CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Mag/150

Reggio Calabria – «Due diversi approfondiment: Scienza della Luce e di perduta Umanità»

2-2014_11_25-PLA-Memoria_OLGA-PLAProssimi due incontri al Planetarium Pythagoras
29 maggioFotografia e Luce
30 maggioFerramonti di Tarsia: il campo sospeso

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ONU) ha proclamato il 2015 Anno internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla Luce (IYL 2015).
In quest'ottica il Planetarium provinciale Pythagoras di Reggio Calabria e l'Associazione Fotografica Culturale “IMAGORÀ” organizzano un incontro sul tema: “Fotografia e Luce”, relatrice la Dott.ssa Barbara Cipri.
La dottoressa Cipri parlerà delle molteplici e intime interrelazioni tra luci ombre e prospettiva in fotografia.
Durante la serata verrà anche presentato anche il libro “Processo alle fotografie: realtà e postproduzione, una battaglia senza fine” dell’Avv. Giancarlo Parisi, presidente di IMAGORÀ.
La selezione operata al momento dello scatto è già una scelta precisa che si completa con la scelta del momento in cui viene effettuata la ripresa. Per quanto un fotogiornalista si possa sforzare di essere obiettivo la sua non può che essere una visione parziale a prescindere, non fosse altro perché legata a doppio filo alla sua posizione fisica.
Ha quindi senso discutere dell'alterazione di un'immagine fotografica? Se ci sono mille motivi per ritenere abbastanza oziosa la questione, per altri versi si tratta di un interrogativo centrale per ogni spettatore.
La conferenza “Fotografia e Luce”, avrà luogo stasera, venerdì 29 maggio ore 21.00, presso il Planetario.
Domani sera, sabato 30 ore 21.00, si concluderanno le conferenze di maggio con un incontro con l’autore e regista Cristian Calabretta che proporrà un film-documentario sul triste tema: “Ferramonti di Tarsi: il campo sospeso”.
In pochi lo sanno. Ma in Italia, nel profondo Sud calabrese, a Ferramonti di Tarsia, esisteva un campo di concentramento per ebrei realizzato per volere del regime fascista tra il giugno e il settembre 1940. Fu il più grande mai costruito nel nostro Paese all'indomani dell'ingresso dell'Italia nella Seconda guerra mondiale: qui vennero rinchiusi ebrei, apolidi e slavi.
Un campo di internamento 'sospeso'. Sospeso di certo non nella memoria di chi ha vissuto quell'esperienza drammatica, ma nel ricordo contemporaneo e sui libri di storia. Ferramonti non fu un campo di sterminio, ma di internamento, un luogo di prigionia in cui furono rinchiusi più di duemila ebrei.
Il campo fu liberato dagli inglesi nel settembre del 1943, ma molti ex-internati vi rimasero anche negli anni successivi. Fu ufficialmente chiuso solo l'11 dicembre 1945. Per ricordare quel campo, quel campo dimenticato, ma che è esistito e di cui ora rimane solo più qualche baracca, è stato realizzato il sopraindicato film-documentario che verrà proiettato al Planetario con la presenza dell’autore.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare agli incontri.

29Mag/150

Messina – «”Un precursore capace di evidenziare con una ludica e attenta critica tutte le patologie sociali e culturali e le contraddizioni della città di Messina”»

domenica 31 maggio 2015Pala Antonello - Messina

Un grande evento culturale - La Conferenza internazionale di 52 studiosi provenienti da tutte le parti del mondo che si esprimeranno sull'esperienza espressiva del

"Outsider artist" Cavaliere Giovanni Cammarata 

invito-web

2014_10_11-Provincia-Cammarata-

2014_10_11-Provincia-Cammarata-

"Un messinese che ha avuto da tempo grandi riconoscimenti internazionali e che domenica verrà consacrato come uno dei "Outsider artist" più famosi in Europa.

In questa occasione, due sue opere ritenute dalla critica, di notevole valore artisticorecentemente portate alla luce e brillantemente restaurate, saranno per la prima volta poste in visione alla Galleria D'Arte Moderna di Messina del Pala Antonello.

Il Convegno avrà inizio alle ore 11.00 (Le relazioni sull'opera di Cammarata e la città si terranno all'inizio e per tutta la mattina - Vedi Programma allegato) e si concluderà alle ore 18.00Durante la giornata sarà possibile visitare una mostra di tutte le attività di valorizzazione dell'esperienza espressiva di Giovanni Cammarata sino ad  ora operate.

2014_10_11-Provincia-Cammarata-

2014_10_11-Provincia-Cammarata-

Dopo il convegno alle ore 18.00 - 18.30 comincerà la visita ai due elefanti restaurati. Opere di notevole Bellezza che sono state restituite, secondo la volontà dell'artista, alla collettività messinese.Alle ore 21.00 in via Maregrosso sarà possibile una suggestiva visita delle vestigia illuminate della Casa museo di Cammarata ed ammirare quel che resta della sua opera.

Alle ore 21.30, in situ, sarà proiettato un video relativo ad un reportage che la Rai nel 1991 fece su Cammarata. Una lunga intervista con l'artista la cui lettura critica al contesto ambientale e culturale della città di quel tempo retrospettivamente si presenta come una ludica e attenta critica a tutte le patologie sociali e culturali e alle contraddizioni di cui la città ancor oggi soffre."

a cura dell'Architetto Carmelo Celona

Nota BLOG - Invito gli amici del Blog di gustare e condividere questo riconoscimento attestato internazionale ad un vero Artista messinese, a cui non abbiamo fatto mancare la Via Crucis dell'indifferenza e dell'ignoranza.

Programma allegato

27Mag/150

Messina – «Filmato Testimonianze Relazioni per i 200 anni del ‘Giovane Don Bosco»

2015_05_15-DONBOSCO-Convegno

2015_05_15-Savio-Convegno_DonBosco

2015_05_15-Savio-Convegno_DonBosco

Venerdì 15 maggio 2015 nei locali del Cinema Teatro Savio abbiamo vissuto,  dopo il 'Concerto a Lui dedicato, un altro momento di serena e pregnante aggregazione, condita da un sapiente spirito di confronto.
Cronaca essenziale - Un 'presentatore affabile ed accogliente Don Gianni Russo, un iniziale filmato dell'Opera Don Bosco nel Mondo - quattro testimonianze di ex allievi di varie età - Tre interessanti e diversificate relazioni - una sobria ed efficace conduzione. In sintesi, un incontro di persone, direttamente ed indirettamente forgiate, che hanno saputo rappresentare alcune sfumature di una 'Famiglia ancora giovane che vuole rinnovarsi nella fedeltà al carisma del fondatore Don Giovanni Bosco.

2015_05_15-Savio-Convegno_DonBosco

2015_05_15-Savio-Convegno_DonBosco

Una sintesi del sentire comune dei tre relatori si trova nella risposta data a Don Michele fdb, che si chiedeva quale fosse oggi la 'leva giusta per entrare in sintonia con i giovani.

2015_05_15-Savio-Convegno_DonBosco

2015_05_15-Savio-Convegno_DonBosco

In  particolare Patrizia Panarello, con l'ausilio di una sua indagine, svolta tra i giovani studenti messinesi ca 10 anni fa, sottolineava la negatività della visione della Città da parte dei giovani studenti di Liceo in particolare, Antonio Michelin Salomon arricchiva lo 2015_05_15-Savio-Convegno_DonBoscoscenario mettendo in luce come fosse repentinamente cambiata la tempistica dei cambiamenti generazionali, con l'ampliarsi della forbice di età in cui gli studiosi considerano l'uomo giovane dai 14 ai 19 anni degli anni settanta ai 14- 24 degli anni ottanta ai 14-35 anni attuali. Continuando con questo nuovo ritmo tutto avverrà in tempo reale - saremo, come siamo sempre giovani.

Don Riggi Giuseppe -

Don Riggi Giuseppe -

Paolo Fichera senza infingimenti ha messo sul piatto la consapevolezza della mancanza di testimonianza da parte degli adulti che non hanno favorito la crescita culturale sociale e spirituale dei giovani, manca il mettersi in gioco, la condivisione delle situazioni di reale difficoltà. Significative le testimonianze, unite da un ricordo straordinario del bene ricevuto dai vari DON. Non è mancata la commozione indice di una grande sensibilità.

Nota BLOG - Un sentito omaggio alla memoria di Don Giuseppe Riggi, più volte citato come grande maestro educatore, persona sensibile e discreta capace di interloquire con tutti.
2015_05_15-C_Teatro_Savio-Convegno_DON_BOSCO-Finale

2015_05_15-C_Teatro_Savio-Convegno_DON_BOSCO-Filmato_Inizio

 

27Mag/150

Reggio Calabria – «Promuovere le tecnologie basate sulla luce per dare sviluppo sostenibile ai Paesi di tutto il Mondo»

2013_11_26-PLA-Memoria_OLGAGiovedì 28 maggio 2015 ore 20.30 - Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria

“L’uso della Luce in Astronomia

Dott. Giuseppe Cutispoto -

Astronomo dell’Osservatorio Astrofisico di Catania

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 2015: “Anno internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla Luce”.
Tra gli obiettivi sottesi in questa manifestazione mondiale c’è l’intenzione di accrescere la conoscenza e la consapevolezza del pubblico sul modo in cui le tecnologie basate sulla luce promuovano lo sviluppo sostenibile e forniscano soluzioni alle sfide globali ad esempio nei campi dell’energia, dell’istruzione, delle comunicazioni, della salute e dell’agricoltura.
Il Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria, nel ciclo di incontri dedicati all'argomento, ha evidenziato come la tecnologia basata sulla luce viene applicata in svariati settori, dalla medicina, all'alimentazione, per esempio, e soprattutto ha messo in luce i collegamenti continui nel corso della storia tra luce e cultura.
Prima ancora del suo significato fisico il termine “luce” è presente in molteplici manifestazioni della cultura umana, dalla mitologia all'architettura, dalla poesia alla religione, dando origine alle più svariate riflessioni, filosofiche, artistiche e teologiche, ancor prima che scientifiche.
Nell'incontro di domani, Giovedì 28 Maggio 2015 ore 20.30 al Planetario, il dottor Giuseppe Cutispoto, astronomo dell’Osservatorio astrofisico di Catania, tratterà l’argomento dal punto di vista astronomico dal titolo “L’uso della Luce in Astronomia”.
La luce è il messaggero più immediato e più antico che gli astronomi utilizzano per raccogliere informazioni sulla natura del cosmo.
Per secoli il messaggio è arrivato attraverso l'occhio umano o con strumenti che ne riproducevano le caratteristiche. Oggi gli astrofisici utilizzano telescopi che catturano la “luce” a tutte le lunghezze d'onda disponibili, dalle onde radio ai raggi gamma.
E anche le moderne tecnologie utilizzano la “luce” in questa accezione più ampia del termine.
Nei due secoli passati è stato fatto un grande progresso scientifico e tecnico.
In realtà resta molto da studiare.
L’osservazione del cielo ad occhio nudo ci mostra il sole, la luna, le stelle, la Via Lattea, il macrocosmo. Galileo per primo, 400 anni fa, rivolse verso il cielo un telescopio inventato da olandesi e da lui perfezionato. Scoprì i satelliti di Giove, studiò il loro moto intorno al pianeta e molti altri dettagli che modificarono la nostra concezione della Terra, del Sistema Solare e dell’Universo. Telescopi di dimensioni sempre maggiori hanno permesso di vedere che l’Universo si compone di grandi agglomerati di stelle, le Galassie e che le Galassie formano Gruppi e Ammassi di Galassie, che si addensano in strutture filiformi ai bordi di grandi spazi vuoti.
Il dott. Cutispoto nella sua relazione evidenzierà tutto questo e soprattutto si soffermerà sulla circostanza che la materia che emette luce ed altre onde elettromagnetiche è solo una piccola parte, una piccola percentuale della materia e dell’energia totale dell’Universo: c’è una grande quantità di Energia Oscura presente nell'Universo.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

Planetario provinciale Pythagoras - Via Salita Zerbi, 1 - Parco Mirella Carbone - Reggio Calabria
Segreteria tel\fax 0965 324668 - Rosario Borrello 329 4464386

Email: planetario.rc@gmail.com - planetario.rc@virgilio.it - Sito: http://www.planetariumpythagoras.com/
Pagine facebook: https://www.facebook.com/pages/Planetario-Pythagoras-di-Reggio-Calabria/124593567563659 - https://www.facebook.com/groups/52592307791/?fref=ts
Contatto Twitter: https://twitter.com/PlanetarioRC

25Mag/150

Messina – «UN’INNOVATIVO PROGETTO PER EDUCARE … TUTTI GLI STUDENTI»

2014-12-16 16.18.09-LinaLenzoMartedì alle ore 17.00 presso l'Istituto Antonello a Giostra

La prof.ssa Lina Lenzo presenta il

PROGETTO G.I.O.CO.

(Gioco Imparo Opero, COopero)

2-2014-12-16 14.54.00E' una opportunità per conoscere e comprendere la valenza motivazionale e l’efficacia dei sussidi, dei percorsi e del metodo proposti dalla prof.ssa Angela Lenzo.
In questo "PROGETTO" è sintetizzata la proposta educativa e didattica della docente che fa leva su bisogni intimi e profondi del bambino e dell’uomo  - come il gioco, la conoscenza, l’operatività, la creatività e la cooperazione - ed è il frutto di oltre trentanni di ricerca-azione, attraverso la quale sono stati conseguiti risultati-documentati- sui quali nessuno avrebbe scommesso,
2014_12_16-OSLG-GIOCO-LinaLenzoLo sviluppo del PROGETTO è stato realizzato nell'Istituto E. Castronovo – ora accorpato all’Albino Luciani - dove la prof.ssa Lenzo ha prestato servizio dal 2000 al 2011 e dove il gioco e l’animazione sono stati introdotti in maniera generalizzata in tutta la scuola dell’obbligo, dall'infanzia alla media, superando riserve e pregiudizi e sfatando il luogo comune secondo il quale, dopo la scuola elementare, il gioco vada bene solo per gli alunni diversamente abili e con problemi e difficoltà di apprendimento e contrapponendo al gioco 3-2014-12-16 14.54.11diseducativo e autodistruttivo, sempre più dilagante tra grandi e piccoli, il gioco che aiuta la persona a esprimersi e a realizzarsi pienamente.

25Mag/150

Reggio Calabria – «Poeta Scrittore Regista … impegnato a rendere accessibile a tutti la Cultura dell’Uomo»

2015_05_27-VersoSud-PASOLINI

25Mag/150

Messina – «Un percorso impervio dal Concilio di Gerusalemme al Vaticano III

2015_05_28-Lipari-ICONCILI

25Mag/150

Reggio Calabria – «Un’immersione…nella storia e nella cultura»

2015_01_30-Anassilaos-DANTE-maggio_libri 2015-ANA-80S_Giorgio_al_Corso

21Mag/150

Messina – «I libri buoni consiglieri di mete da visitare e/o esperti ciceroni delle nostre mete»

2014_12_12-Biblioteca_Cappuccini_Libroterapia

2014_12_12-Biblioteca_Cappuccini_Libroterapia

2014_12_12-Biblioteca_Cappuccini_Libroterapia

2014_12_12-Biblioteca_Cappuccini_Libroterapia

22 maggio 2015 alle 18,00 - Biblioteca Provinciale Frati Minori Cappuccini Messina

- Quarto ed ultimo Appuntamento con

«incontri di letturaterapia 2015»

Abbiamo scelto, riciclandolo dallo scorso anno, un argomento in tema con l'incipiente stagione estiva:

«SI VIAGGIARE: IO PARTO CON/DA UN LIBRO.»

2014_12_12-Biblioteca_Cappuccini_Libroterapia

2014_12_12-Biblioteca_Cappuccini_Libroterapia

I libri sono buoni consiglieri di mete da visitare incantandoci con descrizioni e atmosfere ma a volte scegliamo un libro proprio perché pensiamo di farci accompagnare in un paese o una città che abbiamo scelto per le nostre vacanze. 

2014_12_12-Biblioteca_Cappuccini_Libroterapia"LETTURATERAPIA è una felice intuizione dell'Associazione INTERVOLUMINA, che permette la comunicazione delle esperienze di lettura personale a base di un reciproco interscambio relazionale. Al centro il libro. Un braciere che irradia scintille di notazioni, di riferimenti, di emozioni e di approfondimenti. Ogni libro, in un certo modo, appartiene a chi lo legge, alla sua comprensione, alla sua versione, al suo punto di vista. Quando viene realizzata questa osmosi comunicativa si allarga l'orizzonte conoscitivo della libertà dell'uomo."
 
Ci vediamo carissimi lettori il 22 maggio alla Biblioteca dei Cappuccini. Un saluto affettuoso -Mimma e Rina per Intervolumina - Intervolumina - Associazione Culturale -Viale Regina Margherita, 25 - C/O Biblioteca Provinciale dei Cappuccini Messina - Cell. 3274699359 -Sito web: http://www.intervolumina.it - email: info@intervolumina.it

 

21Mag/150

Reggio Calabria – «Festival del Cinema Mediterraneo 2015»

fest1fest2

15Mag/150

Messina – «La Protezione civile valido esempio per la costruzione di Comunità operative e solidali»

2015_05_22-LAP-ProtezioneCivile

15Mag/150

Reggio Calabria – «”La montagna delle meraviglie” – Un luogo dove si innalza la preghiera del Creato»

2007-Polsi - Chiesa

2007-Polsi - Chiesa

Venerdì 15 maggio 2015, ore 21.00  - Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria

“L’Aspromonte tra natura e spiritualità”

Prof. Giuseppe Bombino

Docente presso il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea
Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

Maria Gesù Buon Pastore - Croce di Ferro - Santuario di Polsi

Maria Gesù Buon Pastore - Croce di Ferro - Santuario di Polsi

2014_10_20_PLA-ReggioScienza-LOGOQuesta sera, 15 maggio alle ore 21.00, al Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria, il prof. Giuseppe Bombino, docente presso il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea e presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, terrà una conferenza sul tema: “L’Aspromonte tra natura e spiritualità”.
La conferenza vuole essere lo spunto per approfondire alcune tematiche ambientali, per far conoscere gli aspetti naturali della nostra montagna, per osservare scientificamente il territorio montano più meridionale della penisola italiana.
L’Aspromonte è un luogo non solo privilegiato per la natura imponente e severa ma è anche luogo di meditazione ed ascesi basta ricordare l’antico e meraviglioso santuario della Madonna di Polsi.
In questa ottica, il prof. Bombino guiderà il pubblico a riconoscere le testimonianze della storia dell’Aspromonte e delle tradizioni, della cultura e dei costumi quotidiani dei suoi abitanti.

13Mag/150

Messina – «Gli uomini che amano il povero l’orfano la vedova il rifugiato il migrante …»

logo centenario Don Guanellalogo centenario Don Guanella16-20 Maggio 2015 - PROGRAMMA PELLEGRINAGGIO URNA SAN LUIGI GUANELLA

TRIDUO DI PREPARAZIONE - Mercoledì 13 maggio 2015 ore 17.00  Rosario guanelliano - ore 18.00 S. Messa - Don Nino Massara, Tema: "Don Guanella e la Madonna''' - Giovedì 14 maggio 2015 ore 17.00 Adorazione Eucaristica - ore 18.00 S. Messa - P. Antonio Dino, Tema: "Don Guanella e l'Eucaristia" -Venerdì 15 maggio 2015 ore 17.00 Liturgia Penitenziale - ore 18.00 S. Messa - P. Francesco De Domenico, Tema: "Don Guanella e la Penitenza"

2015_05_16-SLG-Urna2015_05_16-SLG-Biografia-02PRESENZA DELL'URNA A MESSINA - Sabato 16 Maggio - 16.30 Arrivo dell'Urna in Piazza Duomo - ore 18.00 S. Messa in cattedrale presieduta da Mons. Calogero La Piana (Arcivescovo Diocesi Messina Lipari S. Lucia del Mela) - Domenica 17 Maggio ore 10.°° Processione da V. G. di Giovanni (ex-capolinea) a SS. Salvatore (V. Aldisio) - ore 10.00 S. Messa - Umberto Brugnoni (Vicario Generale, Opera D. Guanella) - ore 12.00 S. Messa - P. Tanino Tripodo (Vicario Generale Diocesi ME e Direttore Caritas) Pomeriggio: "Torneo Don Guanella" all'Oratorio - ore 18.00 S. Messa - don Alessandro Allegra animano i cooperatori guanelliani ore 21.00 "Sulle strade della Carità" e veglia notturna

2015_05_16-SLG-Biografia-032015_05_16-SLG-campo5-00Lunedì 18 Maggio Mattina: gli alunni delle scuole visitano l'Urna - Giornata del Clero e della Vita Consacrata - Mostra guanelliana. Video sul santo. Animazione, Pomeriggio: "Torneo Don Guanella" all'Oratorio - ore 18.00 S. Messa - don Nino Minetti (Superiore Provinciale, Opera don Guanella) - ore 19.00 clero e consacrati: conferenza su don Guanella e buffet a seguire

Martedì 19 Maggio Mattina: gli alunni delle scuole visitano l'Urna - Mostra guanelliana. Video sul santo. Animazione. Pomeriggio: "Torneo Don Guanella" all'Oratorio -  ore 18.00 S. Messa - don Giovanni Amico, novello sacerdote guanelliano - ore 19.00 "La presenza dei guanelliani a Messina" (Salvatore Cannella) - ore 21.00 video su don Guanella e veglia notturna

2015_04_21-OSLG-Murales-1°

2015_04_21-OSLG-Murales-1°

2015_04_21-OSLG-Murales-3°

2015_04_21-OSLG-Murales-3°

Mercoledì 20 Maggio ore 11.00 S. Messa per gli ammalati "Pane e Signore" - Presiede don Arcangelo Biondo, Superiore Comunità - ore 14.00 Partenza dell'Urna passando per Fondo Fucile

13Mag/150

Messina – «Nino Di Matteo – “il magistrato con il senso etico della Giustizia” – è diventato cittadino messinese»

Il BLOG lascia ai due filmati il compito di gustare la straordinarietà ed il senso di un grande giorno per Messina e i Messinesi - (per il titolo ho tenuto conto delle sentite parole del Procuratore Guido Lo Forte)
IL FINALE - "Il massimo del male il massimo del Bene"

Il discorso del magistrato Nino Di Matteo

13Mag/150

Palermo – «Solo cercando … possiamo trovare Dio e ritrovare noi stessi»

2015_05_11-DPA-MièVenutoIncontro-C01Cercare Dio o essere cercati da Dio? 

"Sono gli incontri i mattoni della nostra esistenza. Incontrare Gesù è incontrare la TESTATA D'ANGOLO, è stabilire un nuovo equilibrio, è costruire sulla roccia, è ricevere fiducia, vuol dire salire in alto per respirare aria pura..."

2015_05_11-DPA-MièVenutoIncontro-C02