CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Feb/120

Messina – «Grande sentita “Festa della DIACONIA” per “Nicola Salvatore Letterio Mariano Domenico”»

Domenica 26 febbraio 2012, nel "Duomo" si è riunito il Popolo di Dio facendo tutt'uno con il proprio Pastore il Vescovo Calogero La Piana.

Mi ha colpito l'abbraccio ai 'suoi Diaconi, esprimeva un forte senso di amicizia e di paternità, per la prima volta ha dato inizio all'applauso di suggello per questi magnifici CINQUE: Nicola Carrozza, Salvatore Francia, Letterio Frassica, Mariano Minutoli e Domenico Nastasi a cui ha conferito l'Ordine Diaconale, ripetendo così le antiche gesta degli Apostoli.

E' "grazia" del Concilio Vaticano II, il ripristino della Diaconia come proprio e permanente grado nella Sacra Gerarchia. I Primi Diaconi messinesi furono, nei primi anni 'ottanta, il cosidetto "ABC" - Anastasi, Bombaci, Campobello - ordinati dal nostro Emerito Vescovo IGNAZIO CANNAVO', a cui rivolgiamo un deferente saluto.

La suggestione dell'Atto di Obbedienza della Imposizione delle mani e della Consegna del Vangelo, oltre alla Vestizione, formano un "Unicum" vissuto con grande partecipazione da parte di tutti.  Solenne ed importate il 'suono dell'Organo che ha accompagnato il canto dei solisti e di un Magnifico Coro, che ci hanno condotto alle più alte vette della preghiera.

Nei filmati i tratti caratteristi della cerimonia.
Presentazione DIACONI

Atto di Obbedienza ed Imposizione delle mani

Consegna del Vangelo ed Abbraccio del VESCOVO

28Feb/120

Palermo – «Le vie per educare alla vita buona del vangelo»

29 febbraio 2012

Ancora un appuntamento con la Catechesi - Don Pino Alcamo docente Catechetica – Facoltà Teologica di Sicilia; direttore dell’ufficio regionale per l’Evangelizzazione e la Catechesi ci invita alla

V Giornata di studio di catechetica

«Sulle “Vie” per educare
alla vita buona del Vangelo»

Presso laFacoltà Teologica di Sicilia -Corso Vittorio Emanuele Aula multimediale - Ore 9,30 - 18,30
PROGRAMMA

ore 9,30 - Preghiera: presieduta da S. E. R. Mons. Salvatore Muratore, delegato CESI per  Evangelizzazione e Catechesi

Saluto del Preside: R. La Delfa

Moderatore: C. Torcivia, docente Teologia Pastorale – Facoltà Teologica di Sicilia

ore 10,00Evangelizzare ed educare “un intreccio fecondo”G. Alcamo, docente Catechetica – Facoltà Teologica di Sicilia; direttore dell’ufficio regionale per l’Evangelizzazione e la Catechesi

ore 11,00 - Dio educa il suo popolo nella e con la storia - C. Versaci, docente Sacra Scrittura – Facoltà Teologica di Sicilia

ore 12,00 - “È veramente cosa buona e giusta”.  Dalla liturgia l’educazione alle lode e al ringraziamento. D. Messina, docente Liturgia – Facoltà Teologica di Sicilia

Break

ore 15,30 - Una pedagogia delle eta’ della vita: le “interminabili adolescenze” - A. Bellingreri, ordinario Pedagogia generale e sociale – Università degli Studi Palermo

ore 16,30Narrare la fede a partire dalla fragilità e in un contesto culturale plurimo - M. A. Spinosa, docente Filosofia – Facoltà Teologica di Sicilia

ore 17,30 - La religiosità popolare come via semplice per educare alla gioia della testimonianza e della condivisione - E. BIEMMI - docente Catechetica – Studio Teologico S. Zeno Verona e presidente dell’equipe europea dei Catecheti

Conclusioni

NB: dopo ogni relazione seguirà un dibattito in assemblea

25Feb/120

Messina – «La Chiesa locale si arricchisce di 5 Nuovi DIACONI PERMANENTI»

2012_02_16_DonOrione-SAE_2°INCONTRO-L'Arcivescovo Calogero La Piana, Domenica 26 febbraio 2012, nella Chiesa "Matrice" annuncerà, con la sua cristallina voce, al Popolo di Dio, che la Chiesa Locale si arricchisce di cinque nuovi Diaconi Permanenti.

«Il Ministero della Diaconia è Servizio nella Chiesa; per essere un dono per tutti ed una Grazia speciale per chi lo riceve.» 

A nome personale e del G.O.Z. (Gruppo Operativo di Zona - Comunità e Diritti

31032009436

Villaggio Aldisio), voglio rendere testimonianza ed omaggio a Nicola Carrozza, che oltre ad occuparsi di Volontariato con "Mano Amica" è stato per un decennio l'asse portante del GOZ. Riservato e arguto il dott. Nicola Carrozza, ha sempre adoperato la propria capacità ed esperienza per dialogare sempre e comunque con tutti, qualità molto importante nelle relazioni di gruppo che hanno consentito la longevità del gruppo stesso. (Oltre 15 anni).

2009_11_17-GOZ-

Credo che queste sue qualità gli saranno di molto aiuto nello

19052009726-2

svolgimento di questo importante compito di servizio. «In sintesi; Poche parole ma tanti fatti, per fare un esempio stile Santino Tornesi.

OLD Cronaca-Il 31 Marzo 2009 alle ore 19.00, nel Duomo di Barcellona P.G. (dedicato a San Sebastiano), l'Arcivescovo ha conferito i Ministeri del Lettorato (13) e dell'Accolitato(1) ai candidati, presentati da Padre Ettore Sentimentale.2009-Duomo di Barcellona P.G.)  Il Dott. Nicola Carrozza Domenica 26 febbraio 2012

I candidati provenivano dalle Parrocchie di quasi tutta la diocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela, essendo rappresentate: la riviera ionica, la riviera tirrenica insieme alla città di Messina.

31032009432

31032009443Il Lettore è colui che Proclamando le Sacre Scritture, vive questa esperienza in modo del tutto speciale, attualizzando l'annuncio del Vangelo, tesse la trama della Parola di Dio che fattasi carne è venuta ad abitare in mezzo a noi.

I cristiani presenti, hanno vissuto questo rito con intensa partecipazione, e al termine della cerimonia, hanno voluto manifestare il loro affetto, con un lungo applauso ai 13 Lettori, all'Accolito e all'arcivescovo Calogero che scoprono sempre più vicino al loro cuore.

 

22Feb/120

Messina – “Johann Sebastian Bach” – «La preghiera in musica»

Li abbiamo messi di fronte uno all'altro. Il musicista Domenico Gioffrè  e mons. Letterio Guletta.

Uno ci ha illuminati sui retroscena della partitura musicale e sulla personalità di Bach l'altro l'ha magistralmente interpretata suonando l'Organo della Chiesa Valdese, dinanzi alla Comunità Valdese guidata dalla Pastora Julia Hillebrand e a quella Luterana guidata dalla Pastora Christa Wolf.

Sono loro che hanno scelto insieme di festeggiare l'ANNIVERSARIO DELL'EMENDAMENTO DELLE 'LETTERE PATENTI' NELLA CHIESA EVANGELICA VALDESE - MESSINA con questo Concerto d'Organo eseguito da Domenico Gioffrè su musica di J.S. Bach tenutosi sabato 18 febbraio, nell'ambito della Settimana della libertà.  Ancora Loro hanno invitato l'esperto Don Letterio Guletta, in modo da poter meglio gustare i brani in programma. Presente anche una piccola rappresentanza del SAE_"E.Cialla" e della Chiesa Cattolica.

CANTO FINALE 'Ein' Feste Burg'

[mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/cantovaldesebb.mp3[/mp3]

 

-Praeludium und Fuge C-Dur (BWV 545)

[mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/concertovaldesebwv545.mp3[/mp3]

- ... (BWV 554)

[mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/concertovaldesebwv554.mp3[/mp3]

- ... (BWV 637)

[mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/concertovaldesebwv637.mp3[/mp3]

-... (BWV622)

[mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/concertovaldesebwv622.mp3[/mp3]

-...  (BWV 721)

[mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/concertovaldesebwv721.mp3[/mp3]

-... (BWV 727)

[mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/concertovaldesebwv727.mp3[/mp3]

-... (BWV 614) [mp3]http://www.carlofrancio.net/wp-content/uploads/2012/02/concertovaldesebwv614.mp3[/mp3]

 

22Feb/121

Messina -«Dodici… come le Tribù di Israele – Per Il ripristino della pienezza»

Giovedì 16 febbraio 2012 - si è tenuto il programmato incontro di preghiera, organizzato dal SAE e dalla Comunità della Consolata. L'attento ascolto della Parola, Brano  di Atti 1,12-26, proclamata da Carmelo Labate e la successiva riflessione di Don Marco Grossholz, hanno consentito un proficuo e confortante scambio di sensibilità ecumenica  che ha dato sapore al nostro stare insieme.

"Questa volta siamo saliti al 1° piano, nel "Salone" luogo conosciuto, frequentato ed amato da tutti gli "Orionini". E' stato bello rivivere la Parola, la Riflessione ed il confronto, in un luogo dove facevamo quasi tutti gli incontri di Catechesi, a cominciare dai Sacramenti dell'Iniziazione Cristiana, per finire al Matrimonio ed agli incontri e dibattiti pubblici, su questioni sociali e/o cittadine."

Rilettura personale del Brano  Atti 1,12-26

«Eravamo lì perchè dovevamo decidere chi prendeva il 'posto di Giuda Iscariote. Pietro disse, non prendo questa decisione da solo ma mi faccio consigliare non solo dai miei confratelli più vicini, ma da un numeroso gruppo di discepoli, in modo che lo spirito Santo possa agire su molte 'teste e su molti  'cuori. Una cosa però indica: dobbiamo scegliere tra le persone che sono state fin dal principio attenti osservatori e testimoni delle gesta di Gesù a partire dal suo Battesimo nel Fiume Giordano ad opera del Cugino Giovanni. La comunità allargata (120 persone-12x10)) ne indica due giusti e timorati di Dio, Barsabba e Mattia. Questa scelta però ha bisogno di essere corroborata dall'assistenza dello Spirito Santo, per cui si decide di tirare a sorte. Di Mattia, il prescelto successore di Giuda, non abbiamo molte notizie, ma sicuramente ha avuto il merito di costituire il sigillo della continuità apostolica, ricreando le condizioni iniziali degli apostoli chiamati da Gesù per sviluppare la Chiesa e servire il popolo.»

Don Marco GROSSHOLZ

 ASSOCIAZIONE ECUMENICA “E. Cialla” - SAE Segretariato Attività Ecumeniche - Gruppo di Messina

17Feb/120

Messina – «La musica di J.S. BACH come espressione di libertà»

Sabato 18. febbraio 2012, ore 18,00

La Chiesa Evangelica Valdese di Messinala Comunità Evangelica luterana di Sicilia

Nella settimana della libertà invitano insieme nella chiesa valdese - Via A. Laudamo 16, Messina per un

 «Concerto di organo»

con Domenico Gioffré

Il tema dei brani scelti è “La libertà dal peccato e la libertà dell’ uomo nella
musica di Johann Sebastian Bach”

Don Letterio Guletta, prete ed amante di J.S. Bach, spiegherà la scelta dei brani.

L’ingresso è gratuito, anche se una offerta viene apprezzata.
Per più informazioni rivolgersi :  alla pastora Julia Hillebrand, Tel. 090-40098 -oppure alla pastora Christa Wolf, Tel. 095-213230

16Feb/120

Messina – SAE_ME «In cammino guidati dagli Atti degli Apostoli»

ASSOCIAZIONE ECUMENICA “E. Cialla” - SAE Segretariato Attività Ecumeniche - Gruppo di Messina

Giovedì 16 febbraio 2012ore 18.30 continueremo la «Letturaecumenica degli Atti degli  Questa volta sarà don Marco Grossholz Parroco in Santa Maria della Consolata (Don Orione) a introdurre la pericope di Atti 1,12-26 .  Ti aspettiamo presso la parrocchia Santa Maria della Consolata (alias Don Orione) Viale San Martino (dopo Piscina comunale; ingresso sul fianco della Chiesa ).

Le Motivazioni di Carmelo LABATE - Coordinatore Gruppo "E. Cialla"

Il proposito di cominciare in quest’anno sociale 2011-2012 la lettura comunitaria ed ecumenica degli Atti degli Apostoli ha due principali finalità. La prima: crescere nella fede, non solo singolarmente, ma anche come chiesa ecumenica che attinge alle sue origini.

La seconda: ritornare, dopo qualche anno di trascuranza, a convergere – pur nelle diverse letture – su un punto fermo della Chiesa-Una, cioè sulla sacra Scrittura ispirata ancora oggi per noi, per l’attualità del nostro vivere. Noi crediamo nel Crocifisso Risorto e attraverso la sua Parola anche gli altri crederanno (S. Agostino).

Da quando il Concilio Vaticano II ha sottolineato il ruolo preminente della Parola di Dio nella vita della Chiesa” anche tra i cattolici “sono stati fatti grandi passi in avanti nell'ascolto assiduo e nella lettura attenta della sacra Scrittura” (Benedetto XVI). E’ necessario che l'ascolto della Parola diventi un incontro vitale che interpella ciascuno e orienta le chiese alla comunione fraterna.

 Il SAE, associazione laica e interconfessionale, si pone in continuità con l’attività di dialogo e di formazione ecumenica promossa daMaria Vingianifondatrice, a Venezia dal 1947 e sviluppatasi poi a Roma in forma privata dal 1959 (annuncio del Concilio Ecumenico Vaticano II) e in forma pubblica dal 1964. Nel 1966 si costituisce formalmente in associazione sotto la presidenza della stessa fondatrice. Dal 1964 organizza ogni anno in estate una Sessione di formazione ecumenica, di cui vengono pubblicati gli Atti. Ad essa affianca abitualmente un più breve Convegno annuale di primavera. Il SAE è stato tra i promotori della giornata per l'ebraismo (1989) e del documento per i matrimoni interconfessionali tra cattolici e valdesi-metodisti (1998).

La nostra Associazione si rifà allo storico gruppo ecumenico di base "Agape" (1970) e persegue le finalità e lo spirito e le attività del S.A.E. Fa del dialogo ecumenico e interreligioso (Ebrei, musulmani, ecc), sincero aperto e costruttivo, la propria ragion d’essere. Lo scopo è di approfondire e divulgare l'esperienza e l'ideale ecumenico, promuovendo incontri di preghiera, di studio biblico, di informazione e formazione ecumenica, svolgendo attività socio-pastorali con carattere di dialogo interconfessio-nale ed interreligioso, con conferenze e dibattiti. Collabora in rete con altre Associazioni per realizzare una cultura di pace, un nuovo approccio con il creato.

14Feb/120

Messina – “Dialogare Condividere Partecipare premesse indispensabili per scelte responsabili di modelli nuovi ed attuabili”

Sabato 11 febbraio 2012 - Istituto Don Orione - Viale S. Martino - Messina -Qualificata e attenta partecipazione all'incontro cittadino «A CENT'ANNI DAL PIANO BORZI'» "Quale futuro urbanistico per la città di Messina?fortemente voluto da Legambiente dei Peloritani, in continuità con le sue recenti iniziative, sul tema del Futuro della Nostra Città.

Abbiamo fatto un piccolo passo in avanti per iniziare a volare alto sul destino della nostra città, partendo dalle radici del Piano BORZI', grazie al contributo dell'Arch. Carmelo Celona; che, con documentata precisione, ne ha sviluppato la genesi, l'iter e anche le incongruenze.

E' toccato all'ing. Enzo Colavecchio, fare gli onori di casa, dando comunicazione del forzato, problemi familiari, forfait dell'apprezzato Arch. Mimmo Fontana (Presidente di Legambiente Sicilia). Il suo primo ringraziamento è stato per il "Don Orione" e Don Marco Grossholz, (Direttore e Parroco) ha subito ricambiato con breve ma intenso intervento di saluto ai presenti, condividendo il tema del futuro inteso come partecipazione e rispetto della creazione.

Gioco facile invece con gli interventi programmati; che hanno visto la fattiva presenza di tutti i convenuti: Arch. Pino Falsea  (Pres. Ord. Arch.), dott. Gabriella Tigano (Dir.Archeol-Soprin) e l'ing. Carmelo Sottile, che ha validamente sostituito il suo Presidente dell'Ordine, le ... conclusioni sono state tratte dall'arch. prof. Giuseppe Trombino (UniPA). Tra gli interventi dalla sala segnaliamo quello dell'on. Federico Martino, e quello super breve di Lillo Oceano.

«Possiamo dire che si sono aperti scenari interessanti, fare bene quanto è possibile fare per lo sviluppo civile, morale e sociale di Messina. Archiviate le faraoniche e "spottistiche" opere relative al Ponte. Si deve riqualificare il costruito, specialmente delle zone B, in un contesto di approntamento e confluenza di tutti i piani dal paesaggistico all'ecologico, dall'artigianale al turistico. Sono tante le frecce al nostro arco, dal museo all'archeologia, e  alla zona falcata con la Lanterna del Montorsoli, (dott.G.Tigano). Basta con l'invasione delle colline! Andare oltre il desueto PRG. Pensare e provvedere alle linee future di fruizione dei Monti Peloritani, del Mare, con le sue vie. Pensare alla sicurezza (ing. Sottile), conoscenza dei piani di evacuazione e approntamento delle vie di fuga dalla città. Cura del Territorio, le Bombe dei Torrenti (Arch. Trombino).»

Nei saluti finali, il ringraziamento di tutta Legambiente, nelle evocative frasi di Enzo Colavecchio per attuare forme di partecipazione e di confronto di altri contributi, sinceramente orientati al "Bene " della Città.

I  Partecipanti:

Ing. Vincenzo Colavecchio (della Direzione Regionale di Legambiente Sicilia) - arch. Carmelo Celona ( del Comitato Scientifico Legambiente Sicilia) - arch. Giuseppe Trombino - Univ.di Palermo - Pres.te Istituto Nazionale dell'Urbanistica, Sicilia) -dott. Gabriella Tigano (Dirigente Sezione archeologica della Soprintendenza di Messina) - arch. Pino Falsea (Presidente dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Messina) - ing. Carmelo Sottile (Consigliere dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Messina)

Filmati interventi:  Ing. Enzo COLAVECCHIO -01-  Arch. Pino FALSEA -02-  Dott. Gabriella TIGANO-03- Ing. Carmelo SOTTILE -04

Don Marco GROSSHOLZ

Arch. Carmelo CELONA

Arch. Giuseppe TROMBINO


13Feb/120

Palermo – Cultura Ecumenismo FEDE «Un cammino di fraternità»

«Il grande rispetto reciproco si vede anche nel disporsi in posti della stessa importanza. ricordate la Tavola Rotonda di Re Artù?  Ci vuole davvero solo un po di saggezza, per garantire a ciascuno di ascoltare l'altro se stesso»
Ecco il nuovo appuntamento degli INCONTRI ECUMENICI 2011 - 2012 A PALERMO 
Presso la CHIESA VALDESE di Via SPEZIO 43

Martedì 14 Febbraio 2012 Ore 17,30

”VIVERE LA FEDE”

secondo incontro

TESTIMONIANZE:
DELLA CHIESA AVVENTISTA DEL SETTIMO GIORNO E DELLA CHIESA CATTOLICA
RELATORI:
Pastore DANIELE BASTARI. (Chiesa Avventista del settimo giorno di Palermo)
Don GIUSEPPE BRUNO. (Parroco della Chiesa di S. Rosalia a san Lorenzo)
Al termine, piccola agape fraterna.
Promuovono l’incontro:
Chiesa Anglicana - Chiesa Avventista del 7° Giorno - Chiesa Cattolica - Chiesa Evangelica della Riconciliazione
Chiesa Evangelica Luterana - Chiese Valdesi e Chiesa Metodista -Parrocchie Ortodosse di S. Marco di Efeso e S. Caralampo - Vicariato per la Sicilia dell’Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta
A cura dell'U.P.E.D.I.- Ufficio Pastorale per l’Ecumenismo ed il Dialogo Interreligioso della Diocesi di Palermo

12Feb/120

Palermo – UPEDI – «Cultura solidarietà PACE»

Un altro incontro formativo per la PACE!

«Palermo Capitale Siciliana ed Europea del Dialogo con i Fratelli frontalieri dell'Africa. Dopo le stupende testimonianze dei Siciliani di Lampedusa, un incontro pieno di prospettive di amicizia e di Pace.

Anche il prossimo Nuovo "Sindaco" dovrà tenere conto dei mutamenti in atto nella sponda di Sant'Agostino. Pertanto per chi può!»

sabato 18 febbraio 2012 ore 17.00

nel Salone della Chiesa Valdese - via Spezio 43 - Tavola rotonda:

"LE RELIGIONI E LA PACE"

MOHIEDDINE ELLACHAAL - PETER CIACCIO - VINCENZO CERUSO

Vice Console Tunisia - Pastore, Comunità valdese e metodista - Ufficio Pastorale per l'Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso

A cura dell'Ufficio Pastorale per l’Ecumenismo ed il Dialogo Interreligioso della Diocesi di Palermo
e le Chiese Valdesi

 

12Feb/120

Messina – «Il canto degli ulivi» – “Quando l’albero era ancora un improbabile seme, … quando tutti andarono via e nel giardino risuonò nel silenzio il passo di Dio.”

Sulla Mostra di pittura e scultura di Antonio Amato tenutasi dal 4 al 10 febbraio 2012 presso lo "studio d'arte Kalòs" 

«Riflessioni e personali sensazioni  Un vero Poeta, un vero Artista è un altruista. Mette a disposizione degli altri un Riverbero della Sapienza. I doni ricevuti li traffica, li fa fruttare. Non importa se non si scandaglia fino in fondo l'animo del poeta se non si comprendono tutti i suoi passaggi. L'importante è venire a conoscenza di un mondo nuovo, di sensazioni forti, di radici coltivate nella vita, di sacrifici fatti per essere fedeli al Cuore del Mistero.»

Una carrellata delle 16 Tavole incentrate sugli ulivi dell’orto del Gethsémani, meditazione svolta attraverso le figure degli ulivi millenari ancora presenti a Gerusalemme ai piedi del “Monte degli ulivi”. E’ una meditazione su quel luogo che è stato per qualche anno il luogo “privato” di Gesù e dei suoi amici. Un luogo dell’anima dove raccogliersi in preghiera o semplicemente a godere della frescura nelle serate afose dell’estate palestinese. Il percorso è anche soprattutto un percorso intimistico e se vuoi anche mistico, svolto anche attraverso il filo rosso di brevi poesie che raccontano le emozioni che i contorni tronchi degli alberi comunicano a chi voglia ascoltarli.

La quotidianità dell'orto: 1° - La faccia del mondo ha rughe d'ulivo. / Uno zufolare d'ape sulle zagare,/ è controcanto ad un pianto sommesso

La quotidianità dell'orto: 2° - Scalpiccio di sandali e spezzare di foglie./Una lucertola si nasconde tra i rami d'ulivo./Saluti allegri: vi chiamerò amici

La quotidianità dell'orto: 3° - Verso il Cedron che scorre poco distante,/gli ulivi allungano le aridi radici;/nelle arse notti d'estate.

La preghiera: 1° - Il gufo ha spento gli occhi e tace./Tra gli ulivi si confonde il suo pianto:/ritto, le braccia levate, le mani aperte.

La preghiera: 2° - Così pregate con braccia curvate,/e mani che scavano l'aria./Come ulivi antichi, intrecciate ossa nervi e vene.

La preghiera: 3° INSEGNACI A PREGARE - Posando le spalle sul tronco d'ulivo/dove formiche bisbigliano sentieri:/parole lente: Abbà! Padre nostro.

Dialogo con Pietro: Pietro mi ami? - Mi ami tu come le foglie degli ulivi?/Come i suoi succosi e gonfi frutti?/Come il suo tronco dalla ruvida pelle?

Tradimenti: 1° GIUDA DAVANTI AL SINEDRIO - Cercatelo tra gli ulivi dove è solito stare./cercatelo in silenzio nell'ombra più scura./cercatelo come riposo nella notte insonne.

Tradimenti: 2° LA NOTTE DELL'ARRESTO - Su una foglia d'ulivo un grillo./Ora che il vento scivolando tra i rami/canta un saluto: Rabbi, maestro.

Tradimenti: 3° PIETRO E IL CANTO DEL GALLO - Dimmi Pietro, quale canto intonerà l'alba?/Lo spezzarsi violento di un ramo d'ulivo?/Il duro verso di un giovane gallo?

Sulla croce - Nel tuo cuore mi sono innestato/come ulivo sul tronco di ogliastro./Le gambe piantate, le braccia come ali.

La morte sulla collina del cranio - Ora piove in questo tempo di mezzo/e dalla collina il ruscello è di sangue./In un tronco di ulivo è una tomba di rami e foglie.

La deposizione nella tomba - Da un giovane ulivo è l'olio per ungergli il capo./Scorrerà sui suoi occhi, sugli zigomi, sul mento,/Lo profumeremo come sposo nel vento nuziale

Dialogo con Tommaso incredulo - Il dito metti nel contorto nodo, nel suo cavo./Tommaso, graffia con le unghia i profondi solchi:/carezza l'ulivo, scava intorno al suo tronco.

Le parole dell'ulivo: 1° -  Anche tu ora mi stai davanti passante del giorno./Domani vedrò altri volti scorrere veloci./E tu dove sarai? A chi mostrerai la tua domanda?

Le parole dell'ulivo: 2° -  Quanti anni ancora mio dolce amico./per quanto tempo ancora racconterò il racconto?/Lascia che il mio tempo dia ragione al tempo.

9Feb/120

Messina – “Una tranquilla rivoluzione di pensiero” – «I Messinesi si rimboccano le maniche per dare un degno futuro alla nostra CITTA’»

Personale Nota Introduttiva

«Come Don Orione, a Cent'anni di distanza parliamo del Piano Borzì - Quanti sforzi! Nel 1978 Il famoso Piano targato "Rumor" della VRC, poi la famosa "ARPA" Urbani, quella che ci ha dato il Polo S.Filippo, poi un vero tentativo di Variante, Sindaco Providenti, e poi il Sacco Regionale dove tutti: Imprese, Cooperative e privati ottenevano il lascia passare per costruire ogni dove. Solo negli ultimi tempi, l'Ing. Capo del Genio Civile ha messo un argine al groviglio di interessi, non sempre benefici per la città, basta pensare che il famoso Serpentone del Viale della Libertà, Sindaco ANDO ' (1976-1987), era stato definito...provvisorio!»

Oggi grazie alla sensibilità di Legambiente dei Peloritani e delle sue recenti iniziative sul tema, ritorniamo a volare alto sul destino della nostra città, partendo dalle radici del Piano BORZI'.

sabato 11 febbraio ore 16.30 - Istituto Don Orione - Viale S. Martino - Messina

«A CENT'ANNI DAL PIANO BORZI'»

"Quale futuro urbanistico per la città di Messina?"

introduce : dott. Dino Di Leo (Presidente Legambiente dei Peloritani)

moderatore : ing. Vincenzo Colavecchio (della Direzione Regionale di Legambiente Sicilia)

analisi storica : arch. Carmelo Celona ( del Comitato Scientifico Legambiente Sicilia)

interventi programmati:

arch. Giuseppe Trombino (Univ.di Palermo - Pres.te Istituto Nazionale dell'Urbanistica, Sicilia)

dott. Gabriella Tigano (Dirigente Sezione archeologica della Soprintendenza di Messina)

arch. Pino Falsea (Presidente dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Messina)

ing. Santi Trovato (Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Messina)

conclusioni : arch. Mimmo Fontana (Presidente Legambiente Sicilia)

8Feb/120

Messina – Possibile, finalmente, un “Cambio” di passo verso i “nostri” IMMIGRATI.

Un Convegno con i fiocchi! In accordo con la temperatura ed il periodo invernale! Abbiamo voluto personalmente sottolineare all'Arcivescovo Calogero LA PIANA il Nostro Grazie per l'impegno come Vescovo delegato dalla CESi per i Migrantes. Si, perchè ringranziandoLo abbiamo reso omaggio a tutte le Persone e Gruppi che si sono adoperati si adoperano e si adopereranno, per ristabilire un minimo di equità a favore dell'Orfano della Vedova e dello Straniero come ben ci ricorda la Sacra Bibbia a partire dal Deuteronomio «...Non lederai il diritto dello straniero e dell'orfano, e non prenderai in pegno la veste della vedova, ma ti ricorderai che sei stato schiavo in Egitto e che di là ti ha liberato il Signore tuo Dio;  perciò ti comando di fare questa cosa.»La sequenza degli interventi è stata di grande profilo, con l'eccezione dei 'saluti formali, di solita prassi. Di ben altro spessore, come sempre, l'intervento del Prefetto dott. Francesco Alecci, ben introdotto dal Diacono Santino Tornesi 'coautore con Mons. Gaetano Tripodo di questo Convegno di venerdì 3 febbraio 2012 -Auditorium "F. FASOLA"

«L'immigrazione.. che non si dice»

Erano presenti tante Autorità, che hanno vivamente partecipato, dalla Marina alla Polizia, dalla Guardia di Finanza ai Carabinieri nella persona del comandante Claudio DomiziUn plauso ai moltissimi giovani presnti che hanno applaudito autonomamente nei passaggi più significativi dei relatori; Dalla dott.ssa Elena DePasquale che ha presentato il Libro "Sullo stesso barcone. Lampedusa e Linosa si raccontano", al Dott. Nino Arena, anche Lui impegnato nel progetto Migrantes,  e che ha coordinato gli interventi di una splendida Meryem Maktoum e di uno frizzante Mons. Giancarlo Perego, che ci hanno fatto riconciliare con l'idea di Solidarietà. Bellissime e toccanti le immagini del filmato su Lampedusa, che dovrebbe essere proiettato ogni giorno specialmente su quelle televisioni private e pubbliche nazionali, che scandivano il Bollettino di Guerra degli sbarchi per compiacere o perchè a servizio dei 'grandi difensori della "padanietà". Non si possono raccontare le Emozioni, bisogna viverle! Per questo, con buona volontà potrete seguire i Filmati di questo POST e gli altri inseriti in una list su Youtube. Dimenticavo!? Il Diacono Santino Tornesi presentando il Dossier statistico -Caritas_Migrantes, che conosce a memoria, ha fatto giustizia di tanti luoghi comuni ridando dignità e consistenza alla presenza delle Persone immigrate nel nostro Paese. «Benvenuto Straniero!!!». PER VEDERE gli altri FILMATI  CLICCARE  SU  Dossier statistico -Caritas-Migrantes - Arcivescovo mons. Calogero la Piana  - Prefetto Francesco ALecci

Nomi da ricordare del FILMATO LAMPEDUSA: Don Stefano Parroco di Lampedusa  - Giacomo Matina che con la moglie ed i Figli ha accolto Ahmed - Giacomo Sferlazzo Volontariato-  « e ultimo... ma primo "Don Franco Montenegro Arcivescovo di Agrigento"»

FILMATO LAMPEDUSA

 

 

7Feb/120

Messina – “Una presenza antica e attuale” – «100 anni dal saluto di Don Luigi Orione alla Chiesa di S. Elena»

Oggi 7 febbraio 2012, ricorre il 100° anniversario del saluto di Don Luigi Orione, alla nascente comunità ecclesiale del Villaggio Regina Elena.

Era il saluto del rettore della Chiesa dello stesso Villaggio ove operava per incarico del Papa Pio X e dell'Arcivescovo Letterio D'Arrigo di cui era Vicario Generale ed anche a nome della grande benefattrice la Regina Elena di Savoia che aveva voluto il Villaggio e la stessa Chiesa.

Mons. Pippo Principato, attuale Parroco di S. Elena, attento custode del patrimonio di memoria culturale, sociale e religioso di questa antica Chiesa, ha voluto ricordare  a tutta la Comunità, questo significativo evento,  con la forma liturgica della preghiera di ringraziamento al Signore, per questo "Santo predecessore".

«Trovandosi attualmente la Chiesa di S. Elena in avanzata fase di ricostruzione, il ringraziamento per il  "Rettore" San Luigi Orione si è concretizzato nella Chiesa di Gesù e Maria del Buon Viaggio al Ringo,  durante celebrazione delle ore 18.00, come "gratitudine al Signore nel ricordo di questa antica presenza".

3Feb/120

Messina – “Cultura… matite e china” – Antonio Amato «IL CANTO DEGLI ULIVI»

Antonio Amato, lo aveva preannunciato, la sua 'ricerca personale continua in modo non convenzionale e affronta tutti i 'Temi" che lo intrigano: dall'Arte alla Poesia, dalla Fede espressa attraverso il Canto al Canto che sublima le emozioni interiori. Poi le opere di scultura, la ricchezza e la genuinità di osservazioni che molto spesso nei dibattiti mettono in profonda difficoltà l'incensato relatore....

Adesso un altro capitolo della sua vita artistica a cui da un contributo il figlio Andrea. Con sobrietà, il tempo è un vero galantuomo, dando la possibilità di vedere la bontà dell'albero dai suoi frutti.

Vi giro alcune delle sue parole di presentazione di questo evento che comincerà

sabato 4 febbraio alle ore 18.30 e terminerà venerdì 10 febbraio 2012 - l'orario della mostra è dalle ore 17.00 - 20.00

presso lo  "studio d'arte Kalòs" - via Carlo Botta (ang. via T. Cannizzaro)

 E’ una mostra sugli ulivi dell’orto del Gethsémani. Concepita come meditazione svolta attraverso 16 tavole che raffigurano gli ulivi millenari ancora presenti a Gerusalemme ai piedi del “Monte degli ulivi”. E’ una meditazione su quel luogo che è stato per qualche anno il luogo “privato” di Gesù e dei suoi amici. Un luogo dell’anima dove raccogliersi in preghiera o semplicemente a godere della frescura nelle serate afose dell’estate palestinese. Il percorso è anche soprattutto un percorso intimistico e se vuoi anche mistico, svolto anche attraverso il filo rosso di brevi poesie che raccontano le emozioni che i contorni tronchi degli alberi comunicano a chi voglia ascoltarli.

Nel corso della mostra presenterò un mio nuovo libro. 
Si tratta di un libro che contiene tutte le tavole esposte (riprodotte a colori) i testi di commento alle singole tavole ed un piccolo poema che racconta la storia emozionale dell’orto, visto come “giardino di Dio”.

Nella mostra ho riservato un angolino a qualcuna delle mie nuove sculture in terracotta.

Nota di servizio

Ogni opera ha un "costo", e chi desidera nutrire lo spirito e sostenere le spese sostenute dall'Autore per la realizzazione della sua 'Opera, lo potrà fare in due modi: ritirandolo presso la galleria o chiederlo direttamente o per via e-mail (ipuck@tiscali.it). Il costo è più alto (13 €) di quello del precedente libro ma credo sia “giustificato”. Come al solito non mi vergogno di dire che il libro contiene un plusvalore non indifferente che lo rende, credo, prezioso: la redazione grafica di Andrea (mio figlio). Posso dire che è bellissima?

Commento a margine

Spero, che gli Amici del BLOG, gradiscano lo sforzo di un messinese che ama l'Arte e si sente impegnato nel trasmetterla, in tutte le forme possibili, ad ogni uomo che la voglia condividere.

Libro - Dei miei piccoli viaggi /in Romania