CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

27Gen/100

Basilica concattedrale del SS. Salvatore – "Voi sarete testimoni di tutto ciò"- Conclusione Ottavario di Preghiera per l'Unità dei Cristiani

Lunedì, 25 gennaio 2010, alle ore 18,00, nella Basilica Concattedrale del SS. Salvatore si è rinnovata la «Celebrazione Ecumenica della Parola di Dio».  Padre Roberto Romeo, delegato diocesano per l'ecumenismo, ha ringraziato tutti per la presenza a questo importante appuntamento ecumenico, ricordando che siamo nell'anno del centenario, giugno 1910, del primo incontro delle chiese Cristiane svoltosi ad Edimburgo.

In particolare ha voluto ringraziare, nominandoli,  i rappresentanti delle varie confessioni religiose, Padre Alessio della Chiesa greco ortodossa, Padre Vassili della Chiesa romeno ortodossa, la gentile sig.ra Lumiaco in rappresentanza della Pastora Crista Wolf e della Comunità luterana, Padre Antonio Cucinotta della comunità greco cattolica e l'arcivescovo Calogero La Piana, che in questa Chiesa ha la sua sede Archimandritale. Ha inoltre auspicato che si possa formare, a breve,  la Commissione Ecumenica  Diocesiana e da questa arrivare poi al Consiglio delle Chiese operanti nel territorio messinese.

 L'Arcivescovo, ha subito evidenziato la forza dell'espressione di Luca "Oggi sarete testimoni di  tutto". Si tratta del mandato missionario che Gesù affida agli Apostoli. E dopo una sintetica panoramica sul percorso ecumenico, dal 1910 fino al Vaticano II, si è soffermato sulla "stridente contraddizione tra la missione per l'annuncio del Vangelo e la non Unità dei cristiani". In rferimento anche al brano "Da questo riconosceranno che siete miei discepoli se vi amerete gli uni e gli altri...".

Padre Alessio ha ringraziato la Divina Bontà per l'incontro in questa storica Chiesa, di tradizione greco bizantina, ricca di ricordi e sentimenti familiari. E nell'esprimere gratitudine all'amato Arcivescovo, "che ci onora a tenerci al suo fianco", si è rammaricato dell'assenza della Pastora Valdese. Tanto più che la Comunità ortodossa ha trovato fraterna ospitalità nella sede della Chiesa Valdese. Ha quindi portato a conoscenza la lettera del precedente Pastore Luterano Jens Hansen, piena di carità di apprezzamento e riconoscenza e commentava che se fossimo uniti, sarebbe una ricchezza per tutti. "Vera carità fatta di gesti concreti". Poi, magistralmente ha illustrato il "Credo" o simbolo ancorandolo alla risposta di Tommaso a Gesù otto giorni dopo la resurrezione...«Mio Signore e mio Dio».

Don Felice Bruno, (Don Orione), oltre ad avere collaborato col delegato ecumenico, ha dato le indicazioni per la raccolta delle offerte. Le intercessioni sono state pregate dall'Archimandrita romeno Ortodosso, mentre la preghiera di apertura era stata iniziata, all'ambone, dalla sorella della Pastora Wolf. In apertura,una calda accoglienza era stata data a tutta l'assemblea, con lo stile sobrio e contenuto che gli è proprio, dal Parroco della Concattedrale Don Olimpio Simonato.

Ricordati nei ringraziamenti anche il Coro, il Gruppo SAE, Sant'Egidio, Padre Tripodo Direttore Caritas, Padre Maiuri ed ... il seminarista.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.