Messina – BFMC – «La porta chiusa» J. P. SARTRE – «l’inferno sono gli altri»

Auditorium della Biblioteca dei  Cappuccini di Messina

           2°   Ciclo  di  letture  “I libri proibiti”  a  cura  di               fr. Filippo Cucinotta. OFM cap

3° Incontro  -14 Dicembre 2021 – ore 17.30

 « La porta chiusa »  di J. P. SARTRE

  • Dopo aver brevemente ricordato che l‘Invito alla Lettura è il fine degli Incontri,  il prof.re fra Filippo Cucinotta, prima di accostarsi al libro (il testo è del 1946),  pone delle virtuali domande all’autore: Ma quando tu hai scritto: Opere letterarie, Opere filosofiche, saggi …
    Cosa intendevi fare?
    Che cosa era per te la Letteratura? 
    La prima domanda che si pone è a chi si scrive, chi scrive, perché si scrive...
    Un’altro aspetto particolare è l’uso delle parole, l’autore instaura un rapporto di conoscenza con le cose e poi ne ricava il nome in relazione alle affinità con gli elementi essenziali della creazione :la terra, il cielo e l’acqua. In pratica le parole vengono dopo le cose …
  • La trama
    Opera teatrale rappresentata per la 1ª volta nel maggio del 1944 a Parigi che verrà liberata un mese dopo dall’occupazione delle truppe tedesche che durava dal 1940. Quindi un contesto particolare. Che cosa ha immaginato questo giovane intellettuale:
    SCENA TESTOAZIONE
    Una scena fissa
    Un testo quasi ‘manifesto’ filosofico sulle relazioni umane
    Un’azione drammatica dialetticamente complessa

NOTA BLOG – La complessità della vita non è riconducibile ai soli rapporti umani anche se questi hanno una notevole influenza sul nostro modo di comportarci. Gli sguardi sono una parte essenziale del linguaggio e trasmettono molto più delle parole. Sta a noi ricondurre il nostro essere alla inesplicabile interazione fra corpo e anima. L’uomo  è forte quando conosce le sue debolezze

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.