CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Mar/140

Messina – «Un appassionante percorso di ricerca, che aiuta a focalizzare, con nuovi strumenti di valutazione argomentativa, il contesto dell’inizio della Fede Cristiana»

1-2014_02_25-ME-MITO_SIMBOLO-Caola-22014_03_27-VillaPace-3°Ebraismo-G_Caolagiovedì 25 marzo 2014 - Villa Pace - 3° Seminario di Studi sull'Ebraismo - Mi scuso per il 'titolo, somigliante per lunghezza a quelli adoperati da Lina Wertmuller in una serie dei suoi dei film, ma ho voluto ribadire subito, anche nel titolo, l'umiltà intellettuale e le forti motivazioni di fede del prof.re Giovanni Caola, relatore dei seminari.
La messe di dati, le ipotesi valutative, gli approfondimenti storici e di metodologia logica, hanno inchiodato...alla seggiola, il folto ed 2014_03_27-VillaPace-3°Ebraismo-G_Caolaestremamente qualificato uditorio, che poi si è trasformato in coprotagonista, con osservazioni e stimoli 2014_03_27-VillaPace-3°Ebraismo-G_Caoladi grande spessore culturale.
«Le dissertazioni fumose hanno lasciato il campo alle ipotesi di scienza, valutate con metodi analitici ed oserei dire sperimentali, nella parte di comparazione dei dati effettivi relativi al contesto storico sociale.
2014_03_27-VillaPace-3°Ebraismo-G_CaolaLa conoscenza aiuta la fede, la rinvigorisce, perché dimostra ancora una volta, 2014_03_27-VillaPace-3°Ebraismo-G_Caolala straordinarietà di un disegno che tiene insieme il creato ed il tempo. L'eternità è una categoria non comprimibile, il nostro passaggio nel tempo è un soffio leggero, insostituibile ed unico, che completa una delle infinite tessere del Mosaico.»

28Mar/140

Messina – «Il cambiamento è possibile modificando…i nostri stili di vita: lentezza, profondità e delicatezza»

2014_03_25-Caritas-AdrianoSella2014_03_25-Caritas-AdrianoSellamartedì 25 marzo 2014 - saletta Caritas via Emilia - Padre Adriano Sella - con stile sobrio, ci ha introdotti  nell'atmosfera della rinnovata "Spiritualità dei nuovi stili di vita". Inizialmente, con umile saggezza, ha reso merito a quanti, prima dei 'cristiani, hanno battuto la strada del commercio equo e solidale, della decrescita e della conservazione del creato. Poi, aiutato da filmati sulla  creazione, di Papa Francesco e con apposite slide, ha dispiegato un percorso alternativo al vivere attuale, che sicuramente aiuta l'Uomo ad essere protagonista delle scelte, che riguardano la vita del pianeta.

2014_03_25-Caritas ME  - Nuovi stili di vita - P. Adriano Sella2014_03_25-Caritas ME  - Nuovi stili di vita - P. Adriano Sella

2014_03_25-Caritas-AdrianoSella2014_03_25-Caritas ME  - Nuovi stili di vita - P. Adriano Sella

28Mar/140

Messina – Cultura Musica Partecipazione «Le categorie del Nord e del Sud»

2014_03_28-Feltrinelli-NordSud

venerdì 28 marzo 2014  ore 18.00

Feltrinelli Point - Messina

Nord & Sud

(d'Italia, d'Europa, del Mondo)

di Giuliana Martirani

con Urbano Tocci  e Patrizia Maiorana - la musica del Cast di Arpe"Liber Ensemble"

 

27Mar/140

Messina – LAP «Un congresso per migliorare tutti insieme l’Area dello Stretto»

2014_03_29-LAP-Congresso

«Partecipare è la migliore forma di democrazia. Ascoltare e confrontarsi con le opinioni di chi ama disinteressatamente la propria città, il territorio, l'arte la cultura, i Cugini dello Stretto, e il miglior modo per essere protagonisti di un vero cambiamento. Passare dalla sudditanza ai poteri trasversali che amano lo "status quo", alle sfide del futuro per rendere fruibili a tutti le "Meraviglie dello Stretto." è necessario e doveroso!»

26Mar/140

Barcellona P.G – Milazzo – «Una pista ciclabile per unire ed utilizzare i beni comuni»

2014_03_27-LAT-PistaCiclabile-BPG

2014_03_27-LAT-PistaCiclabile-BPG

Giovedì 27 marzo 2014

Tutti in ... Rotaia Pista

 

25Mar/140

Messina – Cultura Storia Religione «Conoscere le radici ebraiche del Cristianesimo»

1-2014_01_27-ME-MITO_SIMBOLO-Caola-2

2014_01_16-DonOrione-Ebrei_Cristiani.Scalia_Caola

27 marzo 2014 ore 16.30

Villa Pace - Litoranea -

Per il Ciclo di Seminari 2014

Il Prof.re Giovanni Caola relazionerà su

«La Mishnah e le radici giudaiche del Cristianesimo»

25Mar/140

Messina – Di corsa per arrivare dove? «Vivere apprezzando il creato per il tempo a noi concesso»

2014_03_25-Caritas-AdrianoSella

25Mar/140

Reggio Calabria – «L’Europa un variegato esempio di beni culturali»

2014_03_26-RC-Anassilaos-ModelliBeniCulturali

23Mar/140

Reggio Calabria – Film Cultura «L’unico vero realista è il visionario»

2014_03_25-VSud-Invito3età

23Mar/140

Palermo – UPEDI – Ci prepariamo alla Pasqua «CRISTO E’ LA NOSTRA PACE»

2014_03_26-Palermo-UPEDI-IN PREPARAZ PASQUA 2014

21Mar/140

Reggio Calabria – Planetario Pythagoras «Il viaggio di Cassini verso Saturno»

2013_11_26-PLA-Memoria_OLGAMercoledì 19 marzo 2014 .  ore 21,00 - organizzato dal Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria  si è svolto l'incontro su

 “Il viaggio di Cassini verso Saturno”

a cura del Prof. Fabrizio Mazzucconi

- Astronomo-Osservatorio Astronomico di Arcetri Società Astronomica Italiana.

Carl Sagan nel 1990, dopo che giunse sulla Terra la prima foto della Terra, scattata dai confini del sistema solare, a sei miliardi di km, dalla sonda Voyager 1, disse: “Quel puntino è qui. Quel puntino è casa. Quel puntino è noi. Su di esso, tutti coloro che ami, tutte le persone che conosci, tutti quelli di cui hai mai sentito parlare, ogni essere umano che sia mai esistito, ha vissuto qui la propria vita. L’insieme delle nostre gioie e dolori, migliaia di religioni, ideologie e dottrine economiche, così sicure di sé, ogni cacciatore e raccoglitore, ogni eroe e codardo, ogni creatore e distruttore di civiltà, ogni re e plebeo, ogni giovane coppia innamorata, ogni madre e padre, figlio speranzoso, inventore ed esploratore, ogni predicatore di moralità, ogni politico corrotto, ogni “superstar”, ogni “comandante supremo”, ogni santo e peccatore nella storia della nostra specie è vissuto lì. Su un minuscolo granello di polvere sospeso in un raggio di sole”.

Il 19 luglio 2013 la sonda Cassini che si trovava a 1,44 miliardi di km dalla Terra e a 1,2 milioni di km da Saturno ci ha rinviato una immagine del nostro Pianeta: “Ancora un puntino!”

Il prof. Fabrizio Mazzucconi, ha così esposto il viaggio della sonda Cassini verso Saturno.

La sonda Cassini è la più grande navicella interplanetaria mai costruita. In più di diciassette anni dedicati all’esplorazione di Saturno e della sua luna Titano, la CASSINI-HUYGENS ha già rivoluzionato le nostre conoscenze sul sesto pianeta del Sistema Solare. L’obiettivo della missione era, ed è ancora, far luce sui tanti misteri irrisolti su Saturno: cosa alimenta la fornace all’interno del Pianeta? quale è l’origine degli Anelli? quante sono le Lune? qual è la sorgente di metano di cui l’atmosfera di Titano è così ricca? ci sono altri oceani su questa grande Luna? Grazie alla perfetta performance di tutti gli strumenti, è stato possibile fare centinaia di scoperte sull'atmosfera di Saturno, sugli anelli e su altre lune.

L’osservazione della Luna Titano ha aperto uno squarcio di conoscenza su quella che poteva essere la Terra prima dell’evolversi della vita. Si è scoperto per esempio che i laghi, i fiumi e la pioggia di Titano, sono composti di metano ed etano, e le temperature raggiungono i -143 gradi Celsius. Lanciata il 15 ottobre del 1997 da Cape Canaveral la sonda concluderà la sua missione nel 2017. Per evitare la contaminazione delle sue lune, tra cui Titano e Encelado la sonda Cassini verrà guidata lentamente ad affondare nel gigante gassoso.

21Mar/140

Messina – «Un vibrante appello a non dividersi per mettere al primo posto il bene della Città»

2014_03_19-LAP-locandina rifiuti2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-«Possiamo parlare di "evento", quando si tolgono i personalismi e si indica concretamente che la strada per il bene comune passa anche nel compimento di piccoli passi in avanti, che risulteranno utilissimi per incidere ancora più profondamente nei costumi civili e nei comportamenti di una città da troppo tempo asservita a logiche di potere e di arricchimenti illeciti.»

Un incontro di alto livello per la qualità e le competenze degli intervenuti: Mimmo Fontana 2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI--2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI- Roberto Lisi - Francesca Moraci - Enzo Colavecchio. Preceduti dai saluti di Dino Di Leo  e di Francesco Cancellieri

Saluti non formali, ma schietti e sinceri, nel presentare le dinamiche di un pregresso pregevole dibattito, che non si mai trasformato in atti sostanziali. Tutto è sempre rimasto allo stadio 2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-embrionale, e le resistenze al cambiamento hanno tenuto al palo la Città e buona parte della provincia. Il coordinatore dell'incontro ha dato la parola in sequenzaMimmo Fontana - Roberto Lisi - 2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-Francesca Moraci e anche a se stesso per l'intervento finale prima del dibattito.

L'arch. Mimmo Fontana, ha descritto con chiarezza quasi brutale, tutto l'iter del VIA (Valutazione Impatto Ambientale) e di tutte le sue declinazioni. Ha parlato dei ritardi nel recepire le direttive Europee, ma significativamente ha messo in risalto la poca attitudine per il livello politico a seguire i bisogni di una progettazione che eviti scempi con insito spreco risorse.

2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-Anche l'ing. Roberto Lisi non si è sottratto al bisogno di chiarezza e con l'aiuto di appropriate 2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-slides ha riassunto l'iter tormentato delle dinamiche fattuali di Messina Ambiente.

L'architetto Francesca Morace, ha evidenziato "l'ignoranza" di leggi esistenti che avrebbero favorito lo sviluppo di Piani regolatori che tenessero conto di tutto lo sviluppo del territorio, senza costringerlo a parcellizzarlo a seconda degli obiettivi e degli usi, moltiplicando all'infinito i passaggi burocratici.

2014-03_19-S_Specchi-LAP-RIFIUTI-Infine l'appassionato intervento dell'ing. Enzo Colavecchio, che intravvedendo per la prima volta di potere realizzare una vera svolta, si lancia in un "Qui e ora", che non lascia possibilità di fraintendimenti. E da questo ultimo intervento iniziano i filmati.

Dott Dino Di Leo (presidente di Legambiente dei Peloritani) - Ing. Francesco Cancellieri (presidente CEA Messina Onlus) - Arch. Mimmo Fontana (Presidente Legambiente Sicilia) - Ing. Roberto Lisi (Responsabile progetti e impianti della Società Messinambiente SPA - Arch. Francesca Moraci (Ordinario di Urbanistica Università Mediterranea di Reggio Calabria) - Ing, Enzo Colavecchio  (Presidente del Comitato Regionale di Legambiente Sicilia)



21Mar/140

Messina – «Lampada ai miei passi è la tua Parola – Il cammino di Lutero»

2014_03_18-SGiacomo-5°CEB_LATZ-Filmati2014_01-21-Ecum Corso S.Giacomomartedì 18 marzo 2014 - Parrocchia di San Giacomo maggiore - 5° Incontro del Corso base di ecumenismo. «Chiesa luterana»

Anche in questa occasione mons. Fortunato Malaspina, ha voluto creare la giusta atmosfera di ascolto facendo precedere alle parole un breve brano musicale. Molti i punti di contatto messi in evidenza, tra le due confessioni, con l'insistita affermazione che Lutero non ha voluto formare un'altra Chiesa, ma che si muoveva nell'ambito del patrimonio biblico della chiesa cattolica.

2014_03_18-SGiacomo-5°CEB_LATZ-Filmati

2014_03_18-SGiacomo-5°CEB_LATZ-FilmatiAffermazione puntualmente ribadita dal Pastore luterano Andrea Latz, che con l'accento tipico di un tedesco che parla in italiano, ha svolto, con estrema semplicità, una sobria ma coinvolgente relazione per punti, frammezzata da spunti di gradevole fraternità. Uno stile gioioso che ha 2014_03_18-SGiacomo-5°CEB_LATZ-Filmatigarantito l'ascolto da parte dell'uditorio e le successive domande a cui si è sottoposto con grande affabilità.

Questa volta è stato Padre Alessio (jeromonaco ortodosso) ad iniziare il confronto dialogo, seguito poi da numerosi interventi compreso quello del parroco, Padre Ettore Sentimentale. E' stato un bell'incontro in cui si è percepita la sostanziale unità intorno alla figura del "Maestro" Gesù Cristo.

"La Chiesa luterana"

20Mar/140

San Filippo del Mela – «La preghiera forte e sentita per favorire il binomio Uomo-lavoro»

2014_03_18-SanFilippo-UDPL-Preghiera_Giuseppe-FOTO2014_03_18-SanFilippo-UDPL-Preghiera_Giuseppe-FOTO2014_03_18 - San Filippo - EdiPower - Ufficio della Pastorale del Lavoro

- San Giuseppe Lavoratore

I SEGNI dell'Incontro di Preghiera

al Crocifisso ed al Vangelo,  gli operai hanno via via aggiunto: la tuta - i guanti - il casco -

2014_03_18-SanFilippo-UDPL-Preghiera_Giuseppe-FOTO2014_03_18-SanFilippo-UDPL-Preghiera_Giuseppe-FOTOQuesti i segni di una semplice e sentita Celebrazione in onore di tutti i Lavoratori e del suo patrono San Giuseppe.

Don Sergio Siracusano, nell'introduzione, ha specificato chiaramente il carattere spirituale dell'incontro tutto centrato sulla preghiera , centro motore della comunione tra Dio e gli uomini. 2014_03_18-SanFilippo-UDPL-Preghiera_Giuseppe-FOTOMomento forte l'ascolto delle parole di Papa Francesco pronunciate a Cagliari. Un vero grido di dolore, che deve servire a scrollarci di dosso l'apatia e a rimboccarci le maniche. E' una solida base per un 2014_03_18-SanFilippo-UDPL-Preghiera_Giuseppe-FOTOcambiamento di mentalità, per favorire l'impegno personale e Istituzionale a facilitare la realizzazione del binomio Uomo-lavoro. Con grande forza ci ha richiamati a mettere al centro della vita comunitaria l'accesso al lavoro da parte di tutti. Ed altresì ha avuto parole di vera condanna per quei profittatori nazionali e multinazionali, che mercificando il lavoro, mettendolo a servizio del profitto, eliminano, sull'altare del dio denaro, la vera dignità dell'uomo. 

I segni sono stati accostati alla Parola ed al Crocifisso dagli Uomini lavoratori della Edipower, che con questo gesto hanno sottolineato ed arricchito il valore del lavoro evidenziato da Giuseppe, nel formare al mestiere di falegname il suo giovane figlio Gesù. Pur sapendo che quel figlio aveva gia fornito segni della sua divinità. (Episodi della Presentazione al Tempio _ Cantico di  Simeone - l'Interrogazione dei saggi...). Come testimone della coniugazione della fede e del lavoro è stato ricordato il Beato Piergiorgio Frassati il giovane torinese, molto amato anche a Messina in particolare nella parrocchia Santi Apostoli Pietro e Paolo di Messina.

20Mar/140

Messina – Lettura Atti «…Nessuno osi solo pensare di acquistare con denaro il dono di Dio»

Logo SAE piccolo20 marzo 2014 - ore 18.45 - Sala Parrocchia San Giacomo  M - Via Buganza is. 54/11

Il SAE  "E. Cialla"  - continua la Lettura degli Atti degli Apostoli

Sarà Suor Tarcisia Carnieletto, direttrice della Commissione Diocesana per l'Ecumenismo, a guidare l'incontro di preghiera e riflessione su

Atti 8,9-25 che narrano di Simone il Mago.

2012_04_19-Parr_S_M-Consolazione-SAE-Suor_Tarcisia-V'era da tempo in città un tale di nome Simone, dedito alla magia, il quale mandava in visibilio la popolazione di Samaria, spacciandosi per un gran personaggio. 10 A lui aderivano tutti, piccoli e grandi, esclamando: «Questi è la potenza di Dio, quella che è chiamata Grande». 11 Gli davano ascolto, perché per molto tempo li aveva fatti strabiliare con le sue magie. 12 Ma quando cominciarono a credere a Filippo, che recava la buona novella del regno di Dio e del nome di Gesù Cristo, uomini e donne si facevano battezzare. 13 Anche Simone credette, fu battezzato e non si staccava più da Filippo. Era fuori di sé nel vedere i segni e i grandi prodigi che avvenivano. 14 Frattanto gli apostoli, a Gerusalemme, seppero che la Samaria aveva accolto la parola di Dio e vi inviarono Pietro e Giovanni. 15 Essi discesero e pregarono per loro perché ricevessero lo Spirito Santo; 16 non era infatti ancora sceso sopra nessuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signore Gesù. 17 Allora imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo. 18 Simone, vedendo che lo Spirito veniva conferito con l'imposizione delle mani degli apostoli, offrì loro del denaro 19 dicendo: «Date anche a me questo potere perché a chiunque io imponga le mani, egli riceva lo Spirito Santo». 20 Ma Pietro gli rispose: «Il tuo denaro vada con te in perdizione, perché hai osato pensare di acquistare con denaro il dono di Dio. 21 Non v'è parte né sorte alcuna per te in questa cosa, perché il tuo cuore non è retto davanti a Dio. 22 Pentiti dunque di questa tua iniquità e prega il Signore che ti sia perdonato questo pensiero. 23 Ti vedo infatti chiuso in fiele amaro e in lacci d'iniquità». 24 Rispose Simone: «Pregate voi per me il Signore, perché non mi accada nulla di ciò che avete detto». 25 Essi poi, dopo aver testimoniato e annunziato la parola di Dio, ritornavano a Gerusalemme ed evangelizzavano molti villaggi della Samaria”.

Dopo l’introduzione sono liberi altri interventi.