CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Mag/120

Cefalù – «”Maria” – Donna e Madre di Comunione»

Centro Ecumenico Aconfessionale "La Palma"

XVII Settimana Cefaludese per l'Ecumenismo

mercoledì 30 maggio ore 17.00

Sala delle Capriate di Cefalù

Incontro interreligioso, sul tema:

MARIA DI NAZARETH

NEL CRISTIANESIMO E NELL'ISLAM

Relazioni:

Liborio Asciutto - Yusuf 'Abd al Hady Dispoto

Lettura di brani paralleli dei Vangeli e del Corano -

Caterina Di Francesca - Vincenzo Giannone

Proiezione di diapositive su Maria nell'arte islamica

Coordina

Amalia Misuraca

 

25Mag/120

Palermo – «XX° Anniversario “Albero Falcone”…l’Albero della rinascita…tutti Presenti – I giovani in testa con il loro anelito di Amore Libertà Verità Giustizia Speranza»

E' nostro compito di adulti rafforzare questa "Nuova Primavera Siciliana e Nazionale". I prodromi ci sono: per la prima volta, al mattino nella sala dell'Ucciardone erano presenti il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Presidente del Consiglio Mario Monti. dai resoconti e dalle estrapolazioni delle  frasi si evince una grande e sofferta partecipazione. Speriamo che il prosieguo sia all'altezza. Non bisogna abbassare la guardia dopo la bomba di Brindisi e la morte di Melissa "Alunna di tutti i Docenti d'Italia".

La pioggia è stata insistente per tutta la giornata, con brevi sprazzi di luce. Ma ad illuminarci come sempre sono stati i ragazzi e psecialmente le ragazze di "ADDIO PIZZO JUNIOR" che hanno ancora una volta testimoniato che il lavoro educativo porta frutti buoni, molto buoni.

Il duo Baglioni Venditti, hanno ancor più ribadito come tutta l'Italia e non solo, guardano a Palermo con affetto e ammirazione per i suoi Eroi noti o sconosciuti. Il Procuratore Grasso ne aggiunto qualcun altro alla lista, ma certamente non ha escluso nessuno. Forte è sentito il passaggio sui "Giovani che non hanno paura" e ancor più il monito:

"Nessuno tocchi i nostri ragazzi"

Le mote dell'inno di Mameli, cantato da Baglioni con accanto il Procuratore Piero Grasso e il consueto 'Silenzio, suonato dall'Agente di Polizia ci hanno donato la certezza, che tanto è cambiato e molto di più cambierà in pochissimo tempo.

Nota di cronaca - davanti a me due 'corazzieri, mi hanno impedito letteralmente di fare delle riprese più decenti e me ne scuso, ma in compenso ho avuto il piacere di conoscere tre splendide Galleratesi doc Virginia, Gea e Stella e riprendere alle mie spalle, insieme a tutti noi il 'Sindaco Orlando. E' veramente una piacevole novità.




24Mag/120

Messina – «I messinesi ripagano con la loro presenza il lavoro svolto a favore della Cultura e la Poesia»

Venerdì 18 maggio 2012 - ore 16.30 - al PalaCultura "Antonello da Messina" è andata in scena la

XIV EDIZIONE del PREMIO REGIONALE DI POESIA

«Nino Ferraù ... il Poeta nella scuola»

Possiamo dire che tutto il mondo della Scuola era rappresentato:  allievi, bidelli, personale ATA, docenti, dirigenti e funzionari del provveditorato. Ma il ruolo più importante è stato quello dei giovanissimi che con il loro apporto trasparente e sincero hanno "illuminato" lo 'scafato pubblico.

«Non è facile condurre un Premio in cui i soliti 'ignoti cercano di rendersi 'visibili per qualche secondo, per far dimenticare anni di incuria, ma ormai i tempi sono cambiati e a Barcellona P.G. ne abbiamo avuto una gradita conferma.»

Ottimo come sempre il lavoro svolto dalla storica Commissione che ha assegnato i numerosi premi. La giuria composta dalle poetesse Marisa ARMATO, Rosa ORIFICI RABE, Melania ROSSELLO (anche pittrice) dal Poeta Alfonso SAYA e dal giornalista Davide GAMBALE, ha dato numerosi premi particolari per tenere conto della lodevole partecipazione delle Scuole e degli Allievi.

- E' giusto e doveroso, evidenziare le buone 'cose, che i 'missinisi riescono a fare, specialmente nell'ambito della Scuola, della Cultura, del Sociale, dell'Ecologia, della Giustizia e della Legalità. In questi ambiti, i Docenti della Scuola Primaria "Nino Ferraù" capitanati dalla d.s. Francesca Impala, insieme ai Genitori degli ALUNNI sono riusciti a mettere ancora una volta un fiore all'occhiello non solo all'ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII di VILLAGGIO ALDISIO  - ma a tutta la Comunità Messinese.

Il Premio, di valenza Regionale, è stato confezionato con l'apporto specifico di un gruppo di Docenti  della Scuola Primaria "Nino Ferraù" con  il supporto della esperienza ultradecennale di Angela Campo e Rosa Micali, riuscite, anche questa volta a coinvolgere nel certosino lavoro di preparazione l'intero quartiere.

La scorsa edizione abbiamo imparato  che Il "docente" di Galati Mamertino, è stato poeta con i bambini e per i bambini. Il filmato sulla biografia di Nino Ferraù, ci ha donato uno spaccato di una vita vissuta per scoprire, attraverso l'arte della poesia e il contatto con gli scolari, le meraviglie e i nascondimenti culturali e spirituali della vita. «Fondatore della corrente Ascentista si è dedicato anche alla pittura. Ma riteneva la Poesia più pronta è fulminea. capace di cristallizzare sul dorso di un pacchetto di sigarette, su di un tovagliolo ecc. L'estro e la fantasia non si possono contenere a lungo ma hanno bisogno di una pronta estrinsecazione.»

Tra 'Artisti ci si incontra e spesso si condividono le esperienze maturate, possiamo'certificare... che il 'Poeta Ferraù, era spinto da un sacro fuoco dell'arte, ed apprezzava visibilmente l'ingegno e le capacità degli altri. Un tipo vulcanico che ha saputo dissodare un campo "la Scuola" qualche volta poco incline all'estrosità ed alla variabilità dell'arte .cristallizzare sul dorso di un pacchetto di sigarette, su di un tovagliolo ecc. L'estro e la fantasia non si possono contenere a lungo ma hanno bisogno di una pronta estrinsecazione.»

Il G.O.Z. (Gruppo Operativo di Zona), esprime il proprio compiacimento per questo evento e per tutte le altre attività - penso alla festa degli Alberi, ... alla Giornata Ecologica... svolte da una sua fondamentale componente come la Scuola Primaria "Nino Ferraù" di Villaggio Aldisio. Notevole il contributo specifico della dirigente Francesca Impala, del suo predecessore Dr. Trimarchi, e dei docenti Angela Campo e Tiziana Fazio.

POESIA 01

23Mag/120

Palermo – Italia – Europa – Mondo – «20 anni dalla Strage di Capaci»

23 maggio 2012 - « Giovanni e Paolo, uniti in vita ed oltre la morte, VITTIME di un disegno criminale, tuttora presente.»

Oggi ricordiamo :

ANTONINO MONTINARO - ROCCO DI CILLO - VITO SCHIFANI - FRANCESCA MORVILLO - GIOVANNI FALCONE

Nota personale

«Si stava concludendo il mio periodo bresciano, ritornavo dalla Messa celebrata nella Chiesa di S.Pietro e Paolo in Volta Bresciana, era di sabato. Giunto a casa le prime notizie parlavano di... incidente, ...di feriti, poi le tragiche immagini della voragine provocate dalla esplosione di 500 Kg di tritolo sulla autostrada Palermo Punta Raisi in prossimità di Capaci. Oggi sappiamo che è stato Giovanni Brusca a premere il tasto del telecomando, ma allora ... solo ipotesi, come oggi per i mandanti di terzo livello. Giorno 9 maggio davanti al Palacultura in occasione di una efficace manifestazione degli studenti messinesi, abbiamo potuto vedere gli effetti dell'esplosione sulla macchina di scorta e oggi Messina e piena di iniziative come tutto il resto d'Italia. Si! Molto si sta muovendo, e di questa primavera, dobbiamo ringraziare i giovani, perchè noi adulti 'scafati, ci siamo addormentati nel sonno degli indifferenti!»

Don Luigi CIOTTI, che arriverà a Palermo a bordo della nave con duemila studenti, salpata da Napoli ma provenienti da tutta l'ITALIA. Nel 2011, durante un incontro di legalità, ci ricordava di fare l'elenco completo degli Eroi vittime di Mafia dalla Strage di Capaci del 23 maggio 1992 a quella di Via d'Amelio del 19 luglio 1992, soffermandosi sui tre preziosi martiri tutti provenienti dalla regione Puglia: Rocco Di Cillo  - Antonio Montinaro - Vito Schifani che sono poco conosciuti, ma il cui sacrificio per adempiere al proprio dovere per rispettare lo Stato; ha un valore, forse ancora più grande perchè fatto nel nascondimento e con umiltà, senza la ribalta delle luci.»

 

20Mag/121

Messina – «Uomini tutti uguali! Distinti solo per la funzione… in una Chiesa tutta Ministeriale»

«In termini calcistici, si potrebbe dire: "la classe non è acqua". Parlando con riverente affetto: "Una magistrale lezione di umanità, tutta intrisa della Parola di Dio". «La fraternità precede tutto... noi siamo qualificati solo ed esclusivamente dal nostro essere creature umane...». Così quello che si era percepito in maniera velata, viene illuminato e reso comprensibile, anche a chi non ha compiuto adeguati studi teologici e filosofici. »Padre Felice Scalia s.j. ha 'navigato tra la lettura degli Atti, in lungo ed in largo, per approdare alla contemporaneità, della Parola proclamata e vissuta dalla Prima Comunità degli Apostoli, di Coloro che hanno visto il "Risorto". La storia della Chiesa, è quella delle pietre vive, non delle cattedrali inanimate, è di quelli che pur sapendo che la Parusia è 'oggettivamente ancora lontana, vivono come la prima Comunità, mettendo in comune il "Bene"..." La ricerca della Giustizia e della Dignità per ogni Uomo credente o non credente."

Padre Marcellino, parroco della Chiesa di Maria della Consolazione, come sempre parco nell'eloquio, ma straricco di sentimento, ha accolto Padre Felice con il suo bel sorriso pronto all'ascolto ed alla condivisione della Mensa della Parola.

"Il brano degli atti è stato letto da Rita Messina Labate, quindi, dopo Simonetta Micale abbiamo, nel finale,  un recupero della componente femminile del SAE." Ricchissimo il confronto al termine della esposizione del relatore, con una serie di osservazioni, con diversi interventi tra cui quelli di Carmelo Labate, Rosalba Sorrenti, Nino Augugliaro, Nicola Gazzano e altri oltre il mio consueto appello a" rimboccarci le maniche per fare con dignità, innanzitutto, ricordando un articolo di mons. RAVASI, il nostro dovere di cittadini. S.A.E. - Segretariato Attività Ecumeniche "E. Cialla"-Santa Maria della Consolazione  (alias Santo) - Messina -V° incontro: Atti 2,41-47- «Lettura ecumenica degli Atti degli Apostoli» -Padre Felice Scalia s.j. Gesuita e teologo dell’Istituto Ignatianum di Messina

19Mag/120

Messina – «E’ una vera nuova primavera!»-«Giovani e Uomini delle Istituzioni (Prefetto e Questore) insieme per il riscatto Messinese»

«Cento Passi tra Arte e Legalità»

Mercoledì 9 maggio 2012 dalle 9.00 fino a 21.30 al
Palacultura di Messina, Viale Boccetta 343 si è svolta organizzata dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Messina la "Giornata dell'Arte e della Creatività Studentesca" unita alla "Giornata della Legalità" denominata «Cento Passi tra Arte e Legalità»

«Protagonisti del futuro, non piegati e non vinti dall'andazzo comune di questa Città, schiava della 'cultura del 'cumpare.

E' stato bello risentire dai giovani, in una pubblica assemblea, in cui erano presenti i dott.ri Francesco Alecci (Prefetto) e Carmelo Gugliotta (Questore), espressioni di sana legalità, di giustizia e di solidarietà. I tanti segnali che il BLOG registra da oltre tre anni, ci dicono che i Giovani sono più attrezzati per compiere l'Impresa non riuscita a i loro padri, "Dare dignità a questa Città". In giro per gli affari dopo le devastazioni delle colline e delle litoranee ecc. ci sono sempre i soliti 'Ignoti.

«Hanno parlato direttamente ai loro coetanei ma di più hanno parlato all'intera città.»

Introdotti e condotti da Gianmarco Orlando e Daniele Chiara (entrambi del CPS Messina). Hanno preso la parola, con ottimi interventi: oltre i citati ed apprezzati rappresentanti delle Istituzioni Statali (Prefetto e Questore): Gugliemo Sidoti (Comitato 21 marzo), Dario Montana (Libera Sicilia e fratello del dott. Beppe Montana, che con Ninni Cassarà, era l'anima della sezione catturandi), Enrico Pistorino (Addio Pizzo), Mariano Nicotra (ASAM) per chiudere ... con l'intervento non programmato dall'aula di Renato Accorinti.- Ascoltare le parole vale di più di uno striminzito resoconto. Buona visione con gli occhi, le orecchie e il cuore aperto!


DARIO MONTANA

ENRICO PISTORINO

RENATO ACCORINTI

16Mag/121

Messina – Viaggiare, conoscere, descrivere… condividere -«I nostri Talenti sono i vostri Talenti»

«Parlavo di colori tenui, ma profondi di riflessione e discernimento, non mi sono sbagliato. Ancora una volta dalle tavole esposte come fogli di grandi quaderni, da maneggiare con cura ma senza paura, viene fuori il Talento di chi imprigiona un'immagine per liberarne gli aspetti reconditi. Sono sempre punti di vista personali, come è naturale che sia. Ma hanno una valenza diversa quando si percepisce lo sforzo di coniugare, la meraviglia e lo stupore con la semplicità della creazione. Sono colpi di matita che scarnificano pazientemente il foglio, rendendone viva la rappresentazione, con i dettagli di una foto ad alta risoluzione. Bisogna sostare e guardare..dentro in profondità. Queste emozioni mi ha suscitato la mostra di Antonio Amato esposta

da martedì 15 a venerdì 18 ore 17.00 - 20.00

 Galleria Orientale Sicula Punto Arte - Via M. Giurba 27 -Messina -(tra il Tribunale e la scuola T. Cannizzaro)

ARBORATA

Alberi di Romania

MATITE

ANTONIO AMATO

15Mag/120

Messina – Sala Laudamo – «Cultura e Teatro con il regista Francesco Vadalà »

mercoledì 16 ore 21,00 - giovedì 17 ore 17,30

TEATRO - Appuntamento con la Cultura

Scarabeo 

da la caccia

all'Aquila

di Francesco R. VADALA' - da Erasmo da ROTTERDAM

con in ordine di apparizione

Gianni Di Giacomo

Giada Vadalà

Amani Abdel Hadi

Cetti Mazzeo

Patrizia Salerno

mercoledì 16 ore 21,00 - giovedì 17 ore 17,30
ingresso € 10,00

15Mag/120

Messina – Arte, cultura, poesia, umanità tutto per i più ‘piccoli “i nostri bimbi” – «Poeta Nino Ferraù»

Venerdì 18 maggio 2012 - ore 16.30

al PalaCultura "Antonello da Messina"

XIV EDIZIONE del PREMIO REGIONALE DI POESIA

«Nino Ferraù ... il Poeta nella scuola»

Nonostante il periodo, non certamente favorevole e non solo dal punto di vista economico, anche per questo anno va in scena la XIV EDIZIONE del PREMIO REGIONALE DI POESIA «Nino Ferraù ... il Poeta nella scuola»

- E' giusto e doveroso, evidenziare le buone 'cose, che i 'missinisi riescono a fare, specialmente nell'ambito della Scuola, della Cultura, del Sociale, dell'Ecologia, della Giustizia e della Legalità. In questi ambiti, i Docenti della Scuola Primaria "Nino Ferraù" capitanati dal D.S. Francesca Impala, insieme ai Genitori DEGLI ALUNNI sono riusciti a mettere ancora una volta un fiore all'occhiello non solo dell'ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII di VILLAGGIO ALDISIO  - ma di tutta la Comunità Messinese.

Il Premio, di valenza Regionale, è stato confezionato con l'apporto specifico di un gruppo di Docenti  della Scuola Primaria "Nino Ferraù" con  il supporto della esperienza ultradecennale di  Angela Campo, riuscita, anche questa volta a coinvolgere nel certosino lavoro di preparazione l'intero quartiere.

La scorsa edizione abbiamo imparato  che Il "docente" di Galati Mamertino, è stato poeta con i bambini e per i bambini. Il filmato sulla biografia di Nino Ferraù, ci ha donato uno spaccato di una vita vissuta per scoprire, attraverso l'arte della poesia e il contatto con gli scolari, le meraviglie e i nascondimenti culturali e spirituali della vita.

«Fondatore della corrente Ascentista si è dedicato anche alla pittura. Ma riteneva la Poesia più pronta è fulminea in quanto la poteva cristallizzare sul dorso di un pacchetto di sigarette, su di un tovagliolo ecc. L'estro e la fantasia non si possono contenere a lungo ma hanno bisogno di una pronta estrinsecazione.»

Tra 'Artisti ci si incontra e spesso si condividono le esperienze maturate, possiamo 'certificare... che il 'Poeta Ferraù, era spinto da un sacro fuoco dell'arte, ed apprezzava visibilmente l'ingegno e le capacità degli altri. Un tipo vulcanico che ha saputo dissodare un campo "la Scuola" qualche volta poco incline all'estrosità ed alla variabilità dell'arte.

Il G.O.Z. (Gruppo Operativo di Zona), esprime il proprio compiacimento per questo evento e per tutte le altre attività - penso alla Giornata Ecologica...svolte da una sua fondamentale componente come la Scuola Primaria "Nino Ferraù" di Villaggio Aldisio, mediante il contributo specifico della dirigente Francesca Impala, dei suoi predecessori, in particolare del collega Trimarchi, e dei Docenti Angela Campo e Tiziana Fazio.

15Mag/120

Messina – “Tutti i credenti stavano insieme…” «Pregavano, spezzavano il pane…dividevano i beni»

S.A.E. - Segretariato Attività Ecumeniche "E. Cialla" - Messina

Giovedì 17 maggio 2012 - ore 18.30

Santa Maria della Consolazione  (alias Santo) - Messina

Quinto incontro: Atti 2,41-47

«Lettura ecumenica degli Atti degli Apostoli»

Introduce  padre Felice Scalia s.j.

Gesuita e teologo dell’Istituto Ignatianum di Messina

2 41Allora coloro che accolsero la sua parola furono battezzati e quel giorno furono aggiunte circa tremila persone.

42Erano perseveranti nell'insegnamento degli apostoli e nella comunione, nello spezzare il pane e nelle preghiere. 43Un senso di timore era in tutti, e prodigi e segni avvenivano per opera degli apostoli. 44Tutti i credenti stavano insieme e avevano ogni cosa in comune; 45vendevano le loro proprietà e sostanze e le dividevano con tutti, secondo il bisogno di ciascuno. 46Ogni giorno erano perseveranti insieme nel tempio e, spezzando il pane nelle case, prendevano cibo con letizia e semplicità di cuore, 47lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. Intanto il Signore ogni giorno aggiungeva alla comunità quelli che erano salvati.  

 Ti aspettiamo presso la parrocchia Santa Maria della Consolazione  (alias Santo) - Messina 

Da autostrada uscita Gazzi semaf con madonnina girare a sin.; Da policlinico verso nord stesso semaf. con madonnina girare a dx;

Da v. Catania subito dopo rotonda girare a dx per v. Del Santo fino alla Chiesa.

12Mag/120

Messina – “Cultura, Natura…MATITE” – Antonio Amato – «ARBORATA»

Sabato 12 maggio 2012  - ore 18.00

Inaugurazione 

mostra di Antonio AMATO

ARBORATA

Alberi di Romania

MATITE

ESPOSIZIONE

da martedì  15 a venerdì 18  - dalle ore 17.00 alle ore 20.00

Galleria Orientale Sicula Punto Arte - Via M. Giurba 27 -Messina -(tra il Tribunale e la scuola T. Cannizzaro).

«Altra tappa, del cammino personale e comunitario di Antonio Amato, artista messinese che predilige i colori tenui della riflessione e del discernimento. E' una testimonianza di una costante ricerca del bello e del buono che si trova nell'uomo e nella 'creazione.»

Cenni di presentazione

«Sono due gli alberi piantati nell'orto dell'Eden: l'albero della vita, e quello della conoscenza del bene e del male.
La vita, racchiusa nel tronco e nei frutti di un albero del giardino. Quindi, secondo la Bibbia, se gli alberi dovessero sparire dalla terra, con essi sparirebbe anche la fonte stessa della vita!
E poi la coscienza. Un essere vegetale, certamente vivo, ma in modo affatto diverso da ciò che l'uomo concepisce come vita pensante, sarebbe all'origine della coscienza della creatura più potente e perfetta apparsa sulla terra. A credere al racconto biblico, l'"umanità" dell'uomo è racchiusa nella vita di un albero. E', infatti, l'albero stesso, il luogo della generazione della coscienza dell'uomo.
Nel suo mistero è nascosto il nostro mistero.»

 

 

 

7Mag/120

Messina – Giovani studenti di oggi per una “Giornata della Legalità” – ricordando un Giovane del ’78 – «Peppino Impastato»

Mercoledì 9 maggio 2012 dalle 9.00 fino a 21.30 
Palacultura di Messina, Viale Boccetta 343
La Consulta Provinciale degli Studenti di Messina vi invita a partecipare alla "Giornata dell'Arte e della Creatività Studentesca" unita alla "Giornata della Legalità" denominata

«CENTO PASSI tra ARTE e LEGALITA'»

aperta a tutti gli studenti ma anche alla città.

Il progetto “Cento Passi fra Arte e Legalità” nasce dalla consapevolezza che la mafia si combatte cambiando la società e instaurando una sana cultura di legalità, che ben radicata nella vita di ciascuno ed in particolare dei giovani possa dimostrare come la mafia viva e cresca nell’ignoranza e nella repressione del’impegno civile. L’Arte e la Creatività in tutte le sue forme: musica, teatro, pittura, ballo ecc secondo noi è uno dei modi per portare il giovane lontano da questa mentalità vecchia e malata.

Programma: mercoledì 9 maggio 2012 dalle 9.00 fino a 21.30 «Cento Passi tra Arte e Legalità»

ore 9.30 introduzione e modera i lavori - Gianmarco Orlando – Presidente della CPS Messina

Presentazione della Giornata:- Daniele Chiara - Presidente Commissione Legalità CPS Messina

Ore 9.45 Saluto delle Autorità.

Ore 10.00 Dibattito sul tema: “La legalità nella quotidianità”
Intervengono: - Dario Montana - Libera Sicilia - Enrico PistorinoComitato Addiopizzo Messina - Guglielmo Sidoti - Comitato 21 Marzo

Durante la giornata sarà esposta nell’atrio del Palacultura una delle auto della strage di Capaci in cui sono morti i giudici Falcone e Morvillo e gli agenti della scorta. L’auto sarà trasferita definitivamente a Palermo nei prossimi giorni.

Ore 16.00 “Giornata dell’Arte e della Creatività Studentesca” su quattro temi:
- Arti visive; - - Musica; - - Ballo; - - Teatro;

Sul palco del teatro interno si alterneranno gruppi musicali, esibizioni di danza, sketch teatrali ecc. Si prevede inoltre l'utilizzo di stand per l'allestimento di una mostra grafico-pittorica e fotografica nell’Auditorium esterno.

Dalle ore 16:00 alle ore 19:30: estemporanea di pittura su tele degli studenti per esprimersi liberamente sul tema “Legalità”

Ore 20:00: concerto dei “22esimo quartiere”

Se vuoi partecipare anche tu alla conferenza mattutina chiedi al tuo Preside di giustificarti l'assenza.
Se hai un gruppo musicale, di ballo o teatrale o sei un fotografo o un writers (le esibizioni sono riservate agli studenti) e vuoi apportare un contributo al progetto partecipandovi basta contattarci all'indirizzo e-mail: centopassitraarteelegalita@hotmail.it oppure contattare:
Daniele Chiara: Presidente Commissione Legalità 3400903673
Gianmarco Orlando: Presidente della CPS Messina 3925795171
Damiano Antonino Bongiovanni: Presidente della Commissione Arte, Musica e Spettacolo 3480580436 -Consulta provinciale degli studenti di Messina.

Nota personale - postata su Facebook -«Ero pronto per andare a Cinisi. Ma la Vostra pregevole iniziativa, ritengo sia da apprezzare, sottoscrivere e divulgare. Più informazione, più conoscenza consentono di formarsi una coscienza critica, capace di fare scelte orientate al bene comune.»

7Mag/120

Messina – Il futuro nelle nostre mani -«Anche i nostri giovani cambiano l’ambiente per cambiare il futuro»

Siamo pronti per iniziareSabato 5 maggio 2012, non solo una bella giornata di sole ma...

Pomeriggio Ecologico per le vie del Villaggio Aldisio.

Facciamo parlare le immagini. Non sono solo fotogrammi. Dietro c'è la consapevolezza che cambiare le cose è possibile. Insieme Giovani, Donne, Uomini, Singoli, Associazioni, Scuola, Parrocchia ...

Quello che ci accomuna è il senso di appartenenza a questo mondo, che possiamo far diventare più bello più attento alla creazione.

Vogliamo segnalare, solo qualche piccolo episodio di spontanea partecipazione.

PAUSA CAFFE' -  Una gentilissima Signora, visti, dalla finestra, ... i nostri sforzi, ha pensato di offrirci un piccolo spazio di 'conforto. Ed eccola presentarsi con la un thermos pieno di caffè... Grazie

AUTO IN SOSTA- Vista la difficoltà dei 'volontari di 'lavorare in spazi angusti, il proprietario, in pigiama, per non perdere tempo, è sceso a spostarla, per rimetterla a posto a pulizia ultimata.

LA... MEZZA SCOPA - Una sensibile signora, forte di qualche anno, viste le condizioni ufficiali della scopa di Don Nico, ha voluto dargli la sua scopa nuova. Il problema è stata la lunghezza della medesima... vista la notevole differenza di.. altezza tra la signora e Don Nico.

FEDE...RICCO - Piccolo Federico, Ricco di Fede. Locuzione utilizzata sempre da don Nico per accogliere la presenza di uno dei tanti Bimbi presenti. Encomiabile lo sforzo di tutti i partecipanti ed una sola eccezione la menzione del "TEAM Legambiente dei Peloritani."

Gli sforzi comuni contano - I nomi e le sigle sono un di più, tra l'altro chi è attento può cogliere tanti dettagli nella Galleria foto


Utilizziamo meglio gli strumenti a nostra disposizione

2Mag/120

BLOG – Mese di maggio – «Mese della memoria dei Martiri uccisi dalla Mafia» – 01

A favore dei disinformati... comici genovesi, lumbard e terroni trapiantati.

Tratto dall'Agenda 2012 - del csd Centro Siciliano di Documentazione Giuseppe Impastato Palermo - Di Girolamo editore

Vogliamo ricordare a TUTTI NOI - la sequenza di alcuni martiri di questo mese, iniziando però con il prologo di un Vero Uomo Pubblico Pio La Torre

30 aprile 1982 - A Palermo  uccisione del segretario regionale comunista Pio La Torre e dell'autista Rosario Di Salvo ...

1 maggio 1947 - Palermo - Strage di Portella della Ginestra -Nel pianoro tra Piana degli Albanesi, San Giuseppe Jato e San Cipirello ....

03 maggio 1982 - A Reggio Calabria ucciso con un'autobomba l'ingegnere Gennaro Musella ...

04 maggio 1980 - A Monreale (PA) la sera dei festeggiamenti del Santo patrono viene ucciso il capitano dei carabinieri Emanuele Basile. Aveva in braccio la figlia di pochi anni ...

05 maggio 1960 - Termini Imerese (PA) - Sui binari della ferrovia viene trovato il corpo di Cosimo Cristina -corrispondente dell'ora di Palermo ...

05 maggio 1971 - A Palermo uccisione del procuratore della Repubblica Pietro Scaglione e dell'autista Antonino Lo Russo ...

08 maggio 1982 - A Porto Empedocle (AG) uccisi sul loro posto di lavoro Giuseppe Lala e Domenico Vecchio. Sono stati riconosciuti vittime innocenti di un delitto mafioso.

09 maggio 1978 Sui binari della ferrovia Trapani-Palermo, nei pressi di Cinisi (PA), vengono trovati i resti del corpo di Giuseppe Impastato, dilaniato da un'esplosione. Proveniente da una famiglia mafiosa, giovanissimo aveva rotto con il padre e la parentela e avviato un'attività antimafia, impegnandosi nei gruppi di Nuova Sinistra e conducendo campagne di denunzia e mobilitazione, assieme a un'intensa attività culturale, negli ultimi anni attraverso i microfoni di Radio Aut. Era candidato alle elezioni comunali in una lista di Democrazia proletaria.

Cinisi - 9 maggio 1978 - 2011