CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

17Apr/120

Messina – «…E avverrà: chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato»

S.A.E. - Segretariato Attività Ecumeniche "E. Cialla" - Messina

Giovedì 19 aprile 2012 - ore 18.30

Santa Maria della Consolazione  (alias Santo) - Messina

Quarto incontro: Atti 2,14-40

«Lettura ecumenica degli Atti degli Apostoli»

Introduce  suor Tarcisia Carnieletto fmm

Direttore dell’Ufficio per il dialogo ecumenico e interreligioso dell’Arcidiocesi di Messina, Lipari e Pace del Mela

 2 14Allora Pietro con gli Undici si alzò in piedi e a voce alta parlò a loro così: «Uomini di Giudea, e voi tutti abitanti di Gerusalemme, vi sia noto questo e fate attenzione alle mie parole. 15Questi uomini non sono ubriachi, come voi supponete: sono infatti le nove del mattino; 16accade invece quello che fu detto per mezzo del profeta Gioele: 17Avverrà: negli ultimi giorni - dice Dio - su tutti effonderò il mio Spirito; i vostri figli e le vostre figlie profeterannoi vostri giovani avranno visioni e i vostri anziani faranno sogni18E anche sui miei servi e sulle mie serve in quei giorni effonderò il mio Spirito ed essi profeteranno. 19Farò prodigi e segni prima che giunga il giorno del Signore. 21E avverràchiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato22Uomini d'Israele, ascoltate queste parole: Gesù di Nàzaret - uomo accreditato da Dio presso di voi per mezzo di miracoli, prodigi e segni, che Dio stesso fece tra voi per opera sua, come voi sapete bene -, 23consegnato a voi secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio, voi, per mano di pagani, l'avete crocifisso e l'avete ucciso. 24Ora Dio lo ha risuscitato, liberandolo dai dolori della morte, perché non era possibile che questa lo tenesse in suo potere. 25Dice infatti Davide a suo riguardo: Contemplavo sempre il Signore innanzi a me; / egli sta alla mia destra, perché io non vacilli. /26Per  questo si rallegrò il mio cuore ed esultò la mia lingua, /e anche la mia carne riposerà nella speranza, 27perché tu non abbandonerai la mia vita negli inferi /né permetterai che il tuo Santo subisca la corruzione. / 28Mi hai fatto conoscere le vie della vita […] l patriarca Davide, […] 31previde la risurrezione di Cristo e ne parlò: questi non fu abbandonato negli inferi, né la sua carne subì la corruzione. 32Questo Gesù, Dio lo ha risuscitato e noi tutti ne siamo testimoni. 33Innalzato dunque alla destra di Dio e dopo aver ricevuto dal Padre lo Spirito Santo promesso, lo ha effuso, come voi stessi potete vedere e udire. 34Davide infatti non salì al cielo; tuttavia […].36Sappia dunque con certezza tutta la casa d'Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso». 37All'udire queste cose si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: «Che cosa dobbiamo fare, fratelli?». 38E Pietro disse loro: «Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo. 39Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro». 40Con molte altre parole rendeva testimonianza e li esortava: «Salvatevi da questa generazione perversa!».

 Ti aspettiamo presso la parrocchia Santa Maria della Consolazione  (alias Santo) - Messina

Da autostrada uscita Gazzi semaf con madonnina girare a sin.; Da policlinico verso nord stesso semaf. con madonnina girare a dx;

Da v. Catania subito dopo rotonda girare a dx per v. Del Santo fino alla Chiesa.

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.