CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Ago/130

Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC) – «Nel 151°del ferimento in Aspromonte – l’inedito attributo di studioso di Astronomia a Giuseppe Garibaldi»

2012_10_14-Astronomia-04-PlanetarioGiovedì 29 Agosto 2013, ore 17.30

Centro visita Sant’Eufemia d’Aspromonte – Villaggio De Leo

"Un Garibaldi inedito: guarda come brilla Arturo"

Il Parco Nazionale d’Aspromonte ha inteso ricordare il centocinquantunesimo anniversario del ferimento di Giuseppe Garibaldi in Aspromonte presentando al pubblico un Garibaldi inedito. Probabilmente pochi sanno che l’Eroe dei due Mondi ha mostrato, a più riprese, un forte interesse per la Scienza, la Tecnologia e l’Astronomia in particolare, questo perché aveva frequentato la Scuola Nautica di Genova nel 1820 e quindi, necessariamente, doveva avere nozioni di Astronomia. Al termine degli studi si imbarcò come mozzo nella Marina Sabauda e successivamente nelle altre spedizioni assunse il ruolo di “scrivano”. Oltre a scrivere sul giornale di bordo, effettuava, col sestante, assieme al capitano, osservazioni astronomiche, a quei tempi ancora molto basate sulla posizione della Luna per il calcolo della longitudine. Era importante che queste osservazioni e calcoli fossero quanto più precisi possibile dato che era in gioco la conoscenza della posizione del veliero, da cui poteva dipendere la vita o la morte di tutti. Non ci si meraviglia, dunque, se nella sua biblioteca sono presenti un numero consistente di volumi di Matematica, Astronomia e Geografia, materie che Garibaldi insegnò a Costantinopoli nel 1828 e a Montevideo nel 1841. Garibaldi coltivò sempre l’Astronomia e, a fianco della sua casa di Caprera, fece costruire una capanna da utilizzare come osservatorio. Il telescopio gli era stato regalato dagli operai della città di Newcastle on Tyne nell'aprile 1854 assieme ad una spada. Si racconta che gli Amici della libertà europea per questo dono sottomisero una sottoscrizione pubblica di non più di dieci centesimi per firma. La prof.ssa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario provinciale Pythagoras, questa sera (29 agosto 2013 alle ore 17,30) , dopo i saluti istituzionali del Presidente dell’Ente Parco Prof. Giuseppe Bombino e delle autorità presenti, percorrerà, attraverso alcuni episodi riportati nelle Memorie dell’eroe, il legame tra Garibaldi ed il Cielo, ricostruendo al computer il cielo delle notti in cui gli avvenimenti si sono verificati. Il titolo della conferenza: “Vedi come brilla Arturo” richiama esattamente l’invito che Garibaldi rivolge a Bixio la notte tra il 26 ed il 27 Maggio del 1860 prima della battaglia di Palermo. Al termine della conferenza Carmelo, Giovanni, Marica, Massimo e Rosario illustreranno il Cielo ad occhi nudo e con gli strumenti. Sarà l’occasione per dimostrare, al pubblico presente, che il cielo del Parco è tra quelli d’Italia con assenza di inquinamento luminoso. Una risorsa da preservare e valorizzare.

26Ago/130

Reggio Calabria – «Hitchcock – Il maestro del cinema che evoca la suspence»

1-2013_08_28-VersoSud-Cinema_HitchcickIL CIS DELLA CALABRIA

Mercoledì 28 agosto 2013 – Ore 21.00 -

Presso il Chiostro della Chiesa di San Giorgio al Corso di R. C.

il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo "Cinema e …" presenta:

Hitchcock e la psicoanalisi:"Marnie"

Famosissimi sono i film di Alfred Hitchcock Io ti salverò (1945), La donna che visse due volte (1958) e Psycho (1960) ispirati alla psicoanalisi. Ma, oltre ad essi, non c’è quasi alcuna sua opera che non possa venire interpretata con questa chiave di lettura.
In realtà, al di là di una certa semplificazione delle teorie freudiane che ha fatto inorridire studiosi e medici, da un punto di vista prettamente cinematografico, ciò che più interessava Hitchcock non era tanto approfondire l’argomento psicoanalitico, quanto servirsi di esso come strumento per evocare la suspense, mantenendo alto il livello di attenzione dello spettatore.
Anche Marnie (1964) ubbidisce a questa regola ma, rispetto agli altri, è un film più complesso e intenso, perché vuole indagare sul problema dei traumi infantili e le loro conseguenze sulla vita di chi li subisce.
Su questo film si soffermerà l'analisi del prof. Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, che cercherà di dimostrare come la regia magistrale di Hitchcock e l’interpretazione di Sean Connery e di Tippi Hedren rendano avvincente il racconto e nello stesso tempo consentano un discorso scientifico sull'argomento.
Su quest'ultimo aspetto, a seguire, verteranno gli interventi del Prof. Rocco Zoccali, Ordinario di Psichiatria all'Università di Messina e della Prof.ssa Maria Rosaria Anna Muscatello, Prof. aggregato di Psichiatria, Università di Messina.
Siete invitati a partecipare

25Ago/130

Messina – Osservatorio Natoli – “Circolarità tra vita e lavoro _ Rosaria Lucia Natoli”

L'Omaggio del GOZ a LUCIA

22 agosto 2007 - Sono passati già 6 anni dalla tragica morte di Rosaria Lucia Natoli, di due suoi familiari e due dipendenti del Rifugio il Falco presso Patti. Il G.O.Z. (Gruppo Operativo di Zona - Comunità e Diritti - di Villaggio Aldisio) ha avuto il privilegio di annoverarla, dal 2000 al 2007, quale componente del Gruppo ed elemento di spicco, per lo straordinaria capacità di coinvolgere, grazie anche alle sue competenze, tutte le altre componenti; (Consultori familiari, Medicina scolastica, Psichiatria infantile, Scuole primarie e secondarie, Associazioni di Volontariato, Servizi sociali del Comune e Parrocchia SS Salvatore),  sul tema di frontiera della Giustizia Minorile.

2013_08_22-ON-GC22 agosto 2013 -  Saro Visicaro, copromotore e coordinatore dell'Osservatorio per minori titolato a Lucia Natoli, nell'accogliente saletta del Genio Civile, messa a disposizione con squisita sensibilità dall'ing. Gaetano Sciacca, anche quest'anno nell'anniversario della tragica scomparsa, ne ha voluto ricordare la splendida figura.

L'incontro è' stato centrato sulla vulnerabilità dell'ambiente al pericolo degli incendi ed ha visto coprotagonisti oltre l'ing. Gaetano Sciacca, il prof.re Nino Mantineo, nuovo assessore comunale alle politiche sociali, gia presidente del CESV, rappresentato in sala dal nuovo dirigente dott. Rosario Ceraolo, Massimo Minutoli, rappresentate della Consulta dei  Quartieri e un Funzionario dei Vigili del Fuoco. Presenti anche due rappresentanti dell'Ufficio della 2013_08_22-ON-GC2013_08_22-ON-GCGiustizia Minorile,  delegate dalla direttrice dott.ssa Maria Palella e da 4 giovani geologi e fisici partecipanti ad un qualificato Master sulle opere di risanamento e messa in sicurezza del territorio.  A tal proposito alla fine dell'incontro un discreto Gruppo guidato dall'ing. Sciacca si è recato a Giampilieri per prendere visione dei 2013_08_22-ON-GClavori di messa in sicurezza già svolti o in fase di completamento.

Le comunicazioni di Saro Visicario sono state, come sempre, scarne, dirette ed 2013_08_22-ON-GCefficaci, anche in quest'occasione ha con schiettezza puntualizzato i vari impedimenti ad una gestione oculata del suolo. L'ing. Gaetano Sciacca non è stato da meno, e mentre c'è chi sfoglia la margherita tra Dio e Mammona, non perdendo il vizio istituzionale di essere dicotomici, lui ha già scelto,  e i suoi precisi e circostanziati atti ne sono l'esempio più evidente. L'intervento dell'assessore Nino Mantineo è stato il più articolato, dopo aver ricordato Lucia e la sua famiglia, si è soffermato sul ruolo del volontariato, sulle sfide che questo comporta, chiedendo per se di essere stimolato e non compiaciuto. (Il Volontario è una Persona capace di condividere se stesso, le proprie competenze, 2013_08_22-ON-GCconoscenze e peculiarità con il 'prossimo, per aiutare la comunità civile 2013_08_22-ON-Giampilieriad affrontare e possibilmente risolvere, problemi di carattere generale e personale. Per questo il volontario collabora con gli Enti locali- in modo che l'aiuto diventi strutturale e permanente. L'obiettivo è che che chi ha bisogno di aiuto non si senta un peso ma un membro effettivo ed alla pari della Comunità intera. Più critico il tono di Massimo Minutoli, rappresentante della Consulta deiQuartieri, il quale lamentava, la poca consapevolezza del ruolo del volontario nella protezione civile, sia da parte dei cittadini utenti sia

degli Enti con cui collaborano le Associazioni. Preciso e puntuale l'argomentare del dirigente del 2013_08_22-ON-GCVigili del Fuoco che sottolineato in modo lineare la situazione attuale n cui si trovano ad operare, e le difficoltà che provengono da una visione parziale delle problematiche che interessano più Enti e Comunità.

Quasi al termine dell'incontro, Ambra Visicaro ha introdotto una nota di lieta gentilezza recitando una poesia da lei composta in ricordo di Lucia.

 

21Ago/130

Villa S. Giovanni (RC) – Piale – «Una cena che ha messo in tavola le vere ricchezze della Calabria: Solidarietà e Condivisione»

2013_08_14-VSG-Piale-16ªCENA_RIONI2013_08_14-VSG-PIALE-16CenaRioniL'accoglienza e la vissuta solidarietà sono le caratteristiche principali dell'Associazione PONTI PIALESI, che costruisce, e non solo nel suo territorio, significativi percorsi culturali, sociali e solidali.

Queste le significative premesse di questa 16ª edizione della CENA DEI RIONI, che si pone come singolare punto di riferimento per quanti hanno a cuore la crescita dell'Uomo in percorsi di legalità eticamente compatibili. Partner storico sul fronte della Legalità con Ponti Pialesi, (presidente Francesco Marcianò) è  il Consorzio sociale GOEL,(presidente Vincenzo Linarello),

Il ricco e variegato menu è stato approntato da EquoSud (presidente Nello Tramontana), realtà che raccoglie in consorzio tanti piccoli produttori calabresi. Una vera cena a Km 0.

2013_08_14-VSG-PIALE-16CenaRioniMolti gli interventi di saluto e di condivisione, da quelli istituzionali: del 2013_08_14-VSG-PIALE-16CenaRionisindaco Rocco La Valle, del vice e dell'assessore ai servizi sociali a quelli pieni di umanità di Associazioni che aiutano gli Immigrati di Rosarno, tramite le toccanti testimonianze di alcuni loro componenti.

I presenti hanno potuto partecipare ad una serata straordinaria, arricchita anche dall'accompagnamento musicale di un duo di chitarre, che ha rivisitato canzoni popolari e sociali. Sempre sobria la conduzione della valida e brillante  presentatrice Francesca.

2013_08_14-VSG-Piale-16ªCENA_RIONI 2013_08_14-VSG-Piale-16ªCENA_RIONI

GOEL

GOEL

 

19Ago/130

Milazzo – LAT – “—Per una vera rinascita della bellezza dell’identità mediterranea”

2013_08_19-LAT-BoschettoAncora 2013_08_19-LAT-BoschettoAncora Legambiente del Tirreno Via Baronello, 1 MILAZZO (ME) e-mail: legambientetirreno@tiscali.it

"Operazione di pulizia al boschetto dell’Ancora al Tono di Milazzo e proposta di recupero del litorale di ponente."

La Legambiente del Tirreno ha organizzato un’operazione di pulizia al Boschetto dell’Ancora di Milazzo per una duplice ragione: mantenere la bellezza e l’identità del litorale marino mediterraneo e, soprattutto, per 2013_08_19-LAT-BoschettoAncora2013_08_19-LAT-BoschettoAncoraricordare che quest’area rappresenta un esperimento di laboratorio botanico da osservare dal punto di vista scientifico-naturalisto con le essenze tipiche della vegetazione costiera milazzese (tamerice africana, oleandro, giglio marino, ginestrino delle scogliere, fiordaliso grespino, ecc) e citato in una prestigiosa Guida Turistica dell’Istituto Geografico De Agostini Novara, alla luce della consulenza scientifica del Dipartimento di Botanica dell’Università di Messina.

Adesso fra gli interessi scientifici c’è da annotare la comparsa del raro 2013_08_19-LAT-BoschettoAncora2013_08_19-LAT-BoschettoAncoracardo- pallottola vischioso (Echinops spinosissimus),: della famiglia delle Compositae è inserita nella Lista Rossa siciliana delle piante a rischio di estinzione (Conti-Manzi_Pedrotti, 1997) come specie vulnerabile (VU) e citato dallo scrittore milazzese Giuseppe Piaggia, nel volume “Illustrazione di Milazzo” come “pianta rara del promontorio” già nel 1800.

Proprio per questo nella ripresa dei lavori del litorale di ponente il Boschetto dell’Ancora deve essere considerato come un punto di partenza 2-2012_09_29-LAP-LEGAMBIENTE-LOGO-001per il vero risanamento costiero, visto lo scempio perpetrato ai danni della natura.

Considerata l’importanza, Legambiente mette nuovamente a disposizione lo studio naturalistico e speriamo che questa nuova fase rappresenti un momento di verità per una vera rinascita della bellezza dell’identità mediterranea.

L’area di parcheggio, ancora cantiere, rappresenta al momento per le sue condizioni una fonte di polvere di cemento che assieme ai gas di scarico delle automobili provocano danno alla vegetazione oltre che agli stessi bagnanti. Per salvaguardare e valorizzare il Boschetto dell’Ancora e per contenere i danni della polvere e dei gas di scarico , è necessaria un’area di rispetto naturale tra il boschetto e il marciapiede a servizio del parcheggio adiacente.

Legambiente del Tirreno Via Baronello, 1 MILAZZO (ME) e-mail: legambientetirreno@tiscali.it

18Ago/130

Reggio Calabria – CIS- “Qualunque cosa avverrà mostramela…voglio conoscerla”

2013_08_19-CIS-FILM-DIO

Lunedì 19 agosto 2013 ore 21.00

Chiostro della Chiesa di San Giorgio al Corso

*CINEMA E... RICERCA DI DIO*

"La vita è un cammino, una sequenza di incontri, che danno sapore alla nostra esistenza. 

Gli Uomini in ricerca vogliono conoscere l'essenza del Viaggio, l'incontro con Dio"

16Ago/130

Messina – «…ma ancora più importante e quello che deve crescere: la Cultura – la Bellezza – l’Ambiente – le Relazioni tra gli Uomini»

1-CCI14082013_00001«Dalla competizione alla Collaborazione»

Martedi 13 agosto 2013 alle ore 18Nello scenario incomparabile dello Stretto di Messina, con lo straordinario punto di osservazione offertoci dalla sede della Fondazione Horcynus Orca a Torrefaro. Legambiente dei Peloritani, in collaborazione con Rete degli ECOsportelli Sicilia, ha dato vita ad un interessante e partecipato incontro sul tema “LE CITTÀ SOSTENIBILI”, il libro scritto da Andrea Poggio, storico dirigente di Legambiente, dove ricopre l’incarico di vicedirettore nazionale.

L'intento dell'incontro di contribuire ad aprire una riflessione sulle nostre città e sulla loro improcrastinabile riconversione verde, che è fondamentale, oltre che per il nostro benessere, anche per la nostra economia - è stato pienamente centrato.

L'ing. Enzo Colavecchio, gratificato dalla ulteriore notevole e qualificata partecipazione, ( l'arch. Falzea, il prof. Ginatempo, le Delegazioni di Legambiente delle sedi di Barcellona P.G., di Capo d'Orlando, ecc), ha condotto con la consueta perizia l'incontro che ha avuto come protagonista principale, oltre all'autore Andrea Poggio presente su 2013_08_13-LAP-CittàSostenibili-Skype, l'arch. Carmelo Celona, che ci ha raccontato quella Messina che molti e per molti anni non hanno voluto vedere. E' stata un'ulteriore stimolo alla presa di coscienza dei danni arrecati alla Città dalla cattiva politica e nello stesso tempo uno sprone per rimboccarci le maniche e rendere la nostra Città bella come lo scenario in cui la creazione l'ha posta. Temi e situazioni confermate ed ampliate nell'intenso e sofferto intervento del nuovo assessore Daniele Ialacqua. Oltre al filmato dell'arch. Celona ci sono i filmati degli interventi dell'ing. Francesco Cancellieri, di Tommaso Castronovo e Francesco Ferrante,  che sono utilissimi per gustare l'impegno di uomini che si mettono ogni giorno al servizio della Cultura, della Bellezza, dell'Ambiente ma tanto più per arricchire le relazioni fra gli Uomini

2013_08_13-ME-LAP-LeCittàSostenibili-Ingg_E_Colavecchio-F_Cancellieri-Arch_C_CELONA-Andrea_Poggio-Daniele_IalacquaAnteprima

13Ago/130

Al Parco Horcinus Orca presentazione del libro “Le città sostenibili” di Andrea Poggio oggi 13 agosto ore 18

 

Le città sostenibili

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Martedi 13 agosto 2013 alle ore 18, nella splendida cornice del Parco Horcynus Orca – Torre degli Inglesi, Legambiente dei Peloritani, in collaborazione con Rete degli ECOsportelli Sicilia, organizza un interessante incontro sul tema “LE CITTA’ SOSTENIBILI”, il libro scritto da Andrea Poggio, storico dirigente di Legambiente, dove ricopre l’incarico di vicedirettore nazionale. L’incontro vuole contribuire ad aprire una riflessione sulle nostre città e sulla loro improcrastinabile riconversione verde, che è fondamentale, oltre che per il nostro benessere, anche per la nostra economia.

9Ago/130

Reggio Calabria – Cultura Astronomia e… “A scuola dalla Natura: tra Cielo, Terra e Calici di Stelle”

locandina Calici di stelle tra Terra e Cielo a scuola dalla Natura Estate 2013

Un ricco calendario di eventi culturali, sociali ed ecologici, proposto in sinergia d'intenti da Enti territoriali e culturali. E' questo il vero patrimonio dell'Area dello Stretto, di cui sono fieri le Comunità calabresi e siciliane.

"A scuola dalla Natura: tra Cielo, Terra e Calici di Stelle"

> questo il titolo del programma estivo organizzato dall’Ente Parco d’Aspromonte in collaborazione con il Planetario Provinciale e la Sezione Calabria della Società Astronomica Italiana a cui è stata affidata la direzione scientifica del Planetario.

L’iniziativa vede insieme un grande Parco Naturale, quello dell’Aspromonte e il Planetario Provinciale di Reggio Calabria, uniti per promuovere il cielo pulito dell’Aspromonte.

Tra i tanti luoghi in cui si possa osservare un cielo stellato, il Parco dell’Aspromonte offre sicuramente le migliori condizioni in quanto a siti osservativi, infatti, i siti di alta montagna, in assenza di inquinamento luminoso e sotto un’atmosfera limpida, sono delle vere e proprie oasi di buio.

L’Ente Parco dell’Aspromonte, da sempre promotore di numerose iniziative turistico-culturali tese alla valorizzazione dei vari ambienti che coesistono nel Parco, vuole offrire, in sinergia con il Planetario provinciale di Reggio Calabria, attraverso l’organizzazione del laboratorio didattico “Tra cielo e terra: a scuola dalla natura” la possibilità a tutti e nel modo più facile, di scoprire quello che è uno degli ambienti meno conosciuti, ma tra i più affascinanti di un parco naturale: il Cielo.

Gli obiettivi che il Parco Nazionale dell’Aspromonte e il Planetario provinciale di Reggio Calabria si prefiggono di raggiungere con questo progetto si possono così sintetizzare:

• Promuovere nella popolazione locale e nei turisti la fruizione dell’area protetta; - • Promuovere il turismo culturale a carattere scientifico; - • Valorizzazione della Natura, intesa come patrimonio innato del nostro territorio e per questo d’imprescindibile importanza, da conoscere, condividere e tutelare. - • Illustrare il Cielo ed i fenomeni che in esso si svolgono; - • Promuovere i prodotti enogastronomici del Parco.

Le iniziative previste nel progetto sono rivolte: ai turisti italiani e stranieri in vacanza nella provincia di Reggio Calabria; a tutti gli abitanti della provincia di Reggio Calabria che vogliono approfondire le tematiche ambientali. All’interno del programma è inserita l’iniziativa Nazionale denominata: “Calici di Stelle” a cui il Planetario Provinciale-Sezione Calabria SAIt ha aderito, già da molti anni. Questo è un tradizionale appuntamento estivo ideato dal Movimento Turismo del Vino che, inneggiando a Bacco, a partire dai primi giorni d’agosto e per tutto il mese nei centri storici e nelle piazze italiane, tra corti d’insospettata bellezza e castelli, gli enoturisti appassionati del buon bere, potranno degustare i migliori vini delle cantine abbinati ai prodotti tipici di qualità, espressione del patrimonio locale di ogni Regione che ospita l’evento.

2012_10_14-Astronomia-04-Planetario

Il Planetario Provinciale-Sezione Calabria SAIt è da molti anni presente con una ricca serie di iniziative nei comuni della Provincia e non solo che ne fanno richiesta. Per questo nel programma sono coinvolti anche comuni non ricadenti entro il Parco. È motivo di grande soddisfazione per il Planetario Provinciale essere stato coinvolto a programmare questi eventi estivi con l’Ente Parco d’Aspromonte per almeno due buoni motivi: il primo è che il Planetario viene inserito tra quelle strutture istituzionali riconosciute per la didattica e la divulgazione; il secondo motivo d’orgoglio è che la cultura non sembra più suscettibile di una visione del tutto separata ed estranea rispetto alle logiche più generali che governano i fenomeni di sviluppo locale, ma costituisce, essa stessa, un fattore attivo per la crescita socio-economica di un territorio, offre un’immagine positiva ed aumenta la forza di attrazione di un territorio rappresentando, inoltre, uno strumento decisivo per la rigenerazione di aree socialmente ed economicamente sfavorite, agevolando anche l’integrazione sociale. L’Astronomia può dare un contributo fondamentale in questa direzione in quanto consente iniziative tese ad incoraggiare e sviluppare un nuovo tipo di turismo non solo vincolato alla bellezza dei luoghi ma anche a proposte culturali interessanti ed emotivamente coinvolgenti.

Per informazioni: Segreteria Planetario tel\fax 0965 324668 - Rosario Borrello 329 4464386 - Marica Canonico 328 9341475 - Carmelo Nucera 366 1551337

Sito www.planetariumpythagoras.com -  E-mail planetario.rc@virgilio.it - Twitter @PlanetarioRC - Skype planetario.pythagoras - Gruppo e fanpage su Facebook

Planetario provinciale Pythagoras - Via Salita Zerbi,1 Parco Mirella Carbone Reggio Calabria 

Di seguito il programma degli eventi. CLICCA

4Ago/130

Villa San Giovanni _ Piale – “Tempo d’impegno e di solidarietà per tutta la Comunità dello STRETTO”

2013_08_14-VSG-PontiPialesi-CENA

Mercoledì 14 agosto - ore 20,00

16ª Edizione  della tradizionale Cena dei Rioni

"La Buona Terra"

dai segni del potere al potere dei segni

«Dopo la bellissima edizione dedicata ai centocinquantanni dell'Unità d'ITALIA (2011)

L’ Associazione Ponti Pialesi 

Presidio della Legalità "Antonino Scopelliti" - Piale di V. S. Giovanni (RC)

Con il patrocinio della Città di Villa San Giovanni e in collaborazione con EQUOSUD e GOEL

PRESENTA: Cena dei rioni 16ª Edizione - Mercoledì 14 Agosto 2013 – ore 20,00“ La Buona Terra ” -dai segni del potere al potere dei segni

Una cena speciale, con un ricco menù ideato interamente a Km zero utilizzando i prodotti Gas (gruppi d’acquisto solidale) di Equosud, un consorzio di produttori calabresi. Risparmio, qualità, filiere corte, agricoltura biologica, commercio equo.

Produttori autonomi, piccoli, che per scelta evitano le maglie della Grande Distribuzione Organizzata per sottrarsi al taglieggiamento sistematico che nutre i profitti delle multinazionali e fa lievitare i prezzi, colpendo i consumatori, strozzando i produttori e impoverendo il nostro territorio. … per battere la ‘ndrangheta non basta la denuncia, serve l’alternativa!

Al suo decennale dalla nascita, GOEL rappresenta una storia di riscatto come la figura biblica, di cui porta il nome. Attraverso il lavoro e l’impresa, ha fatto breccia nel muro della sudditanza psicologica e culturale del Sud.

Il Gruppo Goel opera sul territorio, creando imprese d’eccellenza, per lo più di natura sociale come Goel Bio che si occupa di agricoltura biologica o Cangiari, che produce tessuti tradizionali per l’alta moda.

Per costruire le fondamenta di un futuro diverso in questa nostra terra dobbiamo valorizzare al meglio quello che la Calabria ha di unico e di esclusivo: La Buona Terra… i Buoni Calabresi !!! - Il Presidente Francesco Marcianò ---

Offerta Tessere € 20,00 con prenotazione obbligatoria - Rif. Cell. 339-3643884 - e-mail: pontipialesi@libero.it
Via Tintorello n. 2 Piale – 89018 Villa San Giovanni (RC) - C.F. n° 96002110805 

3Ago/130

Milazzo – Poesia e musica nel suggestivo scenario del castello di Milazzo – “Omaggio a Fabrizio de Andrè”

2013_milazzo_DeAndrè-01

Il 27 luglio 2013  nel suggestivo scenario del castello di Milazzo è stato vissuto un grande evento di Poesia e Musica con

l' Omaggio a Fabrizio de Andrè

 

Nel corso della serata davanti ad un nutrito pubblico di estimatori del cantautore genovese si é riflettuto sugli ultimi e il mondo femminile affrontati da De Andrè nella sua vasta opera, carica di una inquietudine proiettata verso la giustizia sociale e nel contempo di una speranza nel miglioramento dell’umanità. “ Se non sono gigli sono pur sempre figli vittime di questo mondo” sono i versi tratti dalla canzone “

2013_milazzo_DeAndrè-02

La città vecchia” che hanno fatto da bussola all'idea della serata che, in nome di un’ecologia umana, hanno invitato alla riflessione su una produzione poetica contraria all'indifferenza”. all'ipocrisia , all'odio e al pregiudizio, e che nei versi e nelle musiche ha restituito dignità agli ultimi “ del mondo in controluce” e dignità alle numerose donne vittime di abusi e violenze che affollano i componimenti di De Andrè.

Gli interventi musicali sono stati eseguiti da artisti del territorio: Laura e Carmelo Culicetto con Samuel Caliri, Angelo Perez e l’Accademia Musicale, Peppe e Francesco D’Amico, il trio Giuseppe Ruggeri, Franco Venuto e Vito Antonuccio ed alcune voci del gruppo “Castello di Carta”(Loredana Celebre, Elena Grasso, Cinzia Vinci, Alessandro Di Bella, Imma Barillari, Cettina Bucca) hanno recitato una scelta di brani tratti da alcune canzoni, nei cui versi risuonano personaggi femminili e versi legati al mondo degli ultimi, entrati nella memoria collettiva. La manifestazione è stata condotta da Graziella Giorgianni di Legambiente, che ha curato la serata e da Fabrizio Scibilia , legato alle passate manifestazioni De Andrè dell’associazione.

La serata, in contemporanea con altre nel territorio nazionale, ha ricevuto il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De Andrè a firma del suo presidente Dori Ghezzi e di Liliana Azzolini che hanno inviato una lettera di vicinanza affettiva alla manifestazione dedicata alle donne “femmine un giorno e poi madri per sempre” ed in particolare alla signora Rosa Certo, madre del presidente del circolo locale di Legambiente , dott.re Pippo Ruggeri, scomparsa di recente e alla quale è stata dedicata la serata.

Presente per il Direttivo Regionale di Legambiente il dott.re Eugenio Cottone nonché facente parte del Consiglio nazionale dei Chimici.