CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

24Ago/110

Diocesi: “Messina Lipari Santa Lucia del Mela – Patti” – “Un Santo Patrono poco conosciuto – Bartolomeo_Natanaèle –

"Da Nàzaret può mai venire qualcosa di buono?" ...

"Quando eri ancora sotto il fico, io ti conoscevo già!"

Filippo aveva risposto "Vieni e vedi".

Filippo che conduce, il Cananeo di Galilea, Bartolomeo da Gesù. ripete la sequenza dei gesti di Andrea con suo fratello Simone.

Ma Gesù prende l'iniziativa e gli dice :

"Ecco davvero un Israelita in cui non c'è falsità"

*- Quando un uomo trova la "Perla" nasce in lui il desiderio della condivisione. Vuole che anche gli altri, specialmente i suoi amici e fratelli condividano la vera ricchezza.  Non è "l'ipod" che può dare la felicità, ma l'incontro con l'altro che condivide i nostri aneliti di verità e di giustizia per tutti gli uomini.-*

-*Quanto distante questo brano dai comportamenti dei cristiani che falsificano la realtà per i loro interessi e il loro egoismo. E quante persone invece di portare verso la "Via la verità e la Vita" portano gli altri ad adorare degli insipienti omuncoli per riceverne qualche benefico materiale.-*

- Siamo chiamati a seguire le orme di Natanaèle Bartolomeo e testimoniare così la saldezza della nostra Fede. -

Nella Parrocchia di Sant'Antonio a Piana di Capo d'Orlando; Padre Nino, nell'omelia ha voluto mtterere in evidenza la specificità di questa ricorrenza. Un Santo Patrono comune alla Diocesi di Patti e alla Arcidiocesi di Messina Lipari e Santa Lucia del Mela. Il brano evangelico sottolinea ancora di più l'attenzione di Gesù verso gli Apostoli, corroborando nei presenti, a questa solenne ricorrenza, la certezza che Gesù è il perfetto Catechista.

Il canto liturgico, armoniosamente guidato, anche con la musica dell'organo, da Giancarlo D'Amico, ha dato smalto a tutta la celebrazione dandole dignità di gesto di Rendimento di Grazie.

Messina Lipari Santa Lucia del Mela Patti

17Ago/110

Capo d’Orlando – Liturgia Fede Tradizione popolare “Maria Assunta in cielo”

"Maria imita il suo Figlio unico, Cristo Gesù"

nella C.A. "Munificentissimus Deus" papa Pio XII, mette in particolare evidenza che oggetto della festa non era unicamente il fatto che le spoglie mortali della beata Vergine Maria fossero state preservate dalla corruzione, ma anche il suo trionfo sulla morte e la sua celeste glorificazione perchè la madre ricopiasse il modello, imitasse cioè il suo Figlio unico, Cristo Gesù.

... Un altro scrittore antico afferma:Cristo, nostro salvatore e Dio, donatore della vita e dell'immortalità, fu lui a restituire la vita alla madre. Fu lui a rendere colei che l'aveva generato, uguale a se stesso nell'incorruttibilità del corpo, e per sempre. fu lui a risuscitarla dalla morte e ad accoglierla accanto a sè, attraverso una via che a lui solo è nota.

In tal modo l'augusta Madre di Dio, arcanamente unita a Gesù Cristo fin dall'eternità "con uno stesso decreto" di predestinazione, immacolata nella sua concezione, vergine illibata nella sua divina maternità, generosa compagna del divino Redentore, vittorioso sul peccato e sulla morte, alla fine ottenne di coronare le sue grandezze, superando la corruzione del sepolcro. Vinse la morte, come già il suo Figlio, e fu innalzata in anima e corpo alla gloria del cielo, dove risplende Regina alla destra del Figlio suo, Re immortale dei secoli.

Due momenti significativi:

Liturgia - Immagini della Messa mattutina celebrata dal Vicario foraneo Padre Nino, Parroco di Sant'Antonio e S. Giuseppe.-

Tradizione - Immagini della processione sull'acqua, con il simulacro di Maria, e le barche in scia. Sulla tolda del barcone autorità religiose e civili. -

11Ago/110

Reggio Calabria – Cultura Ecologia Scienza – “Area dello Stretto – Biodiversità marina”

Per la serie "LE MERAVIGLIE DELLO STRETTO"

Presentato a Reggio Calabria

Un Nuovo lavoro scientifico e divulgativo del

Prof.re Angelo Vazzana

«Biodiversità marina lungo le coste della provincia di Reggio Calabria»

"Un volume che con rigore scientifico ed in modo divulgativo illustra la biodiversità dei fondali marini dell'area dello Stretto"

Riflessione a margine

- NON FINIREMO MAI DI STUPIRCI COME POSSA LA PERVICACE IGNORANZA DEGLI AMANTI DEL PROFITTO INSIDIARE UN PATRIMONIO GRATUITO DELL'UMANITA'-

8Ago/110

Villa San Giovanni – Piale -“Camminando insieme costruiamo LEGALITA'”

A Piale il 6 Agosto 2011,

organizzata dall'Associazione Ponti Pialesi, si è svolta la

15esima Edizione della

"CENA DEI RIONI"

Una magnifica serata di comunione, unità e legalità.

Il Presidente, Francesco Marcianò, ha illustrato sapientemente sia la storia dell'evento che la scelta del tema conduttore che è stato il 150°  dell'Unità d'Italia .

Una serata animata, musicalmente, da un formidabile tandem composto dal Maestro Alberto Orio, e dal Soprano Mina Calabrò.

L'esecuzione iniziale e finale dell'Inno di Mameli, ha racchiuso un esemplare excursus di varie melodie e generi musicali .

La "Brava Presentatrice" Francesca; ha tenuto il filo conduttore della serata, smistando la parola ora agli interventi istituzionali ora alla componente musicale. Significativo l'intervento del Presidente di Libera, che ha voluto ricordare il sacrificio nascosto ai più, di tanti giovani uccisi dalla criminalità mafiosa.

Prezioso l'intervento del presidente Vincenzo Linarello, che ha evidenziato l'ottimo risultato ottenuto dalle 12 Cooperative facenti parti del Consorzio GOEL, che anche in un periodo caratterizzato da una crescente crisi, sono riusciti a raddoppiare, base 2009, il volume dell'IVA, dando lavoro ad oltre cento persone. Positivo anche il riscontro avuto alla quarta manifestazione Manifesto dell'Alleanza per la Locride e la Calabria, svoltosi a Villa San Giovanni il 1° marzo 2011. Un impegno che consente e consentirà di costruire Ponti di Legalità tra Nord e Sud.

"Sono gli uomini, che con il loro impegno e la loro perseveranza nel costruire il Bene Comune, riescono a smantellare le barriere mentali dell'ignoranza e del disinteresse."

I Tavoli tricolori, hanno visto la presenza di commensali attenti e partecipativi, che hanno potuto gustare le specialità genuine della nostra cucina. I prodotti erano di prima qualità e profumavano di legalità.

Una torta a tre stadi e tre colori ha festeggiato i 150 anni, e uno dei tavoli vedeva la presenza di "Altolocati" come Garibaldi, Anita, Pio IX, Mazzini, Cavour, Vittorio Emanuele... ovviamente splendidamente raffigurati da... figuranti,che sono stati adeguatamente ringraziati dal Presidente Marcianò.

Presenti molti membri di Associazioni, culturali sociali e religiose, tra cui il SAE di Reggio Calabria, con in testa la presidente Francesca Mele.

In ultimo riportiamo la frase del Capo dello Stato scelta e messa in copertina per dare spessore e significato a questa rievocazione - evento:

"Ieri volemmo farla una e indivisibile, oggi far rivivere nella memoria e nella coscienza del paese le ragioni di quell'unità e indivisibilità come fonte di coesione sociale, come base essenziale di ogni avanzamento tanto nel Nord quanto nel Sud in  un più arduo contesto mondiale..." (G. Napolitano)

CENA DEI RIONI

Mina Calabrò - Soprano

Vincenzo Linarello Presidente GOEL

4Ago/110

Capo d’Orlando – Accoglienza – Mare – Panorama e…«Spettacolo in piazza»

Un piccolo omaggio alla cittadina caporlandina -