CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

23Set/090

Messina – Ecumenismo – "Le ragioni di una Presenza" – Calendario delle attività –

Carmelo Labate coordinatore dell'Associazione Ecumenica "E. Cialla" -Messina

Un tesoro come in vasi di creta (2Cor. 4,5-18).

 150920092066Gridiamolo forte, testimoniamolo ancora! Il Signore ci ha chiamati allimpegno ecumenico, ci ha dato la vocazione all’unità, alla comunione. E’ per noi un dono, un tesoro, una grazia, che custodiamo pur nella fragilità della condizione umana, pur nella debolezza della nostra risposta. Sono trascorsi quasi quaranta anni di vita di questa Associazione ecumenica messinese e, nonostante il succedersi dei testimoni e l’incostanza di alcuni e gli ostacoli e la carenza di mezzi, eccola ancora qui viva, perché nel tempo lo spirito ecumenico si è mantenuto giovane tanto quanto la vocazione all’unità che ci è stata data.

Non dimentichiamo, naturalmente, che la vera forza ci viene dalla chiamata all’“ut unum sint”, dalla vivacità con la quale il Santo Spirito ci anima, dall’Amore del Padre da spezzare ai fratelli. In questo lungo cammino non sono pochi quelli che si sono abbeverati allo spirito del dialogo semplice che l’Associazione ha sempre tessuto e allo spirito della condivisione delle diverse identità, occasioni che hanno reso manifesto quanto in ogni scambio dell’alterità diversa si trova la propulsione ad un rinnovato incontro.

150920092064Pur camminando e operando con questi sentimenti, non ci sono mancati momenti difficili, incomprensioni, chiusure che hanno rallentato e a volte completamente frenato il nostro impegno nell’attività ecumenica. Ma sappiamo che questa è la stessa tensione dialettica che sta fra contenuto del Vangelo e le diverse forme storiche della Chiesa. Le «stasi» servono per riflettere, per lasciare il giusto spazio a quanto il Signore ci indica attraverso ciò che chiamiamo «segni dei tempi», per capire verso dove il Santo Spirito spinge la Chiesa, le chiese.

11102008159A me pare di cogliere, in questo storico momento, che con la persistente emigrazione di popoli interi, il Signore ci voglia ricordare come “anche noi siamo stati schiavi in Egitto” e che per questo non possiamo trascurare di accompagnare questo loro cammino di liberazione come il Signore ha fatto con noi. Certe attuali leggi del nostro paese, e non solo, sono paragonabili alle stesse decisioni del faraone, che voleva costringere con la forza “quegli ebrei” a ritornare schiavi in Egitto. Questa «storia della salvezza» ci rimanda continuamente alla freschezza e alla bellezza originaria della fede in Gesù crocifisso e risorto, il liberatore, ci rimanda al conseguente abbraccio fraterno tra noi suoi discepoli e tutti le donne e gli uomini della terra.

11102008146Se smettiamo di registrare chiusure che allargano le distanze o addirittura le generano, se smettiamo di parlare di collaborazione e invece ci mettiamo a collaborare, se le decisioni le prendiamo insieme, disponibili a creare, tra gli impegni per il nostro orticello, uno spazio necessario alla collaborazione, allora, senza troppe parole, ci sentiremo già popolo di Dio capace di offrire parole e gesti profetici alla storia degli uomini.

Di questo ha bisogno il mondo, di vedere che noi cristiani seguiamo una prassi ecclesiale capace di generare frutti di una comunione aperta all’oltre e profetica che trova nei poveri il “luogo teologico”, i destinatari privilegiati e la verifica più propria della nostra fede.

Ricordate don L. Milani in Esperienze pastorali? «Non abbiamo odiato i poveri. Abbiamo solo dormito […]. Quando ci siamo svegliati i poveri erano già partiti senza di noi». (1957, ed. del 1974, p.437). Per questo il dialogo ecumenico, forte del respiro della preghiera, pur radicandosi nella grande Tradizione, pur conservando l’assolutezza della Parola e dell’Eucaristia come il suo principio propulsore, pur continuando la discussione per ogni chiarimento teologico, s’immerge nella relatività della storia i cui pilastri sono giustizia (i poveri), pace, salvaguardia del creato.

Ciascuno degli attori del dialogo ecumenico è chiamato al duplice movimento del salto e dello abbraccio. Quale dei due venga prima non ve lo so dire. E’ certo che si tratta di stare dalla parte dell’uomo di fronte a Dio. E’ certo che bisogna ritrovarsi in Cristo (il Cristo morente e risorto nei fratelli) uscendo dal sé dei propri particolarismi e del posizionarsi gli uni contro gli altri. Abbiamo bisogno, scriveva il card. C. M. Martini, di ritrovare la semplicità e la scioltezza della Chiesa dei primi secoli, la chiesa degli apostoli, all’inizio piccola e insignificante, ma che ha saputo affrontare il colosso della cultura del proprio tempo senza complessi, affidandosi alla forza e alla gioia del Vangelo. (Carmelo Labate).

Questi pensieri e sentimenti hanno animato l’incontro di programmazione dell’Associazione Ecumenica “E. Cialla”-SAE di Messina tenuto il 15 settembre scorso presso la Sala delle attività della Chiesa valdese. Presenti tanti rappresentanti della Chiesa Avventista, della Chiesa valdese, di diverse parrocchie cattoliche e di numerosi soci SAE. Insieme è stato indicato il seguente calendario.

 ASSOCIAZIONE ECUMENICA “E. Cialla

SAE-Segretariato Attivita’ Ecumeniche

Gruppo di Messina

 Calendario 2009-10

Salvo diversa indicazione gli incontri avranno

cadenza mensile e si terranno di lunedì alle ore 20,15

giorno

ora

luogo

tema

Mart.15 sett.

18,00

Sala attività valdesi

Incontro per programmazione

Sab. 3 ott

7,30-23,00

Gibilmanna - Cefalù

Viaggio ecumenico con il gruppo SAE di RC

Gibilmanna-Cefalù

Lun. 12 ott

20,15

Sala Attività Valdesi

Per una conversione ecologica: rifiuti zero

Interv. Ialacqua Daniele, Cucé Natale, Pocchi Elvira

Ven. 13 nov.

15,15

1a Sessione

Università di Messina Facoltà di Giurisprudenza

Aula Salv. Pugliatti

Bibbia sulle strade dell’uomo: la Parola e le esperienze dell’oggi. “In te saranno benedette tutte le famiglie della terra” (Gen. 12,3). Interverrà il teol. Vald P.Ricca

Sab. 14 nov.

9,15

2a Sessione

Università di Messina Facoltà di Giurisprudenza

Aula Salv. Pugliatti

Bibbia sulle strade dell’uomo: la Parola e le esperienze dell’oggi. “In te saranno benedette tutte le famiglie della terra” (Gen. 12,3). Interv. K.Hannachi, G. Caramore

Sab. 14 nov.

15,15

3a Sessione

Università di Messina Facoltà di Giurisprudenza

Aula Salv. Pugliatti

Bibbia sulle strade dell’uomo: la Parola e le esperienze dell’oggi. “In te saranno benedette tutte le famiglie della terra” (Gen. 12,3). Interv. P.Stefani, G. Ruggeri, C. Resta.

Lun. 14 dic.

20,15

Parrocchia "Maria S. Consolata "  Don Orione

Dialogo con l’Islam: Conoscere la storia degli Arabi in Sicilia per una migliore accoglienza oggi.

11 gen

Il 17 gen è dom.

L’accoglienza nell’ebraismo: eredità per il cristiano. Intervento del prof. Giovanni Caola.

18-25 gen

«Di questo voi siete testimoni» (Lc. 24,48). Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

 Per il seguito si attendono conferme.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.