CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

1Ott/110

Messina – «1/10/2009/>1/10/2011 «Giampilieri Sup. – Scaletta Zanclea – Ricordo delle Vittime Innocenti »

I tragici avvenimenti del 1° Ottobre 2009?  Sono impressi nel nostro cuore e nella nostra memoria?

In Onore di tutte le Vittime, ricordiamo:

I Fratellini di 3 e 7 anni, FRANCESCO e LORENZO e la loro Mamma e poi - SIMONE  Neri 21 anni  e l'ing. LUIGI  Costa 40 anni - che da eroi hanno salvato altre vite.

Testimonanza del Papà di LUIGI  Costa

20/febbraio/2010- «In ultimo, abbiamo rivissuto l'esperienza dolorosissima del Dott.re Costa. Un padre, che ha raccontato l'abnegazione e la morte di suo figlio Ing. Luigi Costa e dello strazio del fratello Ing. Aurelio che solo dopo cinque giorni, lavorando gomito a gomito con i vigili del fuoco di Catania riusciva a trovare il corpo del fratello sepolto sotto le macerie a Scaletta Zanclea nella fatidica data del 1° Ottobre del 2009. Enzo Colavecchio ha poi riferito che l'Ordine degli Ingegneri ha subito tributato onore a questo giovane collega e per ricordarlo ha Istituito la Borsa di Studio "Ing. Luigi Costa", a favore degli allievi Ingegneri civili.»

Giampilieri -Scuola Media "SIMONE NERI"

dal ricordo di Lilly Zaccone su Facebook

«Messina, 15 ottobre 1979 – Messina, 1º ottobre 2009.
Simone Neri, “l’eroe per caso” di Giampilieri. E’ morto sotto al fango dopo aver salvato otto persone.
Simone Neri era un ragazzo di 28 anni che viveva a Giampilieri in provincia di Messina. Simone sognava come tutti di farsi presto una famiglia: era Sottocapo di prima classe in Marina e viene ricordato come un ragazzo per bene: ricordato perché ora non c’è più essendo morto sotto al fango.
Simone è diventato un “eroe per caso”: si era salvato dalla valanga salendo sul tetto di casa da cui era ridisceso solo per aiutare la gente che era rimasta intrappolata nel fango. Il primo era un vicino che urlava disperato sotto le macerie della sua casa crollata, poi una donna anch’essa intrappolata che è stata presa in braccio e portata in salvo sopra il tetto sicuro.
Simone Neri è andato ad aiutare la gente per ben otto volte; poi alle 21.00 ha telefonato per l’ultima volta alla sua ragazza per dirle «c’è un bambino che piange, vado a salvarlo. Qualsiasi cosa succeda, ricordati che ti amo». Questa volta però Simone non è più tornato.«Per non dimenticare Simone Neri» Medaglia d'oro al valore civile
1 ottobre 2011»

MANIFESTAZIONE del 1° Novembre 2009

M A I    P I U'  Una candela per non dimenticare 1-10-2009

Piazza del Popolo–Via degli Angeli (Tirone)–Corso Cavour -Piazza Duomo

«1 Novembre 2009 - Festività di tutti i Santi. "Non solo i 144 mila segnati con il sigillo, ma una moltitudine immensa che nessuno poteva contare". A un mese dall’alluvione che ha colpito Giampilieri, Scaletta Zanclea, Briga, Molino ed Altolia facendo tante innocenti vittime, straziando il cuore degli amici e parenti, i tanti 'Messinesi presenti hanno voluto condividere questo dolore facendolo proprio e forti della 'Speranza che non delude hanno voluto rappresentarla con il fuoco di una fiaccola. Dopo la proclamazione dei nomi delle vittime, la recita del "padre nostro", guidata da mons. Angelo Oteri che ha accolto il corteo sulla soglia illuminata della Cattedrale, ha concluso una delle espressioni della civiltà del Popolo Messinese011120092451

Un plauso alle forze dell'Ordine, Carabinieri, Polizia e Vigili che sono stati Silenziosi quanto il Corteo.011120092463

 IMG_1757011120092453011120092452011120092447011120092446011120092444IMG_1771IMG_1773IMG_1768IMG_1761IMG_1762IMG_1760IMG_1758IMG_1759IMG_1750011120092454011120092455IMG_1753IMG_1755IMG_1748

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.