Messina – «Commemorare Tutti i Caduti, Vittime delle guerre?…si! Festeggiare ancora le vittorie … »

wp-1478038823885.jpgwp-1478454346914.jpgNota Blog – Il prof.re Barbero, senza fronzoli e utilizzando dati certi, ha fatto la cronaca dei massacri che avvenivano giornalmente nelle trincee della 1ª guerra mondiale. Nel 1986 a Brescia mi sono soffermato sgomento dinanzi alla targa della via dedicata … ai ragazzi del ’99 – nati quindi nel 1899. Ragazzi che si affacciavano alla vita …per andare a morire in una buca o per wp-1478454346923.jpg‘conquistare un palmo di accidentato terreno. Era La grande guerra di…posizione. Oggi bisogna superare le divisioni anche nel modo di ricordare gli avvenimenti. Non c’è niente da festeggiare. La guerra, tutte le guerre portano lutti e disastri e all’arricchimento di gente senza scrupoli priva di umanità.

04 Novembre 2016 – Nel Salone delle Bandiere Europee a Palazzo Zanca, si sono intrecciate coinvolgenti esperienze di attualità. La moderatrice Ivana Risitano, nella introduzione del tema dell’incontro, in riferimento alla Costituzione, si è avvalsa delle considerazioni espresse da Raniero La Valle, sulla data e modalità di avvio di questa nuova guerra planetaria. E’ seguito quindi il sentito e accorato intervento di Alfonso Augugliaro, medico cooperante, che ha raccontato del suo recentissimo viaggio in Kurdistan e della tristissima realtà di un popolo a cui viene tolta ogni forma di dignitosa partecipazione. A seguire il lungo e dettagliato intervento di Anna de Liberto componente dell’Istituto Buddista Italiano Sokka Gakkai. Commovente, anche per l’uditorio, la testimonianza di  Elena De Pasquale (Amhed), che aveva preso la parola subito dopo la lettura di una breve ma significativa poesia proclamata da Sergio Foscarini  –  L’esperta giornalista, a causa delle forti emozioni, si è infatti più volte interrotta nel ‘raccontare la tragedia della giovane migrante giunta senza vita nel “nostro splendido suolo”- ai cui Funerali aveva partecipato nel primo pomeriggio – Ritrovata la voce, ha brevemente illustrato la positiva attività ,svolta dall’associazione di cui fa parte, a favore dei migranti.  L’ultimo intervento è stato del Dr. Refaat Mohamed Presidente del Centro Islamico di Messina. (con cui mi scuso per la mancanza del filmato del suo intervento)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.