CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

30Set/160

Messina – La Scuola – La Cultura – Le Arti : BALUARDO DI LIBERTÀ 

COMUNICATO STAMPA
Martedì 4 ottobre 2016, alle ore 11.00, presso la Cappella S. Maria all’Arcivescovado (via Primo Settembre, 119 - Messina), si terrà la presentazione del progetto teatrale “Nostra Signora Libertà” ideato e diretto da Angelo Campolo per la compagnia “DAF - Teatro dell’Esatta  Fantasia”, promosso con la Caritas e l’Ufficio Migrantes dell’Arcidiocesi di Messina Lipari S. Lucia del Mela.
Il progetto artistico prevede la realizzazione di spettacoli, di laboratori e di un ciclo di incontri con italiani e giovani migranti “minori non accompagnati” ospiti del Centro di seconda accoglienza
istituito presso la Casa delle Suore “Figlie del Divino Zelo” di Faro superiore - Messina.
Alla presentazione, assieme ad Angelo CAMPOLO, prenderanno parte don Giuseppe BRANCATO, direttore  della Caritas diocesana, e il diacono Santino TORNESI, direttore dell’Ufficio diocesano Migrantes.

 

 

 

Per informazioni:
Angelo CAMPOLO - 349.4279985
a.campolo@associazionedaf.it
Chiara PISTORINO - 347.5029350
cdacaritas@diocesimessina.it
diac. Santino TORNESI  migrantes.me@alice.it

Presentazione degli spettacoli, i laboratori, i temi scelti per questo nuovo percorso di ricerca e i prossimi appuntamenti nelle altre città.

29Set/160

Reggio Calabria – “XI Notte Europea dei ricercatori al Planetarium “

wp-1475174417197.jpgVenerdi 30 settembre 2016 Dalle 9.00 alle 13.00
Il Sole: osservazione con gli strumenti - Studio dei fenomeni solari
Spettroscopia solare - Giochi di luce per bambini
Proiezione di video tematici - Visita guidata sotto la cupola
Proiezione con il Planetario digitale - Diretta streaming fine MISSIONE ESA "ROSETTA"

Dalle 18.00 alle 24.00
Pianeti e Stelle: osservazione del cielo con gli strumenti - Spettroscopia stellare
Proiezione di video tematici - Il Cielo spiegato ai bambini, tra mito e scienza
Visita guidata sotto la cupola - Proiezione con il Planetario digitale

La Notte dei Ricercatori è un'iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei.
L'obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti.
L'Italia ha aderito da subito all'iniziativa europea con una molteplici...tà di progetti che ne fanno tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio. Il Planetario, nel suo piccolo, è impegnato nel campo della didattica, formazione e divulgazione per diffondere l’innovazione scientifica nella scuola, incrementare la qualità dell’insegnamento scientifico ed aumentarne la sensibilità. Il percorso formativo, infatti, non si limita a quanto sviluppato nelle aule scolastiche ma, sempre più, gli studiosi suggeriscono di utilizzare l’innata capacità educativa dei Planetari e dei Musei scientifici in generale: si parla di didattica non formale. Ed allora, se è vero che nell’accezione comune fare ricerca sottintende l’utilizzo di laboratori è pur vero che non si può non riconoscere che la scuola è un soggetto permanente di ricerca didattica. L’adesione alla “Notte Europea dei Ricercatori” rappresenta un segno di attenzione verso tutta la ricerca italiana, a cui il Planetario ha dato un contributo con i tanti ricercatori e docenti che si sono formati all’interno del suo vivaio. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

 Partecipazione libera. - Non c'è bisogno di prenotare.- Vi aspettiamo come sempre numerosi.  Cordialmente La Segreteria del Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria 

-----------------------------------------------------------------------------------------------

Planetarium Pythagoras - Via Salita Zerbi,1- Parco Mirella Carbone - Reggio Calabria

 Per info e per prenotazioni di visite al Planetario per gruppi organizzati e scolaresche:

Segreteria Planetario tel\fax: 0965 324668 - Rosario Borrello 329 4464386 - Carmelo Nucera 347 5033262 - Marica Canonico: 328 9341475

 Email: planetario.rc@gmail.com - planetario.rc@virgilio.it - Sito: http://www.planetariumpythagoras.com/-Pagine facebook:

https://www.facebook.com/pages/Planetario-Pythagoras-di-Reggio-Calabria/124593567563659

https://www.facebook.com/groups/52592307791/?fref=ts0 - Contatto Twitter: https://twitter.com/PlanetarioRC - Contatto Skype: Planetario Pythagoras di Reggio C.

26Set/160

Reggio Calabria – «Il Planetario Pythagoras saluta … il Colonnello … amico delle Stelle»

SONY DSC

Nel momento in cui il Colonnello Lorenzo Falferi lascia il Comando provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria io ed i giovani del Planetario provinciale di Reggio Calabria ci uniamo ai saluti ed ai ringraziamenti della città.
Siamo riconoscenti al Colonnello per il prezioso lavoro svolto, con grande sensibilità, generosità e profondo senso di appartenenza all’Istituzione che rappresenta.
Abbiamo avuto il privilegio di averlo amico, amico delle Stelle, perché il Colonnello è un grande conoscitore del Cielo. Appassionato di astronomia, il Colonnello Falferi ci ha sempre spronati ad andare avanti e a non demordere, pur di fronte alle tante difficoltà che gli abbiamo confidato.
Noi la porteremo nel cuore, grazie. Ad maiora Colonnello Lorenzo Falferi.
2014_10_20_PLA-ReggioScienza-LOGOAngela MisianoResponsabile scientifico del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria

24Set/160

Messina – LAP «Non una semplice pulizia ma … gesto universale di accoglienza»

2016_09_24-lap-rotonda_martiri-puliamomondoimg_0100
Nota Blog - Arrivato alla "Rotonda", dopo aver salutato i più vicini Legambientisti GiovanniMimmo mi porto, con la Kodak accesa, sulle tracce del'ing. Enzo Colavecchio, interrompendone l'attività di pulitore. Gentilmente, come sempre, risponde alle domande, anzi riesce a coinvolgere anche un rappresentante della Comunità F.A.R.O. Poi vado a salutare anche Aldo e Angelo, parlo della veduta del ... continente (monti e costa tra Villa e Reggio), penso di aver filmato tutto ... invece mi sono ritrovato con il solo titolo della cartella Kodak.

img_010120151024_100243_001Il presidente, di Lega Ambiente dei Peloritani, ha voluto sottolineare  il valore di questa giornata, dandole uno spessore ed un rilievo particolare. Non si è trattato solo di una ripulitura della Rotatoria, ma di un gesto di accoglienza a carattere universale che annulla tutte le differenze e le distanze sia tra gli uomini sia tra gli uomini e la natura. L'altro specifico aspetto riguarda l'attenzione per il decoro della città, in quanto a breve, Viale Giostra diverrà l'arteria principale per accedere all'autostrada in direzione Palermo, stante la prossima chiusura dello svincolo di Boccetta. In tal modo i molti automobilisti che transiteranno, avranno modo di vedere oltre le Enzo Colavecchiocasupole e le baracche  una ... verde Rotonda.

img_0102img_0103Altro argomento affrontato è quello del risanamento della vicina area in cui si insiste una preziosa zona archeologica.

22Set/160

Messina – LAP «Collaborare a tenere pulita la città e fare memoria delle Vittime e dei Martiri della mafia e segno di autentica CIVILTA’»

2016_09_24-lap-rotonda_martiri-puliamomondo

20Set/160

Reggio Calabria – «Il Planetario Pythagoras ci invita ad ammirare…le Aurore Boreali»

locandina-equinozio-autunno-2016

17Set/160

Messina – «Oltre il quesito referendario. Gli intrecci partono da lontano e operano … mondialmente»

wp-1473968752334.jpgvenerdì 16 settembre 2016Salone delle Bandiere Europee - Messina

img_0096« Le ragioni di un NO »

Raniero La Valle 

Un evento degno dell'ovazione finale intensa e nello stesso tempo misurata. La nostra storia raccontata con dati di fatto. Uno sguardo proteso ad una visione globale che interessa  tutta l'Umanità. Consapevolezza della debolezza e dei limiti della politica e dei suoi menestrelli.  Su Rocca avevo già letto molti suoi articoli dedicati all'argomento, ma ascoltare dal vivo un delicato distinto signore che con voce ferma, calma, senza toni apocalittici, sbugiarda le grandi menzogne internazionali e quelle di casa nostra, a partire dal 26 novembre 1991...fa un piacevole effetto.

img_0093img_0094Avvio con un minuto di silenzio per le Vittime del terremoto, chiesto all'uditorio dalla moderatrice Patrizia Caminiti, che ha dato in successione la parola al prof. Nino Mantineo (CdN), al prof. Federico Martino, prima del relatore La Valle. Dopo il suo magistrale intervento quasi tutti si sono accodati, tranne, i soliti noti, quelli che amano ... la passerella. Le conclusioni finali sono state demandate al  dr. Vincenzo Calò (ANPI), che per quanto ho potuto registrare ha fatto un intervento efficace e misurato.


Questo slideshow richiede JavaScript.

15Set/160

Messina – “Conoscere, approfondire per scegliere in libertà “

10Set/160

Messina – Caritas Diocesana -《Adriano Sella: “Nuovi stili di vita”

​Ritorna Adriano Sella ... un "perseverante". Una persona che ha fiducia nell'uomo e nella politica dei piccoli passi. 

7Set/160

09.09 serata astronomica speciale al Planetario16.09 serata astronomica  ad Arghillà

6Set/161

Enna – SAE Sicilia Calabria -«Un ‘evento di cultura ecumenica, comunitaria e solidale nel capoluogo più alto d’Italia»

2016_09_03-SAE-ENNA

E' straordinario come tutti i tasselli, come per incanto, si dispongano al loro posto per formare un policromo di umanità, di partecipazione, di fede e spiritualità. I convenuti formali erano i Gruppi SAE di Messina, Palermo, Reggio Calabria, Cefalù, Gela, Calascibetta e Piazza Armerina 'chiamati e accolti dal Gruppo di Enna capitanato da Fenisia Mirabella nei locali dell'Oasi francescana di Pergusa.  Sabato 3 settembre 2016, donne, uomini, sacerdoti, pastori, pastore, diaconi e giovani (presentazione di Fenisia) si sono ritrovati per iniziare, tutti insieme, le attività di un nuovo anno di impegno, ascoltando la teologa Antonietta Potente sul tema:

«Osare passi nuovi nel praticare il dialogo ecumenico e interreligioso»

2016_09_03-SAE-ENNA

Stile personale. Autentica nel suo linguaggio senza fronzoli ed effetti speciali. Minuta, con occhi penetranti da cui traspare l'ammirata presenza di uno spirito di continua ricerca. Questa forza interiore è frutto della conoscenza intima e profonda della Parola. Nulla è lasciato al caso. Imperturbabile anche nelle risposte da dare a quesiti o domande fatte per evidenziare prevalentemente le differenze. E' evidente da che parte sta. Ma le sue riflessioni convincono, ancor più, per la forza di stimolo della parte migliore di ogni uomo. Di quella legge scritta nei cuori che non può limitarsi agli aspetti esteriori formalistici, ma che cambia il nostro modo di essere nel mondo, in ascolto costante di ogni brezza leggera, senza dimenticarsi di porre mano all'aratro e poi non voltarsi indietro. Non dobbiamo avere 'morti da seppellire, genitori e parenti da salutare. Riconoscere che le divisioni, specie nel mondo cristiano, nascono, in tutti i secoli, per interessi politici di potere di 'poveri uomini. Salutare

2016_09_03-SAE-ENNA

il punto di vista sulla creazione non vista come oggetto ma come Soggetto di relazione con Dio. Dalla breve scheda di presentazione, (al termine del post) si può desumere la grandezza dell'impegno morale spirituale della Teologa e quello altrettanto importante della condivisione di vita con i campesinos della Bolivia.

I gruppi hanno poi condiviso le esperienze di dialogo nelle diverse realtà dei partecipanti.

In questo contesto culturale si è incastonato lo spazio ecologico In cammino sulla Via sacra  - dal Castello di Lombardia alla Grotta dei santi.  La presentazione è stata curata dall'architetto Gianni Trapani e da due giovani e bravissimi Scout

  • Nata a Loano nel 1958 Anonietta Potente fa parte della Unione delle Domenicane di S. T. D'Aquino. Ha conseguito il dottorato in Teologia morale a Roma con la tesi : La Diakonia: cooperazione della storia alla riconciliazione compiuta da Dio. Ha insegnato all'Angelicum di Roma e alla Facoltà Teologica dell'Italia centrale a Firenze. Dal 1994 vive in Bolivia abitando insieme a dei campesinos. Sostiene il cambiamento socio-politico e costituente di Evo Morales. Attualmente collabora con l'Istituto ecumenico di teologia andina di La Paz. Il suo pensiero si sviluppa verso un ripensamento del fare teologia a partire dalla riflessione ecologia e di genere.


    Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

4Set/160

Messina – «Patto Territoriale per Fondo Fucile e Villaggio Aldisio teso allo sviluppo di Comunità, Welfare e Coesione Sociale»

IMG_0831PROLOGO - Dall'incontro (organizzato dal GOZ) del 26 aprile con la d.ssa Nina Santisi (Assessore alle politiche sociali) è iniziato un cammino coinvolgente Agenzie sociali, Enti territoriali e singole partecipazioni (12 e 28 maggio 17 e 23 giugno 01-07-18-29 luglio), che hanno portato ad individuare tre obiettivi di possibile intervento: Dispersione scolastica - 0_6 anni - Risanamento.

Nell'ambito dei temi proposti e condivisi dalle Agenzie sociali aderenti al Patto Territoriale, il Gruppo zero-sei anni (0-6) nell'incontro del 1 settembre 2016, nei locali dell'oratorio S. Luigi Guanella, ha delineato, insieme alle componenti territoriali, il percorso della fase di avvio del progetto:

20160901_174232-Gruppo-0_6«Crescendo in bellezza»

 - nutrizione, salute, educazione, ambiente sano -

 “sono le capacità basiche che danno valore alla vita umana” -

Amartya Sen  Premio Nobel per l’economia nel 1998 )

E' toccato al pediatra Sergio Conti Nibali, coadiuvato dalla collega Natalia Camarda, mettere in luce come lo sviluppo infantile precoce sia un fattore fondamentale di sviluppo umano: i programmi che si occupano dei bisogni di base dei bambini come la salute, la nutrizione, lo sviluppo emotivo, intellettuale e sociale, favoriscono lo sviluppo delle capacità del bambino e influiscono sulla sua vita da adulto. In particolare, questi programmi possono cambiare il destino di bambini deprivati delle opportunità di crescita e sviluppo che altri più fortunati posseggono.

Tutti noi possiamo aiutare i bimbi, specialmente nei primi due anni di vita, a migliorare il patrimonio genetico con buoni stimoli ambientali che aiutino l'apprendimento che raggiunge il suo apice a 3 anni (quando il cervello è di 2,5 volte più attivo di quello dell’adulto) e dura all’incirca per la  prima decade di vita.

Ecco quindi la necessità e l'opportunità, per noi adulti, di conoscere ed  applicare le modalità più opportune per favorire l'apprendimento con una circolarità che veda coinvolte tutte le componenti: famiglia, scuola e altri ambienti di relazione.

Spazio quindi alla formazione di formatori naturali che costituiscono una comunità interattiva ed accogliente.

 

 

4Set/160

Reggio Calabria – «L’idealità del difensore di miseri e indifesi… SAN GIORGIO»

2016_09_05-VersoSud-S_GIORGIO