CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

27Feb/110

Messina – «La musica come segno della cultura del bello, ispiratrice di emozioni e riflessioni»

«La vostra presenza in questa Chiesa antica da all'antico un linguaggio nuovo»

Con questa semplice ed efficace frase, sgorgata dalla sua innata e coltivata sensibilità,  mons. Pippo Principato ha dato il via al "caro" maestro Francesco Carlo Magistri per dirigere il concerto dell'

"ORCHESTRA DA CAMERA PELORITANA"

TENUTO SABATO 26 FEBBRAIO ALLA CHIESA DELLA MADONNA DEL BUON VIAGGIO

«Grande impatto sull'attento uditorio. Ci sono attimi che non finiscono mai e ore che vorremmo non terminassero più. Sentirsi coinvolti, rapiti nella melodia; nel presto, nell'adagio nell'allegro. Vivere e rivivere le emozioni di un canto, di un salmo o  di una preghiera.»

 Una parola amica in quella che è la competenza del bello, e allora che attraverso quanto adesso voi darete alla nostra attenzione, alla nostra intelligenza al nostro cuore. Possa davvero suscitare ulteriore interesse verso quello che voi coltivate. Caro Carlo Vi sono tanto grato che la vostra presenza in questa chiesa antica da all'antico un linguaggio nuovo.

ORCHESTRA DA CAMERA PELORITANA

 Programma

 A. Vivaldi Concerto in sol maggiore per archi e cembalo "alla rustica" Presto - Adagio Allegro

 J. Pachebel Canone per archi e cembalo

 A. Vivaldi Concerto in re min. op3 n°11 per 2 violini violincello ed archi

 Allegro - Adagio - Largo e spiccato - Allegro

 Francesco Carlo Magistri - Emanuela Vadalà - Barbara Tassone

 A. Vivaldi Concerto in re minore per archi e cembalo "madrigalesco"

 J.S. Bach Concerto per 2 violini ed archi BWV 1043

 Allegro Andante Allegro

 Stefano Gullo - Francesco Tusa

 A. Vivaldi Concerto in sol minore per archi e cembalo

 Allegro molto - Andante molto - Allegro molto

 ARTISTI Musicisti

Violini: Francesco Carlo Magistri - Elisa Baglieri - Stefano Gullo - Francesco Tusa - Nicolò Pezzimenti - Emanuela Vadalà

Viole: Andrea Accordino Daniele Testa

Violoncello: Barbara Tassone

Contrabbasso: Salvatore La Rosa

 Il maestro Francesco Carlo Magistri ha presentato ogni brano, comunicando i valori delle scelte fatte nel programma e facendo sintesi delle pecularietà della musica e del suo autore.

Presentazione Concerto-PadrePippoPrincipato

25Feb/111

Messina – Chiesa Madonna del Buon Viaggio al “Ringo”- «Concerto di musiche barocche: Vivaldi Bach…»

«Nella convinzione che l'arte musicale come la catechesi possano far vibrare le corde dell'umanità nel cuore di ogni uomo, ci viene offerta un'altra occasione di crescita culturale musicale e sociale.»

Nella suggestiva Chiesa della Madonna del Buon Viaggio - al "Ringo"

sabato 26 febbraio 2011 alle ore 19.00

 «Concerto di musiche barocche: Vivaldi Bach...»

tenuto

dall'Ensamble dell'Orchestra da Camera Peloritana

Dieci musicisti, violini violincelli viole, diretti dal Maestro Carlo Magistri

Ingresso libero

24Feb/110

VILLA SAN GIOVANNI 1 MARZO 2011 – «Mediterraneo: un mare di alleanze»

Raduno in Piazza Valsesia ore 14.00

VILLA SAN GIOVANNI martedì 1 MARZO 2011

 «Mediterraneo: un mare di alleanze» per la legalità

Quarto appuntamento del "Manifesto dell'Alleanza" con la Locride e la Calabria. Dopo il grande successo della manifestazione 2010 di Reggio Emilia in cui il Nord e Sud Italia insieme hanno suggellato "un patto territoriale tra società civile, cooperazione, sindacati, imprese profit e istituzioni al fine di porre in essere misure urgenti di prevenzione e lotta all'infiltrazione della 'ndrangheta al nord".

La novità è rappresentata dalla costituzione dei "Cantieri Mediterranei"

gruppi di lavoro dove coloro che aderiscono all'alleanza progetteranno insieme collaborazioni, accordi, iniziative, che diano concretezza e continuità al raduno di quest'anno, sempre all'insegna della  costruzione di democrazia e libertà contro la 'ndrangheta e le massonerie deviate.

Il 1 Marzo 2011 è organizzato con il supporto dell'Associazione Ponti Pialesi, in collaborazione con il comune di Villa San Giovanni, altri partner territoriali.

IL PROGRAMMA

24Feb/110

Messina – «I Giovani – protagonisti del proprio futuro»

 Ciclo mensile di seminari interdisciplinari sul tema della persona

GIOVANI E VALORE DELLA PERSONA OGGI

Nell'aula "Tommaso Cannizzaro" dell'Università degli Studi di Messina ore 15.00-18.00

lunedì 28 febbraio 2011 - La dignità della persona. Fede e diritto a confronto - RELATORI --Antonio Ruggeri  (ordinario di Diritto costituzionale)/ don Gesualdo De Luca (docente Teologia sistematica)

 - mercoledì 23 marzo 2011 - La persona alla luce dell tecnologie biomediche: aspetti biomedici. Fede e scienza a confronto.- RELATORI Giuseppe Pio Anastasi  (ordinario di Anatomia umana) / don Giovanni Russo (Ordinario Bioetica -preside S.Tommaso)

- lunedì 18 aprile 2011 - La persona, fondamento della vita pubblica e fine del bene comune. Fede e politica a confronto. RELATORI -M. Antonella Cocchiara  (ordinario Storia delle istituzioni politiche) / don Michele Fontana (ord. dottrina Sociale della Chiesa)

- lunedì 30 maggio 2011 - Persona e comunicazione nell'era di internet. Fede e comunicazione sociale a confronto. RELATORI -Marianna Gensabella (coordinatrce corso Scienze Comunicazioni) / don Francesco Brancaccio (docentedi Teologia fondamentale)

- lunedì 27 giugno 2011 - Qual è il futuro dell'uomo? Fede e filosofia a confronto. RELATORI - Paola Ricci  (ordinario di Filosofia Morale) / don Domenico Concolino (docente Teologia sistematica)

22Feb/110

Messina – «Il G.O.Z. e il progetto PROMETEO»-«La semplicità del vivere e dello stare insieme»

 Nell'incontro quindicinale di febbraio 2011, del Gruppo Operativo di Zona, - la Dott.ssa Eliana Torri (Ufficio di servizio sociale per minorenni), componente del G.O.Z., ha introdotto il Dr Mario Gullì, psicologo, per illustrare le caratteristiche salienti del Progetto Prometeo. Le tematiche affrontate sono, per molti aspetti, coincidenti con quelle del nostro campo operativo e attengono fortemente al nostro modo di lavorare in rete. Cosi il presidente del G.O.Z. don Aldo Mosca ha voluto ringraziare, per questa iniziativa che mette al centro dell'attenzione di tutti, il difficile rapporto tra gli adolescenti e le agenzie educative come la famiglia, la scuola, gli enti sociali e i media in generale. Presenti: Don Arcangelo Biondo, il prof.re Angelo Costa con il dott. Gino Sancetta, (medicina scolastica), la prof.ssa Ada Di Blasi (S.M. A.Luciani), la prof.ssa Pina De Domenico (I.S. Minutoli) e la sig.ra Anna Tarantino (partner del progetto) che sono intervenuti dando il giusto sapore alla discussione. Il progetto è al suo inizio ed è previsto di svolgerlo in circa un biennio, quindi siamo pronti a rimboccarci le maniche.

Come nota di cronaca ci siamo rallegrati per i complimenti ricevuti dalla docente Angela Campo per la partecipazione della Scuola Elementare Ferraù alla Notte della Cultura. Tanti complimenti sono ripartiti anche con i Gruppo del Servizio Sociale, uno per tutti Giuseppe la Spina

 

21Feb/110

Mazara del Vallo – Un piccolo miracolo dei ragazzi immigrati «COMUNICARE SPERANZA»

Al di là e nonostante i respingimenti, del ... governo;  ecco il "miracolo" dell'amore fedele alla testimonianza del Vangelo.
 Lascio alle parole di Don Pino Alcamo la presentazione di questo "evento".
«Ho il piacere di inoltrarvi un piccolo miracolo, che esprime in modo concreto, come si cerca di educare, i ragazzi immigrati, nella Chiesa di Mazara. Noi testimoniamo il Vangelo anche in questo modo.don Pino»

COMUNICARE SPERANZA 

 Le Suore francescane Missionarie di Maria, i Volontari e gli animatori desiderano annunciare la Speranza in Dio, attraverso la loro presenza semplice, di servizio e dialogo, amicizia e rispetto.

Ecco i nostri protagonisti: 

- Sono Sirin Beji una bambina nata a Mazara del Vallo da genitori tunisini.
- Ciao... sono Sonny non sono un ragazzo a cui piace giocare a pallone ...ma mi piace ballare house
- Mi chiamo SIWAR BEJI, ho voluto partecipare al progetto di giornalista perchè mia madre mi ha
raccontato che quando facciamo delle cose bene ci pubblicano gli articoli e ci fanno le foto.
- Sono Race Mitrovic ho 14 anni e sono nato a Mazara del vallo, ma sono di nazionalità slava
- RMADI OUSAMA
 - TAHAR KELIL
- SIWAR BEJI 
- EDDINE BENZARTI -SOGHRI ANA - NAILI SLIM 
La redazione di questo giornalino, quale primo frutto del “Corso di Giornalismo” per i ragazzi vuole iniziare a raccontare a viva voce la “speranza” del giovani.
La formazione passa anche attraverso queste piccole iniziative, nella consapevolezza di essere in sintonia con La speranza è in ciascuno di noi gli appelli della Chiesa italiana che indica l’educazione qualeprospettiva di fondo degli orientamenti pastorali per il prossimo decennio.  Le Suore francescane Missionarie

COMUNICARE SPERANZA - il giornale della COMUNITA' SPERANZA di MAZARA DEL VALLO (TP)
diretto da Maria Nastasi - Impaginazione e grafica Giuseppe Fero- www.alboscuole.it/174246 -
  

20Feb/110

Messina – Basilica Arch. del SS. Salvatore – «43° anniversario della nascita della Comunità di Sant’Egidio»

Nella Basilica Archimandritale del SS. Salvatore, sabato 19 Febbraio 2011, si è festeggiato il 43° anniversario della nascita della Comunità di Sant’Egidio.

La celebrazione Eucaristica è stata presieduta da padre Cesare Di Pietro, direttore del Seminario PioX, insieme a Padre Antonio Cucinotta (Rito bizantino), Don Felice Bruno FdP (delegato per l'Ecumenismo),  e un altro religioso Salesiano. Presenti oltre al Padre Ortodosso Costantain Epure, Padre Felice Scalia SI e il caro Don Olimpio Simonato (52 anni di sacerdozio il prossimo due aprile). tantissimi i giovani e i 'piccoli insieme alle loro famiglie. Nutrita anche la presenza delle persone dotate di bianca capigliatura. 

Un appuntamento importante. La condivisione dei carismi di una Comunità, che opera senza cercare le luci della ribalta, nella semplicità e nella concretezza. Comunità che mette al primo posto la preghiera, fonte e primizia di ogni passo successivo. Al termine della Messa, ne ho parlato con Carmelo Monastra, che ha scandito l'inizio di questo movimento a Roma nel 1968

Promotore ed artefice della COMUNITA' DI SANT'EGIDIO, il giovane Andrea Riccardi, che  in controtendenza con le scelte fatte da una parte del mondo giovanile - la cosidetta  Rivoluzione del '68 - riunisce un gruppo di liceali, com’era egli stesso, per ascoltare e mettere in pratica il Vangelo. Nel giro di pochi anni la loro esperienza si diffonde in diversi ambienti studenteschi e si concretizza in attività a favore degli emarginati. Nei quartieri popolari della periferia romana inizia il lavoro di evangelizzazione che porta alla nascita di comunità di adulti. (con il contributo di Wikipedia). In proposito riporto un episodio raccontato lo scorso anno «Nell’omelia è stato narrato un episodio del 1976Nell’Ospedale napoletano, il Celebrante, che fungeva le funzioni di cappellano, aveva notato che i vecchietti venivano curati in modo esemplare, ma non dai familiari , bensì da due giovani che si alternavano, con assiduità, dandosi il cambio. Questi Giovani facevano parte della Comunità di Sant’Egidio. Non facevano parte di una Comunità religiosa, ma erano giovani studenti che praticavano lo spirito umile del Vangelo, costruendo ponti generazionali di fraternità e di accoglienza. E’ questo il loro tratto caratteristico, mettere al primo posto i poveri, perchè essi sono i veri amici di Dio.»

«Dal 1973, nella chiesa di Sant’Egidio in Trastevere, la prima chiesa della Comunità, si dà il via alla consuetudine della preghiera comunitaria serale, che da allora accompagna la vita di tutte le comunità ovunque nel mondo. Nella seconda metà degli anni Settanta, la Comunità comincia a radicarsi anche in altre città italiane e, poi negli anni Ottanta, a diffondersi in Europa, Africa, America e Asia. Sin dalle origini, il servizio ai più poveri, alla dignità umana e ai diritti della persona caratterizza, assieme alla preghiera e alla comunicazione del Vangelo, la vita della Comunità che ha costruito forme di aiuto e di amicizia in mezzo a forme di povertà vecchie e nuove (anziani soli e non autosufficienti, immigrati e persone senza fissa dimora, malati terminali e di Aids, bambini a rischio di devianza e di emarginazione, nomadi e handicappati fisici e mentali, tossicodipendenti, vittime della guerra, carcerati e condannati a morte). I poveri sono compagni abituali della vita e dell’attività dei membri della Comunità, come amici e parte della loro famiglia. Ed è proprio questa amicizia che ha condotto Sant’Egidio a comprendere meglio come la guerra sia la madre di tutte le povertà, e dunque a un impegno esplicito a favore della pace. Il 18 maggio 1986 il Pontificio Consiglio per i Laici decreta l’erezione della Comunità di Sant’Egidio come associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio.» (fonte Wikipedia)

19Feb/110

Messina – «Polizia – Carabinieri – Guardia di Finanza » – “Univoco impegno per la legalità”-

Non siamo soli !

Il cittadino, che si impegna per la legalità, non è lasciato solo, ma ha e avrà al suo fianco TUTTE le Forze dell'Ordine e le Istituzioni dello STATO, che con il loro lavoro continuo ed incessante (spesso volutamente nascosto) si preoccupano della tutela dei cittadini e del contrasto verso la delinquenza.

Mercoledì 16 febbraio 2011, grazie alla Comunità Parrocchiale di S. Maria di Gesù Inferiore - coordinata dal parroco  Don Terenzio Pastore, abbiamo vissuto un altro bel momento di partecipazione e riscatto dalle quotidiane piaghe del malcostume e della criminalità, colletti bianchi compresi.

Dopo il saluto del parroco è toccato ad Antonio Caffo, giornalista, a dar vita ad un vero incontro dibattito. Esemplari i tre ospiti relatori: Dott. Carmelo Gugliotta, Questore di Messina -  Col. Claudio Domizi, Comandante provinciale dei Carabinieri - Col. Decio Paparoni, Comandante provinciale della Guardia di Finanza; i quali con semplicità e correttezza, unita ad una grande fermezza, hanno fatto il punto sulla situazione 'messinese. Nessuna reticenza e nessun proclama, tranne quello del valore dell'amicizia coniugata nella loro leale e fraterna collaborazione e con il di più del loro 'amore verso questa nostra MERAVIGLIOSA terra messinese. 

Dopo la disamina della situazione territoriale. Il bravo conduttore e animatore dell'incontro Antonio Caffo, ha dato spazio alle numerose domande dell'uditorio presente, che, con molta compostezza, ha rivolto pertinenti domande di carattere specifico e particolare. Grande rilievo è stata data alla presenza delle associazioni Antiracket ASAM nelle persone di Pippo Scandurra e Mariano Nicotra, simboli dell'impegno civile. A questo punto l'univoco richiamo a sentirci tutti impegnati in questa battaglia per la difesa dei valori di convivenza civile. Ognuno porti il suo piccolo contributo. 

A conforto del cambio di marcia della società  e dell'impegno dei giovani, padre Terenzio a preannunciato la volontà di molti giovani di ESTENDERE a Messina l'esperienza di ADDIOPIZZO.

Gli interventi dei relatori - occasione di conoscenza per la condivisione tra Cittadini e Stato dei Valori fondanti della Democrazia 

Col. Decio Paparoni
TABELLE 

  

  

15Feb/110

Messina – Parrocchia S. Maria di Gesù Inferiore – «Nel solco della Legalità – Insieme alle Istituzioni»

mercoledì 16 febbraio - ore 18.30 -20.00

 Parrocchia S. Maria di Gesù Inferiore - Provinciale - Messina

 Incontro - dibattito

L’IMPEGNO DELLO STATO A MESSINA

interverranno:
Dott. Carmelo Gugliotta, Questore di Messina
Col. Claudio Domizi, Comandante provinciale dei Carabinieri
Col. Decio Paparoni, Comandante provinciale della Guardia di Finanza

N.B. Forse altri amici potrebbero essere interessati; prova a invitarli...

14Feb/110

Mazara del Vallo – Don Pino Alcamo – un libro per la Formazione e la Catechesi degli Adulti

Dopo aver dedicato notevoli cure ai giovani, basta ricordare "la Festa della Cresima"  http://www.diocesidimazara.it

Don Giuseppe ALCAMO, per la saggistica Paoline, con la prefazione di Mariano Crociata (segretario CEI), punta le sue attenzioni sugli adulti chiedendosi quale contributo possono dare  le Associazioni e i Movimenti ecclesiali.  

«ASSOCIAZIONI e MOVIMENTI ECCLESIALI»

Nella prefazione, viene ricordato che l'obiettivo della CEI per il decennio 2010-2020 è quello di "Educare alla vita buona del Vangelo".

«L''AUSPICIO E' CHE LA FATICA DELL'ESSERE CRISTIANO COSI' EVIDENTE NELL'OPERA DI DON PINO ALCAMO PORTI BUONI FRUTTI COME QUELLI DEL VANGELO»

NOTA personale

Il Consiglio Permanente della CEI, almeno a partire dall'ottobre del 1981, ha fortemente denunciato, si direbbe con" le lacrime agli occhi", questa anomalia dicotomica del cristiano (Vescovi-Sacerdoti-Laici),  nel Documento

"LA CHIESA ITALIANA E LE PROSPETTIVE DEL PAESE" -

Ma l'attuale cronaca, evidenzia sempre più come diversi gruppi, che si proclamano ecclesiali, di fatto, non solo non lo sono, ma convivono ed accentuano con i loro attaccamento al potere, ai profitti ed ... altro,  un disamore verso tutta la Chiesa. impedendo di fatto a molte persone, magari volenterose e disponibili all'annuncio, di avvicinarsi alle comunità parrocchiali, 

10Feb/110

Messina – «Scuola primaria “NINO FERRAU’» ‘dentro la “N o t t e della c u l t u r a”

Appuntamento sabato 12 febbraio 2011 ore 19.00 -21.30

«Nino Ferraù... il poeta nella scuola»

aumenta sempre più l'apprezzamento per questo Artista nato a Galati Mamertino ma 'missinisi. Grazie al lavoro continuo dal 2005 il Premio Ferraù è entrato nella tradizione culturale della nostra città.

La Scuola Elementare fa parte della Direzione Didattica "Giovanni XXIII", diretta daLA Dr. Franca Impala coadiuvata da tutte le Docenti con Angela Campo rappresentante nel G.O.Z. (Gruppo Operativo di Zona-Comunità e Diritti-Villaggio Aldisio)

10Feb/110

Palermo – «Documento di base – Quarant’anni! Ed è ancora tutto da scoprire »

 IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI

IV GIORNATA DI STUDIO SULLA CATECHETICA

Palermo il 23 Febbraio 2011

NOTA PERSONALE-«SEMBRA IERI QUANDO ... nel 1983 prendemmo a studiare il documento principe per la formazione dei catechisti. Il Teologo Pietro Aliquò, venne incaricato dal Vescovo Ignazio Cannavò di dirigere l'Ufficio Catechistico Diocesano e Lui 'umilmente si rimboccò le maniche... con questo TESTO.Poi lo riprendemmo per i vent'anni ed adesso l'Ufficio regionale di Palermo ci invita a Palermo il 23 Febbraio 2011 Per la IV GIORNATA DI STUDIO SULLA CATECHETICA »

CATECHETICA_bozza_def

9Feb/110

Messina – «Senza curve di livello solo sfumature di colore per rappresentare le meraviglie del creato»

AMATO della maniera - opere 1990-2010 -

Inaugurazione 5 febbraio 2011 ore 18.30

dall' 8 febbraio all'11 febbraio - ore 17.00 - 20.00

Galleria ORIENTALESICULA - 7 puntoarte - Via M. Giurba,27 - Messina

matite - pastelli - acquerelli - olii - terrecotte

Nota: »Personale dell'arch. Antonio Amato, artista poliedrico impegnato nel sociale e non solo,,.»  Tutto da vedere con gli occhi, il cuore, la mente e lo spirito.

 

8Feb/110

Messina – “L’enigma di Attilio Manca – Verità e giustizia nell’isola di Cosa Nostra”

mercoledì 9 febbraio · 18.00 - 21.00

Circolo Pickwick,  Via Ghibellina 32 - Messina

Presentazione del libro

«L’enigma di Attilio Manca»

 - Verità e giustizia nell’isola di Cosa Nostra", di Joan Queralt, terrelibere.org edizioni.

Intervengono:

* Gianluca Manca, fratello di Attilio
* Olga Nassis, traduttrice del libro
* Antonello Mangano, edizioni terrelibere.org
* Luciano Mirone, scrittore, autore del libro " Gli insabbiati"

Modera l'incontro:

* Antonio Marchese, Associazione Energia Messinese

7Feb/110

Messina – «Senza passato non c’è futuro!» – Dal Piano Borzì al … al Piano Fanfani … ai Piani di risanamento”

Il 04 febbraio 2011 nel Salone della parrocchia Santa Maria del gesù Inf. a Provinciale . si è concluso il primo tempo di un interessante racconto narrativo, in cui l'architetto Carmelo Celona ci ha illustrato il percorso urbanistico e non solo di un secolo di storia messinese.

Grazie a Legambiente dei Peloritani ci siamo ritrovati in un sentiero di conoscenza, che apre prospettive verso un rinnovato futuro. La politica locale messinese e siciliana ne esce con le ossa "frantumate". Solo ignavia, e quando finalmente nel 1990 per la spinta della società civile finalmente aveva trovato lo slancio per impiegare  500 Miliardi ed in 5 anni risolvere il problema delle baracche. Dopo quattro anni... ancora doveva iniziare la fase costruttiva. Poi abbiamo perso i finanziamenti e adesso abbiamo più baracche di prima. Questo terzo, e per ora ultimo incontro ha visto la prolusione dell'ing. Enzo Colavecchio, la pregevole relazione dell'arch. Celona coadiuvato da due tecnici fenniminili le geometre  Carmelina Cannistrà e Francesca Pintabona. Credo sia oltremodo interessante per tutti ma specialmente per chi ha a cuore Messina, di ascoltare e vedere gli interventi. Due sono accessibili direttamente cliccando, degli altri metto il collegamento. Buona visione.

Ing. Enzo Colavecchio > La Presentazione e ricapitolazione dei precedenti seminari.

Architetto Carmelo Celona - 1/5 -Primo intervento

Intervento finale