Reggio Calabria – «Il Mediterraneo il mare che unisce i popoli di tre continenti»

2012_10_14-Astronomia-04-PlanetarioMartedì 3 Febbraio 2015, ore 20,30 – Planetario provinciale Pythagoras

Reggio Centro del Mediterraneo: un excursus storico di 3500 anni

Alessandro Gioffrè d’Ambra – Club UNESCO “Re Italo”

Predrag Matvejevìc, nel suo libro “Il Mediterraneo”, scrive che è difficile scoprire ciò che ci spinge a provare a ricomporre continuamente il mosaico mediterraneo, a compilare tante volte il catalogo delle sue componenti, a verificare il significato di ciascuna di esse e il valore dell’una nei confronti dell’altra.
Questa parola “Mediterraneo” attorno alla quale si sono costruite molte cose si presenta come crocevia di mari e di popoli, di culture, di una pluralità di suoni linguistici, di scritture e di miti, di tradizioni, di modelli religiosi e scientifici che si sono fusi e confusi fino a smarrire i confini delle singole identità per approdare a combinazioni originali ed inedite.
È dentro l’insieme di questo, composto da queste straordinarie conoscenze, che troverà terreno fertile la cultura “classica”, quella che sarà la cultura greca e romana: la nostra cultura.
In questa ottica si inserisce il libro di Alessandro Gioffrè: “Reggio Centro del Mediterraneo: un excursus storico di 3500 anni” in cui l’autore ripercorre le antichissime origini della nostra Città evidenziandone il ruolo culturale e commerciale.
A noi che ci occupiamo di Astronomia piace evidenziare che, anche il sapere astronomico è il testimone di questo iter culturale iniziato millenni fa.
La conferenza avrà luogo martedì 3 febbraio ore 20,30 presso il Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria. La Cittadinanza è invitata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.