Messina – «Un vibrante appello a non dividersi per mettere al primo posto il bene della Città»

2014_03_19-LAP-locandina rifiuti2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-«Possiamo parlare di “evento”, quando si tolgono i personalismi e si indica concretamente che la strada per il bene comune passa anche nel compimento di piccoli passi in avanti, che risulteranno utilissimi per incidere ancora più profondamente nei costumi civili e nei comportamenti di una città da troppo tempo asservita a logiche di potere e di arricchimenti illeciti.»

Un incontro di alto livello per la qualità e le competenze degli intervenuti: Mimmo Fontana 2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI- Roberto LisiFrancesca MoraciEnzo Colavecchio. Preceduti dai saluti di Dino Di Leo  e di Francesco Cancellieri

Saluti non formali, ma schietti e sinceri, nel presentare le dinamiche di un pregresso pregevole dibattito, che non si mai trasformato in atti sostanziali. Tutto è sempre rimasto allo stadio 2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-embrionale, e le resistenze al cambiamento hanno tenuto al palo la Città e buona parte della provincia. Il coordinatore dell’incontro ha dato la parola in sequenzaMimmo FontanaRoberto Lisi2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-Francesca Moraci e anche a se stesso per l’intervento finale prima del dibattito.

L’arch. Mimmo Fontana, ha descritto con chiarezza quasi brutale, tutto l’iter del VIA (Valutazione Impatto Ambientale) e di tutte le sue declinazioni. Ha parlato dei ritardi nel recepire le direttive Europee, ma significativamente ha messo in risalto la poca attitudine per il livello politico a seguire i bisogni di una progettazione che eviti scempi con insito spreco risorse.

2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-Anche l‘ing. Roberto Lisi non si è sottratto al bisogno di chiarezza e con l’aiuto di appropriate 2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-slides ha riassunto l’iter tormentato delle dinamiche fattuali di Messina Ambiente.

L’architetto Francesca Morace, ha evidenziato “l’ignoranza” di leggi esistenti che avrebbero favorito lo sviluppo di Piani regolatori che tenessero conto di tutto lo sviluppo del territorio, senza costringerlo a parcellizzarlo a seconda degli obiettivi e degli usi, moltiplicando all’infinito i passaggi burocratici.

2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-Infine l’appassionato intervento dell’ing. Enzo Colavecchio, che intravvedendo per la prima volta di potere realizzare una vera svolta, si lancia in un “Qui e ora”, che non lascia possibilità di fraintendimenti. E da questo ultimo intervento iniziano i filmati.

Dott Dino Di Leo (presidente di Legambiente dei Peloritani) – Ing. Francesco Cancellieri (presidente CEA Messina Onlus) – Arch. Mimmo Fontana (Presidente Legambiente Sicilia) – Ing. Roberto Lisi (Responsabile progetti e impianti della Società Messinambiente SPA – Arch. Francesca Moraci (Ordinario di Urbanistica Università Mediterranea di Reggio Calabria) – Ing, Enzo Colavecchio  (Presidente del Comitato Regionale di Legambiente Sicilia)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.