CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

2Feb/100

Messina – L E G A M B I E N T E – " T r e n o V e r d e 2 0 1 0 "

"Un'altra iniziativa che si sposa felicemente con l'insegnamento della Chiesa-BXVI- «NEL PRENDERSI CURA DEL CREATO, DIO SI PRENDE CURA DI NOI !»"

Ricca di incontri la tappa del TRENO verde a Messina. Nei 5 giorni, dal 18 al  22 Febbraio 2010, di permanenza del treno alla stazione centrale, molti gli incontri programmati con i cittadini messinesi.

Il Treno Verde sarà composto da cinque carrozze e un pianale che trasporta il laboratorio mobile per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico e acustico.

I giorni 18, 19, e 20, al mattino; saranno dedicati, in modo particolare, alle visite guidate per i ragazzi delle Scuole.

Negli stessi giorni, 18, 19, e 20, limitate esclusivamente al pomeriggio, dalle ore 16.00 alle 19.00, le visite per il Pubblico. 

Domenica 21 febbraio il treno sarà aperto solo la mattina.

Lunedi 22 febbraio ci sarà la conferenza stampa finale di tappa dove verranno comunicati i dati del monitoraggio ambientale di 72 ore 

Monitoraggio scientifico del Treno Verde.

La novità dell’anno è l’affiancamento di due monitoraggi scientifici.

Il primo è sempre quello a cura dell’Istituto Sperimentale di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) e durerà tre giorni consecutivi a partire dalla mezzanotte del giorno di arrivo del Treno. Le analisi effettuate saranno relative a Pm10, benzene, biossido di zolfo, biossido di azoto, monossido di carbonio, ozono e inquinamento acustico.

Il secondo è un monitoraggio autogestito da Legambiente, per rilevazioni “spot”, due rilevazioni che durano 24h l’una che ci permetteranno di poter allargare la nostra capillarità scientifica e sono relativi al PM10 e al PM2,5.

Composizione del TRENO VERDE e Dislocazione Mostre

COMPOSIZIONE DEL TRENO

Il Treno Verde sarà composto da cinque carrozze e un pianale che trasporta il laboratorio mobile per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico e acustico.

Le vetture adibite a mostra sono 3:

  • Prima carrozza: Mobilità sostenibile a cura di Ferrovie dello Stato e Legambiente e spazio per il circolo (banchetto d’ingresso);
  • Seconda carrozza: “pensare globalmente”. Carrozza sul tema dell’energia e dei mutamenti climatici: dalla spiegazione dell’effetto serra ai modellini interattivi sulla produzione energetica da fonti rinnovabili.
  • Terza carrozza: “agire localmente”.Carrozza sul tema del risparmio energetico e degli stili di vita: dalle pratiche casalinghe e quotidiane fino alle scelte di consumo compatibili. A bordo tutte le soluzioni per poter suggerire al visitatore piccole azioni di risparmio energetico e scelte di acquisto per contribuire alla lotta ai mutamenti climatici.
  • Quarta carrozza: carrozza video e conferenze con uno spazio per eventuali incontri pomeridiani organizzati dal circolo da concordare e condividere con il responsabile del Treno.
  • Vagone di servizio con un ufficio stampa e magazzino materiali
  • Pianale K12 per furgone laboratorio
Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.