Messina – «Gli Alunni e i Docenti trasformano la “XXª Giornata della Memoria”, nella “FESTA del futuro senza Mafia”»

2015_03_26--XX_Giornata_Memoria2015_03_26-XX_GiornataMemoriaVoglio iniziare dal finale della grandiosa manifestazione, svoltasi il 26 marzo 2015 con le parole pronunciate da Vincenzo Agostino papà di Nino e rivolte ai giovani studenti messinesi.

« Studiate studiate studiate »

perché l’ignoranza senza conoscenza e formazione fa perdere la libertà di pensiero e si  è più soggetti ai poteri dei prevaricatori e della mentalità mafiosa, e un’altra cosa ancora ragazzi non guardate mai il colore della pelle dell’altro e dell’altra perché in ciascuno di loro batte un cuore di fratello e sorella sempre.

2015_03_26-XX_GiornataMemoria2015_03_26-XX_GiornataMemoriaPrima di lui la moglie Augusta, aveva ricordato la figura del figlio Nino (Poliziotto della scorta di G. Falcone – ucciso il 05 agosto 1989 insieme alla giovanissima moglie Ida che aveva nel grembo il loro primo figlio). “Nino non voleva essere un eroe ma soltanto un papà e un marito felice“.

Anche Angela Manca ha voluto ricordare la tragica morte del figlio, l’urologo Attilio, vittima inconsapevole della sua bravura. Il procedimento giudiziario non è ancora definito e gli autori dell’efferato delitto sono senza nome. Ma la volontà di una madre, per avere verità e giustizia, è capace di incidere anche la roccia.

2015_03_26-XX_GiornataMemoriaPoi Pasquale Campagna fratello di Graziella la nostra piccola sorella uccisa il 12/12/1985, per avere avere avuto tra le mani il documento di un acclarato mafioso. In questo caso dopo oltre 25 anni il responsabile è stato giudicato e condannato.

Infine l’intervento del Sindaco di Messina Renato Accorinti, che ha rivendicato la partecipazione a molti eventi di impegno civile contro ogni mafia. Bologna 21 marzo 2015 – manifestazione nazionale del XX° anniversario della Giornata della Memoria. Cinisi 9 maggio Peppino ImpastatoPalermo 23 maggio Giovanni FalconePalermo 19 luglio Paolo Borsellino. Date e luoghi in cui ha rappresentato l’intera Città.

2015_03_26-XX_GiornataMemoria2015_03_26-XX_GiornataMemoriaCronaca partecipata – Si parte da Piazza Castronovo e si raggiunge, a piedi in salita sotto il sole e il vento dello Stretto, la Rotonda titolata alle “VITTIME E MARTIRI / DELLA MAFIA“, gestita dal Circolo di Legambiente dei Peloritani. La festante articolata sfilata dei ragazzi appartenenti in maggior misura agli Istituti Comprensivi con i loro colorati striscioni è una visione che fa bene al cuore e fa ben sperare. La Scuola in particolare i Docenti dimostrano un amore verso i nostri ragazzi che si riverbera nella professionale umanità dell’insegnamento. Il corteo giungendo alla Rotonda ascolta l’inno di Mameli ed un altro brano di Vivaldi. poi inizia la proclamazione dei nomi delle vittime martiri della mafia ed infine il saluto riportato all’inizio. Unico rammarico la mancata registrazione di una piccola intervista fatta a un rappresentante di Libera di Palermo dotato di un grande carattere e personalità, animatore e guida del 23 maggio memoria di Giovanni Falcone. 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *