CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

23Mag/110

Messina -«2011 ANNO DEL VOLONTARIATO»

25 maggio 2011 ore 20.00 palacultura

NOI... - ...COME QUASIMODO

Don Orione - Coordinamento Laicale Orionino

OPERATORI PASTORALI PARROCCHIALI - SCOUTS E AZIONE CATTOLICA - OPERATORI DEL CSR ED RSA - MOVIMENTO VOLONTARI ORIONINI - ENDOFAP EXALLIEVI - AMICI DON ORIONE MOVIMENTO GIOVANILE ORIONINO

20Mag/110

Messina – “Giornata Diocesana della LEGALITA'”

  Lunedì 23 maggio 2011 - Galleria V. Emanuele - ore 18.30

RICORDARE CAPACI ...  XIX edizione

GIOVANI, LAVORO, LEGALITA':

L'IMPEGNO DELLA CHIESA E LE PROSPETTIVE

DON PINO DEMASI - Vicario generale Diocesi Oppido-Palmi - Esponenti Comunali e Regionali, Magistrati, Docenti Unime, Confindustria, Associazioni antiracket usura e pizzo

Moderatore Maurizio Licordari 

20Mag/110

Palermo – «23 maggio 1992 – “Strage di Capaci”- Non dimenticare mai il Sacrificio degli eroi!»

Solo pochi giorni fa, Don Luigi Ciotti, durante l'incontro ci ricordava di fare l'elenco completo degli Eroi vittime di Mafia dalla Strage di Capaci del 23 maggio 1992 a quella di Via d'Amelio del 19 luglio 1992. E' ha voluto soffermarsi sui tre preziosi martiri tutti provenienti dalla regione Puglia: Rocco Di Cillo  - Antonio Montinaro - Vito Schifani che sono poco conosciuti, ma il cui sacrificio per adempiere al proprio dovere per rispettare lo Stato; ha un valore, forse ancora più grande perchè fatto nel nascondimento e con umiltà, senza la ribalta delle luci.

Noi l'abbiamo sempre pensato e fatto e nell'impossibiltà di essere a Palermo come nel 2009 e 2010. Rinverdiamo il loro ricordo "con i passati Ricordi"

2009 - 23 Maggio 1992 - La strage di Capaci

2010 - ALBERO FALCONE 2010 -18° "PER NON DIMENTICARE"

una vera emozione dal vivo "CENTOPASSI" per contare e camminare 

18Mag/111

Messina – SAE – «Incontro di Spiritualità Ecumenica»

martedi 17 maggio 2011 - Chiesa di Maria Addolorata in Sant'Andrea Avellino

Fraternamente accolti dal parroco Padre Alberico Candela promotore insieme al S.A.E., abbiamo potuto "gustare" l'Incontro di «Spiritualità Ecumenica» -incentrato su:

«Testimoniare nell'ospitalità» Lc 24,41-

"Cerchiamo ciò che contribuisce alla pace e all'aiuto reciproco" (Rom 14 17-19); "Difendiamo la causa dei perseguitati" (Sal 146, 1-10)

Tanti sono i raggi di Luce che si sono sprigionati dalla Parola di Dio. Padre Alessio ha saputo, con sapiente umiltà, indirizzarli verso la tutta la Comunità dei credenti nella consapevolezza dell'importanza dello studio e della preghiera della Bibbia.  Alternando i toni, condidi di una certa dose di semplice ed efficace autoironia, ci ha messi in guardia dalla prassi di estrapolarne segmenti di brani, utili solo ai nostri fini, ma di  avere la saggezza di riguardarLa nella sua interezza. Così, ci ha come cullati, utilizzando la la forza e la ricchezza, nascosta nelle pieghe, del Testo Biblico, mettendo in evidenza l'Accoglienza del Padre verso  L'Estraneo e Lo Straniero."Non siamo noi che accogliamo ma è Dio stesso che accoglie le sue creature".

Padre Alberico, nella presentazione, aveva parlato della difficoltà dell'incontro tra i primi "cristiani", ancor più attualizzato dalle Letture di questi giorni.. Il prof. Labate ricordava, poi, che solo ad Antiochia i credenti si dichiararono "Cristiani", seguaci di Cristo.

Distinzione e complemento dei termini "accoglienza e "ospitalità". Padre Alessio ci ha scossi, richiamandoci a riflettere sulla tiepida partecipazione e conoscenza della Bibbia da parte di coloro che pur dichiarandosi "Cristiani", in verità esercitano la loro fede in determinati periodi come ... Pasqua, Domenica delle Palme... ma che mantengono separati gli spazi della Fede da quelli della Vita di tutti i giorni.

"Padre Alessio", ieromonaco greco ortodosso.

SAE-Carmelo Labate

Canto finale Dolce sentire

15Mag/110

Messina – «Occasione di riflessione nel 150° dell’Unità d’ITALIA»

Lunedì 16 maggio 2011 ore 17.30

nel Salone degli Specchi - Provincia

«bella e perduta»

L'ITALIA DEL RISORGIMENTO

di Lucio Villari

Introduce: Daniela Bonanzinga

Presenta: Prof. Federico Martino

Legge: Giovanni Di Giacomo

15Mag/110

Messina – «La civiltà della partecipazione affonda l’egoismo degli interessi»

Messina - sabato 14 maggio 2011 - Piazza Cairoli >Piazza Cairoli -

Lo slogan è molto semplice e concreto -"I soldi stanziati? per il Ponte utilizziamoli per mettere in sicurezza il Territorio "  - Affinchè non accadano più le tragedie di GIAMPILIERI  e SCALETTA ZANCLEA dell'Ottobre del 2009.

La battuta: «Molti missinisi la pensano come noi, ma non si vogliono mettere in mostra!». La risposta: «Ma noi aspiriamo a vivere liberi da ogni tipo di condizionamento, specialmente quello che deriva da una cattiva coscienza!. Noi vogliamo essere i custodi di un grande prodigio del Creato e lo vogliamo conservare per i prossimi millenni!»

Osservate i volti, la gioia dei bambini piccoli e grandi, la vivacità degli studenti e dei professori. Una folla variegata? Si! il mistero della condivisione del bello, un attimo di partecipazione libera e condivisa, senza sultani ne padroni. «Questa è la Messina che vogliamo, ognuno a servizio dell'altro! » 

GALLERIA FOTOGRAFICA - sabato 14 maggio 2011 - NO al Ponte! Si a Strutture Ferrovie e Navi!

14Mag/110

Messina – «L’Esemplarità dei paesaggi rurali – Un patrimonio da ricostituire!»

13 maggio 2011 ore 17:30 - Il tema: “PAESAGGIO E AGRICOLTURA: ALLEANZA O DISSIDIO?”

Significativa conversazione a Forte S. Jachiddu della Prof.ssa Luisa Bonesio (docente di estetica a Pavia). Le eccezionali immagini che ha proiettato per i partecipanti, hanno dimostrato, a mio parere, in modo inequivocabile che tra Paesaggio e Agricoltuta non solo c'è Alleanza, ma direi anche osmosi e compenetrazione.

Quasi un'ora di relazione, trascorsa in un amen. Lo stile, il tono e l'inflessione della voce, mi sono apparsi subito familiari. Niente strepiti o citazioni ad effetto, ma grande autorevolezza e precisione da chirurgo. Per opposizione, mi sono venuti in mente, i tanti "oratori", pieni di supponenza e di ignoranza, nei cui discorsi è difficile trovare traccia di fatti concreti o di forti idealità.

Nel seguito, la Prof.ssa Luisa Bonesio ha, senza remore, espresso il suo pensiero: «Dal XVIII secolo l'urbanesimo e l'industrialismo diventano dominanti, e senza soluzione di continuità avviene il "Genocidio del mondo e della cultura rurale"». «L'agricoltura si trasforma in agroindustria perdendo i suoi caratteri essenziali e distintivi del senso storico del suo ruolo, originando un degrado territoriale e paesaggistico che rende insostenibile il modello di sviluppo dominante»

La crisi del rurale porta alla crisi ambientale, al degrado paesaggistico e al disastro idrogeologico. Basti pensare all'abbandono delle attività di tutela del territorio intrinsecamente compresi nell'attività agricola.

Quindi, tenendo conto della drammacità e globalità della crisi ambientale, la consapevolezza dei mondi di vita e ol principio di responsabilità e di cura portano a riscoprire la complessità del territorio/paesaggio e il suo valore nel coltivare e nutrire la vita producendo valore e qualità locale, ambientale e paesaggisitca.

Al termine, un approfondito dibattito, con gli autorevoli contraddittori presenti, Le ha dato la possibilità di integrare la conversazione con esperienze dirette che l'hanno vista protagonista di questo mutamento di rotta- (Es. Progetto riqualificazione zona industriale di Biella). Il tutto a testimonianza, come la sensibilità alla bellezza del Creato in tutte le sue forme, sia parte del consolidato patrimonio culturale, sociale ed ideale di gran parte degli Italiani. Al contrario i "politici" manifestano poca sapienza risultando ondivaghi, poco sensibili e contraddittori.

L'ottima accoglienza organizzativa della Cooperativa "Cirin" si è concretizzata al termine del dibattito,con un gradevole spuntino serale, molto apprezzato dai partecipanti. Parco Ecologico San Jachiddu in collaborazione con l’Associazione Culturale Terraceleste


12Mag/110

Messina – “Parco Ecologico San Jachiddu”- «Patrimonio ambientale e paesaggistico»

Parco Ecologico San Jachiddu in collaborazione con l’Associazione Culturale Terraceleste

13 maggio 2011 ore 17:30

“PAESAGGIO E AGRICOLTURA: ALLEANZA O DISSIDIO?”

Conversazione con Luisa Bonesio

(docente di estetica all’Università di Pavia)

La conversazione avrà luogo nella sala riunioni del Forte S. Jachiddu e si avvarrà di una proiezione di immagini.

Alle ore 16 si svolgerà – se le condizioni meteo lo consentono – una passeggiata botanica nelle immediate vicinanze del Forte con osservazione delle varietà più tipiche della flora dei monti Peloritani ed una visita del Forte stesso.

Alla fine delle conversazioni sarà possibile gustare prodotti alimentari tipici, pane caldo condito e bevande varie ed intrattenersi negli spazi aperti e tra le architetture del Forte. ingresso libero

«Il Forte S. Jachiddu è una fortezza umbertina situata a quota 330 metri in zona Tremonti a Messina; costruita alla fine del XIX, dismessa dopo la II guerra mondiale e recuperata alla fine degli anni novanta, è sede delle attività di educazione ambientale svolte dalla cooperativa sociale “Scirin”. Di recente si sta sviluppando il progetto “Parco Ecologico S. Jachiddu” in cui troveranno una collocazione unitaria le diverse attività in cui attualmente è impegnata la cooperativa: valorizzazione del patrimonio ambientale e paesaggistico del territorio dei monti Peloritani, escursionistica, laboratori artigianali (ceramica e ferro battuto), spettacoli ed eventi artistici, collaborazioni con associazioni locali e nazionali impegnate nella promozione ambientale.»

Come arrivare: Il Forte S. Jachiddu dista circa 5 km dal centro cittadino di Messina e si raggiunge percorrendo viale Giostra e seguendo le apposite indicazioni. info@fortesanjachiddu.it  www.fortesanjachiddu.it tel: 347 3711546

10Mag/110

Cinisi – 9 maggio 1978 -«Poco più che trentenne ucciso per il coraggio civile delle sue idee di Libertà, Legalità e Giustizia»

«ripropongo con immutata dolorosa angoscia un POST del 2011 - Per chi volesse vedere gli altri POST a lui dedicati dal 'nostro BLOG, basta scrivere nella casella cerca, posta in alto a destra,  "peppino". E' un omaggio anche alla sua cara determinata Mamma Felicia.»

Cinisi - 9 maggio 1978 - 2011

« Anniversario dell'uccisione per mano mafiosa, di un giovane, appena  trentenne, che sin da ragazzo si era staccato dalla sua famiglia mafiosa, primo eroico esempio, seguito poi nel 1992 da Rita Atria e ... pochi altri»

Il suo impegno di denuncia civile, delle sue idee di Libertà, Legalità e Giustizia sono di strettissima attualità e dopo la sua morte hanno trovato, nella sua cara Mamma Felicia Bartolotta Impastato, un'alfiere determinato e inflessibile.

«Mamma Felicia, morta il 7 dicembre del 2004, ha saputo essere una Mamma Dolorosa che per Amore del Figlio ha sfidato l'omertà e la paura denunciando i mafiosi del suo paese come responsabili della morte del figlio, fino ad arrivare alla Verità nella Giustizia.

Peppino Impastato

«Video "Cento passi" - Palermo 23/05/2010 - Memoria di Giovanni, Francesca, Rocco, Antonio e Vito»

6Mag/110

Messina – «Una grande Testimonianza di umiltà coerenza ed impegno-«Unire il Cielo alla Terra»

giovedì 5 maggio 2011 - Parrocchia Santa Maria di Gesù inf.-Provinciale- Un grande finale per gli incontri di Legalità programmati per questo 2011 dalla Comunità parrocchiale guidata con semplicità e fermezza da Padre Terenzio Pastore.

Don Luigi Ciotti non racconta, ma vive, attualizza e trasferisce agli interlocutori tutte le senzazioni e i sentimenti che nascono nel profondo del suo animo di Pastore. Si! Si sente, si percepisce che tutto ciò che proclama è frutto di intenso lavorio. Spesso, si dispone all'Azione dello Spirito, riuscendo a snocciolare una sequela di fatti,

che fanno impallidire i tanti soloni che "inculcano" le idee dell'egoismo e della schiavitù. Don Luigi, Ci ha fatto entrare in una nuova dimensione, la dimensione della Responsabilità. (Nei miei ricordi, oltre all'arcivescovo Don Franco Montenegro, già nel 2001 a Gambarie d'Aspromonte, il Cardinale Salvatore Pappalardo, durante un Convegno interregionale di Catechesi, in un colloquio personale, parlando della "Primavera Palermitana" 1985, ad una mia precisa domanda mi

aveva fortemente e quasi brutalmente sottolineato che i cambiamenti nella Società possono avvenire solo se ciascuno è pronto alla responsabilità.) Nessuna delega, quindi.  Così Don Ciotti utilizzando "L.I.B.E.RA." ha scandito la valenza di ogni singola iniziale, cominciando da L. come Libertà.

La responsabilità è il tratto di unione tra la Legalità e la Giustizia. Il nostro fine è la Giustizia. La Legalità è solo un "mezzo" da condividere, ma senza la Libertà non c'è Uguaglianza e Giustizia.

Quindi propedeutica per il nostro "fine", per passare dalla Legalità alla Giustizia attraverso la Responsabilità, è la LIBERTA'.

Un uomo senza lavoro; non è libero. Un precario; non è libero. Un commerciante che deve pagare il pizzo; non è libero. Per essere Liberi bisogna pagare il prezzo... di combattere tutte le mafie, non solo il gruppetto Criminale associato, ma specialmente gli altri, coloro (i famosi colletti bianchi, professionisti, burocrati, politici e ..., che con noncuranza "non vedono" e non "sentono", che sanno farsi gli affari Loro. 

«Solo con l'educazione, si può sconfiggere il male dell'egoismo.»

Toccanti, vere ed umane le storie di uguaglianza di Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani uniti nella morte e negli ideali a Francesca Morvillo e Giovanni Falcone. (Strage di capaci 23/maggio/1992). Tutti e tre Pugliesi, terra di nobile sacrificio. E poi la nascita di LIBERA con Antonino Caponnetto e la Mamma dell'agente Roberto Antiochia (che interruppe le ferie per fare la scorta a Ninni Cassarà), Rosario Livatino, Don Peppe Diana e ...tanti altri ancora.

ATTUALITA'- Oggi è possibile comprare i prodotti di Libera Terra, frutto della coltivazione dei poderi confiscati alla mafia. Giovani, uniti in cooperative, che lavorano producono, pasta vino olio e ... la mozzarella di bufala. Molto altro ancora si può e si deve fare iniziando per esempio ad attuare i 5 auspici, che se realizzati darebbero un grande contributo alla realizzazione della Giustizia. Pertanto - BUONA VISIONE! Donne e Uomini Liberi!

5Mag/110

Messina – Un tema di stringente attualità -«Educare alla PACE»

 Venerdì 6 maggio alle 18,00

 presso la libreria "Circolo Pickwick" in via Ghibellina 32

 I proff. Guido Signorino e Antonia Rosetto Ajello

 presenteranno il libro

 «Nel mondo con gli altri.»

 Il cammino impervio dell'educazione alla pace - Edizioni CESV Messina

Il volume rappresenta il punto di arrivo di un percorso di riflessione sul tema della pace che un gruppo di insegnanti messinesi ha sviluppato nel corso del 2009.

L’incontro, promosso dall'associazione "Piccola Comunità Nuovi Orizzonti", sarà l’occasione anche per discutere scenari e senso degli attuali conflitti ed aprire un confronto sulla partecipazione informata dei cittadini ai prossimi referendum del 12 e 13 giugno, che toccano aspetti della vita politica del nostro Paese strettamente connessi agli orizzonti di pace: l’energia, i beni pubblici (l’acqua), l’uguaglianza di fronte alla legge.

4Mag/110

Messina – da S. Gabriele dell’Addol. a S. Elena «Accolta la Sacra Bibbia nel Vicariato Nord»

Giovedì 28 aprile 2011, nella Chiesa di San Gabriele dell'Addolorata, «Accolta la Sacra Bibbia nel Vicariato Nord». Domenica 01 maggio 2011, La "Bibbia" ha continuato il suo itinerario, "sostando" nella Chiesa di Gesù e Maria del Buon Viaggio "Ringo". Ripartirà giovedì 05 per Santa Eustochia.

«Mensa della Parola. Mensa Eucaristica. Un'Unica Mensa. "La Parola di Dio è efficace di per se" e non ritorna senza produrre frutto. Per questo San Gregorio Nazianzeno, invita i battezzati ad essere come le "Palme" a muoversi per farsi investire dalla potenza della Parola.»

Accoglienza, Preghiera, Canti e Adorazione della Parola di Dio scolpita nei nostri cuori. Comunità accoglienti che si interrogano, come rendere centrale il ruolo della Parola. Verificare se Le diamo lo spazio adeguato, per approfondirne il mistero. La sua umana conoscenza sarà sempre parziale ma se coltiviamo alla sua luce le relazioni con gli altri uomini abbiamo la Speranza di essere guidati dallo Spirito Santo che ci condurrà alla Verità Intera. 

-Comunità di San Gabriele e della Madonna del Buon Viaggio al "Ringo"
-

4Mag/112

Messina – Chiesa del “Ringo” – «Concerto per Maria» – Corale “Eugenio Arena”

Nell'ambito della valorizzazione, religiosa, culturale, musicale ed artistica della Chiesa di Gesù e Maria del Buon Viaggio, fortemente auspicata da mons. Pippo Principato, come dono ai messinesi.

sabato 30 aprile 2011 alle ore 19.00 nella Chiesa del "Ringo"

Si è svolto il Concerto della Associazione Corale Messinese "Eugenio Arena"

«Laudes Marianӕ»

Riflessioni musicali -Omaggio a Maria -
Direttore Giulio_Arena - Tenore Paolo_Civiletti - Pianista Daniela_Dimoli - Voce solista Antonella_Morace

Nel mese di Maggio dedicato tradizionalmente a "Maria", non si poteva avere un prologo migliore. Quasi trenta i componenti del Coro con  prevalenza femminile, a cui va il nostro convinto plauso. Di spicco le interpretazioni del Tenore.

Preghiera (Stradella) (Tenore Paolo Civiletti) - Magnificat (M.Frisina)  (Coro) (solista Antonella Morace) - Ave Maria (Coro)

SAGGIO di TRE significativi BRANI DEDICATI A "MARIA"


2Mag/110

Palermo – Incontri Ecumenici «EVENSONG»

martedì 10 maggio ore 20.30

CHIESA ANGLICANA "HOLY CROSS"
Via M. stabile, 118/b - angolo Via Roma

EVENSONG

(PREGHIERA DELLA SERA)

OFFERTO DALLA CHIESA ANGLICANA

Promovuono l'incontro:
Chiesa Anglicana - Chiesa Avventista del 7° giorno - Chiesa Cattolica - Chiesa Evangelica della Riconciliazione - Chiesa Evangelica Luterana - Chiesa Valdese e Chiesa Metodista - Parrocchie Ortodosse di S. Marco di Efeso e S. Caralampo - Vicariato per la Sicilia dell'Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta.
A cura dell'U.P.E.D.I. -Ufficio Pastorale per l'Ecumenismo ed il Dialogo Interreligioso

2Mag/110

Pergusa (Enna) – “Che io ascolti…vedendoti”- «I nostri fratelli disabili»

04 maggio 2011 - Pergusa (Enna) - ore 15.30

 Oasi Francescana PP.Conventuali "Madonnina del Lago"

III Seminario di Studi <Catechesi con le persone disabili>

- "Che io ascolti...vedendoti"-

«Egli è un soggetto "attivo di evangelizzazione, perchè come gli altri è portatore di un messaggio per i suoi fratelli, per la comunità cristiana e per la stessa società civile»

Protagonisti - Vescovo Mons. Salvatore Muratore -Sr Veronica Amata Donatello - Don Ezio Sazio - Don Pino Alcamo -Direttori ed Equipe dell'U.C.D. - E.N.S sicilia - associazioni di Volontariato

-Sempre più, la Chiesa, percepisce la grandezza dell'uomo, di tutti gli Uomini. Particolare cura negli ultimi decenni si è posta sulla figura dell'Uomo Disabile. Un esempio concreto di precursori sono stati Don Orione -Don Gnocchi -Don Guanella ...- che oltre a medicare il corpo davano sostentamento all'anima.-

PROGRAMMA completo con i relatori