CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

27Lug/180

Reggio Calabria – PLA «”Anche i pianeti” … eclisse totale di Luna e di Marte in opposizione»

Seconda edizione del Festival Calabrese dell’Astronomia: La lunga notte della Luna

27 luglio 2018 Osservazione dell’eclisse totale di Luna e di Marte in opposizione

Di cotesti effetti veramente io non so altro se non che di tanto in tanto io levo a te la luce del Sole, e a me la tua.” Così Leopardi descrive, nelle Operette Morali, nell’originale dialogo tra la Terra e la Luna quello che si verificherà il giorno 27 prossimo venturo. Il nostro pianeta giocando a rimpiattino con il Sole tira questo brutto tiro alla Luna. In verità durante le eclissi totali il nostro satellite riceve la luce del Sole ma è quella che attraversa l'atmosfera terrestre e viene, principalmente, deviata per rifrazione e raggiunge la Luna che assume una colorazione che può andare dal rosso cupo fino al rosso arancio, passando per altre tonalità fra le quali il bruno e l'azzurro - verde scuro. Questa eclisse sarà contraddistinta dal colore rosso.

La durata delle eclissi totali di Luna in media raggiungono i cento minuti, questa è tre minuti più lunga perché la Luna il giorno 27 si troverà, in prossimità dell’apogeo, nel suo punto più lontano dalla Terra, ed in base alla seconda legge di Keplero si muoverà più lentamente di quanto farebbe se fosse più vicina alla Terra.

Un tempo lunghissimo: secondo la Nasa, solo 4 minuti in meno rispetto all'eclissi lunare più lunga mai verificatasi sulla Terra.

Ma non sarà solo l’eclisse a rendere magica la notte del 27 luglio, sarà anche la presenza nel cielo di ben quattro dei cinque pianeti osservabili ad occhio nudo: Venere, Giove, Saturno, Marte.

Quest’ultimo sarà alla minima distanza del Sole, una condizione ideale di visibilità, la migliore dopo quella storica dell’agosto 2003 si tratta infatti di una “grande opposizione”. Sia Marte che la Luna saranno nella stessa regione di cielo, opposta al Sole, a soli sei gradi di distanza: una splendida coppia in rosso che non capita spesso di ammirare.

In Italia l’evento sarà visibile, condizioni meteo permettendo, quasi nella sua interezza.

La Luna infatti sorgerà pochi minuti prima delle 21.00 già in fase di attraversamento del cono di ombra, la fase di totalità si verificherà tra le 21.30 e le 23.13, mentre il massimo dell’eclissi, ovvero il maggiore oscuramento della Luna, è previsto alle 22.22.

La Luna, dopo l’uscita dalla totalità, attraverserà il cono di penombra per emergerne definitivamente e segnare così la fine dell’eclissi all’1 e 30 della mattina del 28 luglio.

Un evento suggestivo, facile da osservare anche ad occhio nudo dal balcone di casa.

Per consentire, però, la miglior visione di questo fenomeno naturale tanto atteso da appassionati di astronomia e curiosi del cielo, la Sezione Calabria della Società Astronomica Italiana – Planetarium Pythagoras Città Metropolitana di Reggio Calabria ha previsto tre postazioni dislocate sul territorio l’appuntamento è dalle ore 20.00 sul Lungomare Falcomatà - Zona Tempietto; sul Lungomare di Bovalino; nella Piazzetta del Duomo a Stilo. Una serata di osservazione del cielo e dell’evento astronomico sia a occhio nudo che con l’ausilio di telescopi a cura degli esperti Planetario

18Lug/180

CARITÀ E TENEREZZA

《Giovanni XXIII, la sera dell'11 ottobre 1962- quel giorno era iniziato il Concilio Vaticano II - disse, alla gente in piazza S. Pietro, parlando dalla finestra del suo appartamento: 《Quando andrete a casa fate una carezza ai vostri bambini e dite loro: questa è la carezza del Papa. ... 》

Non abbiamo più nel cuore queste parole!

Oggi per essere alla moda pronunciano solo parole di Morte.

14Lug/180

Reggio Calabria – «STELLE D’ESTATE 2018 – ATTIVITÀ E SERATE ASTRONOMICHE A CURA DEL PLANETARIUM PYTHAGORAS»

14Lug/180

Reggio Calabria – «Tre film pluripremiati; tre affreschi che omaggiano “l’Arte Napoletana”»

Il FESTIVAL DEL CINEMA MEDITERRANEO "VERSO SUD" - 2018
presso l'Arena "Alberto Neri" - Via Marina Catona - R.C.
apre la sua IX edizione: tre film con Napoli protagonista

AMMORE E MALAVITA - Domenica 15 luglio
Regia: Antonio Manetti, Marco Manetti. Interpreti: Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso, Raiz, Franco Ricciardi, Antonio Buonomo. Italia, 2017. D.134'.
Don Vincenzo Strozzalone è un boss della camorra, soprannominato "il re del pesce". Dopo essersi salvato da un attentato, su consiglio della moglie appassionata di cinema, escogita un espediente per cambiare "vita". Un musical vincitore di 5 David di Donatello.
LA TENEREZZA - Mercoledì 18 luglio
Regia: Gianni Amelio. Interpreti: Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, Greta Scacchi, Renato Carpentieri, Giuseppe Zeno, Maria Nazionale. Italia, 2017. D. 103'.
Ritratto di due famiglie in una Napoli inedita, lontana dalle periferie, una città borghese dove il benessere può mutarsi in tragedia. David di Donatello come migliore attore protagonista a Renato Carpentieri che ha affermato: "La tenerezza è una virtù rivoluzionaria".
LA PARRUCCHIERA - Sabato 21 luglio
Regia: Stefano Incerti. Interpreti: Pina Turco, Massimiliano Gallo, Cristina Donadio, Tony Tammaro, Arturo Muselli, Lucianna De Falco, Alessandra Borgia. Italia 2017. Durata: 108'.
Una donna, molestata dal datore di lavoro, decide di mettersi in proprio e aprire un salone di parrucchiera nei quartieri spagnoli. Una commedia che si ispira al primo Almodovar e che mette in scena una Napoli la cui capacità di resistenza si basa sulla solidarietà femminile.

11Lug/180

Reggio Calabria – «La bellezza ideale non è un valore assoluto… – Siamo ancora capaci di “vedere” la bellezza,… »

7Lug/180

Messina – 《Forti e pazienti esprimiamo coralmente in umiltà i valori della solidarietà intensa e leale… 》

4Lug/180

Messina – «Nell’oscurità di questi tempi … “un sole sorge dall’alto” … splende, illumina e si fa compagno degli ultimi …»


Questo slideshow richiede JavaScript.

2Lug/180

Messina – 《La pienezza del Sacerdozio per servire meglio lo Straniero, l’orfano e la Vedova 》

2Lug/180

Reggio Calabria – Catona -Estate Festival – « “Il rapporto tra i film e le canzoni attraversa tutta la storia del cinema italiano,…” »

Il rapporto tra i film e le canzoni attraversa tutta la storia del cinema italiano, fino a costituire. talvolta, l'essenza stessa del racconto cinematografico. Fin dalla metà del secolo scorso si e affermato un filone legato alla tradizione melodrammatica, attraverso Fuso di cantanti lirici, che si trasformavano in attori, spesso un pò goffi ma popolarissimi. Nello stesso tempo si affermava la commedia borghese, più o meno sofisticata, in cui cominciavano a cimentarsi, come cantanti, gli stessi divi. Anche nei "musicarelli" degli anni "60 come nel successivo cinema d'autore, l'uso testuale" della canzone ha messo definitivamente in chiaro quanto importante sia la musica come elemento costitutivo della narrazione fìlmica. È la musica il filo conduttore che lega molte delle storie in programma nella nona edizione del Festival del Cinema Mediterraneo "Verso Sud" che si svolge ogni estate a Catona teatro. con lo scopo di esplorare territori fisici e mentali del nostro meridione, di far sognare, sorridere e riflettere, soffermandosi anche su importanti questioni sociali e ambientali. Da Ammore e malavita. che apre la rassegna, vera e propria commedia musicale dove le canzoni costruiscono una macchina perfetta che prende origine proprio dalla tradizione tutta napoletana della sceneggiata, ai film La porrucchiera. A casa tutti bene. Chi m'ha visto. Tano da morire: opere in cui i brani musicali, pur esplorando generi e stili differenti, sono tutti funzionali alla trama e anzi, raggiungono la perfezione proprio quando si sostituiscono all'azione, raccontando non solo gli stati d'animo e i sentimenti dei personaggi, ma anche i risvolti narrativi.

Un ideale itinerario musicale verso Sud per riscoprire il fascino e la storia delle regioni del Mezzogiorno d'Italia attraverso il medium cinematografico che conferma in questo modo la sua centralità nel ridisegnare, rafforzare e ricostruire le identità dei luoghi e di incidere nell'immaginario collettivo.
Direzione Artistica Nicola PetrolinoDirezione Organizzativa Lillo Chilà

Questo slideshow richiede JavaScript.