CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

24Apr/130

Reggio Calabria -«I giovani allievi, dimostrano che solo con la serietà e l’impegno si raggiungono meritati traguardi»

1-FINALISTIOLIMPIADI NAZIONALI DI ASTRONOMIA 2013

Da sinistra verso destra: Giovanni Barilla, Giacomo Santoni, Marco Codato, Marco Giunta e Silvia Neri

Si è conclusa l’edizione 2013 delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia svoltasi a Pieve di Cadore (Belluno) dal 20 al 22 Aprile ed ancora una volta la nostra Regione si è fatta onore in questa competizione nazionale portando in finale ben otto giovani che hanno tutti ben figurato.

Il medagliere calabrese è ricchissimo: Elisa De Leo, allieva del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria, è stata premiata per il miglior tema della fase preselettiva, Giovanni Barilla, sempre del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria, ha ricevuto la medaglia per essersi distinto in ben tre successive edizioni della gara ed ancora Roberta Tripodi, allieva del Liceo Classico Tommaso Campanella di Reggio Calabria, ha ricevuto la Targa “Bruno Pontercorvo” per essersi distinta, unica su scala nazionale, in ben quattro edizioni delle Olimpiadi.

Ma non è finita qui. L’edizione 2013 vede quali vincitori delle Olimpiadi nazionali di Astronomia gli allievi del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio CalabriaSilvia Neri per la categoria Junior; Giovanni Barilla per la categoria Senior.

Mentre in seconda fascia si sono classificati: Elisa De Leo, Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio CalabriaRoberta Tripodi, Liceo Classico Tommaso Campanella di Reggio Calabria.

Questi nostri giovani reggini si contenderanno a Teramo, assieme ad altri sette studenti provenienti da Venezia, Catania, Macerata e Bari, un posto nella squadra che rappresenterà l’Italia alle International Astronomy Olympiad, che si terranno a Vilnius, Lituania, dal 6 al 14 settembre 2013.

I risultati, continui, che in questi anni nella nostra Regione sta ottenendo in questa competizione sono certamente frutto del lavoro e delle capacità degli allievi, delle azioni formative che gli Istituti mettono in atto per curare le eccellenze ma non si può disconoscere il ruolo essenziale che il Planetario Provinciale Pythagoras svolge nella Provincia di Reggio Calabria.

Questa struttura rappresenta, oggi, il punto di riferimento nazionale per la didattica dell’Astronomia ed è la prova tangibile di quanto sia vincente investire in cultura, e dimostra nei fatti come attraverso l’Astronomia e con l’Astronomia si può portare nella società quel messaggio di comprensione del Cosmo che poi è messaggio di partecipazione alle conquiste della scienza e misura di una dimensione umana, più moderna, più dignitosa, più libera.

Per questo, la prof.ssa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario reggino, dichiara: Io ed i ragazzi del Planetario: Marica, Carmelo, Rosario, Angelo, Giovanni, Marco e Massimo, ci adopereremo con ogni mezzo, confidando in una politica colta e lungimirante che valorizzi quanto di meglio di serietà e di impegno, nonostante tutto, è presente nella nostra realtà di calabresi, affinché questo Planetario sia un punto di eccellenza e di riferimento per la Scuola e per i cittadini tutti.”

24Apr/130

Messina – LAP «Una legge per ripristinare la bellezza del creato»

2013_04_19-SaloneSpecchi-LAP-PerLaBellezza2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-«LEGAMBIENTE DEI PELORITANI»

Venerdì 19 aprile 2013,nel Salone degli Specchi della Provincia, Legambiente dei Peloritani ha pienamente centrato l'obiettivo che si era prefissato. Dibattere sulla restituzione ai cittadini del bene comune della "Bellezza"; promuovendo la proposta di legge nazionale sulla BELLEZZA.

Dopo la breve ma esaustiva introduzione dell'ing. Enzo 2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-Colavecchio, (direzione Sicilia), è toccato all'arch. Carmelo Celona, relazionare sullo stato della bellezza a Messina.

2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-

Il suo racconto, pieno di riferimenti culturali, si è avvalso di splendide slide, che hanno fatto rivivere le contraddizione tra quello che potenzialmente può offrire la Città, con tutto il suo contesto di affaccio a mare, panorami, bellezza naturali, artistiche e museali e la prassi di questi lunghi anni del procedere alla costituzione di "NON LUOGHI".

Parlavamo nel Post di presentazione dell'evento, di una proposta per la Bellezza del Bene comune, l'analisi dell'arch. 2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-Celona ci fa sperare che si possa mettere mano ad un completo rinnovo delle scelte relative ai piani regolatori e paesaggistici. Molti gli interventi, anche di candidati sindaci, che hanno sottolineato diversi e per tanti versi complementari punti di vista. Pienamente condiviso il tema dalla Vicepresidente dell'Ordine degli Architetti. Più articolato quello del la funzionaria della Sovrintendenza. Non hanno fatto mancare la loro voce i decani della politica come Pippo Previti e le news entry  come

2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-

Francesco Longo. Al termine dei numerosi interventi è stato l'arch. Gianfranco Zanna, della direzione nazionale, a tirare le somme di un fruttuoso e democratico dibattito. E qui ha fatto valere la sua vasta esperienza, specialmente in campo architettonico e della gestione dei Musei, confrontando le pessime scelte fatte dalle 2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-Amministrazioni, con sperpero di denaro pubblico (Tipico esempio - Le Strade di penetrazione agricola), ma anche sottolineando qualche buona norma come l'introduzione della distanza di 150 m dalle battigia per le nuove costruzioni, norma inserita nella legge urbanistica regionale.

1-RESET

«Speriamo, come già detto che l'Incontro serva a contribuire a creare una mentalità di  rispetto delle regole della convivenza, anche urbanistica, per considerare la bellezza in termini di Bene comune e come veicolo di crescita armoniosa e condivisa.»

 

 

-Ing_Enzo_Colavecchio- Prolusione                                    -Arch_Gianfranco_Zanna -Conclusione

2013_04_19-S_Specchi-LAP-BELLEZZA-Arch_Carmelo_Celona -RELAZIONE -44_03

21Apr/130

Messina – “Per onorare il sogno di Giovanni Falcone” > «Perseverare nel gettare SEMI di GIUSTIZIA»

2013_04_17-SMGi-Antiracketmercoledì 17 aprile nella Parrocchia Santa Maria di Gesù inf. si è data risposta alla domanda:

«Qual'è il nostro...SEME di GIUSTIZIA? » in che modo operiamo o potremmo operare perché cresca, nel nostro territorio, la giustizia?

Rendendo attuale il

"Sogno di Giovanni Falcone"

"Straordinaria quotidiana esemplarità di comportamenti, fare sempre e semplicemente il proprio dovere".  Tutti i presenti, con in testa i giovani dell'Istituto comprensivo di Bordonaro hanno voluto attualizzare questa profezia perchè essa si è già avverata nei loro cuori. Loro, i ragazzi, che non erano ancora nati, quando il 23 maggio del 1992 avveniva la 2013_04_17-SMGi-Antiracket4-vlcsnap-2013-04-19-11h27m48s8Strage di Capaci. 
Seguitissimi gli interventi di Padre Nino Caminiti e del suo collaboratore, impegnati dal 2001 nell'Associazione Antiusura Don Pino Puglisi, di Enrico Pistorino presidente di 1-vlcsnap-2013-04-19-11h30m05s97ADDIOPIZZO e di Umberto di Maggio presidente di Libera Sicilia palermitano doc, che hanno con la loro età ed il loro impegno infiammato giovani ed adulti presenti. Un plauso anche alle Forze dell'ordine: Carabinieri e Polizia e alle forze armate Esercito e  Marina, la cui divisa fu indossata da "Simone Neri", l'umile eroe di "Giampilieri 2009". Il tutto coordinato e diretto da Don Terenzio Pastore, infaticabile "tratto di unione" delle realtà associative impegnate sul fronte della Legalità e della Giustizia.

2013_04_17-Messina-SMGi-SEMIdiGIUSTIZIA-100_Passi-Bordonaro -Falcone-Bordonaro

2013_04_17-Messina-SMGi-SEMIdiGIUSTIZIA-Presentazioni-Padre Nino Caminiti-AntiUsura

2013_04_17-Messina-SMGi-SEMIdiGIUSTIZIA-­Enrico Pistorino-ADDIOPIZZO-Umberto Di Maggio-Libera_Sicilia

2013_04_17-Messina-SMGi-SEMIdiGIUSTIZIA-Filmato_SOGNO -2013_04_17-Messina-SMGi-SEMIdiGIUSTIZIA-Finale

18Apr/130

Messina – «A favore dell’etica della Bellezza – Una proposta di Legge Urbanistica»

2013_04_19-SaloneSpecchi-LAP-PerLaBellezza«LEGAMBIENTE DEI PELORITANI»

Venerdì 19 aprile 2013 - ore 16.30

Salone degli Specchi della Provincia

una proposta di legge urbanistica

PER LA BELLEZZA

«Dopo lo stimolo per l'ascolto dei Candidati Sindaci di Messina e dei loro programmi. Ecco una proposta per la Bellezza del Bene comune. La Città è di Tutti! Dei Residenti, dei Visitatori e di Tutti quelli che la guardano da lontano con i nostri occhi o gli occhi, a volte impietosi, delle telecamere nazionali. Dare senso etico allo sviluppo delle Città, vuol dire tentare di ristabilire l'equilibrio naturale della creazione. Contribuire a creare una mentalità di rispetto delle regole della convivenza, anche urbanistica, si sposa con l'esigenza di fruire della bellezza come Bene comune, come veicolo di crescita armoniosa e condivisa.»

COMUNICATO LAP - ...E’ un’iniziativa che si incastona nella settimana della bellezza indetta da Legambiente nazionale e regionale, come controproposta alla soppressione della Settimana della Cultura 2013 (si allega il programma delle iniziative di Legambiente Sicilia).

Nella particolare condizione in cui oggi versa la città di Messina, alla vigilia delle elezioni amministrative, Legambiente dei Peloritani ritiene utile una riflessione sulla “Bellezza”, intesa come fattore propulsivo dello sviluppo e della trasformazione urbana. Molte sono le “bellezze” da conservare e valorizzare, sulle quali fondare il progetto politico per il futuro della città, così come molte sono le “bruttezze”, le caratteristiche squalificanti e degradanti, che purtroppo condizionano e limitano gli sforzi per migliorare.

Nell’occasione, dopo una breve introduzione dell’ing. Vincenzo Colavecchio per una sintetica presentazione della proposta di legge, seguirà la relazione dell’arch. Carmelo Celona, sul tema della bellezza legata alla tutela del patrimonio culturale esistente, del territorio e delle città. Sarà così delineato un percorso comune, lungo il quale tutti potranno impegnarsi per raggiungere gli obiettivi strategici di uno sviluppo ecosostenibile.

E’ inoltre previsto l’intervento del Presidente dell’Ordine degli Architetti e la relazione conclusiva del dott. Gianfranco Zanna, Direttore generale di Legambiente Sicilia. LEGAMBIENTE DEI PELORITANI

17Apr/130

Messina – SAE – «Lettura ecumenica degli Atti degli Apostoli»

Logo SAE piccoloSAE - SEGRETARIATO ATTIVITÀ ECUMENICHE

Gruppo di Messina (Associazione Ecumenica “E. Cialla”)

Giovedì 18 aprile 2013 - ore 18.30

per una «Lettura ecumenica degli Atti degli Apostoli»

2013_04_12-Chiesa_dei_Catalani-ICONA_BELLEZZA_CHE_UNISCE-In questo incontro Suor Tarcisia Carnieletto fmm introdurrà Atti 4, 32-37.

31 E, dopo che ebbero pregato, il luogo dove erano radunati tremò; e furono tutti ripieni di Spirito Santo, e annunziavano la parola di Dio con franchezza. 32 E il gran numero di coloro che avevano creduto era di un sol cuore e di una sola anima; nessuno diceva esser suo quello che aveva, ma tutte le cose erano in comune fra di loro. 33E gli apostoli con grande potenza rendevano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù; e grande grazia era sopra tutti loro. 34 Infatti non vi era alcun bisognoso fra di loro, perché tutti coloro che possedevano poderi o case li vendevano e portavano il ricavato delle cose vendute, 35 e lo deponevano ai piedi degli apostoli, poi veniva distribuito a ciascuno, secondo il suo particolare bisogno. 36 Or Iose, soprannominato dagli apostoli Barnaba (che significa: "figlio di consolazione"), levita, originario di Cipro, 37 avendo un campo lo vendette e portò il ricavato e lo depose ai piedi degli apostoli.

Suor Tarcisia Carnieletto fmm Responsabile dell’Ufficio diocesano di Messina per l’Ecumenismo e il Dialogo

Dopo l’introduzione sono liberi altri interventi.

I soci e gli amici del SAE e la comunità parrocchiale ti aspettano nell’oratorio parrocchiale in Via Buganza 54/11 – Messina (nelle vicinanze dei Vigili del Fuoco)

16Apr/130

Messina – «Un’antica Città fucina di Storia e di Tradizioni sociali e religiose»

1-CCI13042013_000002013_04_12-Chiesa_dei_Catalani-ICONA_BELLEZZA_CHE_UNISCE-Il 12 aprile 2013 la Chiesa SS Annunziata dei Catalani è divenuta il luogo ideale per rinvigorire le antiche tradizioni e rivisitare i tesori della Magna Grecia - partendo dal significato delle Icone (Renata Rossi)- dalle testimonianze di Santità di Metodio e Bartolomeo (Padre Alessio) e dalla storia dell'Archimandritato e dei Cenobi (Don Roberto Romeo).

L'attentissimo pubblico, ha ben risposto all'invito del Movimento Apostolico, gradendo i variegati interventi dei Relatori, Renata Rossi -Archimandrita Alessio e Don Roberto Romeo, che hanno tratteggiato i diversi ma complementari aspetti della presenza greca a Messina. Inizialmente Paola Saladino, presidente M.A., ha porto i saluti introducendo il moderatore Don Gesualdo De Luca e dando la parola per i saluti a mons. Carmelo Lupò. L'incontro protrattosi oltre il tempo previsto è terminato con una preghiera ecumenica l'AKATHISTOS curata da Suor Tarcisia. I filmati iniziano dalla accorata Preghiera finale 'proclamata da padre Alessio- Molto interessanti e inedite ai più, le informazioni sulle Icone, sui Santi e sull'Archimandritato.

PREGHIERA ECUMENICA FINALE -Suor_Tarcisia          -RELAZIONE-Don_Roberto_Romeo

RELAZIONE-Padre_Alessio                                                     -RELAZIONE-Renata_Rossi

Movimento_Apostolico-Paola_Saladino

16Apr/130

Reggio Calabria – Cultura Socialità Accoglienza Poesia

2013_04_17-ANASSILAOS-Aprile

16Apr/130

Reggio Calabria – «L’incontro tra, l’Icona della amarevole comicità, Massimo Troisi ed il Poeta Pablo Neruda»

2013_04_17-CIS-IL_POSTINOIl figlio

Sai da dove vieni? # ... vicino all'acqua d'inverno
io e lei sollevammo un rosso fuoco # consumandoci le labbra
baciandoci l'anima, # gettando al fuoco tutto, # bruciandoci la vita.
Così venisti al mondo.
Ma lei per vedermi # e per vederti un giorno # attraversò i mari
ed io per abbracciare # il suo fianco sottile # tutta la terra percorsi,
con guerre e montagne, # con arene e spine.
Così venisti al mondo.
Da tanti luoghi vieni, # dall'acqua e dalla terra, # dal fuoco e dalla neve,
da così lungi cammini # verso noi due, # dall'amore che ci ha incatenati,
che vogliamo sapere # come sei, che ci dici, # perché tu sai di più
del mondo che ti demmo.
Come una gran tempesta # noi scuotemmo # l'albero della vita
fino alle più occulte # fibre delle radici # ed ora appari
cantando nel fogliame, # sul più alto ramo # che con te raggiungemmo.

Nota - E' la poesia più affascinante che ho letto, meditato e ...amato nel periodo dei miei studi all'Università di Pisa, negli anni '70.
"OMAGGIO a due GRANDI POETI."
Gustiamolo questo bel film pieno di poesia umanità e di ...SUD.
16Apr/130

Reggio Calabria – «Le Comete: una dissonanza nella musica celeste»

1-Locandina XIV Settimana Nazionale dell'Astronomia RC16 aprile 2013, ore 21,00

Planetario provinciale Pythagoras

Le Comete: una dissonanza nella musica celeste

Prof. Massimo MazzoniUniversità degli Studi di Firenze

La Società Astronomica Italiana, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Dipartimento dell’istruzione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica e con l'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), organizza dal 15 al 22 Aprile 2013 la XIV Settimana Nazionale dell'Astronomia.

Reggio_PlanetarioIl tema della XIV edizione, quest’anno, fa eco agli eventi astronomici che si attendono nel corso del 2013 con particolare riguardo all’arrivo delle Comete.

 Le Comete sono oggetti celesti imprevedibili e spettacolari, che rimasero fino al XVII secolo oggetti sospesi fra mondo celeste e terrestre e carichi di significati e presagi: una dimensione da cui fu difficile strapparle, avvolte com'erano, non solo nella cultura popolare ma anche presso intellettuali da un'aura di mistero e suggestione magica.

Da questo contesto si stacca Seneca che nel libro VII delle sue Questioni Naturali inizia affermando che per fare uno studio completo e approfondito sulle comete “sarebbe indispensabile avere un catalogo di tutte le apparizioni di comete del passato”. Seneca osserva: “Sono solo quindici secoli dacché si è cominciato a indagare il cielo e a dare nomi alle stelle; e solo da poco i Romani hanno conoscenze scientifiche.

Ci vorranno molte generazioni e poi tempo verrà che i posteri si stupiranno che noi non sapevamo cose così manifeste Il mondo ha movimenti irrevocabili e solo alcuni abbiamo imparato a conoscere”. “Verrà poi qualcuno a dimostrare in quali regioni del cielo corrano le comete, perché errino separatamente dagli altri corpi celesti, quale sia la loro grandezza”. Quel qualcuno sarà Newton.

A partire infatti dalle osservazioni di Tycho Brahe risultò chiaro che di quegli astri era possibile avere una conoscenza reale, a tal punto che il dibattito scientifico nei decenni centrali del Seicento si concentrò in gran parte su di loro, dando vita a un confronto animato e fecondo, ricco di sfaccettature teoriche e tecniche. Oggi sappiamo che le comete sono corpi ghiacciati orbitante nel Sistema Solare, che evaporano parzialmente quando si avvicinano al Sole, sviluppando una nube diffusa di polveri e gas e, usualmente, una o più code.

È generalmente accettata l'idea che molte comete abbiano origine da una nube sferica che avvolge il Sistema Solare posta ad una distanza di circa 50.000 UA. Questa 'riserva' di nuclei cometari è chiamata Nube di Oort. Altre sembrano provenire dalla Fascia di Kuiper, situata oltre l'orbita di Nettuno.

14Apr/130

Messina – «Un ultimo tassello per chiudere il percorso di legalità 2012/2013»

2012_11_06-SMGi-Maria_Falcone-2013_02_20-SMGi-ENIGMA_MANCA-32«Qual'è il nostro...SEME di GIUSTIZIA» in che modo operiamo o potremmo operare perché cresca, nel nostro territorio, la giustizia.

mercoledì 17 aprile 10.30-12.30

Parrocchia Santa Maria di Gesù inf.

«E TU, COME GETTI SEMI DI GIUSTIZIA A MESSINA?» Dopo aver incontrato:

2013_03_23-2°AnniversarioAddiopizzoMessina2012_12_13-SMSi-Graziella_CAMPAGNA-23i FRATELLI CAMPAGNA, 

MARIA FALCONE,

la FAMIGLIA MANCA,

Incontriamo i rappresentanti di :

ASAM, COMITATO ADDIOPIZZO, FONDAZIONE ANTIUSURA "D. PINO PUGLISI" E LIBERA

2012_03_21-LIBERA-giornata_della_Memoria-bis1-riferimento_testata-Antiususra_PUGLISIASAM MESSINA"concludiamo così il percorso di legalità di quest'anno pastorale condividendo in che modo operiamo o potremmo operare perché cresca, nel nostro territorio, la giustizia. I rappresentanti Mariano Nicotra (ASAM), COMITATO ADDIOPIZZO,  Nino Caminiti FONDAZIONE ANTIUSURA "D. PINO PUGLISI" e Umberto di Maggio (Libera Sicilia) ci parleranno del loro impegno... ciascuno di noi è chiamato a offrire il suo...SEME di GIUSTIZIA" -Don Terenzio PASTORE

PS - (Alle 17.00 all'Università (Aula ex Chimica al Rettorato) raccolta di firme del consumo critico durante l'incontro con Salvatore Borsellino ed il procuratore Ardita che discuteranno della trattativa Stato-mafia. ) PARTECIPARE E' UN DIRITTO !!!

 

13Apr/130

Reggio Calabria – XIV Settimana Astronomia – «Gli studenti … fanno vedere le stelle»

1-Locandina XIV Settimana Nazionale dell'Astronomia RC

12Apr/130

Palermo – «1962/1965 – Concilio Vaticano II: una palestra ancora viva per l’Unità Ecumenica»

1-2013_04_16-UPEDI-CONCILIOUno dei frutti del Concilio Vaticano II è stato il DECRETO SU «L'ECUMENISMO» - (Unitatis redintegratio) 

Concilio Vaticano IIVentunesimo concilio ecumenico, ispirato e guidato dai pontefici Giovanni XXIII e Paolo VI; si svolse nella basilica di San Pietro, dall'11 ottobre 1962 all'8 dicembre 1965.

Annunciato il 25 gennaio 1959, fu convocato da Giovanni XXIII allo scopo risolvere i problemi dell'età moderna attraverso la riscoperta del messaggio cristiano ed il rinnovamento delle strutture ecclesiastiche e disciplinari della comunità cattolica.

Ebbe quattro sessioni : dal 11/10/1962 al 8/12/1965 <> I. (11 ottobre - 08 dicembre 1962) sotto Giovanni XXIII - II. (29 settembre - 04 dicembre 1963) - III. (14 settembre - 21 novembre 1964) - IV. (04 settembre - 08 dicembre 1965) tutte e tre sotto Paolo VI.

Le principali discussioni riguardarono: la liturgiale fonti della Rivelazione; i mezzi di comunicazione socialel'unità ecumenicala Chiesa.

Manifestando una sensibilità molto acuta e vicina ai problemi dell'uomo d'oggi, il concilio Vaticano II ha attirato l'attenzione mondiale, riscuotendo profondi consensi anche in ambienti lontani dalla religione o critici nei confronti della Chiesa di Roma.

Di grande importanza è stata la dichiarazione sulla libertà religiosa (Dignitatis humanae) e soprattutto la costituzione pastorale sulla Chiesa nel mondo contemporaneo (Gaudium et spes).

Oltre alle riforme liturgiche (riforma dei riti sacramentali e possibilità d'uso della lingua nazionale), lo spirito ecumenico del Vaticano II ha nettamente migliorato i rapporti con le denominazioni protestanti e ortodosse e con le religioni non cristiane.

12Apr/130

Cefalù (PA) – «Religioni monoteiste riflessioni a confronto sul mistero della sofferenza»

2013_04_17-Cefalù-CEA_"LA PALMA"-RELIGIONI_SOFFERENZA

Mercoledì 17 aprile 2013 ore 18,00

Teatro Comunale “S. Cicero” di Cefalù

Centro Ecumenico “La Palma”  Cefalù - tavola rotonda

 “Le religioni monoteiste dinanzi alla sofferenza”

La tavola rotonda, coordinata e presentata da Amalia Misuraca, Vicepresidente del Centro, prevede i seguenti interventi:

per l’ebraismo la famosa scrittrice Elena Loewenthal,

per il cristianesimo il noto teologo moralista e pubblicista Giannino Piana

per l’islam l’arch. Asfa Mahmoud della Casa Culturale Islamica di Milano.

Concluderà Liborio Asciutto, Presidente del Centro, con una riflessione aconfessionale.

L’iniziativa si propone di offrire delle riflessioni sulle modalità con cui le religioni monoteiste hanno affrontato e affrontano la sofferenza, modalità a volte convergenti, a volte divergenti, ma sempre tese a dare un senso a esperienze e vissuti particolarmente drammatici della comune condizione umana. Il Centro Ecumenico “La Palma” desidera continuare il suo impegno a far conoscere le varie realtà religiose, in vista di un reciproco rispetto e un vicendevole arricchimentoAuspicando che quanto proposto venga ben recepito e accolto, si rinnova l’invito ad intervenire.  Il Direttivo

6Apr/130

Messina – «Un Sindaco come genuina espressione di una cultura di Servizio per la Città»

1-2013-legambiente-APPELLO AI CANDIDATI E ALLE FORZE POLITICHE2013_04_04-S_Bandiere-LAP-APPELLO_SINDACI-4 aprile 2013 -Salone delle bandiere - I validissimi punti illustrati dal consigliere regionale di Legambiente ing. Enzo Colavecchio, sono stati un'ottima base di partenza per un civilissimo confronto di idee, sulla gestione della città e sulle sue prospettive da parte dei candidati sindaci presenti. Sono intervenuti in sequenza Alessandro Tinaglia per RESET, Giuseppe Grioli candidato primarie PD, Maria Cristina Saija, 5 Stelle, Renato Accorinti (Battitore Libero). Ha concluso con un mirato e breve discorso Dino di Leo, presidente di Legambiente dei Peloritani, mentre sul palco erano presenti il segretario dott. Giovanni D'Arrigo e la prof.ssa Valentini.

Gli interventi: quello più breve, ma incisivo, di Saija, quello più lungo ed appassionato di Accorinti, contenuti nei tempi e di stile misurato gli altri due di Tinaglia e di Grioli.

Brevissime e parziali considerazioni : Lo STRETTO è un patrimonio dell'Umanità intera - l'affaccio a mare non può essere impedito da barriere e costruzioni. E chi parla di edifici in altezza, si ricordi dei... funghi, oltre che dei servizi, (fognature, parcheggi ed altro e non è affatto vero che si consumerebbe meno suolo.

L'area integrata dello Stretto è stata già costruita nei fatti dalle popolazioni che si affacciano su di esso - Il Blog in piccolo ne è una testimonianza. I nostri amici e fratelli abitanti dell'altra sponda sono Donne e Uomini di cultura e di accoglienza straordinaria e la pensano come noi.

Chi ancora non lo ha capito sono quelli che vorrebbero passare attraverso la "Cruna dell'ago", ma per essi c'è poca speranza...tranne che pensino di restituire alla Città tutto quello di cui l'hanno depauperata. E si potrebbe cominciare, per esempio, ad investire gratuitamente finanziando il Risanamento, cominciando da ...Fondo Fucile, dal Verde pubblico, dalle Scalinate, dai Forti, dal Museo regionale, dalla Cittadella, dalla Fiera e così via. Anrrivando anche... al Porto di Tremestieri...« Ma questo è solo un pensiero... alla "Zaccheo"

- Enzo Colavecchio                                                                     - Alessandro Tinaglia

- Giuseppe Grioli                                                                        - Maria Cristina Saija

- Renato Accorinti                                                                       - Dino Di Leo

5Apr/130

Messina – «Occasione di riflessione sulla storia ecumenica a Messina»

 

CCI26032013_00000

Venerdì 12 aprile 2013 - ore 18.30

Chiesa dei Catalani

 Il Movimento Apostolico invita

All'Incontro Ecumenico  

 

«L'ICONA: BELLEZZA CHE UNISCE»

 

Introduce Paola Saladino - modera don Gesualdo De Luca

- L'Icona finestra aperta sul cielo - Renata Rossi

- La santità italo-greca - Archimandrita Alessio

- La presenza greca a Messina -don Roberto Romeo

- Preghiera ecumenica suor  - Tarcisia Carnieletto

-Responsabile Movimento  - Cultrice di iconografia -Ortodosso - docente ecumenista (ME) -  docente Teologia (CZ) - Delegata Pastorale Ecumenica (ME)