CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Gen/120

Riposto (CT) – “Un grande esempio di amore per il Prossimo” – “Viviana LISI”

Riposto - mercoledì 25 gennaio 2012 -La giornata è gelida, insieme a Carla ed Antonio, componenti del Gruppo Omar_Omar di Sant'Elena, ci presentiamo molto prima del tempo previsto per la celebrazione della S. Messa che ricorda i 3 anni di questa «Casa della Speranza-"Viviana Lisi"»

Al piano terra i volontari, intrattengono i ragazzi nel dopo scuola pomeridiano, si nota un grande fervore ed una attenta partecipazione. Appena ci  scorgono, siamo accolti con grande  calore da Laura Vitale Presidente dell'Associazione "Viviana Lisi". Saliti al piano superiore entriamo nel grande salone, a pianta quadrata, e constatiamo che tutto è pronto per la Festa della Messa. tutto pronto e ogni cosa al suo posto, c'è l'Altare, le sedie, lo spazio di accoglienza e alle pareti diversi cartelloni che ci "parlano" di "Viviana Lisi", i palloncini colorati sono  un ulteriore segno per la "Festa". «In un dei tanti cartelloni viene ribadito che «La Casa della Speranza "Viviana Lisi" trae ispirazione dal dono d'amore di Viviana  che, prima della conclusione del suo pellegrinaggio terreno, ha destinato i suoi risparmi, per realizzare un'opera a favore degli Ultimi.»
Poi Antonio, e noi al suo seguito, scambiamo i saluti in sequenza con il Papà di Viviana, Fratel Carlo e la Mamma di Viviana.
Dopo una breve preparazione Padre Giuseppe Cardillo celebra l'Eucaristia, sottolineando nell'omelia, il messaggio evangelico offerto dalla testimonianza di Viviana. Giovane docente, che incurante dell'inesorabile male, ha desiderato ardentemente di realizzare un'opera a favore degli "ultimi". Il tono del celebrante è sicuro ed intenso, e comunica a tutti noi, una speciale adesione alla "bella" figura di Viviana.
Fratel Carlo nel finale ha voluto ringraziare tutti i presenti, più numerosi di quanto sperato.  Oltre ai bimbi ai Ragazzi, ai Giovani, agli Adulti, agli Anziani; erano presenti:  i Volontari, gli Amici, i Rappresentanti delle Istituzioni scolastiche, i Rappresentanti  del Comune e del locale Rotary Club, tutti accomunati nel sostenere questa grande realtà che è la casa della Speranza". Nel calendario della giornata, al mattino nella sede della SM "Luigi Pirandello"  era stata effettuata la prevista premiazione del concorso "Tema della Solidarietà", notando la loro presenza, prima della benedizione finale, li ha invitati a offrirci il frutto dei loro talenti. Tutti bravi!, ma commovente, il bambino che terminava la sua fatica letteraria ringraziando i Genitori che lo avevano adottato insieme ai suoi  fratelli.

«La Casa offre un duplice servizio: è una realtà che dà accoglienza incondizionata e senza pregiudizi a coloro che sperimentano ogni forma di disagio, povertà ed emarginazione. A loro si vuole dare la speranza di un futuro dignitoso, in una casa che li accolga con il calore e l'affetto di una vera famiglia. 

- una casa famiglia per fratelli senza fissa dimora e per coloro che vivono ogni forma di povertà ed emarginazione

- un punto di riferimento nelle attività ludiche e scolastiche per ragazzi in difficoltà »

La casa sorge a Riposto, grazie ad una struttura messa a disposizione dal comune. Vive unicamente affidandosi alla Divina Provvidenza che attraverso amici, benefattori e volontari si fa presente ogni giorno.

 

Commenti (0) Trackback (1)

Leave a comment