CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

9Feb/091

SAE – Incontro ecumenico di Preghiera

 Martedì 10 Febbraio alle ore 19.30 si è svolto il primo incontro  di preghiera organizzato dalla sezione "E. Cialla" del SAE per il 2009. (Altri incontri sono previsti con cadenza mensile fino a Giugno.)

Ospiti di  Jens Hansen Pastore della Chiesa Valdese, si è celebrata e pregata insieme la Parola di Dio. Il tema affrontato è quello della violenza e della violenza sulle Donne.

Dopo una breve introduzione del prof.re Carmelo Labate (responsabile SAE), che richiamava il senso del nostro sentire per un tema di così forte attualità, abbiamo iniziato, con grande partecipazione e coinvolgimento, la proclamazione dei Testi Biblici, scelti dal Pastore Jens.

Siamo stati introdotti negli errori e colpe commesse da re e principi ( 2 Samuele  13:1-22).  La vicenda di Tamar accade in mezzo al  Popolo di Dio, e i pensieri e le azioni di Amnon non sono frutto di ignoranza perchè Amnon sa benissimo ciò che fa. <L'utilità delle donne e quella di soddisfare gli appetiti degli uomini, devono accontentare i loro desideri>. Tamar per Amnon non è una persona, un soggetto, ma un semplice oggetto dei suoi desideri. Anche gli altri uomini di questa vicenda; dall'amico Ionadab ad Absalom e lo stesso re Davide non ne escono bene.

Dice Jens « Nella stragrande maggioranza dei casi di una donna violentata o di abuso, chi maltratta conosce la sua vittima. Spesso i responsabilidi abusi sono da ricercare nella parentela stretta: padri, padrigni, fratelli, zii, nonni e anche vicini di casa. Si abusa della fiducia e della vicinanza, si sfrutta l'impotenza delle vittime».

Cosa fare?

Questa storia di Tamar è quindi una storia di attualità. La violenza contro le donne, il loro abuso, vedere loro come oggetto è un attacco a ciò che Dio ha creato a sua immagine e somiglianza. Noi siamo chiamate e chiamati a rompere il silenzio, a contrapporci ai meccanismi che rendono vittime le donne.

Dobbiamo dare voce alle donne che vengono zittite come Tamar.

La storia di Tamar si svolge in mezzo al popolo di Dio. Anche oggi la violenza viene taciuta in famiglie che si definiscono credenti. Sembra un cancro che non si può estinguere ma Gesù da una definizione nuova di famiglia che va oltre la nostra visione, ma è molto vicina a Tamar: Tamar dice: "questo non si fa in Israele".  Gesù dice: "chi fa la volontà di Dio appartiene alla mia famiglia". Amen. (Marco 3:31-35)

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Commenti (1) Trackback (0)
  1. Complimenti. E’ una iniziativa molto interessante e va fatta conoscere il più possibile.
    Accenna a due cose: 1) prossimo incontro ecumenico del Sae di Messina sarà martedì 3 marzo prossimo nella Chiesa dei Miracoli (o Santa Maria del Grafeo) alle spalle della Villa Dante alle ore 19,30.
    2) All’Istituto teologico S. Tommaso: Simposio su “La Parola per una catechesi ecumenica” il 3-4 marzo.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.