CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

17Gen/180

Messina – «104ª Giornata Mondiale dei Migranti e dei Rifugiati»

La Parrocchia di S. Camillo:  Parroco, Religiosi, Diaconi e Laici, ha vissuto e condiviso l'accoglienza, la fede e la gioia con la 'Folla dei numerosissimi partecipantiQuesti sono i caposaldi che l'impeccabile Team, fraternamente guidato dal diacono Santino Tornesi (direttore Ufficio Migrantes), ha messo al centro della preparazione dell'evento. Questa celebrazione è stata ancor più vissuta in modo straordinario dai giovani della Comunità filippina di Messina che hanno ricevuto i Doni della Pentecoste. Essi singolarmente hanno proclamato l'Eccomi accarezzati dall'affettuoso e  vigile sguardo dell'Arcivescovo. Giovanni Accolla Egli, come fermo e tenero padre, si è avvicinato a ciascuno di essi per ascoltare meglio il tremito del loro cuore, aperto alla sfida di confermarsi Cristiano nella piena accettazione dei "Doni - Sapienza  Intelletto, Consiglio, Fortezza Scienza,  Pietà e del Timore di Dio; incastonati nel Sigillo dello Spirito Santo.

Due i momenti coreografici. Il primo, iniziale, consistente nella unione delle acque dei cinque continenti nell'Unica acqua del Fonte Battesimale. Compito egregiamente svolto da Cinque Coppie, rappresentanti, anche con i variopinti abiti i Cinque Continenti. L'altro dalla danza delle fanciulle ornate di fiori, che ha aperto la processione dei doni verso l'altare.

Hanno inoltre partecipato all'evento: Refaat Mohamed (Presidente Comunità Islamica di Messina) di Isuf Ferri (Comunità ROM) e Nina Santisi (Assessore alle politiche sociali).
Uno speciale apprezzamento a tutti i componenti dei Cori - Un saluto particolare ai Migrantes.


Questo slideshow richiede JavaScript.

13Gen/180

Messina – BFCM «4° appuntamento con p. F. Cucinotta-Eugenio Scalfari – il “Laico” del dialogo»

2018_01_16-BFC-Cucinotta-SCALFARI

12Gen/180

Reggio Calabria – CIS «L’attore mente per vivere. Recita. Il fragile e ribelle eroe del cinema Marlo Brando»

2Gen/180

Reggio Calabria – «Sono passati 50ª anni … ma il Re del sorriso rimane Antonio De Curtis in arte “Totò'”»

27Dic/170

Messina – NATALE 2017 «Una Famiglia che delizia con i canti natalizi la Comunità parrocchiale di S. Elena»

Martedì  26 dicembre 2017 - Chiesa di S. Elena - padre Pippo Principato ha amichevolmente accolto la Famiglia Arena raccontando episodi dei primi anni del suo sacerdozio (Oggi 50), che lo hanno visto protagonista insieme al capostipite maestro Eugenio Arena. Inoltre ha evidenziato sia la qualità che la continuità dell'impegno  parrocchiale profuso in tutti questi anni dai vari componenti della famiglia 

Grazie alle doti del maestro Giulio Arena anche gli attimi di pausa, utili ad imbastire i cantori,  si sono armoniosamente inseriti  nel "Concerto della Famiglia Arena di S. Elena" ed il risultato è stato uno spettacolo nello spettacolo.

Per ultimo anche il Vice Parroco Don Giovanni Sturiale ha voluto manifestare il suo apprezzamento per quanto visto ed ascoltato.

I presenti hanno applaudito a scena aperta coinvolti in questa festa di canti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

20Dic/170

Reggio Calabria – «La notte più lunga dell’anno (21) cede il passo al Sole che il 25 ritorna “Invincibile” ecco arriva il NATALE…»

2017_12_21-VersoSud-Il Natale-NicolaPetrolino.

11Dic/170

Messina – «Terzo appuntamento col prof.re Orazio Nastasi – Dopo Camilleri e Bartolo Cattafi un tuffo nell’attualità del Manzoni…»

11Dic/170

Messina – BFCM «3° appuntamento con p. F. Cucinotta- Carlo Maria Martini – il “Cardinale” del dialogo»

2Dic/170

Messina – «Le conversazioni che fanno bene alla cultura… e non solo»

21 novembre 2017  - Sala multimediale del "SavioSecondo appuntamento con le

Conversazioni letterarie 3.0 - con Orazio Nastasi

Bartolo Cattafi - viaggio verso il centro

"Una bella esperienza iniziata da tre anni, che è fatta bene e credo stia facendo anche del bene. Noi tutti abbiamo bisogno di incontrare il bene che si trova attraverso le persone, il vissuto delle persone e il vissuto espresso nella letteratura." Così Don Gianni Russo ha accolto i numerosi presenti ed estimatori di questo percorso culturale che vede protagonista il prof.re Orazio Nastasi pronto tre anni fa a cogliere l'opportunità di una bella esperienza di condivisione poetica e letteraria.

Fatta la premessa generale che: "Il rischio che spesso si corre quando si leggono le poesie di un poeta e di volerlo interpretare o addirittura di far dire all'autore cose che lui non ha mai pensato" .... il prof.re Nastasi consiglia, come metodo di lettura di una raccolta di poesie, di non scegliere di leggere in sequenza e tanto più seguendo la cronologia, ma leggere in ordine sparso abbandonandosi al flusso dell'istinto e al fascino dell'atmosfera creata dai vari brani per trovarne poi il filo conduttore che le anima...

25Nov/170

Messina – BFMC – «Riflessioni su “San Francesco: l’amante trasformato nell’immagine dell’amato”»

6Nov/170

Reggio Calabria – SAE (RC) «La salvaguardia del creato inizia dall’Area dello Stretto»

Sabato 4 novembre 2017 - SAE Servizio Attività Ecumenica (RC)

«Salvaguardia del Creato»

"Lungo le rive dello Stretto tra Pezzo, Cannitello e Scilla per osservare come i fenomeni naturali presenti sono determinati da fattori cosmici con effetti unici sul territorio e sull'ambiente marino."

In una splendida giornata di sole, i componenti del Gruppo SAE di RC, coordinato dalla prof.ssa Gigliola Pedullà Vazzana, hanno potuto osservare  e apprezzare i fenomeni naturali che si ripetono giornalmente da centinaia di migliaia di anni nell'Area dello Stretto.

Il dott. Angelo Vazzana,  biologo e medico,  scrittore e divulgatore dei risultati delle sue ricerche, ha ben condiviso parte dei suoi studi scientifici raccolti nel libro "Fenomeni naturali e miti nell'area dello Stretto" riscuotendo un generale apprezzamento. Il suo intervento è iniziato con la descrizione dei luoghi, in particolare ha fornito tutti gli elementi necessari per "vedere" il grande canyon dello Stretto, la sua conformazione ad imbuto, il dislivello del fondale che passa da quota -

1.400 m a  quota -76/100 m in corrispondenza del 'setto'esistente tra Ganzirri e Punta Pezzo. Ha parlato delle maree, dovute alle forze di attrazione della Luna, che  ogni sei ore provocano il passaggio delle acque del Mar Tirreno in quelle del Mare Jonio e viceversa. Questo movimento di acque che passano da una grande sezione (Tirreno o Jonio) ad un molto più piccola (Setto tra Ganzirri e Punta Pezzo), in base all'equazione di continuità, genera una notevole velocità tanto da costituire un pericolo per la navigazione. Tema già conosciuto nell'antichità ed affrontato nel libro dello stesso autore "Skylla e Cariddi dagli autori reggini dell'Odissea. "

Questo continuo mescolamento di grandi masse di acque fa si che si possa parlare dello Stretto come di un Cuore che ossigena tutto il Mar Mediterraneo e che da linfa ai movimenti delle onde che si spingono fino allo Stretto di Gibilterra. Per questo «l'Area dello Stretto di Skylla e Cariddi è un'area unica non solo in ambito Mediterraneo ma anche universale sia dal punto di vista fisiografico, naturalistico, storico, economico, commerciale, paesaggistico». Per questo l'area è stata proposta come patrimonio universale per l'umanitò e deve essere mantenuta la sua integrità ambientale e sociale per i valori che esprime.»

Infine il dott.re Vazzana ci ha fatto riscoprire la Skylla conservata sotto il livello marino,  trasformata in un meravigliosa esplosione vitale di Biodiversità marina. I tre Denti di Skylla e altri innumerevoli scogli sommersi oggi sono completamente ricoperti da una foresta di coralli, di gorgonie coloratissime gialle, gialle-rosse ...

Nota Blog - Questa esperienza della Giornata del Creato ha ancor più consolidato i valori della condivisione e dell'amicizia. 



Questo slideshow richiede JavaScript.

1Nov/170

Reggio Calabria – PLA « … il cielo stellato … luogo che idealmente accoglie ogni bimbo scomparso.»

2017_12_20-2013_11_26-PLA-Memoria_OLGA

CONCORSO NAZIONALE  X Edizione Anno Scolastico 2017/2018

“IN MEMORIA DI OLGA”

Promulgato il 27 Ottobre, con Prot. n. 0013507, dal Ministero Istruzione Università e Ricerca. Il concorso è promosso dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria - Planetarium Pythagoras, dalla Società Astronomica Italiana, in collaborazione con il Centro Italiano Femminile provinciale di Reggio Calabria, di intesa con la Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale d'Istruzione del MIUR uff. 1.

Il concorso attraverso il ricordo della nostra Olga Panuccio, intende ricordare tutti i bambini a cui è stata negata la possibilità di un sereno avvenire. Il Concorso, ad oggi, l’unico indirizzato agli alunni della scuola dell’infanzia e del primo ciclo, intende sollecitare gli allievi all'osservazione del cielo notturno e all'elaborazione di una personale riflessione, che si traduca in una pagina scritta o in una elaborazione grafica, nella considerazione che il cielo stellato sia il luogo che idealmente accoglie ogni bimbo scomparso.

Il concorso è articolato in due sezioni: Disegno, con tema Disegnate il Cielo, e Composizione letteraria con tema Raccontate il Cielo”.

Alla scuola dell’infanzia è riservata la sezione Disegno.

La premiazione avrà luogo a Reggio Calabria nel Salone del Palazzo Corrado Alvaro, sede della Città Metropolitana, mercoledì 20 dicembre 2017 ore 10.00.

Gli elaborati devono pervenire entro e non oltre il 7 DICEMBRE 2017 al seguente indirizzo: LABORATORIO DI DIDATTICA PITAGORA PLANETARIO - CASELLA POSTALE 32 - 89100 REGGIO CALABRIANON farà fede il timbro postale.

Per ogni altra informazione si rimanda al sito del Planetario www.planetariumpythagoras.com.

26Ott/170

Messina – «Il ‘giallo che conquista il mondo: 30 milioni di libri venduti nei cinque Continenti in un dialetto siciliano inventato da Andrea Camilleri»

24 ottobre 2017 - Sala multimediale del "Savio" - Primo appuntamento con le

 Conversazioni Letterarie 3.0 - con Orazio Nastasi

Grande merito del "Savio" ... direttore Don Gianni Russo nel proporre al qualificato e folto pubblico le qualità artistiche del poeta e scrittore Orazio Nastasi.

"Orazio ci offre sempre spunti molto belli che aiutano a riflettere attraverso questi personaggi, ci fanno riflettere sulla vita, sulla storia nostra e degli altri. Questi autori classici e moderni che stiamo per affrontare ci aiuteranno a comprendere un po' meglio noi stessi e quello che c'è attorno a noi. Io ringrazio Orazio per questo servizio, per questa condivisione..."

Grande performance del prof.re Orazio Nastasi, che ha voluto e saputo condividere  - merito della sua certosina preparazione - con gli attenti ascoltatori, l'arte dello scrittore capace di far sorridere, di allietare l'animo e di far riflettere sui grandi temi della vita partendo da semplici piccoli trascurabili dettagli.

Contemporaneamente alla padronanza del mezzo linguistico, il professore  ( autore, attore e fine dicitore) ha fatto intravvedere la sua familiarità con la consolle delle radio libere, fulcro della gioventù degli anni settanta. La sua bravura nel riprendere quasi istantaneamente i vari brani da leggere dai  libri posizionati a semicerchio sul tavolo davanti a lui, rimandava alla figura del disk jockey che prendeva con destrezza i i dischi da porre sul piatto per farne sentire il refrain per  poi riporli e continuare il suo pregevole racconto delle 'finezze di Camillleri dando voce, con grande verosimiglianza, ai vari protagonisti.

Nota Blog - L'incontro non ha avuto pause od incertezze e per un' intera ora mi sono deliziato degli stimoli e delle finezze logico verbali del grande Andrea Camilleri magistralmente "condiviso" da Orazio Nastasi.

17Ott/170

Messina – «Le aspirazioni i sentimenti i sogni degli studenti artisti del Quasimodo e del Corelli»

sabato 14 ottobre 2017 - Un Evento per la Città Metropolitana di Messina - per l'Istituto Superiore MINUTOLI _ Sezione Liceo scientifico QUASIMODO - per il Conservatorio ARCANGELO CORELLI e per tutti quelli che amano scommettere sul futuro dei nostri giovani.
La lunga preparazione, il lavoro corale di allievi, docenti, genitori, art director, art coach, dirigenti, presidenti e direttori, ha prodotto un risultato veramente unico. Questa positiva sinergia ha donato ai messinesi uno Spazio Artistico Culturale che si arricchirà di nuovi contributi e realizzazioni.
La novità che fa ben sperare per il futuro della Scuola è che questo "Presidio di Arte Urbana" GAZZI SPAZIO ARTE sia stato realizzato sulla faccia interna del grande muro perimetrale che contorna la grande 'Piazza interna (riduttivo sarebbe chiamarla cortile) del plesso scolastico Minutoli-Corelli. Unica la scalinata conducente al piano di ingresso dei due sopracitati Istituti.
La manifestazione, egregiamente preparata in tutti i dettagli, è stata ben condotta dalla giornalista Gisella Cicciò che ha da subito messo in rilievo la valenza positiva della trasformazione di uno 'sconcio muro in un elemento di arte contemporanea. Per quanto riguarda i meriti il primo posto va assegnato al gruppo di allievi del Quasimodo che coadiuvati anche da alcuni minori del Centro Migranti di Cristo Re ha sorprendentemente risposto agli stimoli di Giuliana Giuffrida, docente di storia dell’arte, di Saverio Pugliatti, ideatore e art director del progetto e dell’art coach Antonello Arena.

Ovviamente tutto ciò si è potuto realizzare grazie al grande impulso e alla collaborazione tra il D.S. dell'I.S. Minutoli Piero La Tona, il presidente dell'Arcangelo Corelli Giuseppe Ministeri e il Direttore del Conservatorio Gianfranco Nicoletti.

La colonna musicale è stata, ovviamente, appannaggio del conservatorio Corelli con Opal Accordion Quartet. I talentuosi fisarmonicisti hanno eseguito tra gli altri, brani musicali di Astor Piazzolla.

Prima dell'esecuzione dell'ultimo brano la conduttrice Gisella Cicciò ha invitato la dott.ssa Nina Santisi, assessore alle politiche sociali e dell'accoglienza, ad esprimere le sue valutazioni. Senza mezzi termini, nel suo breve ma sentito dire, ha subito plaudito alla eccellenza della Scuola messinese,  capace di impegnarsi in modo straordinario in vari campi specialmente in quelli dell'accoglienza, della cultura e del sociale. (in riferimento anche all'ITA Cuppari-Minutoli). Ha evidenziato lo straordinario valore aggiunto dato dalla collaborazione tra lI.S. Minutoli e il Conservatorio Corelli, definito patrimonio di tutta la Città e non solo. Infine in alternativa alla affermazione degli allievi che «Musica e scienza salveranno il mondo» ha espresso il suo convincimento che a farlo saranno le "Relazioni tra le persone e i legami di comunità".

Un ricco buffet con i prodotti tipici locali, completati dal vino dell'Azienda Cuppari ha dato ristoro ai tantissimi, alla fine, infreddoliti ma soddisfatti presenti.

Nota Blog - Siamo rimasti favorevolmente colpiti dalla facilità di eloquio, dalla bravura e dalla signorile compostezza dei giovani allievi che hanno manifestato in libertà, come più volte ribadito da Saverio Pugliatti, chiamato 'zio, i loro sentimenti , le loro argomentazioni ed idee. Un plauso anche ai genitori rappresentati nel Consiglio d'Istituto dalla eclettica signora Caterina Puleo. Ringrazio vivamente le giovani Antonietta, Rosa e Ramona che si sono sottoposte alla breve intervista iniziale.

La Galleria dei murales è solo uno stimolo - Lo SPAZIO GAZZI ARTE è pronto per accoglierci VISITIAMOLO ! 



2017_10_14-GAZZI_SPAZIO_ARTE-Manifestazione-Cicciò-Giuffrida-Pugliatti

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

12Ott/170

Messina – «Un importante segno di attenzione per il territorio – L’Arte comunica in modo diretto la bellezza della creatività dell’uomo»