CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

31Ott/110

Messina – «Aperto dall’Arcivescovo Calogero La Piana il 2° anno del Corso in Dottrina Sociale della Chiesa»

SABATO 29 OTTOBRE ALLE ORE 9,30 nella Sala dell'ISTITUTO IGNATIANUM

ha avuto inizio il secondo anno del Corso in Dottrina Sociale della Chiesa

"Educati dalla Parola...per costruire la città dell'uomo".

Il prologo la conduzione e le conclusioni sono state di Don Sergio Siracusano, Direttore dell'ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro.

Breve l'intervento di saluto agli oratori di mons. Calogero La Piana, che ha ricordato tra l'altro con affetto la particolare amicizia che lo lega al Vescovo di Piazza Armerina, titolare della sua precedente Sede episcopale.

In successione è stata data la parola a mons. Michele Pennisi, il quale ha tratteggiato la figura di Don Luigi Sturzo, avviato verso un cammino di santificazione, mettendone in luce le intuizioni ed il cammino di sofferenza che le sue dichiarazioni e il suo impegno sociale popolare gli hanno riservato. Come tutti i profeti ha pagato per essere stato coerente con il Vangelo e la sequela di Cristo.

In questo è stato di aiuto anche la interessante e documentata relazione del prof.re Guccione, peraltro ligio al tempo concessogli.

Di altro tenore, seppur inizialmente sommessa, la perentoria l'analisi del prof.re Diotallevi che in particolare, sulla separazione delle carriere dei Magistrati ha brandito la spada... della sua verità.

NOTE a Margine

« Alla splendida figura di Don Luigi Sturzo si è venuta a confrontare una analisi delle conclusioni delle settimane sociali, svoltesi a Reggio Calabria nel 2010, che di fatto poco o nulla ha portato al rinnovamento dell'impegno sociale dei cattolici nella politica. Infatti, una parte ben individuata della gerarchia, (quelli che vanno "a cena da Vespa", quelli che "contestualizzano") e il solito gruppo nazionale sono rimasti totalmente afoni, facendo ancor più degradare la situazione di tante famiglie e della nazione nel suo complesso.

Eppure la CEI, conferenza episcopale italiana, nell'ottobre del lontano 1981 nel documento "La Chiesa italiana e le prospettive del paese". aveva affermato con grande determinazione la strada da seguire per un vero cambiamento della Società Italiana. In estrema sintesi: "Ripartire dagli ultimi" ed "Essere veramente cristiani". Invece, attualmente, si appoggiano i ricchi e i potenti, facendo accordi di interesse contro la convivenza sociale e barricandosi nei "principi non negoziabili". Non accorgendosi o non volendo accorgersi, così, che c'è stato qualcuno che quei principi li ha presi in giro per 17 anni facendosi passare per un "Fedele Devoto" ed essendo invece solo "un sepolcro imbiancato".»

 INTERVENTI Filmati

Arcivescovo Calogero La Piana -> "LI CHIAMO'...STETTE CON LORO...LI MANDO'"

Vescovo Michele Pennisi -> "FEDE E POLITICA IN DON LUIGI STURZO"

prof.re Eugenio Guccione -> " SOCIETA' E STATO IN LUIGI STURZO"

Prof.re Luca Diotallevi ->"UNA RIFLESSIONE CRISTIANA SULLA DEMOCRAZIA OGGI"

 

30Ott/111

Messina – Legambiente dei Peloritani -« Politica culturale per i Musei Siciliani»

Giovedì 10 novembre 2011 - ore 16.30

Sala del Museo Regionale di Messina

Convegno su:

PROPOSTE PER UNA NUOVA STRATEGIA DI POLITICA CULTURALE PER LA GESTIONE DEI MUSEI SICILIANI

INTERVENGONO -

Giovanna Bacci.  Direttrice del Museo regionale di Messina - Gianfranco Zanna, resp. del Dip.reg. di Legambiente per i Beni culturali

partecipano gli on. Giovanni Ardizzone e Filippo PanarelloSalvatore Scuto (Sovrintendente di Messina), Giuseppe Previti (Pres. del Consiglio Comunale), Pino Falzea e Santi Trovato (Presidenti Ordini Architetti e Ingegneri).

Ai partecipanti verranno distribuiti gli opuscoli "SALVAILMUSEO" 2001

28Ott/110

Reggio Calabria – «SAE_REGGIO -“Chiesa Evangelica Battista”»

Pastore David Mac FarlaneMercoledì 26 ottobre 2011, nella Chiesa Evangelica Battistail Gruppo SAE di Reggio ha iniziato le attività dell'anno sociale 2011-12

L'Incontro di Preghiera Ecumenica è stato guidato e animato dal Pastore David Mac Farlane

La presidente del Gruppo SAE, Francesca Mele, ha introdotto e concluso, con brevissimi interventi, l'incontro che la Pastoralità di David Mac Farlane, ha tramutato in gioia condivisa la comunione del canto e della Preghiera e le Sue riflessioni sul brano di Michea.

«...praticare la giustizia, ricercare la bontà

e vivere con umiltà davanti al nostro Dio» (Michea 6,8)

La consueta e pregevole agape fraterna ha concluso la prima tappa di un cammino che è stato illustrato con dovizia di particolari da Francesca.

«Ho ancora una volta il piacere e l'obbligo di rimarcare la squisita ospitalità dei nostri cugini REGGINI, in tutte le forme: dall'accoglienza, alla fraternità, alla presa in carico da parte di  Francesca, ritorno con Gigliola in equo servizio di accompagnamento da e per Villa San Giovanni, che testimonia le parole conclusive "Che le persone appartenenti al Gruppo SAE... si vogliono bene", (come i primi Cristiani).»
Canto iniziale

Secondo canto

Terzo canto

Intervento Francesca Mele

 

 

26Ott/11Off

Messina – Rabbino Haim Fabrizio Cipriani

Lunedì 24 ottobre 2011-ore 11.00 nella Sala Riunioni del Dipartimento S.P.I.C.I.A. in Via T. Cannizzaro 278 - Messina, si è tenuto l'incontro con il Rabbino Haim Fabrizio Cipriani, della Comunità ebraica liberale Lev Chadash di Milano-Roma su

«Riflessioni e commenti sulla Torah»

"Il ruolo della donna nella religione ebraica"

Padrona di casa la prof.ssa Domenica Mazzù, che nella breve introduzione, ha saputo indicare, al qualificato Uditorio, le giuste coordinate dell'Incontro. Questo prologo ha consentito la piena partecipazione con l'inserimento, in corso d'opera di domande, riflessioni, contributi e spunti... di ri_scontro. da parte di un nutrito gruppo di intervenuti, tra cui cito a memoria Padre Alessio, Ieromonaco Ortodosso, Alessandro Roma, Pastore Chiesa Avventista, Fratel Mario Albano, Suor Tarcisia, e per i cattedratici, uno per tutti il prof.re Pippo Campione.

Sono anche intervenuti preliminarmente, Luigi A. Bocca, il prof. Giulio M. Chiodi e il Prof. Giovanni Caola, che si assunto l'onere di ringraziare gli intervenuti, oltre a quelli citati, il prof.re Carmelo Labate, coordinatore del SAE Messina e di richiamare con una specifica domandaIl Relatore a contribuire a chiarire "Il ruolo della donna nella religione ebraica"

Il Relatore Rabbino Cipriani ha da subito rimarcato ed emarginato gli stereotipi sulla cosidetta Religione Ebraica. La grande competenza, unita a quella vivida intelligenza, basata sul gioco delle parole, ci ha fatto gustare un avvenimento sociale e culturale di grande spessore. Incalzato dalle domande, ha fornito sempre ottime ragioni per considerare le sue opininoni. Da rimarcare l'atto della Creazione dell'Uomo che si 'crea insieme a Dio. Ricordandomi la frase di San Gregorio Nazanzieno, per cui l'Uomo è simile a Dio, in un certo modo L'Uomo è Dio.

Buona visone dell'interessante filmato!

Rabbino Haim Fabrizio Cipriani

Presentazione - prof.ssa Domenica MazzùLuigi A. Bocca - prof. Giulio M. Chiodi - Prof. Giovanni Caola

25Ott/110

Messina – SAE “E.Cialla” – «Tra Dottrina ed Etica»

Giovedì 20 ottobre 2011 è iniziata l'attività 2011-12 del S.A.E. - ASSOCIAZIONE ECUMENICA "E. Cialla" , con la splendida relazione della dott. Simonetta Micale sulla Sessione Ecumenica di Formazione, svoltasi quest'estate, a cura del SAE Nazionale, ed incentrata principalmente sugli argomenti concernenti l'Etica , il titolo infatti era:

«Camminare in novità di vita (Rm 6,4)» - In dialogo sull’etica

Dalle numerosissime pagine di appunti, la dott.ssa Simonetta Micale ha estrapolato un avvincente 'racconto che ha stimolato un intenso scambio di vedute incentivato e moderato dal prof.re Carmelo Labate, coordinatore del SAE. Ottimi, tra gli altri, gli interventi di Padre Felice Scalia e fratel Mario Albano.

A solo titolo di esempio, richiamo alcune sollecitazioni e affermazioni che la dott.ssa Micale ha voluto trasferire all'Uditorio. 

Affermazione 1: La Dottrina riguarda il rapporto con Dio - l'Etica riguarda il rapporto con l'Uomo

Affermazione 2: La coscienza da cosa è governata? - Nel mondo agricolo -> dalla Fede - Nel mondo Industriale -> dalla ragione - Nella Globalizzazione -> dall'Empatia

Affermazione 3: Tre figure bibliche dell'Etica -> 1) Amore e Giustizia - 2) La Sapienza - 3) La Sequela

Affermazione 4: 'scioccante del Pastore Ortodosso Russo- "Noi partecipiamo, agli incontri ecumenici, per comunicare la nostra Verità

Situazioni dicotomiche: Operaio_Padrone  - Pacifista_Militare di Carriera - Ateo_Credente

TRE Filmati con gli Interventi di: Simonetta Micale - Felice Scalia - Mario Albano


23Ott/110

Messina – Apertura 2° anno C.D.S.C. -«Nel solco del rinnovo dei costumi sociali»

SABATO 29 OTTOBRE ALLE ORE 9,30

 PRESSO L'ISTITUTO IGNATIANUM

inizierà il secondo anno del Corso in Dottrina Sociale della Chiesa

 "Educati dalla Parola...per costruire la città dell'uomo".

aprirà il seminario

l'Arcivescovo S.E. Mons. Calogero La Piana

 collegandolo al cammino pastorale dell'Arcidiocesi "

"LI CHIAMO'...STETTE CON LORO...LI MANDO'"

 SEGUIRANNO GLI INTERVENTI di

a) S.E. Mons. Michele Pennisi - b) Eugenio Guccione - C) Luca Diotallevi

- a) FEDE E POLITICA IN DON LUIGI STURZO

- b) SOCIETA' E STATO IN LUIGI STURZO

- c) UNA RIFLESSIONE CRISTIANA SULLA DEMOCRAZIA OGGI

+a)  Vescovo di Piazza Armerina e Presidente della Commissione storica per la causa di beatificazione di Don Sturzo

- b) Docente di Storia delle Dottrine Politiche presso l'Università di Palermo

- c) Vicepresidente delle Settimane Sociali dei cattolici italiani

L'Incontro è aperto a tutta la cittadinanza- 

22Ott/110

Mazara del Vallo – Don Pino Alcamo «Un piccolo segno di speranza»

Ecco una delle notizie che non fanno 'notizia.
Don Pino Alcamo, importante collaboratore di mons.Domenico Mogavero Vescovo di Mazara del Vallo, c'è ne da una "importantissima" -  «Il cuore degli Uomini è aperto sempre alla Speranza e all'accoglienza del Prossimo» - Protagoniste le

«Le Suore Francescane Missionarie di Maria e i loro amici» 

Ed ecco la 'notizia - Carissimi, ho il piacere di portarvi a conoscenza di un  piccolo segno di speranza presente nella città di Mazara.Don Giuseppe

Da settembre ha riaperto le porte la

“ Casa della Comunità Speranza”,

sita in Via dei  Pescatori 10 a Mazara del Vallo.
Le Suore Francescane Missionarie di Maria ed i loro amici hanno ripreso le attività  interrotte nella stagione estiva con una bellissima giornata di distensione per i più  piccoli, offerta dal Rotary Club in una villa di Borgata Costiera, insieme ai bambini della
comunità Alloggio Orchidea.

Party-nutella, musica, due animatori con i palloncini, un  pony da esperimentare, hanno riempito il  pomeriggio di sorrisi e spensieratezza per  grandi e piccini. Grazie di cuore agli organizzatori!

Attualmente sono molti i ragazzi che frequentano la comunità, usufruendo dei diversi servizi e il  loro numero è in continua crescita, con l’entusiasmo che anima tutti.
Si è ripreso a studiare nel doposcuola, dove, in doppio turno e locali differenti, si sono iscritti ragazzi dalla prima elementare al biennio superiore. Ora tutti sono in attesa di cominciare le attività musicali, sportive, ricreative e a navigare su internet. Intanto si è ripresa la sfida del dialogo di amicizia, in un’alternanza di abbracci, discussioni e litigi, tipici dei ragazzi di tutte le età.
In questo mese di riapertura la Casa ha aperto le porte anche a riunioni di tunisini che preparavano le loro elezioni del 23 ottobre, a profughi per riunioni di “speranza” lavorativa, alle numerose signore, soprattutto immigrate, che vengono ad iscriversi per i corsi di alfabetizzazione e terza media. Le richieste di vario tipo sono davvero tante, per cui chiunque volesse impiegare parte del proprio tempo alle attività promosse, abbracciando lo spirito del volontariato, è ben accetto. Anzi, si auspica che qualcuno leggendo quest’articolo possa rispondere offrendo quel che può all’appello. In questo momento sono necessari insegnanti-volontaripensionati  per le varie discipline delle medie e del  biennio superiore perché il sostegno possa essere sempre più personalizzato e vera prevenzione alla dispersione scolastica e alle sue conseguenze.

Le suore e tutti i loro amici sono a disposizione dal  lunedì al venerdì dalle ore 15 e per tutto il pomeriggio per fornire maggiori e migliori dettagli.

21Ott/110

Lampedusa (Ag) – “Cultura Società Solidarietà” – «Libro “Sullo stesso barcone”»

Lampedusa domenica 23 ottobre 2011 - ore 17.00 

Chiesa  “S. Gerlando” – Salone parrocchiale

MIGRANTES - Fondazione della CEI - Uff. Regionale per le Migrazioni CESi

Invitano alla presentazione del libro di Elena De Pasquale  e Nino Arena

«Sullo stesso barcone»

"Lampedusa e Linosa si raccontano"

Il libro , strutturato in dodici capitoli, racconta i giorni della grande emergenza vissuti nelle Isole delle  Pelagie a seguito dell’esodo dalle coste nordafricane di migliaia di uomini, donne e bambini che a bordo di malandati “pezzi di legno” hanno raggiunto le coste di Lampedusa e di Linosa, lasciandosi alle spalle la povertà e le guerre che dilaniano i Paesi dell’altra sponda del Mediterraneo.

La presentazione sarà introdotta e moderata da Don Stefano NASTASI, Parroco di Lampedusa, a seguire gli interventi di: S.E. Mons. Bruno Schettino - S.E. Mons. Domenico Mogavero - Mons. Giancarlo Perego - Diacono Santino Tornesi - Elena De Pasquale e Nino Arena. Giornalisti  e cronisti volontari - Autori

«Gli autori hanno voluto documentare quei giorni, andando oltre la quotidiana cronaca degli eventi, ma cercando di capire a fondo come gli isolani, da tutti riconosciuti in quei giorni come “maestri  d’accoglienza”, abbiano vissuto le fasi più concitate di oltre due intensi mesi di sbarchi, che hanno  portato a Lampedusa più di seimila migranti, tanti quanti sono i residenti censiti nelle Pelagie. I  giornalisti nel corso dei due viaggi nel cuore del Mediterraneo, il primo nel mese di aprile e il secondo nel mese di maggio, hanno raccolto le testimonianze, le riflessioni, i pensieri e gli sfoghi di lampedusani e linosani, capaci di reggere sulle proprie spalle il peso di un’emergenza che sin dalla notte del primo imponente sbarco, il 9 febbraio 2011, hanno affrontato in completa solitudine. I silenzi della politica, l’indifferenza dell’Europa, il fallimento di una diplomazia incapace di attivare opportuni strumenti di intervento, sono considerati dalle comunità delle Pelagie le ragioni principali dei momenti di tensione vissuti nei giorni degli incessanti sbarchi dei disperati. Prigionieri della loro “i-solitudine”,  lampedusani e linosani hanno dato vita a un “macchina della solidarietà”, che ha permesso di rompere il muro della diffidenza andando incontro a chi ha avuto bisogno di un pacco di biscotti, di una bottiglia di latte o anche solo di un sorriso. Gli abitanti della “maggiore” delle due consorelle del Mediterraneo,  che hanno trovato nella parrocchia guidata da Don Stefano Nastasi il proprio “quartier generale” di  accoglienza, non si sono tirati indietro e ancora oggi, a distanza di mesi, nonostante i recenti fatti di  settembre, sentono il bisogno di ricordare e condividere insieme momenti che hanno fatto riscoprire il  vero significato dell’essere “Isola delle Genti”, rifugio sicuro e faro di speranza nella culla del Mediterraneo. Ieri come oggi, oggi come domani.»

per informazioni: diacono Santino TORNESI - cell  338.2017995; fax  090.6684212 - e-mail: migrantes.me@tiscali.it

allegato: comunicato stampa

20Ott/110

Messina – “Cultura Ebraica” – «Riflessioni e commenti sulla Torah del Rabbino H. F. Cipriani »

 Lunedì 24 ottobre 2011-ore 11.00

Sala Riunioni del Dipartimento S.P.I.C.I.A.

Via T. Cannizzaro 278 - Messina

Riflessioni e commenti sulla Torah

Il ruolo della donna nella religione ebraica

Rabbino Haim Fabrizio Cipriani

della Comunità ebraica liberale Lev Chadash di Milano-Roma

Interverranno:

1) prof.ssa Domenica Mazzù - 2) Luigi A. Bocca - 3) prof. Giulio M. Chiodi - 4) Prof. Giovanni Caola

1) - Coordinatrice del Corso di dottorato e direttore del centro Europeo di Studi su Mito e Simbolo

2) - Presidente Istituto Internazionale Cultura Ebraica SLM

3) - Presidente del Centro Europeo di Studi su Mito e Simbolo

4) - Responsabile Rapporti con il mondo a ccademico dell'Istituto Internazionale di Cultura Ebraica SLM

19Ott/110

Messina – Chiesa del “Ringo” – “Cristiani impegnati nella Carità e nel Servizio per dare Lode al Signore”

Completare i precedenti interventi sulla Chiesa dimensione Telogica Ecclesiale e Laicale, trattati in precedenti incontri dai mons.ri Pietro Aliq e Michele Giacoppo. Questo il compito che mons. Pippo Principato, parroco di Sant'Elena, ha affidato al rettore del Seminario, mons. Cesare Di Pietro, come tema dell'incontro del 17 ottobre 2011 presso la Chiesa del Ringo.

 «In una chiesa di comunione l’appartenenza ad associazioni, confraternite, gruppi, movimenti è una singolare diaconia»

Padre Cesare, così preferisce essere chiamato, dopo aver ringraziato tutta la Comunità di cui si sente parte, ha portato magistralmente a compimento il mandato ricevuto e per 50 minuti ha introdotto l'attento uditorio, nei meandri della storia della Diaconia a cominciare dalle prime comunità cristiane, con riferimento a San Paolo e ai Laici Aquila e Priscilla.

Pur ribadendo, come aveva sottolineato anche Padre Pippo, che la maggioranza dei Cristiani vive la fede in modo personale, senza appartenere a nessun gruppo, nella dimensione Comunitaria della parrocchia e della Diocesi. Purtuttavia possiamo considerare l'apostolato associato come una risorsa aggiuntiva, un valore per tutta la Chiesa.

Articolazione intervento in 4 punti:

1) Appartenenza teologicamente motivata - 2) Identità che affonda nella storia - 3) Una nuova consapevolezza nella Chiesa del post Concilio Vaticano II - 4) Una singolare Diaconia nella chiesa per il Mondo.

Nota personale

Ritengo estremamente interessante il "racconto" e la sua narrazione, e prprio per questo, mi permetto, coerente alle mie scelte di vita e per rimanere dentro la realtà dei nostri giorni, di mettere in rilievo che l'impegno dei Gruppi non mi risulta equivalente per il bene comune. Alla Marcia per la Pace erano presenti in modo massiccio l'Azione Cattolica, l'Agesci, Sant'Egidio... ma di un gruppo nazionale, si sono perse le tracce essendosi discostato sempre più dalle sue pregevoli origini, e assecondando, sempre più il carattere narcisista dei suoi attuali 'capi e risultando di conseguenza poco attento agli "ultimi" e molto vicino al potente di turno.
 
Padre Pippo Principato

Padre Cesare Di Pietro

18Ott/110

Messina – SAE – «Camminare in novità di vita (Rm 6,4)»

Il S.A.E. - ASSOCIAZIONE ECUMENICA "E. Cialla"

Segretariato Attività Ecumeniche  Gruppo di Messina

Giovedì 20 ottobre 2011- ore 18.30

Ci Invita a partecipare all'Incontro su

«Camminare in novità di vita (Rm 6,4)»

In dialogo sull’etica
Relatrice
Prof.ssa Simonetta Micale

 Quando il  Signore Iddio manifestò l’idea di creare il mondo, c’era stata la reazione degli  angeli, divisi in due gruppi, di cui l’uno sosteneva che non ne valesse la pena,  perché avrebbe creato solo problemi, mentre l’altro affermava che bisognava  crearlo.

A dire che l’uomo doveva essere creato, erano la generosità e la giustizia; a dire che non doveva esserlo erano la verità e la pace. La verità aveva detto che  l’uomo è menzogna e la pace, che è bellicoso, quindi sarà scontento di sé e  degli altri.

Ti aspettiamo presso la sede  della Piccola Comunità Nuovi  Orizzonti Via Ugo Bassi, 26, 1°  piano (dietro Piazza Cairoli

NOTIZIE DI SERVIZIO

14Ott/110

Messina – Parrocchia Sant’Elena – “Chiesa Gesù e Maria del Buon Viaggio – Ringo”

Messina - Parrocchia Sant'Elena - "Chiesa Gesù e Maria del Buon Viaggio - Ringo"

Dopo Mons. Pietro Aliquò e Mons. Michele Giacoppo, ottimi Catechisti e Relatori sulla "Chiesa" e sui "Laici".

La Comunità parrocchiale è lieta di annunciare la prima Catechesi Comunitaria dell'Anno Pastorale 2011 - 2012...
tenuta dal Rettore del Seminario Arcivescovile di Messina "S. Pio X"

Lunedì 17 ottobre ore 18.30 - Chiesa del Ringo - Viale della Libertà

Mons. Pippo Principato, parroco di Sant'Elena, accoglierà a nome della Comunità mons. Cesare Di Pietro, che ci coinvolgerà in un tema di attualità, le diverse espressioni di Diaconia nella Chiesa.

«In una chiesa di comunione l'appartenenza ad associazioni, confraternite, gruppi, movimenti è una singolare diaconia»

8Ott/110

Messina – «Sesta Giornata per la salvaguardia del Creato 2011»

ARCIDIOCESI DI MESSINA LIPARI SANTA LUCIA DEL MELA - CONSULTA DIOCESANA DELLE AGGREGAZIONI LAICALI - CARITAS DIOCESANA - UFFICIO DIOCESANO PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO

«GIORNATA PER LA SALVAGUARDIA DEL CREATO E PER I NUOVI STILI DI VITA»

DOMENICA 9 OTTOBRE 2011

PARROCCHIA SAN MATTEO

P.zza San Giovanni Bosco – Giostra – Messina ORE 09,00

 (e condizioni meteo permettendo)

FORTE SAN JACHIDDU – Messina - DALLE ORE 12,00 ALLE ORE 17,00

La Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali (CDAL), la Caritas Diocesana e l’Ufficio Diocesano per i problemi sociali e il lavoro di Messina propongono per domenica 9 ottobre 2011 la “Giornata per la salvaguardia del creato e per i nuovi stili di vita”, che trae origine dalla “Giornata per la salvaguardia del creato” (indetta quest’anno per la sesta volta dalla C.E.I.) e dall’esperienza della Rete Interdiocesana dei Nuovi Stili di Vita, nata nel 2007, cui la CDAL ha aderito nell’assemblea del 5.7.11. Attualmente fanno parte della Rete 48 Diocesi ed altre stanno aggregandosi. I temi legati alla giornata sono innumerevoli, ma comunque ricollegabili ad un nuovo rapporto con la mondialità, la natura, le persone e le cose.

 Ci viene proposto di passare:

  • dall’uso indiscriminato della natura alla responsabilità ambientale

  • dall’indifferenza alla solidarietà

  • dall’assistenzialismo alla giustizia sociale

  • dal consumismo al consumo critico

  • dalla dipendenza alla sobrietà

e di recuperare la ricchezza delle relazioni umane, fondamentali per la felicità e il gusto della vita.

Per la giornata abbiamo scelto la data del 9 ottobre, in prossimità della festa di San Francesco d’Assisi, alla cui semplicità e al cui amore per il Creato desideriamo ispirarci. E’ inoltre nostra intenzione, con la necessaria umiltà, non limitarci a fornire un quadro teorico di riferimento, ma indicare azioni semplici, scelte quotidiane con cui operare piccoli cambiamenti, fra cui soprattutto la riduzione degli sprechi.

La giornata avrà inizio alle 9,00 presso gli ampi locali accanto alla Chiesa di San Matteo (nella foto).

 E’ nostra intenzione valorizzare tutte le risorse di Messina, anche quelle forse meno conosciute. La Parrocchia di San Matteo, inoltre, non è troppo distante dal Forte San Jachiddu, dove speriamo di trascorrere la seconda parte della giornata.

 La dislocazione della Parrocchia è indicata nella seguente cartina.

 Si potrà parcheggiare nella piazza San Giovanni Bosco, antistante la Chiesa di San Matteo.

 Fra i tanti, possibili argomenti della “giornata”, abbiamo scelto di trattare i seguenti:

 Il commercio equo e solidale nell’ambito dei rapporti internazionali- relatore: Prof. Guido SIGNORINO (Università di Messina)

 Energie rinnovabili e risparmio energetico - relatore: Ing. Domenico GEMELLI (Circolo Legambiente Messina)

 Riduzione e riciclaggio dei rifiuti attraverso la raccolta differenziata- relatore: Ing. Natale CUCE’ (Messinambiente)

 Desideriamo inoltre approfondire il tema dell’acqua (molto dibattuto quest’anno grazie al referendum), proponendo anche un test sull’impronta idrica. Questo concetto è stato presentato nel 2002 da Arjen Hoekstra, oggi professore di gestione delle acque all’Università di Twente, in Olanda, paese particolarmente attento ai problemi idrici.

Il test (costituito da una serie di domande) sarà accompagnato da cartelloni che illustreranno la tematica della distribuzione e del consumo responsabile dell’acqua. Potrà essere richiesto gratuitamente prima dell’inizio delle relazioni o nel pomeriggio.

 Alle ore 11,15 la S. Messa sarà celebrata nella Chiesa di San Matteo.

Se le condizioni meteorologiche ce lo consentiranno, vorremmo proseguire la giornata al Forte San Jachiddu (nella foto), dove proponiamo di spostarci tutti utilizzando pienamente le nostre auto (5 posti su 5), riprendendo al ritorno ciascuno le proprie macchine. Questa piccola scelta è un invito a sviluppare i rapporti interpersonali e a ridurre gli sprechi di benzina.

 Al Forte San Jachiddu si farà un pranzo al sacco, ispirato a sobrietà.

 Dopo pranzo, sarà possibile coltivare i rapporti umani ad esempio dialogando, cantando, suonando, facendo una passeggiata nella natura intorno al Forte, o più semplicemente riposandosi.

 Nel pomeriggio, dalle ore 15,00 sono previste alcune testimonianze e si riprenderanno i temi affrontati durante la mattinata dai relatori, approfondendoli assieme a loro in 3 gruppi diversi, con un dialogo informale e sereno.

 La fine della giornata è prevista indicativamente per le ore 17,00.

1Ott/110

Messina – «1/10/2009/>1/10/2011 «Giampilieri Sup. – Scaletta Zanclea – Ricordo delle Vittime Innocenti »

I tragici avvenimenti del 1° Ottobre 2009?  Sono impressi nel nostro cuore e nella nostra memoria?

In Onore di tutte le Vittime, ricordiamo:

I Fratellini di 3 e 7 anni, FRANCESCO e LORENZO e la loro Mamma e poi - SIMONE  Neri 21 anni  e l'ing. LUIGI  Costa 40 anni - che da eroi hanno salvato altre vite.

Testimonanza del Papà di LUIGI  Costa

20/febbraio/2010- «In ultimo, abbiamo rivissuto l'esperienza dolorosissima del Dott.re Costa. Un padre, che ha raccontato l'abnegazione e la morte di suo figlio Ing. Luigi Costa e dello strazio del fratello Ing. Aurelio che solo dopo cinque giorni, lavorando gomito a gomito con i vigili del fuoco di Catania riusciva a trovare il corpo del fratello sepolto sotto le macerie a Scaletta Zanclea nella fatidica data del 1° Ottobre del 2009. Enzo Colavecchio ha poi riferito che l'Ordine degli Ingegneri ha subito tributato onore a questo giovane collega e per ricordarlo ha Istituito la Borsa di Studio "Ing. Luigi Costa", a favore degli allievi Ingegneri civili.»

Giampilieri -Scuola Media "SIMONE NERI"

dal ricordo di Lilly Zaccone su Facebook

«Messina, 15 ottobre 1979 – Messina, 1º ottobre 2009.
Simone Neri, “l’eroe per caso” di Giampilieri. E’ morto sotto al fango dopo aver salvato otto persone.
Simone Neri era un ragazzo di 28 anni che viveva a Giampilieri in provincia di Messina. Simone sognava come tutti di farsi presto una famiglia: era Sottocapo di prima classe in Marina e viene ricordato come un ragazzo per bene: ricordato perché ora non c’è più essendo morto sotto al fango.
Simone è diventato un “eroe per caso”: si era salvato dalla valanga salendo sul tetto di casa da cui era ridisceso solo per aiutare la gente che era rimasta intrappolata nel fango. Il primo era un vicino che urlava disperato sotto le macerie della sua casa crollata, poi una donna anch’essa intrappolata che è stata presa in braccio e portata in salvo sopra il tetto sicuro.
Simone Neri è andato ad aiutare la gente per ben otto volte; poi alle 21.00 ha telefonato per l’ultima volta alla sua ragazza per dirle «c’è un bambino che piange, vado a salvarlo. Qualsiasi cosa succeda, ricordati che ti amo». Questa volta però Simone non è più tornato.«Per non dimenticare Simone Neri» Medaglia d'oro al valore civile
1 ottobre 2011»

MANIFESTAZIONE del 1° Novembre 2009

M A I    P I U'  Una candela per non dimenticare 1-10-2009

Piazza del Popolo–Via degli Angeli (Tirone)–Corso Cavour -Piazza Duomo

«1 Novembre 2009 - Festività di tutti i Santi. "Non solo i 144 mila segnati con il sigillo, ma una moltitudine immensa che nessuno poteva contare". A un mese dall’alluvione che ha colpito Giampilieri, Scaletta Zanclea, Briga, Molino ed Altolia facendo tante innocenti vittime, straziando il cuore degli amici e parenti, i tanti 'Messinesi presenti hanno voluto condividere questo dolore facendolo proprio e forti della 'Speranza che non delude hanno voluto rappresentarla con il fuoco di una fiaccola. Dopo la proclamazione dei nomi delle vittime, la recita del "padre nostro", guidata da mons. Angelo Oteri che ha accolto il corteo sulla soglia illuminata della Cattedrale, ha concluso una delle espressioni della civiltà del Popolo Messinese011120092451