CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

11Gen/180

Messina – «Conoscere il fenomeno mafioso per non ripetere i ripetuti errori di valutazione degli anni ottanta»

 

"Quando si dice che Messina non è stata toccata dalla guerra di mafia si dice la più grande falsità della storia e della cronaca messinese"

Giornalista Nuccio Anselmo  - storico  cronista della Gazzetta del Sud  - Sede addiopizzo 02/12/2017

20Set/170

Reggio Calabria – PLA – «L’Astronomia megalitica”. Il diffuso interesse tra le culture antiche allo studio dei moti del Sole, della Luna e delle Stelle…»

 

VENERDÌ 22 SETTEMBRE 2017, ORE 21,00 - PLANETARIUM PYTHAGORAS REGGIO CALABRIA

"L'EQUINOZIO D'AUTUNNO: LA PORTA DEL BUIO"

PROGRAMMA:

PRESENTAZIONE DELL’INIZIATIVA Prof.ssa Angela Misiano - Responsabile Scientifico Planetarium Pythagoras

SALUTI DELLE AUTORITÀ

PRESENTAZIONE E PROIEZIONE DI UN VIDEO TEMATICO: “L’EQUINOZIO D’AUTUNNO IN ITALIA TRA STORIA E ARTEDott. Francesco Macheda - Dirigente Città Metropolitana di Reggio Calabria

Conferenza:LA PORTA DEL BUIO: L’ASTRONOMIA MEGALITICADott. Mauro Dolci - Astronomo Osservatorio Astronomico d’Abruzzo

IL CIELO DI AUTUNNO AL PLANETARIO: SPETTACOLO SOTTO LA CUPOLA a cura dello Staff del Planetarium - Rosario Borrello, Marica Canonico, Carmelo Nucera - 

Vi aspettiamo come sempre numerosi!

L'Autunno astronomico ha inizio con l'Equinozio che quest'anno, cade alle ore 20.02 di Tempo Universale ore 22.02 dei nostri orologi, del giorno 22 settembre.

Il Sole, nel suo moto annuale apparente lungo l'eclittica, al momento dell'Equinozio d'Autunno. viene a trovarsi esattamente sull'Equatore celeste nel punto detto della Bilancia. definizione non esatta in quanto questo punto, a causa del moto di precessione dell'asse terrestre, oggi cade entro la costellazione della Vergine, ed indica l'inizio della discesa del Sole al di sotto dell'Equatore celeste. Da questo momento in poi le ore di luce diminuiscono e prevalgono quelle di buio, la durata del giorno diminuisce sensibilmente fini a toccare la durala minima il giorno del solstizio d'inverno.

Per molte culture l'Equinozio d'Autunno è un giorno di celebrazioni. Come è ormai tradizione, il Planetario organizza un incontro per celebrare l'arrivo di questa stagione ed il tema scelto per questa annualità è "L'Astronomia megalitica". Le testimonianze archeologiche raccolte in tutto il mondo, dimostrano un diffuso interesse tra le culture antiche allo studio dei moti del Sole, della Luna e delle Stelle, e di eventi inusuali quali l'apparizione in cielo di una Nova o di una Cometa.

La regolarità degli eventi celesti forniva, infatti un sicuro sistema di interpretazione degli eventi e di comprensione del mondo: permetteva di misurare lo scorrere del tempo, di prevedere gli eventi stagionali, essenziali per le attività agricole di intraprendere la navigazione su lunghi percorsi e di sviluppare i calendari, necessari in qualunque società evoluta. Incominciarono così a comparire i primi segni del collegamento tra l'osservazione di corpi celesti, quali il Sole e la LunaGli studiosi ritrovano in questo l'origine del megalitismo. Gli studi su Stonehenge e su analoghi siti megalitici indicano chiaramente che queste strutture venivano orientate in base a precisi piani dettati da cognizioni astronomiche quale quella di solstizi e di equinozi. Il dott. Mauro Dolci, astronomo dell'Osservatorio Astronomico dell'Abruzzo, intratterrà il pubblico su questi argomenti, evidenziando come il rigore del metodo scientifico si è ben amalgamalo al fascino che l'uomo ha sempre avuto nell'alzare lo sguardo verso il cielo e scrutare le stelle con stupore e curiosità. La conferenza del dott. Mauro Dolci sarà preceduta dalla presentazione e proiezione di in video tematico "L'Equinozio d'Autunno in Italia tra storia e arte" realizzato dal dott. Francesco Macheda, dirigente della Città Metropolitana di Reggio Calabria. La cittadinanza tutta è invitata. Il Sindaco della Città Metropolitana  Avv. Giuseppe Falcomatà Il delegato alla Cultura  Dott. Filippo Quartuccio

 

 

9Giu/170

Messina – «L’incisività delle scelte culturali metodo strategico per modificare la ‘neutra mentalità mafiosa»

8 giugno 2017 - Biblioteca Provinciale Frati Minori Cappuccini

«"Lo straordinario della normalità". Tutte le possibili opere posteriori di repressione del fenomeno mafioso, non intaccheranno quella fascia protetta intrisa di collusione e pelosa neutralità. Un vero uomo di cultura Fabio Venturaraccontato e stimolato passo passo dalla giornalista Manuela Modica, ha confermato, ancora una volta, che solo la conoscenza del bello, dell'etico e del giusto può spingere al cambiamento intere popolazioni fiaccate dalle scelte di convenienza di corrotti anche appartenenti alla pubblica amministrazione.»

Nel suo intervento introduttivo il prof.re Pippo Lipari, evidenziata la personale amicizia e la comunanza ideale ed intellettuale che lo lega al sindaco Fabio Ventura, raffinato studioso amante dei speciali luoghi bibliotecari. Ne ha sottolineato le grandi capacità amministrative, che lo hanno portato a ricondurre sotto la legalità, con appropriati ma semplici strumenti, la gestione di più di 4.000 Ha  di bosco, oggi territorio ricadente nel Parco dei Nebrodi che interessa ben tre Province, oggetto di finanziamenti comunitari europei, che hanno arricchito per molti anni ben individuate 'famiglie di concessionari. Il Comune, per sua parte, riceveva il 'congruo canone annuo di ca 12 euro per Ha. Questi ettari di bosco erano stati donati dal normanno Conte Ruggero nel '1100 a ricompensa dell'accoglienza ricevuta. E' stato un sapiente 'dono le cui risorse : legname per le costruzioni e per gli arredi, le sorgenti d'acqua, i pascoli, le coltivazioni, i seminativi e i frutti caratteristici del bosco, hanno costituito, per secoli, un tesoro per tutta la Comunità.

La chiave di volta è stato indire le normali procedure per l'assegnazione con gare d'appalto libere e trasparenti, la costituzione di una Associazione anti-racket, la scelta di dare contributi a fondo perduto ai concessionari che si fossero dotati di impianti di video sorveglianza, la costituzione di una sezione di micro credito e ... tanto altro.

La innovativa, per le nostre consuetudini, modalità d'incontro, quel piacevole alternarsi in voce della giornalista Manuela Modica e del Sindaco di Troina (Parco dei Nebrodi), Fabio Ventura, sotto scorta per la tutela personale, si è sempre più arricchito, verso la fine, di altre autorevoli voci che hanno rafforzato il clima di una comunione ideale molto intensa che in diversi momenti è sfociata in un naturale applauso.

Il Video è istruttivo oltre che per lodevole contributo di intelligente lotta al fenomeno mafioso anche per la modalità di partecipazione del pubblico che da semplice spettatore è divenuto protagonista di un civile e fecondo dibattito.
 

Questo slideshow richiede JavaScript.

2Giu/170

Messina – «ADDIOPIZZO – 23 MAGGIO 1992 – 2017 … CAPACI “IL GIORNO DOPO”»

Nota di premessa BLOG -« "La mafia ha ... i secoli contati" (Vassallo) - questa paradossale battuta ha un fondo tristissimo di verità. La mafia non si vince se non si estirpa dal nostro modo di essere e di agire. Se non avviene in noi il cambiamento di mentalità essa trova terreno fertile per annidarsi a qualsiasi livello sociale. Di collusi eccellenti sono piene le cronache, ma grazie a leggi giocherellona ora, anche chi è stato condannato può ritornare per interpretare il ruolo ... dell'appoggiatore ... di liste» (Voglio terminare questa nota positivamente con un "grazie" anche a chi ... vigila come angelo custode e sono ..solo uomini.)

ADDIOPIZZO, ha scelto di parlarne il giorno dopo, perché l'impegno civile, etico, sociale e direi anche spirituale, si snoda in un coerente cammino che non si scoraggia, del poco sostegno, ancor oggi ricevuto dai conterranei messinesi, per non dico estirpare, ma almeno contrastare la mala pianta che soffoca il futuro dei giovani, della città e non solo.

Al contrario, i giovani Alfredo (Consulta studenti) e Valerio, con le loro impegnative domande poste nel dibattito, hanno dimostrato la loro genuina passione, sorretta da una articolata visione della realtà locale. Questi interventi rafforzano la fiducia nel lavoro svolto per una puntuale comunicazione a partire dai più giovani e confermano l'auspicio di un ulteriore impegno e incremento delle future attività sociali e culturali.

La coinvolgente testimonianza del "fotografo" Antonio Vassallo, è stata preceduta dalla incisiva, garbata e veritiera introduzione di Marisa Collorà, che ancora una volta, ha saputo coniugare l'impegno sociale e culturale nella dimensione nella normale dimensione della vita quotidiana. Interessantissima la domanda di Enrico Pistorino - Se e come sia cambiata, la "storia della lotta alla mafia" in conseguenza della Strage di Capaci -  Toni più problematici ha invece utilizzato nel suo intervento Don Sergio Siracusano (Pastorale del Lavoro), da poco parroco al CEP.

Centralmente, l'intervento del Sindaco della Città Metropolitana di Messina. Renato Accorinti  dialogando con Vassallo ha, con grande coerenza (Post rintracciabili nel Blog), spiegato in continuità con le sue scelte di giovane pacifista, le scelte fatte da primo cittadino. Tanti gli errori commessi, ma mai in malafede o per favorire qualcuno.

IL RACCONTO di Antonio VASSALLO - Insieme sul luogo e nell'ora dell'esplosione - 23 maggio 1992 ore 17:58

Ho riservato l'ultima mia considerazione ad Antonio Vassallo, perché sono rimasto favorevolmente colpito dalla sua autenticità. Si è raccontato e ha saputo raccontare in modo appassionante la sua vita e la riscoperta del valore morale e civile del sacrificio del giudice Giovanni Falcone. Quello che ha raccontato, inedito ai mass media, e tanto più a noi ascoltatori.Lo aveva raccontato alla giudice Ilda Boccassini nel Tribunale di Caltanissetta. Particolarmente commovente il racconto dela sua amicizia con il giovane carabiniere uscito incolume dalla terza macchina della scorta con il mitra spianato... (Sarà ben impiegato il tempo dedicato alla visione ed ascolto della sua testimonianza)


Dibattito

26Set/160

Reggio Calabria – «Il Planetario Pythagoras saluta … il Colonnello … amico delle Stelle»

SONY DSC

Nel momento in cui il Colonnello Lorenzo Falferi lascia il Comando provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria io ed i giovani del Planetario provinciale di Reggio Calabria ci uniamo ai saluti ed ai ringraziamenti della città.
Siamo riconoscenti al Colonnello per il prezioso lavoro svolto, con grande sensibilità, generosità e profondo senso di appartenenza all’Istituzione che rappresenta.
Abbiamo avuto il privilegio di averlo amico, amico delle Stelle, perché il Colonnello è un grande conoscitore del Cielo. Appassionato di astronomia, il Colonnello Falferi ci ha sempre spronati ad andare avanti e a non demordere, pur di fronte alle tante difficoltà che gli abbiamo confidato.
Noi la porteremo nel cuore, grazie. Ad maiora Colonnello Lorenzo Falferi.
2014_10_20_PLA-ReggioScienza-LOGOAngela MisianoResponsabile scientifico del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria

18Mag/160

Messina – «Comunità della Calabria e della Sicilia unite nel più alto valore dell’accoglienza nella legalità» – 01

Migranti_locandina_2016_05_14«Chi opera con sincerità di cuore, non ha bisogno di molte parole, ma, semplicemente, racconta le cose che fa, con umile sapienza.»

Tutti gli interventi sono stati importanti e meritano di essere visti e commentati. Ma i graditi Ospiti meritano un meritato riguardo: Mimmo Lucano Sindaco di Riace e Giuseppe Grizzanti Sindaco di Sutera, che in modo diverso e complementare hanno parlato dell'accoglienza frutto di cuore ma anche di intelligenza, da cui la sapienza. E quindi partiamo dalle

«Prassi esemplari di accoglienza»

Mimmo Lucano: Non situazioni teoriche ma esperienze dirette ... di un sindaco di un piccolo paese della periferia calabrese posto a 120 Km da Reggio Calabria, famoso nel mondo per il ritrovamento dei famosi "Bronzi di Riace". Ma non è tutto oro quello che luccica...! Ascoltiamo!

Giuseppe Grizzanti : sono sindaco di un piccolo Comune (Sutera) in provincia di Caltanissetta, che si può fregiare del titolo di Città ...

14 maggio 2016 - Palacultura - Messina - Migranti: L'integrazione è possibile. Prassi esemplari di accoglienza

PARTECIPANTI :  Marcello Mento - GdS - Diacono Santino Tornesi - Dir. Ufficio Migrantes - Mimmo Lucano Sindaco di RIACEGiuseppe Grizzanti - Sindaco di SUTERA
Interventi - Renato Accorinti -Nina Santisi -Felice Scalia -Lucy Fenech

 

24Mar/150

Messina – 1995_2015 «Una Giornata della Memoria da estendere a tutti i giorni dell’anno»

2015_03_26--XX_Giornata_Memoria

15Feb/150

Messina – «Il doveroso “Impegno Civile” per i Diritti delle Popolazioni dello “Stretto” è capace “d’illuminare” una grigia giornata»

2015_02_14-ME-Continuità_Territorialesabato 14 febbraio 2015 - Una sentita manifestazione ha unito tante diverse componenti territoriali dell'Area dello Stretto.

CONTINUITÀ  TERRITORIALE - AREA INTEGRATA DELLO STRETTO

Presenti Renato Accorinti (ME) - Maria Teresa Collica (B.P.G.) - Vicesindaco (RC) - Daniele Ialacqua (Ass. ME) le sigle Confederali unitarie di CGIL  CISL  UIL - e quasi tutti i Sindacati di categoria...poi Associazioni e Movimenti variegati e singoli Cittadini in un Corteo che si è distinto per la compostezza, solo qualche Gruppo ha voluto emulare la..."Camera dei Deputati".

2015_02_14-ME-Continuità_TerritorialePERCORSO - Il Corteo, partito dalla Piazza dell'Unità Europea (Palazzo Zanca), ha prima raggiunto Piazza Antonello svoltando verso Corso Cavour in modo da arrivare in via T. Cannizzazro e 'passare in mezzo all'Università ed al Palazzo di Giustizia. All'incrocio con il Viale S. Martino svolta a sinistra sullo stesso per poi dopo un centinaio di metri a destra per immettersi sulla via Primo Settembre verso la Stazione, infine il raggiungimento della Stazione Marittima.

Comunicato congiunto di Legambiente Sicilia e il Circolo Legambiente dei Peloritani che delinea con efficacia la situazione attuale - "... continua  la politica di dismissione e declassamento che colpisce di volta in voltai treni diurni ad alta percorrenza; i trasporti marittimi veloci; il sistema di traghettamento; i benefici per i trasporti dei pendolari; 2015_02_14-ME-Continuità_Territorialel'obbligo per assicurare i collegamenti secondo il diritto della continuità territoriale; la mancanza di investimenti adeguati per l'ammodernamento ferroviario con il completamento del doppio binario, l'avvento dell'alta velocità e l'impiego di mezzi nuovi in regime di concorrenza tra vettori. E' tempo invece di rilanciare le proposte di Legambiente per "l'AREA INTEGRATA DELLO STRETTO" (arch. Mimmo Fontana - ing. Enzo Colavecchio).


Nota BLOG - Togliere la continuità ai treni a lunga percorrenza è un'idea che fa a pugni con la logica del trasporto pubblico e mortifica l'intero popolo siciliano. Invece di incrementare le corse e favorire l'integrazione dell'Area dello Stretto si spendono miliardi per il trasporto su rotaia di merci in progetti faraonici inutili e dannosi che presumono arbitrariamente incrementi logaritmici (Es. TAV).

30Nov/140

Messina – L.A.P. -FESTA DEGLI ALBERI 2014- «L’amore per la natura e la solidarietà ai cittadini MESSINESI»

2014_12_01-LAP-FestAlbero-CasaNostra

12Ott/140

Messina – LELAT -«…Tutti abbiamo bisogno di tutti – … Importante è volare insieme»

2014_10_11-Palacultura-LELAT2014_10_11-Palacultura-LELATL'11 ottobre 2014 - ore 9.00 nella "Sala 140 posti" del Palacultura si è tenuto il Convegno

«"LIBERI O DIPENDENTI, NUOVE SFIDE PER COMUNITÀ MULTIFUNZIONALI"»

Il "bel cardine" di questo Convegno organizzato dalla LELAT è stata la dott.ssa  Annamaria Garufi, fondatrice presidente ed animatrice instancabile di questa ultra ventennale opera di volontariato. lo stesso sindaco Renato 2014_10_11-Palacultura-LELATAccorinti ha voluto renderLe omaggio sottolineando il suo splendido esempio di coerenza e perseveranza,nel fare il 2014_10_11-Palacultura-LELATbene alle tante persone che sono state ospiti della comunità. Anche il nuovo questore dott. Giuseppe Cucchiara ha avuto parole di apprezzamento per l'opera  della LELAT, sottolineando la la crescita della dipendenza dalle sostanze alcoliche. Dopo l'intervento iniziale la dott.ssa Garufi ha dato la parola al prefetto nella persona della dott.ssa Caliò, poi al sindaco e poi al questore. Terminata la fase dei saluti si è passati ai contenuti propri del convegno con gli interventi dei relatori: dott. M. Raffaele, dott.ssa L. Tomasello, dott. A. Ciraolo, Dott. S. Gallo, dott.ssa D. Milano. "Il senso del Convegno si può ben cogliere nel filmato iniziale dove si colgono le motivazioni etiche, personali e comunitarie di un valido impegno sociale."

30Mag/140

Messina – ADDIOPIZZO «Un traguardo raggiunto: la prima LISTA PIZZO FREE«

2014_05_27-LISTA_PIZZO_FREE2014_05_27-SaloneBandiere-ADDIOPIZZO-LISTAFREEUna carrellata di immagini per documentare parzialmente un importante avvenimento  nella ormai desueta "Città Babba".

Nel Salone delle Bandiere centro rinnovato della Legalità messinese, ADDIOPIZZO nelle figure responsacili di Don Terenzio Pastore, Enrico Pistorino e Enrico Interdonato, ha consegnato le Vetrofanie di

«LISTA PIZZO FREE»

A commercianti, imprenditori professionisti e liberi cittadini.

E' il momento auspicato da Don Terenzio nell'ultimo incontro di Legalità svoltosi presso la Parrocchia Santa Maria di Gesù inf. a Provinciale , sempre vivacizzate dal gruppo dell'Istituto Comprensivo Albino Luciani guidato delle docenti con particolare 2014_05_27-SaloneBandiere-ADDIOPIZZO-LISTAFREE2014_05_27-SaloneBandiere-ADDIOPIZZO-LISTAFREEriferimento alla verve di Alina Mondo, a cui ha partecipato anche l'Arcivescovo mons. Calogero La Piana, ed il sindaco Renato Accorinti.

Sono stati ringraziati tutti professionisti, avvocati, commercialisti, sindacalisti che hanno dato un notevole contributo alla stesura dei documenti necessari per approntare questa LISTA di LIBERTA'. Un saluto particolare alle autorità Procuratore della repubblica, Questore, Prefetto, Forze di Polizia Guardia di Finanza, Carabinieri. Marina militare, che hanno sempre  sostenuto questo importante impegno.

2014_05_27-SaloneBandiere-ADDIOPIZZO-LISTAFREE2014_05_27-SaloneBandiere-ADDIOPIZZO-LISTAFREE

23Mag/140

Palermo – «23 maggio 1992 – Autostrada località Capaci – ORE 17:56 esplodono 500 Kg di tritolo… »

23 maggio 2014 ORE 17:56 - palco sotto l'Albero Falcone -  "L'Agente di Polizia intonerà il

"SILENZIO"

Come da tradizione sarà il giudice Grasso a ricordare gli ultimi istanti della vita terrena di:

Giovanni Falcone Francesca Morvillo Antonio Montinaro Rocco Di Cillo Vito Schifani

uniti nel sacrificio della loro vita per il bene di tutti noi. 

IL POST del 2013 - Palermo - «Lezione di vita - Lezione di coraggio - Questo è per noi il 23 maggio»

21Mag/140

Messina – «Stacchiamo la spina alla mafia ed ad ogni atteggiamento mafioso»

PROLOGO

Era martedì 21 dicembre del 2010, quando abbiamo intrapreso la prima "camminata! sul Viale S. Martino da Viale Europa verso il Ponte di Gazzi. Il Post era così titolato

"Messina - «Dagli anni '60 > una "vasca" di libertà sul Viale San Martino in direzione ... SUD"».

«...abbiamo iniziato questa 'camminata, neologismo anglosassone, accompagnati da due autentici poliziotti messinesi, (a cui porgo oltre ai miei personali ringraziamenti, anche quelli degli Organizzatori). Con naturalezza e rispetto, Enrico COLAJANNI, Pippo SCANDURRA, Mariano NICOTRA e PadreTerenzio PASTORE insieme alla Rappresentante della Vann'antò, hanno visitato, nei loro luoghi di lavoro, i commercianti del Viale S. Martino lato sud, nel percorso da Viale Europa al 'Curvone Gazzi. Accolti, prevalentemente,  con grande cortesia e gentilezza-come fossero dei clienti. Hanno interloquito con loro utilizzando principalmente qualche frase di attenzione ed il contenuto della piccola locandina  avente come titolo:

«Liberarsi dal racket è possibile ... insieme»

NOTA di AGGIORNAMENTO - Si rende noto che martedì 27 maggio 2014 alle ore 10.00 presso il Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca sarà resa pubblica la prima lista di commercianti, imprenditori e liberi professionisti aderenti alla campagna “Pago chi non paga”. 
Come è noto la campagna di consumo critico di Addiopizzo, nata a Palermo nel 2006 dove oggi conta su più di 800 attività commerciali, successivamente diffusa anche a Catania a partire dal 2010, oggi è presente anche a Messina.
In questi anni Magistratura e Forze dell’Ordine sono state impegnate, ottenendo numerosi successi investigativi, nella repressione delle organizzazioni mafiose in particolare nella lotta al pizzo. Numerosi sono stati anche i moniti del Procuratore della Repubblica Lo Forte e più di recente, nel suo insediamento, del Questore Cucchiara, rispetto alla portata ed al radicamento delle pratiche estorsive, pizzo e usura. 
Per la prima volta nella nostra città, oggi nonostante una comune sottovalutazione del fenomeno, un gruppo seppur iniziale di commercianti si espone dichiarando pubblicamente di non pagare il pizzo. 
A questi commercianti, imprenditori e liberi professionisti il 27 maggio sarà consegnata la vetrofania del consumo critico alla presenza delle Autorità civili e militari. 
Ringraziamo la Commissione di Garanzia composta da: Don Terenzio Pastore, Enrico Interdonato e Enrico Pistorino (Addiopizzo Messina), Tano Grasso e Pippo Scandurra (FAI), Clelia Fiore e Pasquale Casale (ASAM), Enzo Caccamo (Dipartimento Legalità CGIL), Angela Sturiale (Progetto Policoro Arcidiocesi di Messina), Domenico Carzo (docente universitario), Piero Campagna e Gianluca Manca (familiari di vittime di mafia), Salvatore Zanghì (Squadra Mobile a riposo), Nuccio Anselmo (giornalista esperto di mafia) per il prezioso lavoro svolto in questi mesi. 
Tutti i cittadini sono invitati a partecipare e ad aderire alla campagna in qualità di consumatori (ad oggi le adesioni sono più di mille) che si impegnano ad acquistare presso gli esercizi commerciali aderenti dimostrando così vicinanza e sostegno nei confronti di chi denuncia il pizzo.

2014_05_27-LISTA_PIZZO_FREE

22Apr/140

Messina – «Un impegno sempre più aggregante > una Città sempre più libera»

giovedì 24 aprile ore 18.00 - ADDIOPIZZO - Via Roosevelt 6

Resistenza - Costituzione - Antimafia

1-2014_04_240--Statistica_BLOG

5Mar/140

Messina – «Vogliamo una Città perennemente … terremotata?»

8-2014_01_25-SNB-SUC-008Giovedì 6 marzo ore 17.00

Casa dello Studente Via C. Battisti - Messina

Incontro pubblico

 "Il terremoto permanente: Messina laboratorio di speculazione dal 1908. Per un'inversione di rotta".

***introduzione a cura del collettivo studenti Unime e Teatro Pinelli sul diritto alla Città

interverranno: arch. Carmelo Celona: "Il piano Borzì: un paradigmatico anacronismo urbanistico. Analisi retrospettiva di un disastro sociale"

5-2014_01_25-SNB-SUC-005

prof. Pietro Saitta, sociologo Università di Messina "La produzione di una classe subalterna: spazio ed economia del disastro"

ing. Gaetano Sciacca: "Messina com'era, ripensare la città oggi"

prof. Pierpaolo Zampieri, sociologo - Università di Messina, collettivo Machine Works: "Dalla città fabbrica alla città ludica. Tracce di rivoluzione culturale"

 6-2014_01_25-SNB-SUC-006Alessandro Turchi, videomaker, Teatro Pinelli "Appunti per una ricostruzione"

 Rino Baeli, editore: "La schiavitù della dittatura"

interverranno anche il prof. Pier Luca Marzo (Università di Messina) e il prof. Maurizio Gribaudi (Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales)

e con la partecipazione della Casa Editrice Mesogea

 a seguire aperitivo e musica