CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Set/140

Messina – «Osservatorio Minori “Lucia Natoli” – “Salviamo Villa Dante” – nel nome di Alessandro Riccina

Domani, martedì 30 settembre 2014 alle ore 10,30

l'Osservatorio Minori"Lucia Natoli" ritornerà a Villa Dante con la manifestazione

"Salviamo Villa Dante"

nel nome di Alessandro Riccina

L'Osservatorio per i diritti dei Minori intende ricordare la triste vicenda di Alessandro, un ragazzo di 12 anni morto nel 2005, mentre giocava con i suoi compagni, all'interno della villa.
Già nel 2000 l' Osservatorio piantò un alberello dedicandolo ad Alessandro e domani ritornerà perché, dopo ben nove anni, ancora giustizia non è stata fatta. Oltre alla responsabilità civile per la morte le pubbliche amministrazioni hanno anche la colpa grave di non avere risarcito il danno riconosciuto dopo un così lungo tempo passato da quell'omicidio colposo dove sono state sanciti giudiziariamente "i profili omissivi e il mancato controllo" del Comune di Messina.
Alla manifestazione sarà presente il papà di Alessandro Con l'occasione verrà riproposto il progetto di Parco Natura che il 27 luglio del 2012 l'Osservatorio presentò a Palazzo Zanca assieme all'ing. Francesco Cancellieri presidente Cea Messina, all'arch. Francesca Moraci direttore scientifico della Cea, al presidente del Cesv, al presidente MO.Vi Ennio Marino.
Un progetto che avvierebbe un vero e proprio Laboratorio di Grenn Economy e di sviluppo sostenibile nella nostra città.
Hanno aderito e saranno presenti il presidente della Circoscrizione Natale Cucè assieme ad una rappresentanza di tutta l'Assemblea, l'ing. Carlo Franciò del Gruppo Operativo di Zona, operatori sociali e associazioni di volontariato del territorio.

28Set/140

Messina – “N. Ferraù” «La Scuola dei Bimbi s’intreccia con la Scuola della Vita»

2014_09_26-SmoSalvatore-Festa_Ferraù-2014_09_26-SmoSalvatore-Festa_Ferraù-venerdì 26 settembre 2014 - Chiesa del Santissimo Salvatore - Villaggio Aldisio - Parroco Don Nico Rutigliano

"Lasciate che i bimbi vengano a me..." - Il sogno, l'accoglienza e la vita

- La vitalità e la gioia degli scolari più piccoli esplodono nell'incontro di festa. C'è un amico che li accoglie, alto con la barba. Li chiama per nome. Vuol conoscere il loro pensiero su Gesù. Li rende protagonisti dei canti, imitano il suono della pioggia, prima piano con un sol dito poi... fortissima come un applauso. Le ragazzine più grandi, si cimentano nella 2014_09_26-SmoSalvatore-Festa_Ferraù-Preghiera dei fedeli, le loro semplici invocazioni diventano 2014_09_26-SmoSalvatore-Festa_Ferraù-ammonizioni, ci fanno sentire, a noi adulti,  il peso e la gioia di essere per loro una guida per realizzare i buoni desideri di crescita materiale e spirituale. I docenti sono indaffarati a contenere la verve dei bambini, le mamme e qualche papà,  scrutano amorevolmente i loro figli, che iniziano il cammino scolastico con la grande Festa di ringraziamento che è la Messa. A conclusione della quale arrivano i sentiti saluti delle "Maestre". 

Buon anno a TUTTI !


26Set/140

Reggio Calabria – «Ecco la NOTTE dei RICERCATORI»

1-NOTTE DEI RICERCATORI 2014àJPG

26Set/140

Messina – «Graziella Campagna “simbolo della morte innocente”, scelta per illuminare i meandri mafiosi»

201_09_29-Agende_Rosse_Messina-Gruppo_Graziella_Campagna

23Set/140

Messina – Continua la riscoperta delle bellezze naturali del nostro territorio – « Le Cascate di Catarratti »

IL SUGGESTIVO PAESAGGIO DI CATARRATTI
L’antico Casale di Catarratti (uno dei 48) è senza dubbio uno dei villaggi più caratteristici di Messina. Costruito a ridosso dell’omonima fiumara, Catarratti deve il suo nome alle straordinarie cascate presenti nelle vicinanze dell’antico mulino cosiddetto “u mulinazzu” alla falde dei colli di Sarrizzo dei Peloritani. Il fascino del borgo è legato al suo paesaggio pressoché integro, con le sue viuzze, le caratteristiche piazzette, a tal punto da essere una naturale isola pedonale ed alle “riscoperte” cascate, nate tra vertiginose pareti di roccia, che caratterizzano lo storico torrente. Nell’intento degli organizzatori, al parco delle cascate sarà dedicata ogni anno - l’ultima settimana di settembre - una festa, chiamata Festa delle Cascate, volta a celebrare la natura della zona, ricca di fl ora spontanea del sottobosco. Per il raggiungimento di questi obiettivi - nel tempo - si prevede la realizzazione di una “Fattoria Didattica”, finalizzata ad iniziative di Nuova Educazione Ambientale; un Museo della Cultura contadina e delle Tradizioni Popolari; il definitivo recupero del Territorio Collinare, che, oltre alla realizzazione di una URGENTE “VIA DI FUGA”, possa consentire a realizzazione di SENTIERI TEMATICI, PERCORSI PER ESCURSIONI ed ITINERARI per la promozione del “turismo verde” da percorrere in bicicletta, a piedi ed a cavallo.2014_09_26-Cataratti-CASCATE-POSTER

20Set/140

Messina – «Una risposta di civiltà per l’equilibrio climatico e l’uso al 100% di energia pulita-rinnovabile»

 

1-Logo-Legambiente_Peloritani-Verde-j1DOMENICA 21 SETTEMBRE, RADUNO ORE 10,00 PIAZZA ANTONELLO

CORTEO FINO AL MUNICIPIO. CONSEGNA FIRME AL SINDACO DI MESSINA

 «Marcia Globale per il Clima»

Mentre il pianeta è sempre più vicino a un catastrofico e incontrollabile punto di non ritorno a causa del cambiamento climatico, la Marcia Globale per il Clima sarà la più grande mobilitazione mondiale sul clima di sempre. E saremo noi cittadini a far vivere questo evento con manifestazioni, flash-mob, azioni dimostrative e tutte le idee creative che possano portare le persone per le strade di tutto il mondo il 21 settembre, con un unico messaggio comune ai nostri governi: “Vogliamo il 100% di energia pulita! Salviamo il pianeta dal baratro di una crisi climatica, mantenendo il surriscaldamento globale sotto i due gradi centigradi, puntando all'obiettivo del 100% di energia pulita e rinnovabile, dal solare all'eolico”.

 Il Contesto: la catastrofe climatica che minaccia il pianeta 

Il cambiamento climatico non significa solo che farà più caldo o ci sarà qualche tempesta in più. Gli scienziati stanno ripetendo in ogni modo che il clima è il risultato di un equilibrio delicato. Il cambiamento climatico sta interferendo con quell’equilibrio, e se non agiamo subito raggiungerà presto diversi “punti di svolta” attivando “circoli viziosi” in cui accelererà e andrà fuori controllo, fino a rendere impossibile la vita umana per come la conosciamo. 
Per esempio, uno di questi circoli viziosi lo sta vivendo il ghiaccio artico. In questo momento funziona come uno specchio gigante che riflette il calore del sole nello spazio. Ma con il riscaldamento globale si sta sciogliendo, e meno ghiaccio significa più calore, che signica meno ghiaccio ancora. Il processo arriva a un punto di svolta quando il circolo vizioso va fuori controllo, sciogliendo alla fine tutto il ghiaccio! Questo processo è iniziato e presto potremmo avere la prima estate senza il ghiaccio del mare artico. E ci sono altre situazioni come questa, ancora più pericolose, in attesa di scatenarsi. 
Ecco perché, secondo gli scienziati, i leader mondiali *devono* mantenere il riscaldamento globale sotto i 2 gradi centigradi. Se li supereremo, staremo giocando col fuoco. Ma per evitarlo dovremo ridurre radicalmente le emissioni di CO2 e l’unico modo per farlo è di convertire le nostre economie al 100% di energia pulita e rinnovabile.

Il Problema: i leader mondiali pensano che ai cittadini non interessi 

Il prossimo 23 settembre, quasi tutti i presidenti e primi ministri del mondo saranno a New York per un vertice storico sul clima, organizzato dal capo delle Nazioni Unite. Il problema è che ogni volta che incontrano agli esperti del clima, ripetono che non sentono la pressione ad agire. I sondaggi indicano che le persone sono preoccupate per il cambiamento climatico, ma i politici rispondono “dove sono le proteste”? Questa mobilitazione è la nostra risposta. 
Per decenni, gli sforzi internazionali per combattere il cambiamento climatico si sono sempre arenati. Questo vertice ONU è diverso: è pensato per sbloccare le possibili soluzioni riunendo insieme i leader del mondo, e concentrando la loro attenzione su cosa serve per arrivare a un nuovo accordo globale sul clima nel dicembre 2015, quando l’accordo trovato negli anni passati giungerà al termine.
La responsabilità ricade su di noi. Nessun movimento ha mai ottenuto enormi cambiamenti sociali senza essere presente, in massa, nei momenti cruciali della storia. E la Marcia Globale per il Clima è il nostro momento per scendere in piazza e pretendere il mondo che sappiamo essere possibile: un mondo dove ci sia lavoro, aria pulita, e rispetto per la salute di tutti. Un mondo con un’economia al servizio delle persone e del pianeta. Un mondo al sicuro dalla devastazione di un clima fuori controllo
La nostra risposta: la più grande marcia per il clima di sempre

Ecco quindi come cambieremo le carte in tavola: scendiamo in piazza in tutto il mondo per pretendere che si agisca per il clima: una giornata di mobilitazione globale e coordinata per far vedere ai nostri leader che siamo pronti ad agire per cambiare e salvare tutto.

In alcune città, ci sarà bisogno di grandi manifestazioni. Londra, Rio, Parigi, Delhi, Melbourne e Berlino sono posti i cui leader possono fare o disfare il vertice e l’accordo globale: ci sono già diversi gruppi al lavoro per portare decine di migliaia di persone in piazza e amplificare al massimo il nostro appello, fino a farlo arrivare alle orecchie giuste. L’evento più grande sarà a New York, proprio di fronte al vertice ONU, dove Avaaz sta lavorando assieme ad altre 600 associazioni ambientaliste e per i diritti umani, organizzazioni di lavoratori e congregazioni di fedeli, per ottenere un evento di massa! 
Ma ci sarà bisogno che ognuno di noi si prenda la scena nella propria comunità locale, per dare ai politici la spinta di cui hanno bisogno per salvare il pianeta. Per questo Avaaz ha pensato a un evento semplice, che possa essere organizzato ovunque con un po’ di pianificazione. E qui è dove entriamo in gioco tutti noi.

Tutte le ASSOCIAZIONI / GRUPPI / MOVIMENTI e i singoli Cittadini possono dare la loro adesione a questo appello di Salvaguardia del Creato

 

20Set/140

Reggio Calabria -PLA -«L’equinozio d’Autunno 2014 (23 settembre ore 2.29) e la Notte dei Ricercatori»

 

L’Equinozio d’Autunno: la porta del buio

 

Ancora un pugno di ore e saluteremo l’estate, anche se le temperature di queste ultime giornate dicono il contrario.
Per celebrare l'arrivo della stagione autunnale al Planetario provinciale Pitagora, martedì 23 Settembre ore 21.00, si terrà una serata dedicata interamente a l’Equinozio d'Autunno.
Nel corso dell'iniziativa si terrà la proiezione del video del Dott. Francesco Macheda in cui verranno illustrate le modalità con cui l’equinozio d’Autunno è ricordato nelle diverse culture e la conferenza della prof.ssa Angela Misiano che presenterà l’evento astronomico sia nei suoi aspetti scientifici che mitologici.
Sarà presente anche Francesco Scirtò dell’Istituto Tecnico Vallauri-Panella vincitore del premio internazionale sulle “nanoscienze” promosso dall’accademia Gagliano che presenterà il suo lavoro. Lo Staff del Planetario (Marica Canonico, Carmelo Nucera e Rosario Borrello) concluderà la serata con l’osservazione del Cielo ad occhio nudo e con gli strumenti. Una escursione attraverso le costellazioni che ci accompagneranno per tutto l’autunno.

4-2014_09-21-PLA-EquinozioAutunno-011-NOTTE DEI RICERCATORI 2014àJPG3-2014_09-21-PLA-EquinozioAutunno-02

14Set/140

Messina – «Ricostituire l’identità dei messinesi mediante la conoscenza del patrimonio artistico e culturale della nostra amata città»

2014_09_22-LAP-palazzoZanca

8Set/140

1-2014_09_08-cis-TOTO

8Set/140

1-2014_09_04-Anassilaos-SETTEMBRE