CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Feb/160

Messina – «Come si può rappresentare il Divino?- ” Significato di fede dell’ICONA nel tempo dell’Uomo”»

2016_02_24-VillaPace-VillaPace-SegniColoriMisteroDioIMG_018024 febbraio 2016 - Villa Pace - Ancora una volta siamo rimasti colpiti dalla ricchezza delle testimonianze e professionalità della dott.ssa Alexandra Voienko specialista cultrice relatrice sugli "Archetipi iconografici della Scuola Russa" e della Iconografa Lia Galdiolo "L'Icona nel tempo dell'uomo" che ha comunicato molto di se nell'esperienza di fede intimamente connessa al dono ricevuto di poter rappresentare, non 'dipingere, le Icone.

Prima di iniziare, il prof.re Giovanni Caola ha rivolto il saluto di benvenuto al qualificato uditorio e ringraziato il coordinamento del Centro Europeo di Mito e Simbolo e l'Associazione Messina Russia per il fattivo apporto per la preparazione dell'incontro, dando poi la parola per l'introduzione a padre Alessio Mandanikiota..

Padre Alessio ha, con sagace umiltà, acclarato le qualità delle Relatrici, ponendosi su di un piano di attento ascolto ed evidenziando le notevoli differenze tra le due sensibilità esistenti tra oriente ed occidente. Significativo di questo diverso approccio la dizione orientale di "SS. Madre di Dio" riferita a Maria madre di Gesù. Ha poi ancora sottolineato che se non si opera nell'ambito della Fede diventa incomprensibile poter penetrare nel IMG_0193IMG_0196mistero della rappresentazione del Divino. I filmati riferiscono il sonoro mentre le immagini spesso ripetute ci sorprendono per la bellezza e il duro lavoro di preparazione e di rifinitura che sta alla base della nascita di ogni Icona. Il "Santo Volto" è l'origine di tutte le Icone. "La Donna vestita di Sole. La SS. Trinità nel Nuovo ed Antico Testamento. Le Icone dei Santi. Tutto illuminato dall'interno, con l'ossatura formata da quadrati, triangoli, cerchi ed altre figure geometriche dotate di simmetria. Un vero capolavoro che unisce ingegno cuore e preghiera.L'Icona del "Santo Volto" ha dato il suo valido apporto in episodi di Ecumenismo che ha visto anche protagonisti Papa Giovanni Paolo II (2004) e Papa Francesco (2016).


IMG_0224

Questo slideshow richiede JavaScript.

29Feb/160

Messina – «La ricerca bibliografica – La Citazione bibliografica – La Storia e la Funzione della Biblioteca nel tempo attuale»

Lezioni_Biblioteconomia_Sestini_3.

28Feb/160

Reggio Calabria – «…Il fenomeno naturale unico dello spiaggiamento della fauna abissale dell’Area dello Stretto»

2-2014_11_25-PLA-Memoria_OLGA-PLAPlanetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria - Per il ciclo di conferenze di Marzo 

"Astronomia... non solo astronomia 2016"

Martedì 1 marzo 2016, ore 21,00

1ª Conferenza e presentazione dell’evento naturale nell’Area dello Stretto di Skylla e Cariddi:

Spiaggia degli Abissi Cannitello"Abyss Day: il Giorno degli Abissi"

 Relatore: Prof. Angelo Vazzana  - Responsabile dell’ Associazione Museo di Biologia Marina e Paleontologia di Reggio Calabria

L’argomento riguarda il fenomeno dello spiaggiamento della fauna abissale dell’Area dello Stretto: fenomeno naturale unico che si intensifica prevalentemente in momenti determinati per cui si è promosso di dedicare una giornata: quella dell’Abyss Day (già attuate nel 2014 e nel 2015) che coincide con la giornata del novilunio che cade intorno alla metà del mese di Marzo di ogni anno, mentre per l’anno 2016 la giornata degli abissi è prevista nel Il gorgo Cariddinovilunio del 9 Marzo 2016 nella prima mattinata presso le spiagge tra Punta Pezzo e Cannitello a nord del porto di Villa San Giovanni in Calabria.

Comunicato StampaL’argomento riguarda < Il fenomeno dello spiaggiamento della fauna abissale dell’Area dello Stretto >: fenomeno naturale unico che si intensifica prevalentemente in momenti determinati per cui si è promosso di dedicare una giornata: quella dell’Abyss Day (già attuate nel 2014 e nel 2015) che coincide con la giornata del novilunio che cade intorno alla metà del mese di Marzo di ogni anno, mentre per l’anno 2016 la giornata degli abissi è prevista nel novilunio del 9 Marzo 2016 nella prima mattinata presso le spiagge tra Punta Pezzo e Cannitello a nord del porto di Villa San Giovanni in Calabria. Le varie componenti che determinano questo evento naturale esclusivamente in quest’area (cicli riproduttivi di faune marine atlantiche, fotoperiodo o solarità più breve; stagionalità meno luminosa, mancanza di chiarore VelellaCannitello15x10notturno, maggiore forza del flusso delle correnti marine, presenza di moto ondoso favorevole o meno, cambiamenti climatici, praticabilità e impegno della fascia costiera) permettono agli studiosi di avere in estemporanea una visione e una conoscenza degli abissi del nostro mare senza andare ad esplorare con batiscafi o ROV le alte profondità. Questa fauna abissale comprende diverse specie di pesci dall’aspetto mostruoso o non consueto: il pesce ascia d’argento o pesce accètta (Argyropelecus hemigymnus) che ha la forma di una piccola àscia dai riflessi argentati, sul suo corpo sono evidenti le cellule fotofore o fotofori che producono una luminosità propria conformata alla sagoma del corpo e necessaria negli ambienti oscuri degli abissi. Altre caratteristiche di questa specie sono l’organo della vista costituito non da un occhio con la pupilla come nei pesci degli ambienti litorali e illuminati, ma da una piccola lente sferica che amplifica la debole luminosità prodotta dal fotoforo sottostante ad essa. Caratteristica è la forma della bocca piuttosto ampia, rispetto alle dimensioni del pesce, e dai denti alti e sottili utili ad ingabbiare le difficili prede nell’oscuro mondo delle profondità marine.

2013_08_14-VSG-PIALE-16CenaRioni

Il pesce drago di mare (Chauliodus skyllae) dal corpo allungato e scuro quasi nero argentato sottolineato dai numerosi fotofori, è noto per la propria strategia predatoria affidata alle larghe fauci che si aprono come quella di un serpente terrestre, ha una serie di lunghi affilati sottili denti posti al di fuori delle fauci stesse. Usa un lungo filamento, prolungamento di un raggio della pinna dorsale, sempre luminescente, che agita davanti alla bocca come una canna da pesca per attirare altri pesci.

Il pesce vipera di mare (Stomias boa) molto simile al precedente nella forma del corpo che è scuro, allungato con file di fotofori, porta sotto il mento un corto bargiglio con all’estremità il fotoforo luminescente che usa come esca per le sue prede che possono essere più grandi dello stesso corpo di questo pesce.

Il pesce batofilo nero (Batophilus nigerrimus), dal corpo scuro e allungato per 10 – 15 cm, ha il filamento col fotoforo sotto la bocca.

Il gruppo dei diversi pesci Mictofidi o pesci lanterna per la presenza sul loro corpo dei fotofori sono genericamente denominati dai pescatori diavulicchi per il loro luccicare quando di notte risalgono dalle profondità in superficie, ma molte altre specie si ritrovano sulla Spiaggia degli Abissi.

2013_08_14-VSG-PIALE--STRETTO_MESSINA

Dalle profondità del Mediterraneo, con il trasporto della corrente marina, arriva spiaggiando, il plancton costituito da gamberetti, larve di crostacei, idrozoi, e altri gruppi di invertebrati marini che nell’insieme vanno a costituire il krill cioè il secondo livello della catena alimentare marina, fonte di nutrimento degli organismi più grandi, dai coralli ai piccoli pesci. Tale fenomeno naturale è collegato alle forti correnti marine di questo periodo che riflettono i movimenti planetari, in particolare la rotazione della Terra e l’attrazione della Luna sui mari.

A tale fenomeno è conseguente quello della Spiaggia Blu: le forti correnti concentrano su questa Spiaggia degli Abissi le “barchette di San Pietro” di un colore blu intenso che per la loro numerosissima presenza coprono buona parte della fascia costiera tra Punta Pezzo e Cannitello.

Il nome scientifico di questi organismi pelagici simili alle meduse è Velella velella perché hanno la forma di una piccola vela e interagiscono con un mollusco pelagico (Janthina pallida) in modo singolare. Questi fenomeni naturali (le correnti, un pesce abissale, e le barchette di San Pietro), hanno ispirato la rappresentazione di Miti e sono storicamente (VI sec. a.C.), in forma allegorica, descritti già nell’opera poemica dell’Odissea (libro XII).

Il programma nel giorno dell’ Abyss Day 9 Marzo 2016, prevede:

2013_08_14-VSG-PIALE-16CenaRioni

Collocazione di due Targhe: 1a) Targa Cannitello <La Spiaggia degli Abissi>;  2a) Targa Punta Pezzo <Il Mito di Cariddi> a cura dell’Amm. Comune di Villa San Giovanni e dell’ Assess. con delega al Turismo Dr. Giovanni Siclari;

H 8,00 – 9,00: escursione estemporanea sulla Spiaggia degli Abissi di Pezzo-Cannitello per l’osservazione dell’evento naturale “Abyss Day 2016”: lo spiaggiamento della Biodiversità marina abissale dell’Area dello Stretto (partecipazione libera; prevista da parte dei soci TCI, rappresentanti Ass., studenti);

H 9,00 – 10,00: raduno presso la chiesa di Cannitello – Commenti all’escursione e compendio esplicativo all’ Abyss Day guidato dal dr. Angelo Vazzana;

H 10,00 – 11,00: Conferenza <Valorizzazione turistica-naturalistica della Spiaggia degli Abissi> con intervento e presentazione multimediale del dr. Angelo Vazzana; interventi programmati dei rappresentanti dell’Amm. Comune di Villa San Giovanni e del delegato territoriale del TCI – RC;

H 11,00 – 11,30: passeggiata lungomare e raduno presso la chiesa di Pezzo-Faro per assistere alla visione delle più spettacolari manifestazioni delle correnti dello Stretto di Skylla e Cariddi.

Analoga manifestazione del 9 marzo 2016 è stata suggerita e prevista a Messina-Ganzirri a cura dello Assess. alla Cultura del Comune di Messina ( prof. Tonino Perna ).

In allegati 3 foto Reggio Calabria 26 / 2 / 2016 

Info Museo di Biologia Marina e Paleontologia di Reggio Calabria - Percorso museale
Le collezioni scientifiche di Biologia marina e di Paleontologia o fossili custodite nel museo sono frutto di ricerche storico – scientifiche effettuate in oltre 30 anni di attività di Angelo Vazzana (Biologo - Medico - Paleontologo - Istruttore Scientifico subacqueo - fotovideoperatore naturalista).La raccolta documenta la storia della vita animale e vegetale del passato e di oggi , in particolare quella del territorio (fossili) e dell'ambiente marino.

28Feb/160

Reggio Calabria – «…è verosimile rendere possibili viaggi intergalattici che superino i limiti temporali attuali?»

Intestellar-01Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria - Per il ciclo di conferenze di Marzo 

"Astronomia... non solo astronomia 2016"

Venerdì 4 marzo 2016, ore 20,30

2ª Conferenza :

"L'astrofisica di "Interstellar": 2-2014_11_25-PLA-Memoria_OLGA-PLAviaggi intergalattici, buchi neri e altre singolarità"

Relatore: Dott. Vincenzo Antonuccio - (INAF - Osservatorio Astrofisico di Catania)

Intestellar-02La vicenda descritta nel recente film "Interstellar" è stata scritta con il contributo decisivo di uno dei più grandi esperti viventi di Buchi Neri, il prof. Kip Thorne.
L'idea di sfruttare singolarità dello spazio-tempo del nostro Universo, quali wormholes e Buchi Neri, per rendere possibili viaggi intergalattici che superino i limiti temporali attuali è verosimile e il film la descrive in maniera narrativamente avvincente.
Nella presentazione il Relatore mostrerà e commenterà alcuni estratti dal film e spiegherà perché lo scenario descritto è fisicamente verosimile.

24Feb/160

Messina – LAP -«Alla riscoperta della nostra amata città – MOSTRA ARCHEOLOGICA “Da Zancle a Messina”

2016_02_27-LAP-locandina villa pace

24Feb/160

Reggio Calabria – «Il regista Ettore Scola sottolinea nel film “gli effetti psicolo­gici di una passione estrema sui due protagonisti e il tema degli opposti …»

UTE-Passione_DAmore-Ettore_Scola

NOTA - L'argomento sembra preso dalla stretta cronaca dei nostri giorni.

24Feb/160

Reggio Calabria – «Pochi uomini decidono la pace o la guerra ma… “il flusso della storia è determinato poi dall’umanità”»

UTE-LocandinaFilm-Passione_DAmore-Ettore_Scola

22Feb/160

Messina – LIBERA ITALIA LIBERA MESSINA -«… Mi basta sapere da che parte stai! (Don Tonino Bello)

Don Luigi Ciotti "Quest'anno la Giornata della Memoria e dell'Impegno avrà come città centrale Messina...(12/12/2015-Palacultura_31°Graziella Campagna)

21 marzo 2016 - Primo giorno di primavera 2016

 Messina città centrale della

«XXI Giornata della Memoria e dell'Impegno» 

“Ponti di memoria, Luoghi di impegno”

Comunicato ufficiale 
La Giunta municipale, riunitasi ieri nel salone parrocchiale della chiesa di Mili Marina, nella prima Circoscrizione, ed aperta al Consiglio della prima Circoscrizione e ai cittadini, presieduta dal sindaco, Renato Accorinti, ha deliberato la compartecipazione e il patrocinio del comune di Messina alla XXI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, dal titolo “Ponti di memoria, Luoghi di impegno”, promossa dall'Associazione Libera e che si terrà a Messina il prossimo 21 marzo; di istituire ogni anno nella medesima data a Messina la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie, quale impegno dell’Amministrazione comunale nel condividere le azioni della legalità, per sostenere ed essere solidali con tutte le famiglie, che hanno subito violenza mafiosa e con tutti quegli uomini e quelle donne, che sono quotidianamente esposti sul fronte antimafia.
L’evento, fortemente voluto dal sindaco Accorinti, sarà ripreso dalle telecamere dei principali network nazionali e vi parteciperanno circa cinquecento familiari di vittime di mafia. Il programma, che ancora è in via di definizione, prevede tra l’altro la lettura a mezzogiorno di oltre mille nominativi di vittime di mafia.
L’Associazione Libera, presieduta da Don Ciotti, considera Messina una città unica, in quanto unisce attraverso le acque del Mediterraneo, l’Africa all'Europa, ovvero “Un Ponte di Memoria” quale unico ponte possibile considerandolo anche passaggio ed unione da cui partire il prossimo 21 marzo per costruire una grande opera sociale e corale, che unisca la memoria di tutte le vittime innocenti delle mafie per congiungersi nei novecento luoghi che in tutta Italia affermeranno questo messaggio.
L’Esecutivo ha poi approvato lo schema di regolamento relativo all'attuazione di politiche antimafia – misure di contrasto alla corruzione, al gioco d’azzardo, al racket e sostegno alle imprese che denunciano. Si tratta in assoluto del primo regolamento in materia di antimafia e alla sua stesura, attraverso lo svolgimento di tavoli tecnici, confronti e riunioni, hanno contribuito a realizzarlo le Associazioni Libera Messina, AddioPizzo Messina, Avviso Pubblico, Agende Rosse Messina, Fondazione Antiusura Padre Pino Puglisi e il Gruppo tematico antimafia di CMB.

20Feb/160

Messina – «Per una Città che sappia dialogare e riconoscere l’eticità di ciascun cittadino»

2016_02_25-Arcivescovado-2°-Cristianesimo_Islam

19Feb/160

Reggio Calabria – «L’inquinamento luminoso dei nostri cieli e i vantaggi di una illuminazione responsabile»

Reggio_PlanetarioVenerdì 19 Febbraio 2016 dalle 19.00 alle 23.00 il Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria

“M’illumino di meno… per riveder le stelle”

“M’illumino di meno… per riveder le stelle”. Con questo spirito il Comune e la Provincia di Reggio Calabria aderiscono all’iniziativa nazionale: “M’illumino di meno”.
Lo scopo principale di questa iniziativa è proprio quello di richiamare l'attenzione sull’inquinamento luminoso dei nostri cieli e sui vantaggi di una illuminazione responsabile.
Se illuminassimo le nostre città, evitando sprechi e puntando le luci solo verso il terreno, là dove servono, non solo risparmieremmo energia, ma potremmo recuperare, almeno in parte, la visione del cielo notturno e delle stelle.
2014_07_21-PLA-XIX_ScuolaEstiva-014Un Cielo, oggi, sempre più sconosciuto e reso inaccessibile sia dai ritmi assillanti della vita moderna che lasciano sempre meno spazio alla contemplazione, sia dall’inquinamento luminoso prodotto da una insensata illuminazione dei grandi agglomerati urbani.
È un cielo che gli scienziati conoscono sempre meglio e che invece la popolazione va dimenticando, pur essendo l’osservazione del cielo notturno la più facile e la più affascinante esperienza scientifica: un cielo stellato in una notte buia dà veramente la sensazione dell’infinito.
Per questi motivi approfittando del fatto che, da 12 anni, la trasmissione radiofonica di RAI RADIO2 Caterpillar promuove la Giornata dedicata al risparmio energetico: “M’illumino di meno”, l’Istituto Nazionale di Astrofisica, la Società Astronomica Italiana, l’Agenzia Spaziale Italiana vogliono richiamare l’attenzione sull’inquinamento luminoso dei nostri cieli e sui vantaggi di una illuminazione consapevole.
2014_03_08-PLA-10°ANNOPer fare notare la differenza tra il numero di stelle visibili con le luci spente e quelle invece visibili in piena illuminazione cittadina, Venerdì 19 Febbraio dalle ore 19.00 alle ore 23.00 il piazzale antistante il Planetario sarà immerso nel buio e se il tempo sarà clemente, gli Esperti del Planetario provinciale Pythagoras Carmelo Nucera, Marica Canonico, Massimo Russo e Rosario Borrello, guideranno il pubblico a riconoscere e “contare” le stelle che costituiscono le costellazioni delle Orse, Orione, Cane Maggiore e tutte le altre visibili.
Approfittando dell’oscurità, con gli strumenti, si potranno osservare la Luna e con un po’ di pazienza il pianeta Giove ed altri oggetti molto interessanti del cielo di inverno.
Ai ragazzi delle scuole e non solo verranno forniti dei moduli che potranno essere utilizzati per il concorso nazionale “Quanto è stellata la Notte?” che si svolgerà in Aprile in occasione della Settimana Nazionale dell’Astronomia.
Il pubblico tutto, utilizzando appositi strumenti, potrà stimare l’inquinamento luminoso del cielo della nostra città.
L’assessore Edoardo Lamberti-Castronuovo, con delega al Planetario, invita la cittadinanza tutta a partecipare alle attività organizzate dal Planetario.

18Feb/160

Messina – «La meraviglia della bellezza dei segni e colori nel Mistero di Dio

2016_02_24-VillaPace-VillaPace-SegniColoriMisteroDio

16Feb/160

Reggio Calabria – I Maestri del Cinema «Ettore Scola»

2016_02_17-VersoSud-Ettore_SCOLAInvito

10Feb/160

Messina – LELAT 2016 «…L’Importante è volare insieme: Corso di formazione dei Volontari»

LELAT-locandina Corso di formazione per volontari

3Feb/160

Barcellona P.G. – 12° «Attilio Manca – “Una presenza sempre viva che interroga le nostre coscienze”»

2016_02_11-BPG-12°_Attilio_MANCA