CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

31Gen/130

Messina – Creazione > miliardi milioni migliaia di anni > poi… l’Uomo (da 0 a 100 anni) «Giornata per la vita» –

1-2013_02_03-GiornataVita

"Si allarga al contesto cittadino l'impegno sociale a favore di tutto l'Uomo"

La Parrocchia SS. Salvatore, con l'Ufficio Diocesano per la Famiglia, in occasione della “XXXV Giornata della Vita”

organizza a Villaggio Aldisio

domenica 3 febbraio 2013 ore 11.00 

«Giornata per la Vita»

«CORTEO CITTADINO»

da Via Giovanni di Giovanni a Via Scipione Errico (piazza del mercato): qui in piazza vi sarà la manifestazione che vedrà impegnati Gruppi, Associazioni e Movimenti che operano a favore della vita, a tutti i livelli (Vigili del Fuoco, 118, Protezione Civile, Legambiente…).

Il Corteo inizierà alle ore 11.00 e terminerà alle ore 13,00. Vi prenderanno parte il G.O.Z. l’ASSOCIAZIONE 7000, la LELAT, la COMUNITÀ FARO, il MOVIMENTO per la VITA e la Comunità Evangelica.
Nel raduno in piazza, ogni associazione avrà la possibilità di esporre il proprio materiale divulgativo. La manifestazione prevede l‘animazione di strada per i bambini e i ragazzi, giochi, canti e balletti. Il discorso di rito sarà affidato ad una coppia che darà la sua testimonianza di adozione.

Messina - 2013 continua l'impegno  - «Villaggio Aldisio centro di impegno civile ed ecologico»

 

30Gen/130

Barcellona P.G. – «La presentazione del Dossier Statistico Immigrazione 2012- (22°) è divenuta “Un Evento di Civiltà:»

1-CCI30012013_00003

sabato 26 gennaio 2013

"Barcellona P.G. : Una città multicolore"

Con questa, sapiente e 'profetica, affermazione della prof.ssa Maria Teresa Collica,Sindaco della Città del Longano, vogliamo aprire questo 'racconto della presentazione del Dossier Statistico Immigrazione -2012. 2013_1_26-BPG-DOSSIERE' stato un bel "Convenire". La nuova sede dell'incontro il Teatro "V. Currò"- (Don Bosco), con la sua preparata equipe di tecnici audio-video. I presenti nella platea, giovani-anziani, studenti- professori, religiose/i-canonici e "Gli Italiani Immigrati" o "IMMIGRATI ITALIANI"- "non diversamente, ma autenticamente Italiani". Tutti gli interventi, istradati dall'ottima conduzione del dott. Antonio Tavilla, si sono adeguati a questo momento di grande respiro, foriero di epocali cambiamenti. Ci sono state parole e frasi più incisive di altre, specialmente di chi vive con il cuore questi veri tormenti della realtà umana e cristiana. Altri sono stati più convenzionali, tipici dei Prelati di alto bordo, quelli della tipologia pubblicitaria "che non devono chiedere mai". Sinceri saluti sono stati formulati dal palco da mons. Carmelo Lupò (Vicario generale), da mons. Tindaro Iannello, (Vicario Foraneo), dal dott. Antonio Gullì (Prefettura) e dal dott. G. Crisafulli (ass. prov. reg.). Il saluto più significativo è stato quello di un Brahim Tuijri Barcellonese del Marocco, che nonostante la malferma salute ha voluto dimostrare la sua riconoscenza a tutti i Barcellonesi che in questi anni lo hanno aiutato a sentirsi cittadino italiano e del mondo. Altrettanto bella la testimonianza della Giovane Monia BENR'HOUMA che ha messo le sue radici nel suolo italico, benvoluta dalle compagne di scuola cosi come dai professori. Così ritorniamo alla "Sindaca" prof.ssa anche lei, che ha ribadito, se ce ne fosse ancora bisogno, la qualità dei Docenti della Scuola Italiana, fortemente 2013_1_26-BPG-DOSSIERmotivati su tutti i temi della multiculturalità. Ciascuno di noi è "Unico ed irripetibile" e quindi per comporre l'unità c'è bisogno di ciascuno nessuno escluso.  Anche mons. Santino Colosi ha sentito l'esigenza di ribadire "che tutti siamo responsabili di tutto e di tutti", proponendo un cammino di fattiva collaborazione e rispetto tra le diverse Istituzioni presenti sul territorio. Interessante e pregevole il Filmato di Luigi Siracusa, con protagonisti gli immigrati di 1ª e 2ª generazione, con la mia personale opinione, posta in premessa nel "Convenire". Un ulteriore apporto, di cultura legale e di approfondimento sociale è stata data dei prof.ri Anna Pitrone e Pietro Saitta, i cui interventi sono stati scanditi da convinti applausi. 2013_1_26-BPG-DOSSIER2013_1_26-BPG-DOSSIERIn ultimo e non per ultimo i due interventi entrambi incisivi di mons. Tanino Tripodo, (direttore caritas)- "Queste leggi sull'integrazione, per molti aspetti hanno delle connotazioni razziste".  E poi il diacono Santino Tornesi, che mettendo in prima pagina mons. Luigi Di Liegro ha voluto ribadire che il Bene è possibile sempre, siamo noi che ci 'giriamo 2013_1_26-BPG-DOSSIERdall'altro lato per non vedere. Il DOSSIER da 22 anni sono gli occhi per capire la realtà.« I cristiani non sono Pilato. Ma sono i seguaci dell'"Ecce Homo".»

2013_1_26-BPG-DOSSIER

Gli altri filmati degli interventi sono Linkati sul nome dei protagonisti.
2013_1_26-BPG-DOSSIER2013_1_26-BPG-DOSSIER2013_1_26-BPG-DOSSIER2013_1_26-BPG-DOSSIER2013_1_26-BPG-DOSSIER   2013_1_26-BPG-DOSSIER         2013_1_26-BPG-DOSSIER2013_1_26-BPG-DOSSIER2013_1_26-BPG-DOSSIER

    

«La presentazione del Dossier Statistico Immigrazione 2012- (22°) è divenuta "Un Evento di Civiltà:»

 

29Gen/130

Reggio C. – «Cinema e Shoah: L’ironia contro l’orrore» ” – Sull’antiebraismo, abbiamo fatto seriamente i conti con la nostra storia e con le nostre responsabilità?”

1-2013_01_30-Cinema_Shoah-IlGrandeDittatore1-2013_01_30-Cinema_Shoah Mercoledì 30 gennaio 2013, alle ore 18.00

- presso il salone della Chiesa di San Giorgio al Corso, Reggio Calabria,

il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo “Cinema e …”, nella

“Giornata della memoria”,

presenta:

1-2013_01_30-Cinema_Shoah-laVitaeBella

Cinema e Shoah: L’ironia contro l’orrore

L’Olocausto è stato rappresentato nel cinema ricorrendo ai linguaggi e alle modalità più varie. Nonostante la difficoltà ad affrontare il tema del genocidio, “indicibile” e “non rappresentabile” nella sua follia e nel suo orrore, il cinema è riuscito a superare questo tabù ed ha saputo comunque raccontare le drammatiche vicende della persecuzione e dello sterminio degli ebrei, lasciandone indelebile traccia nella memoria collettiva. Molto più intaccabile è apparso invece il tabù della presenza di humour in opere di finzione sulla Shoah, tanto che molti studiosi, intellettuali e soprattutto i sopravvissuti ai campi di sterminio si sono posti una inquietante domanda:

1-2013_01_30-Cinema_Shoah-perNonDimenticareSi può rappresentare con ironia una tragedia come la Shoah?

Il professore Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, cercherà di rispondere a questo difficile quesito, proponendo una lettura critica di brani di quattro film che, in questo senso, sono tra i più significativi e sicuramente tra i più celebri nella storia del cinema: Il grande dittatore (1940) di Charlie Chaplin, Vogliamo vivere (1942) di Ernst Lubitsch, La vita è bella (1997) di Roberto Benigni, Un treno per vivere (1998) di Radu Mihăileanu.
1-2013_01_30-Cinema_Shoah-TraindeVie1-2013_01_30-Cinema_Shoah-Vogliamo_VivereFilm che fanno amaramente sorridere ma che fanno anche riflettere su una delle più grandi tragedie della storia, perché, come ha scritto il critico letterario Terence Des Pres: «Nel regno dell'arte, una risposta comica è più elastica, più efficacemente in rivolta contro il terrore e le fonti di terrore di una risposta che sia solenne o tragica.
Il modo mimetico è quello caratteristico di un grande serietà, in quanto l'arte tragica accetta che ciò che è avvenuto passi. Il modo antimimetico è caratteristico della commedia perché l'arte comica resiste al fatto che ciò che si è verificato passi».
Istantanea riflessiva sulle responsabilità del regime fascista

NOTA BLOG - «Ancora oggi a MILANO,  alla commemorazione della Giornata della Memoria, Renzo Gattegna, presidente dell'Unione delle comunità ebraiche italiane, ha dovuto fronteggiare "dichiarazioni che  appaiono non solo superficiali e inopportune  ma anche, in parte,  là dove lasciano intendere che l'Italia abbia deciso di perseguitare e sterminare i propri ebrei per compiacere un alleato potente, destituite di senso morale e di fondamento storico"(la Repubblica). Ancora da (Repubblica)

«Parlando alla fine della cerimonia milanese, Gattegna ha ricordato che "le persecuzioni e le leggi razziste antiebraiche italiane hanno avuto origine ben prima della guerra e furono attuate in tutta autonomia sotto la piena responsabilità dal regime fascista, in seguito alleato e complice volenteroso e consapevole della Germania nazista fino a condurre l'Italia alla catastrofe". "Furono - ha sottolineato Gattegna - azioni coerenti nel quadro di un progetto complessivo di oppressione e distruzione di ogni libertà e di ogni dignità umana".

"Le sconcertanti dichiarazioni - ha concluso Gattegna - secondo le quali, nel corso della Shoah, da parte italiana 'ci fu una connivenza non completamente consapevole' e le 'responsabilità assolutamente diverse' rispetto a quelle tedesche, sono da respingere e dimostrano quanto ancora l'Italia fatichi, al di là delle manifestazioni retoriche, a fare seriamente i conti con la propria storia e con le proprie responsabilità".»

 

27Gen/130

Messina – «Chiusura settimana di Preghiera Unità dei Cristiani 2013»

1-2013-Don_Orione-Preghiera ecumenica, giovedì 24 gennaio

2013_01_24-DonOrione-SettimanaPreghiera-.Chiusura-giovedì 24 gennaio 2013 - «Chiusura della Settimana di Preghiera per Unità dei Cristiani»

Una celebrazione ben curata e condivisa. La Chiesa-Santuario di Maria Consolata-(Don Orione), ha accolto con grande gioia, questo incontro di comunione tra i fratelli cristiani. Particolarmente significativo, lo scambio della Pace. E' stato un bel vedere e un bel sentire, percepire sul volto di ciascun Pastore un autentico moto di affetto verso l'altro. Forse, sarà solo un'impressione, ma la condivisione autentica della "Parola di Vita" è il fertile terreno per il germoglio del comune cammino.

Recentemente, anche il Rabbino Stefano Di Mauro, nell'incontro al San Tommaso, invitava a guardare avanti, a non rinvangare i fatti del passato per farne occasione di divisione, ma da uomini nuovi, non direttamente colpevoli di quegli orrori, persecuzioni e..., di formare tutti insieme, una vera unica Famiglia umana.

2013_01_24-DonOrione-SettimanaPreghiera-.Chiusura-La preghiera e il canto, aiutati dal bel Coro della Parrocchia della Consolata, hanno fatto lievitare nell'Assemblea dei battezzati, la pasta 'buona della condivisione e della solidarietà.

L'arcivescovo, ha sottolineato, commentando il brano dei "Discepoli di Emmaus", come ciascuno di noi, debba riporre la fiducia nell'azione di istruzione e di approfondimento della Parola. Infatti, solo dopo che il Viandante, che si era a loro accostato nel cammino verso Emmaus, spiega tutte le Scritture riguardanti quel "Gesù Nazareno", cominciano ad intuire e capire che quel Gesù non è il re guerriero che libera Israele. E solo allo spezzare del pane,"si aprirono i loro occhi e lo riconobbero". Siamo uomini in cammino; all'andata pieni di delusione e con il volto triste, al ritorno, dopo l'incontro con la "Parola", ardenti nel cuore e pronti a sperimentare la Sequela di Cristo.

Suor Tarcisia fmm, la pregevole coordinatrice del Gruppo ecumenico Diocesano,  è stata ancora una volta un punto di raccordo essenziale tra l'Assemblea e i Pastori protagonisti della Celebrazione ecumenica della Parola di Dio:

Monsignore  Calogero La Piana Arcivescovo Diocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela
Padre  Alessio Mandanikiota ieromonaco del Patriarcato di Costantinopoli
Canonico Bruce Duncan anglicano
Reverendo Andreas Latz evangelico luterano
Padre Petro Voicu Bogdan Patriarcato Romeno

2013_01_24-DonOrione-SettimanaPreghiera-.Chiusura-KODAK-160_0385

2013_01_24-DonOrione-SettimanaPreghiera-.Chiusura-KODAK-160_0386

2013_01_24-DonOrione-SettimanaPreghiera-.Chiusura-KODAK-160_0387

25Gen/130

Cefalù – Concilio Ecumenico Vaticano II «Promuovere l’incontro tra confessioni cristiane e tra religioni»

ATTI XVII SETTIMANA CEFALUDESE PER L'ECUMENISMO

ATTI XVII SETTIMANA CEFALUDESE PER L'ECUMENISMO

ATTI - XVII SETTIMANA CEFALUDESE PER L'ECUMENISMO

«ALLA SCOPERTA DELL'ALTRO»

Coordinatrice e curatrice Amalia Misuraca

Incontro cristiano-islamico

MARIA DI NAZARETH - NEL CRISTIANESIMO E NELL'ISLAM

(Liborio Asciutto - Yusuf  'Abd al Hady Dispoto) - Lettura di brani paralleli dei Vangeli e del Corano

Incontro interconfessionale sul sacerdozio

Il sacerdote ortodosso nella visione di san Giovanni Crisostomo (Ciprian Munteanu) - Il sacerdozio nel protestantesimo (Giuseppe Ficara) - Il sacerdote nella Chiesa cattolica (Liborio Asciutto)

Il contributo culturale e religioso dato dai monaci irlandesi all'Italia e all'Europa (Enzo Farinella)

Incontri con la Chiesa luterana - Decanato della CELI - Centro Melantone di Roma

L'esperienza del I Corso di ecumenismo del Centro "LA PALMA" 

1-CCI24012013_00001

Don Liborio Asciutto - Dott.ssa Amalia MisuracaNota importante - Il sostegno economico del Centro Aconfessionale "LA PALMA" è affidato, esclusivamente, alla generosità di quanti credono e sperano nell'ecumenismo. Per eventuali contributi utilizzare il c.c.p. 48837348 intestato a "Parrocchia dell'Itria - 90015 Cefalù", specificando: "Offerta per il Centro Ecumenico La Palma"

Incontro cristiano-islamico - 30 maggio 2012

 

23Gen/130

Messina – Don Orione – «Preghiera ecumenica per l’unità dei Cristiani»

1-2013-Don_Orione-Preghiera ecumenica, giovedì 24 gennaio

giovedì 24 gennaio 2013  - alle ore 18.30

nella Chiesa Santuario Maria Consolata (Don Orione)

Nell'ambito della

"SETTIMANA DI PREGHIERA PER L'UNITA' DEI CRISTIANI"

«QUEL CHE ESIGE IL SIGNORE DA NOI»

CELEBRAZIONE ECUMENICA DELLA PAROLA DI DIO

2011-01_25-Sant'andrea Avellino -Settimana Unità dei Cristiani-05

Presiede l'Arcivescovo Calogero La Piana

"Il timore e la paura che la cultura e la religione degli altri possano essere dei fattori che condizionino la nostra libertà o offuschino le nostre tradizioni, nasce quando non siamo dei cristiani autentici perché la diversità, invece, è una ricchezza e una risorsa da cui ripartire per costruire un mondo di giustizia e di pace, Per tutto questo promuovere il dialogo ecumenico e interreligioso significa promuovere l'unità di tutto il genere umano, che deve recuperare l'armonia del rapporto con Dio e con la terra." (Vescovo Vincenzo Paglia)
20Gen/130

Messina – Un nuovo modo di guardare allo stesso Dio – «Gesù ebreo per sempre – Una radice comune»

2013_01_17-SanTommaso-G_GialogoUna sede appropriata; un monsignore, parco di parole ma non di ascolto; una suora, brava ed efficace; un rabbino, prorompente ma di finissimo talento; un padre ortodosso, intervistatore, competente ed incalzante; un pastore, preciso ed istruito. Poi interventi, quasi sempre efficaci, di pastori e laici.

Ma innanzitutto il Brano musicale, 'arpeggiato sulla chitarra dal valente Maestro Demetrio Chiatto, adottato come Inno da Israele, hanno dato vita alla

«GIORNATA DEL DIALOGO EBRAICO CRISTIANO»

L'incontro è avvenuto all'Istituto Teologico "San Tommaso".  Il monsignore: Don Carmelo Lupò (vicario generale)  in rappresentanza dell'Arcivescovo Calogero La Piana. La Suora:  Tarcisia  Carnelietto, (responsabile dell'Ufficio Ecumenico diocesano). Il Rabbino: dott. Stefano Di Mauro (USA-SiracUSA). Il padre: Alessio Jeromonaco ortodosso. Il pastore: Il Pastore Luterano Andreas Latz responsabile delle Comunità Siciliane.

Quando si cerca di riassumere troppo sinteticamente, c'è il rischio concreto di perdere contenuti importanti. Quindi il mio invito è quello di vedere ed ascoltare, con i vostri occhi e le vostre orecchie, i filmati per apprezzare lo sforzo comune dei Cristiani e dell'Unico Ebreo...presente.

«Al termine, ho scambiato qualche frase con il Rabbino. (Uomo di scienza, luminare nel campo della medicina). Mi ha dimostrato ancora una volta che la sapienza è pienamente intrisa  di umiltà. "SHALOM!»

LINK -Pastore Luterano Andreas Latz  - Pastore A. ROMA Avventisti 7° Giorno
2013_01_17-S_Tommaso-DIALOGO-CHITARRA

2013_01_17-S_Tommaso-DIALOGO-Suor Tarcisia

2013_01_17-S_Tommaso-DIALOGO-Rabbino Stefano Di Mauro

2013_01_17-S_Tommaso-DIALOGO-Padre Alessio-01

2013_01_17-S_Tommaso-DIALOGO-Padre Alessio-02

17Gen/130

Barcellona P.G. – «Esempio di realizzazione di una Comunità accogliente e solidale, in cui regna la giustizia, la pace e la salvaguardia del creato»

2013_01_13-BPG-Basilica_S_Sebastiano-99ª_GMMR-2013_01_13-BPG-Basilica_S_Sebastiano-99ª_GMMR-domenica 13 gennaio 2013 alle ore 18.00

nella Basilica S. SEBASTIANO si è celebrata

la 99ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato

 MIGRAZIONI - *PELLEGRINAGGIO  DI FEDE E DI SPERANZA*

L'Arcivescovo Mons. Calogero La Piana,al suo ingresso nella Basilica, con al collo una corona di fiori, ha raffigurato, per tutti, la Gioia per l'Incontro di Festa. "Accoglienza e discesa dello Spirito Santo sui nostri fratelli italiani, di origine 3-vlcsnap-2013-01-14-10h44m22s1732013_01_13-BPG-Basilica_S_Sebastiano-99ª_GMMR-filippina o srilankese". La maestria della preparazione dei canti, dello svolgimento della Celebrazione Eucaristica e della celebrazione del Sacramento della Confermazione, amorevolmente coordinate dal Diacono Santino Tornesi, hanno fatto respirare il profumo della grandezza del rapporto autentico di fede tra i "figli" e il "Padre". Il bianco dei vestiti con il rosso della cravatta, ha costituito la 'divisa dei cresimandi, che nel proclamare singolarmente l'eccomi hanno certificato la volontà di di ricevere il Sigillo dello Spirito Santo per diventare testimoni e adulti nella fede.

2013_01_13-BPG-Basilica_S_Sebastiano-99ª_GMMR-

Presenti i delegati, Sacerdote e Suora,  per la pastorale dei Gruppi delle Comunità filippina e srilankese. Diversi i sacerdoti del Vicariato presenti. Una ulteriore gioia è stato l'incontro, quasi fortuito, a quasi 30 anni di distanza, con Padre Angelo dei Venturini. (Insieme a Fasano nel  1983).

 
2013_01_13-BPG-99ªGM_MIGRANTI-0363-Inizio-Accoglienza

2013_01_13-BPG-99ªGM_MIGRANTI-CANON_378-Canto Skri Lanka-2.03"

2013_01_13-BPG-99ªGM_MIGRANTI-GT_N7000-200903--FINALE-03_45"

15Gen/130

Messina – dal 1989 «Giornata del DIALOGO Ebraico Cristiano»

2013_01_17-SanTommaso-G_Gialogo

14Gen/130

Messina – Ecumenismo – «La programmazione del Gruppo SAE “E. Cialla”»

3-2013_01_04-SAE_Calendario-1cMessina - Ecumenismo - «La programmazione del Gruppo SAE "E. Cialla"»

2-2013_01_04-SAE_Calendario-00

«Tante persone che seguono il Blog sono vivamente interessate alle dinamiche della questione Ecumenica. E molti tra questi seguono le attività del Gruppo "E. Cialla" di Messina, pur non aderendo formalmente al Gruppo. A tutti Voi, dedichiamo, il calendario del rinnovato cammino del Gruppo.

Pur nella consapevolezza che la strada verso l'Ecumenismo è disseminata di continui intralci. Purtuttavia, lo spirito di perseveranza, consente di non demordere. Le difficoltà diventano occasione di sprone per un maggiore impegno.  Il recente scambio di consegne, come coordinatore del Guppo  "E. Cialla", dal prof.re Carmelo Labate alla nuova coordinatrice dott.ssa Daniela Villari ne è la prova più evidente. Certi che, il rilancio nella continuità di impegno, porti buoni frutti nella realtà sociale e religiosa messinese.»

4-2013_01_04-SAE_Calendario2c

2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE-07 2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE-02

 

14Gen/130

Messina – Cultura – Storia di “un cammino messinese” «La libertà degli altri»

2013_01_15-IGNATIANUM-La libertà degli altri-Santi_Calderonemartedì 15 gennaio 2013 ore 17.00

IGNATIANUM

Santi Calderone -

«La libertà degli altri

Sulle tracce di A.C. Jemolo»

Presentazione del libro

Moderatore : Cesare Natoli

Interventi di :

- Girolamo Cotroneo

- Luigi D'Andrea

- Pierfrancesco Stagi

Noticina d'accompagnamento

Finalmente avremo l'occasione di 'ascoltare da uno dei più attenti protagonisti del "Laicato messinese", le dinamiche dei sentimenti che lo hanno accompagnato in oltre 30 anni d'impegno civile, sociale e religioso. Grazie "Dino".

13Gen/130

Messina – SAE – «Cultura Ecumenismo e Dialogo religioso»


1-CCI11012013_00000

2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE-06giovedì 10 gennaio 2013, presso la Biblioteca dei Cappuccini

Il S.A.E. "E. Cialla", ha fornito a tutti noi, un vitale spazio per la conoscenza e la sperimentazione di una vera cultura ecumenica.

Stimolante e partecipato l'incontro con il prof. don Giuseppe Silvestre. Merito dell'autore e dei presenti che con i loro interventi, (per tutti quello più qualificato di Padre Felice Scalia s.j.), l'hanno arricchito rendendolo, vivace ed interessante.

La nuova responsabile del S.A.E. "E. Cialla" dott.ssa Daniela Villari, ha dato inizio all'incontro,con i saluti iniziali  e di accoglienza. Il prof.re Carmelo Labate ha poi continuato fornendo le 2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE-13coordinate  dell'incontro e formulando delle costruttive critiche al testo in specie sulla figura di Maria Vingiani e sul ruolo del SAE. L'intervento dell'editore Demetrio Guzzardi ha completato il quadro in cui si pone l'opera, definendola un utile strumento di comprensione e anche una summa sull'argomento (Mons.Paglia).

2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE-19

Hanno dato la loro testimonianza il prof.re Pippo Lipari, Nicola Gazzano, Ivana Risitano e con particolare verve il 'giovane Sacerdote della foto. (con rispetto ed affetto)

S.A.E. - Segretariato Attività Ecumeniche

2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE--Padre_Felice_Scalia


2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE-Don Pino Silvestre

2013_01_10-Bibl_Capp_SAE-SILVESTRE-D.Villari-C.Labate-D.Guzzardi

 

12Gen/130

Palermo – UPEDI -«Dialogo Ebraico Cristiano e Settimana di preghiera per l’unità dei Cristiani»

1-2013_01_17-PA-UPEDI_SettimanaUnitaCristiani2-2013_01_17-PA-UPEDI_Giornata_ebraico_cristiano

11Gen/130

Barcellona P.G. – «99ª Giornata Mondiale delle Migrazioni»

99ª Giornata Mondiale Migrazioni

99ª Giornata Mondiale Migrazioni

domenica 13 gennaio 2013 ore 18.00

Basilica S. SEBASTIANO

99ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato

MIGRAZIONI

PELLEGRINAGGIO  DI FEDE E DI SPERANZA

L'Arcivescovo Mons. Calogero La Piana, (a pochi giorni del suo decennale di Episcopio), presiederà, in uno dei più importanti e significativi eventi di Comunione, la Celebrazione Eucaristica e amministrerà il sacramento della Confermazione ad alcuni giovani della comunità filippina e di quella srilankese, in occasione della Giornata Mondiale delle Migrazioni, coordinata dall’Ufficio Diocesano Migrantes.

Il tema proposto è: “Migrazioni: pellegrinaggio di fede e di speranza”. Il Santo Padre, nel suo Messaggio per la Giornata, sottolinea come i migranti, nell'intimo del cuore, “nutrono la fiducia di trovare accoglienza, di ottenere un aiuto solidale e di trovarsi a contatto con persone che, comprendendo il disagio e la tragedia dei propri simili, e anche riconoscendo i valori e le risorse di cui sono portatori, siano disposte a condividere umanità e risorse materiali”.
La Chiesa, ammonisce Benedetto XVI, è chiamata nei confronti dei migranti “ad evitare il rischio dell’assistenzialismo, per favorire l’autentica integrazione” in una società “dove tutti siano membri attivi e responsabili ciascuno del benessere dell’altro”, con “pieno diritto di cittadinanza e partecipazione ai medesimi diritti e doveri”. Inoltre, osserva il Papa, la Chiesa “non trascura di evidenziare gli aspetti positivi” e le potenzialità di cui le migrazioni sono portatrici quando si favorisce un inserimento integrale. Migranti e rifugiati possono contribuire al benessere dei Paesi di arrivo con le loro competenze. E possono arricchirli anche “con la loro testimonianza di fede, che dona impulso alle comunità di antica tradizione cristiana”.
La celebrazione, animata dalla comunità parrocchiale di “S. Sebastiano” e dalle Comunità dei Migranti, vedrà ancora una volta la presenza del nostro Arcivescovo, che ha ormai fatto di questa Giornata un importante appuntamento per far sentire la sua vicinanza alle comunità etniche e per lanciare a tutta la Diocesi 2013_01_13-BPG-99_GMM_2013l’invito ad un rinnovato impegno verso l’integrazione ecclesiale e civile dei migranti.
Per informazioni: diacono Santino TORNESI cell. 338.2017995 fax 090.6684212; e-mail: migrantes.me@tiscali.it

7Gen/130

Messina – SAE – Cultura Ecumenismo – «Dialogo ecumenico e interreligioso»

Il SAE - SEGRETARIATO ATTIVITÀ ECUMENICHE Gruppo di Messina

(Associazione Ecumenica “E. Cialla”)

nell’approssimarsi

della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gen) t’invita per

Giovedì 10 gennaio 2013 - ore 17.30 - presso la Biblioteca dei Cappuccini

Via delle Mura (a fianco della Chiesa Madonna di Pompei)

per la presentazione del volume

«Percorsi per un dialogo ecumenico e interreligioso »

di Don Pino Silvestre

Missionario nell’America Latina, Sacerdote della Diocesi di Catanzaro-Squillace, Professore all’Istituto Teologico S. Pio X di Catanzaro

Sarà presente l’Autore con la sua arricchente testimonianza.

Interverranno: Felice Scalia s.j. - Nino Mantineo - Carmelo Labate

Sarà dato ampio spazio agli interventi dei partecipanti.

Si ringrazia la Direzione della Biblioteca  e quanti vi collaborano per la disponibilità della sala.

I soci e gli amici del SAE

ti aspettano.