Messina – Natale 2012 – «Gli Auguri dagli Amici e per gli Amici del BLOG»

“La memoria di un evento passato, a volte, ci aiuta a superare le presenti difficoltà. Questo “Evento” è troppo grande ed interessa tutta l’umanità, passata, presente e futura.”

“Il Figlio stesso di Dio infatti scese «in una carne simile al peccato»(Rm 8. 3)…Chiamò l’uomo alla somiglianza con se stesso, lo fece imitatore di Dio, lo inviò sulla strada indicata dal Padre perché potesse vedere Dio e gli diede in dono il Padre.”- (sant’Ireneo)

...”Diede spontaneamente il suo Figlio come prezzo del nostro riscatto: il santo per gli empi, l’innocente per i malvagi, il giusto per gli iniqui, l’incorruttibile per i corruttibili, l’immortale per i mortali” – (Diogneto)

Noi ci vogliamo rendere reciprocamente protagonisti di comunione. Vogliamo che la proprietà transitiva sia quella delineata nei due precedenti brani.Per questo condivido con tutti voi i sinceri auguri che ho ricevuto ricevo e riceverò. Essi diventano così patrimonio comune. Chi fa gli auguri li riceve.

«Deus Dóminus,  et illúxit nobis.  
A Dómino factum est istud:  et est mirábile in óculis nostris»
(Ps. 117, 27. 23).

“Nell’approssimarsi della notte santa, vogliate gradire i miei più affettuosi auguri”

Buon Natale!

a tutti gli amici che mi seguono in questa dolce fatica di collegare i singoli e le realtà associative.

PRIMO ELENCO AUGURALE – Don Domenico Crucitti (FDP) – Don Gianni Russo (FDB) – Don Pino Alcamo (Mazara del Vallo) – SAE RC – SAE ME -Ponti Pialesi (Villa San Giovanni) –  GOZ – Legambiente Peloritani – Walking Together – Pastorale sociale lavoro – MOV (ME) -ADDIOPIZZO – LUP (PA) -Famiglia Memo (Cremona)- ing. Marco Canonici (Livorno) – arch. Vita Bianco (Santa Ninfa) – Pina Pagano (ME) – Patrizia Vita (ME) – Enrico Pistorino (ME) – Paolo Baroli Rossi (Sardegna) – Maria Palella (ME)  – Maria Romana De Domenico (ME) –

Ripropongo un filmato che parla della maestosa bellezza della creazione.

PER LA PROPRIETA’ TRANSITIVA… ecco IL MESSAGGIO dell’Arcivescovo di Agrigento

«Don Franco MONTENEGRO»

Arturo Paoli formulava per il Natale del 2009

“Per non mandare degli auguri di Natale che entrino nella banalità ormai imperante in queste feste, ho chiesto allo Spirito Santo un messaggio che giunga ai lettori come un’offerta di sollievo in questo tempo turbolento e minaccioso per le varie crisi in corso. Mi sono destato con i versi di Dante che mi hanno martellato nel cervello fino al momento in cui mi sono messo a scrivere. È una terzina del Canto XXXIII del Paradiso. Non si potrebbe descrivere il Natale con parole così dolci e trasparenti: Nel ventre tuo si riaccese l’amore – per lo cui caldo nell’eterna pace – così è germinato questo fiore. Era la risposta dello Spirito alla mia preghiera. Vorrei fermarmi sul ventre di Maria, che accoglie la salvezza dell’uomo. È bello pensare a questa salvezza non affidata al pensiero né allo Spirito, ma a tutto il corpo, a tutto l’essere umano…………..Dunque l’amore di cui parla Dante si fa carne, corpo dell’uomo, e questo è il Natale: salvezza e trasformazione di tutto l’uomo”.

Gli auguri veri possono esserci di aiuto. Essi contengono tutto quello di cui abbiamo bisogno: il coraggio per superare le difficoltà, la tenacia nella testimonianza, la speranza che il mondo si diriga verso la giustizia e la pace.

Per questo desidero scambiarli con voi che camminate insieme a me verso la comunione delle chiese.
Auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.