CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

12Apr/111

Messina – «Una testimonianza del vangelo della carità»

Lunedì 11 aprile 2011 accolti con grande cordialità, dalla Pastora Julia Hillebrand, nella saletta della Chiesa Evangelica Valdese.I presenti, non moltissimi, ma motivati, siamo stati, tutti, coinvolti emotivamente e razionalmente dal "racconto" di Suor Laura Girotto.

Nella breve presentazione, la Pastora Julia Hillebrand, ha, efficacemente, ricordato il brano del Vangelo relativo al "Discorso della montagna", con le frasi di Gesù riguardanti l'identificazione del nostro prossimo con la sua persona. «E quando mai ti abbiamo visto nudo...»

La suora salesiana, ha illustrato la cronologia dell'intervento effettuato fino adesso, nel campo della formazione professionale, e quello che vorrebbe si realizzasse, UN OSPEDALE PER ADWA,  per una terra povera povera povera. Con le donne, che partoriscono in condizioni spaventose e con una mortalità infantile di ca. il 30%. Uno sguardo alle donne, anche le bimbe di 12 anni vengono considerate atte al matrimonio, che ricoprono l'ultimo gradino della scala sociale.

Suor Laura, ha risposto con franchezza e sincerità, a tante domande riguardanti anche la gestione della organizzazione Amici di Adwa Onlus.

Vi consiglio di seguire il filmato del suo racconto e valutare le azioni relative. Continuando nella pagina troverete il pieghevole che spiega l'iniziativa e farVi venire il desiderio di aiutare con una goccia di refrigerio la fatica di questi nostri fratelli, che sono nati a sole 6 ore di aereo da noi, e condividere lo sforzo di suor Laura di realizzare il Regno di Dio che è dei Poveri. Per questo ,infine, suor Laura, ci ha ricordato che Dio ha chiesto a Caino di suo fratello Abele. E a noi, Dio, cosa chiederà?

Commenti (1) Trackback (0)
  1. Proprio tante sono state le domande fatte a suor Laura, la quale, con la stessa passione per chi soffre e con grande senso di equilibrio “non politico” ma sincero ha praticamente parlato della Chiesa Una visibile nei poveri, nei bambini che soffrono, nelle mamme che muoiono dando alla luce i loro figli. Della Chiesa Una anche in sala, perché – diceva la suora – le divisioni tra i cristiani sono una indecenza davanti al Vangelo e ai criteri di salvezza che in esso sono descritti. Le è stato chiesto di sottolineare che la sua battaglia non è contro gli animali, ma per i bambini di Adwua. Io le ho chiesto perché in Italia non si fa una chiara scelta politica contro questo governo che consuma in armi e guerre quanto spetterebbe ai popoli in via di sviluppo. Ha mostrato un opuscolo, preparato ad hoc sui 150 anni d’Italia, per consegnarlo al Presidente Napolitano e proporre che la costruzione “ufficiale” di un ospedale in Adwa sarebbe finalmente una vittoria per l’Italia dopo le due precedenti storiche sconfitte. Alla fine è stata consegnata la colletta di 760 euro. Tutti quelli che non sono stati presenti per motivi vari possono però spedire la loro offerta su ccp o bonifico bancario visitando il sito http://www.amicidiadwa.org


Leave a comment

Ancora nessun trackback.