Messina -« L’attenzione verso l’altro, la condivisione dei bisogni, … il gusto di vivere insieme – dal “RICAMO” alla … “CUCINA”»

venerdì 19 maggio 2017 – ore 18.00 Chiesa “SS. Annunziata dei Catalani” – Messina

Con due emozionanti brani, iniziale e finale (We shell overcome), eseguiti  dal magnifico Coro Migrantes si è concluso il 5° incontro del II° ciclo Cristianesimo e Islam per una Città plurale – dialoghi di conoscenza e riconoscimento reciproco –

«IL DIALOGO DELLA VITA: ESPERIENZE E BUONE PRASSI»

Lo sforzo comune della Comunità Islamica di Messina e l’Arcidiocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela, ha raggiunto lo scopo iniziale di continuare e consolidare la positiva esperienza del precedente ciclo 2016. Possiamo affermare di aver fatto notevoli progressi nella conoscenza, nel riconoscimento reciproco e nella convivenza pacifica. Tutti gli incontri hanno certificato che la consapevolezza, la comprensione delle reciproche affinità e differenze aiuta a stabilire un clima di maggiore dialogo e serenità per la realizzazione di una Città plurale.
Bravi e autentici costruttori di relazioni di “buon vicinato” i due relatori. Sia la prof.ssa Giusy BROGNA, coordinatrice della rete per il dialogo tra cristiani e musulmani per il Movimento dei Focolari in Italia, sia  il dott. Mustapha BAZTAMI, imam e portavoce della Comunità islamica abruzzese, hanno, ancora una volta, dimostrato che il dato umano è più importante di qualsivoglia norma o protocollo. Quando il dialogo avviene nel solco della vita, dalle relazioni di “buon vicinato”, tra persone aperte a condividere gioie e difficoltà, preoccupazioni umane e speranze, offrendo reciprocamente testimonianza della propria fede, allora tutto è possibile. Hanno portato alla luce uno spaccato di società molto diversa da quella che viene raccontata dai soliti noti.  La realtà è che in Italia ed anche all’estero c’è un nuovo fermento che coinvolge il Sud (vedi Catania). il Centro (vedi l’Abruzzo) e il Nord.  Il prof. Dario TOMASELLO (Centro islamico di Messina), ha svolto con garbo ed incisività il compito di ‘coniugatore dei due bravissimi Relatori.
Prima del finale, abbiamo avuto variegati interventi, tutti tesi a unire per costruire e cementare una vera società accogliente.
In tal senso la richiesta del Diacono Santino Tornesi  di firmare per Cambiare la Bossi Fini  –
Bisogna progredire verso Una Legge per l’INCLUSIONE di TUTTE QUELLE PERSONE CHE HANNO DECISO DI VIVERE E RESTARE NEL NOSTRO PAESE


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.