiore forza che l'orizzonte del cristiano è rappresentato dall'intera famiglia umana e da tutto il creato. Ciò che accade in Siria, nel Mediterraneo, o altrove, deve entrare di più non solo nelle nostre preghiere, ma anche nella nostre azioni di credenti, La preghiera cristiana non è intatti un farmaco per sedare le nostre ansie, ma un mezzo potente per uscire dal narcisismo individuale e di gruppo (anche ecclesiale!) e spingerci all'azione, oltre i soliti schemi del passato. Un problema serio è costituito dal clericalismo, di cui più volte, come Consulta, abbiamo parlato per denunciarne la gravità e richiamare l'attenzione su di esso, anche perché oggi assume spesso forme più sottili, ma non meno pericolose, come quando, per esempio, si vuole identificare l'immagine del laico impegnato con quella dell'operatore pastorale... A proposito del clericalismo Papa Francesco ha scritto: "questo atteggiamento non solo annulla la personalità dei cristiani, ma tende anche a sminuire e a sottovalutare la grazia battesimale che lo Spirito Santo ha posto nel cuore della nostra gente. Il clericalismo porta a una omologazione del laicato; trattandolo come 'mandatario' limita le diverse iniziative e sforzi e, oserei dire, le audacie necessarie per poter portare la Buona Novella del Vangelo a tutti gli ambiti dell'attività sociale e soprattutto politica. Il clericalismo, lungi dal dare impulso ai diversi contributi e proposte, va spegnendo poco a poco il fuoco profetico di cui l'intera Chiesa è chiamata a rendere testimonianza nel cuore dei suoi popoli"... "dobbiamo pertanto riconoscere che il laico per la sua realtà, per la sua identità, perché immerso nel cuore della vita sociale, pubblica e politica, perché partecipe di forme culturali che si generano costantemente, ha bisogno di nuove forme di organizzazione e di celebrazione della fede". E appunto sperimentare "nuove forme di organizzazione e di celebrazione della fede" è quanto vogliamo cominciare a fare da laici cristiani con questo Convegno.

 

22Set/170

Messina – «All’Uomo è stato demandato l’arduo compito di custodire il creato. Ne siamo capaci?»

12Set/170

Messina – fmc «Il tradizionale invito a riflettere assieme su tematiche culturali spirituali ed esperenziali»

Biblioteca provinciale dei frati minori cappuccini MESSINA

Sala di Lettura - il martedì, alle ore 17,30,

« INCONTRI IN BIBLIOTECA 2017-2018 »

Cari Amici,
fra breve, nel prossimo mese di ottobre, riprenderemo gli Incontri in Biblioteca. Vi aspettiamo numerosi per riflettere assieme su tematiche culturali, spirituali ed esperienziali.

Fr. Filippo Cucinotta ci metterà in contatto con alcuni Pellegrini dell’Assoluto tra i segnali silenziosi e i molteplici indizi.

San Francesco d’Assisi: non un uomo che pregava, ma un uomo diventato preghiera, continuerà a interrogarci e provocarci sul nostro rapporto con Dio attraverso la preghiera. Le riflessioni, a cura di fr. Felice Cangelosi, avranno come tema “Da San Damiano alla Verna: le Lodi di Dio Altissimo e la Benedizione a Frate Leone”.

Calendario IncontriSala di Lettura - il martedì, alle ore 17,30,

10 ottobre (Filippo Cucinotta)
7 novembre (Filippo Cucinotta)
28 novembre (Felice Cangelosi)
12 dicembre (Filippo Cucinotta)
16 gennaio (Filippo Cucinotta)
30 gennaio (Felice Cangelosi)
13 febbraio (Filippo Cucinotta)
27 febbraio (Felice Cangelosi)
13 marzo (Filippo Cucinotta)
10 aprile (Filippo Cucinotta)
17 aprile (Felice Cangelosi)
15 maggio (Filippo Cucinotta)
29 maggio (Felice Cangelosi)
12 giugno (Filippo Cucinotta)

Al momento opportuno vi proporremo altri incontri su alcune problematiche sociali ed ecclesiali; e, come sempre, con la consueta disponibilità, la nostra Biblioteca accoglierà incontri e momenti di riflessione che verranno proposti dall’Associazione Culturale Intervolumina e da altre organizzazioni e associazioni.
Vi raggiungeremo ancora per informarvi, di volta in volta, su ogni evento della nostra Biblioteca.
Intanto vi salutiamo fraternamente augurandovi, con san Francesco, Pace e Bene.
Fr. Felice Cangelosi

Messina, 11 settembre 2017.

 

 

12Set/170

Reggio Calabria – CIS Calabria «Perù: Diecimila anni di storia e i mille colori del fantastico mondo degli INCAS»

Diario di viaggio in Peru'
I mille colori del fantastico mondo degli Incas
Diecimila anni di storia e la prestigiosa eredità del favoloso impero Inca: sono il primo biglietto da visita del Perù, un Paese che oltre ad essere ricco di testimonianze archeologiche e resti di civiltà millenarie, vanta uno dei paesaggi più vari e spettacolari del Sud America.
Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, attraverso un videoracconto ci condurrà in un viaggio che ci farà scoprire il favoloso mondo degli Inca, Lima, Cuzco, il Lago Titicaca, Machu Picchu, la mitica "città perduta" in cima a una montagna ritenuta l’esempio più straordinario dell'architettura paesaggistica mondiale.
Un fantastico itinerario fatto di musica e colori per scoprire una popolazione che conserva antiche tradizioni legate al folclore, alle danze, ai riti e alle feste, e un Paese che racchiude testimonianze di civiltà millenarie che ci hanno lasciato in eredità superbi esempi di un passato che ancora oggi affascina con i suoi misteri.
Introduce il dott. Domenico Cappellano, console regionale Touring per la Calabria.
-

8Set/170

Messina – «Incontrare conoscere amare un percorso sapienziale che l’uomo conserva tenacemente nel proprio cuore»

 

PARCO ECOLOGICO S. JACHIDDU - MESSINA

“Sette giorni in Tibet”

Sab. 9 settembre – ven. 15 settembre 2017

Prima di incontrare S.S. Dalai Lama a Messina il Parco ecologico S. Jachiddu ha promosso una serie di eventi che ci permetteranno di situare la Sua persona e la Sua storia nel contesto civile e religioso che rappresenta. Il dialogo è aperto: pace, fratellanza universale, nonviolenza, cura della natura. Non mancate a questo prezioso appuntamento.

Programma

Sabato 9 ore 18.30
Saluti del Sindaco Renato Accorinti,
inaugurazione della rassegna fotografica, offerta del tè

Domenica 10
ore 17 Proiezione del film di animazione “Tintin in Tibet
Ore 19 Proiezione del film “Samsara”

Lunedì 11
Ore 17 Proiezione del film “Kundun”
Ore 19 - “La questione tibetana. Una visione storico-politica dei rapporti tra Cina e Tibet”
Relazione di Alessandra Minniti – segue dibattito

Martedì 12
Ore 17,00 Proiezione del film “Himalaya, l’infanzia di un capo”
Ore 19.00 “Il ruolo della spiritualità tibetana nel mondo occidentale”
Relazione del Ven. Osvaldo, monaco del buddhismo tibetano

Mercoledì 13

2011_04_15-S_Jachiddu-Panorama_Zona_Falcata

Ore 17,00 Proiezione del film “Human” (proiezione continuativa)
Ore 18.30 Incontro interreligioso con rappresentanti dell’ebraismo, del cristianesimo, dell’islam in dialogo con il Ven. Osvaldo “Il contributo spirituale delle religioni alla difesa dell’ecosistema”.

Giovedì 14
Ore 17,00 Proiezione del film “La coppa”
Ore 18.30 Meditazione guidata dal ven. Osvaldo

Venerdì 15
Ore 17,00 proiezione del film “Sette anni in Tibet”
Ore 19,00 sessione di pratica di Yoga secondo il metodo Patanjali

[Per l’organizzazione Fabrizio Saffioti, Alessandra Minniti, Felice D’Agostino;
la rassegna fotografica è a cura di Alessandro Grussu; la rassegna cinematografica è a cura di Lavinia Consolato]