Messina – «L’amore di Dio è come un fiore che sboccia con la luce e il calore»

1-2015_02_13-Invito alla Veglia di Romena2015_02_13-SanGiacomo-Fraternità_di_Romena-Veglia_2015-2015-Dio_è_un_bacio-0213 febbraio 2015  – San Giacomo Maggiore – un’altra perla della collana di Fraternità di Romena ci è stata donata per accrescere la nostra sete di Dio, con la Veglia di Preghiera 2014-15

«DIO E’ UN BACIO»

“Siamo contenti perché Don Gigi ci onora ancora della sua presenza” pronto a farci vegliare e pregare per rendere gloria 2015_02_13-SanGiacomo-Fraternità_di_Romena-Veglia_2015-2015-Dio_è_un_bacio-03a Dio. Questo il senso del saluto iniziale di Padre Ettore Sentimentale che introduce la Veglia di 2015_02_13-SanGiacomo-Fraternità_di_Romena-Veglia_2015-2015-Dio_è_un_bacio-01preghiera di Fraternità di Romena. Poi riguardo al titolo del libretto “Dio è un Bacio”. dalle ricerche effettuate sui testi della Liturgia, della  Bibbia…ed altro ancora,  sembra emergere con forza che misteriosamente tutto e quindi anche la nostra vita abbia inizio con un bacio e si concluda con un bacio. Quindi in questa serata di veglia e preghiera sentiremo e saremo avvolti dal tocco e dal bacio di Dio, compresi due giovani frati provenienti da Ravanusa (AG), che accogliamo con fraterno affetto.

2015_02_13-SanGiacomo-Fraternità_di_Romena-Veglia_2015-2015-Dio_è_un_bacio-05La Veglia si è svolta seguendo uno schema collaudato e affascinante, che conduce i presenti a vivere tutti i momenti quasi in apnea animati da un Sacerdote Don Gigi, uomo umile e tenero, che condivide con noi suoi amici la sua a volte sofferta e splendida esperienza di fede.
DIO è un BACIO si articola in tre fasi Testimonianza Preghiera Canto, introdotti ognuno da un brano di Vangelo, per tre momenti particolari
un bacio sulle ferite – un bacio sui giorni – un bacio su ogni inizio
1) un bacio sulle ferite Gv 12,3 “Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betania… Maria prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo.”

2) un bacio sui giorni Lc 10.38-42 Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una 2015_02_13-SanGiacomo-Fraternità_di_Romena-Veglia_2015-2015-Dio_è_un_bacio-17donna, di nome Marta, lo ospitò. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi. Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Mart, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore.”

3) un bacio su ogni inizio Gv 11,38-44 “Gesù commosso profondamente, si recò al sepolcro: era una grotta e contro di essa era posta una pietra. Disse gesù:«Togliete la pietra!». Poi gridò a gran voce: «Lazzaro, vieni fuori!». Il morto uscì, i piedi e le mani legati con le bende, e il viso avvolto da un sudario. Gesù disse loro; «Liberatelo e lasciatelo andare».”

La motivazione di fondo dell’azione apostolica di Don Gigi è quella di fare di ogni Incontro annuncio della Parola eterna, un evento particolare per ciascuno dei presenti, in modo da fare emergere dal nostro profondo i valori autentici della vita e a scrollarci di dosso tutte le incrostazioni che ci impediscono di essere veramente liberi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.