CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

30Lug/090

Siamo ai box: Progetto Gossace > pronti per la partenza

Cari amici e sostenitori,image-1 scrive Padre Andrea Cardile, stiamo preparando i bagagli per un nuovo viaggio in UGANDA, che si svolgerà dal 18 agosto al 03 settembre 2009.

Come sempre il centro dei nostri interessi sarà Gossace, ma per renderci conto della situazione attuale anche in parti limitrofe, sono state anche previste delle escursioni al Nord (Gulu, Lira, Patongo...) zone fino a poco tempo fa oggetto di scontri, razzie, bambini soldato, fanatismi...

immagine_001Nella squadra approntata, "che si è adeguatamente preparata", ci sono veterani e new entry e comprende un folto gruppo di messinesi i dieci della foto ( indigeni controcorrente), una ragazza di Pisa (infermiera) e una ragazza di Napoli (insegnante elementare).

Il gruppo, comunità indigena, è composito ed è formato da: ..., una pediatra,  un muratore, un operaio e ... due preti.

La preghiera e la riflessione spirituale avranno un maggiore ed adeguato spazio. E' una esigenza dichiarata dai preti, ma pienamente condivisa dai Laici. Speriamo Bene.

«Agli amici del Blog voglio rivolgere, con il cuore in mano, un invito a farci sostenitori  ed estimatori di questa pagina di Vangelo con il Grembiule». Carlo

Per informazioni, aggiornamenti e contributi - oltre al Blog - potete scrivere a Padre Andrea Cardile, via E-mail cardileandrea@libero.it 

29Lug/090

CAPRILEONE – LEGAMBIENTE MESSINA

ilborgocheverra-caprileone-modIl 18 luglio, organizzata  da LEGAMBIENTE MESSINA si è svolta a CAPRILEONE in Piazza V. Emanuele la Manifestazione  per la premiazione dei progetti del concorso di idee indetto dalla stessa Legambiente su un fabbricato enorme e fuori scala rimasto abbandonato e incompiuto. 180720091595

L'iniziativa ha prodotto progetti di grande interesse anche innovativi, prevenienti dall'Italia e dall'Estero. 180720091607180720091629180720091601salvatore_granata La mostra, ha fornito numerosi spunti per la tavola rotonda che è stata coordinata dal Dirigente di Legambiente Salvatore Granata.

180720091598

22Lug/091

Benedetto XVI-Enciclica S.le «CARITAS IN VERITATE»

caritas_in_veritateAnche le Associazioni di Consumatori possono fare Promozione Umana. Caritas in veritate (10/07/2009 ) soldisette-altroconsumoEcco qualche riflessione sull'ultima ciclica di Papa Benedetto XVI.

Voglio accostare alle riflessioni sui ragionamenti di tipo economico presenti nell'Enciclica CARITAS IN VERITATE, la straordinaria valenza della "Parola" del Vescovo Franco Montenegro, (articolo in pagina), sugli Immigrati.benedetti_cassettisti «Loro cercano pace, dignità, scuola, cibo. Vogliono vivere... - C'è Gesù nel volto dell'uomo che ci è accanto, anche se immigrato. "Ero forestiero e mi avete accolto". L'accoglienza non è fare una semplice elemosina, ma accogliere la persona che ho di fronte. Accogliere lo straniero è fare spazio nella città, nelle leggi, nella casa, nelle amicizie. L'accoglienza è diversa dalla beneficenza.

Usare bene il denaro! Investirlo per dare lavoro all'uomo anche immigrato.

No nel profitto! Nella rendita parassitaria, nelle 'case per gli studenti...

Il 7 luglio il Papa ha presentato la sua terza enciclica, la Caritas in veritate, ossia carità nella verità, in cui, con una solida base teologica presenta al mondo la dottrina sociale della chiesa. Una dottrina che riguarda anche l'agire economico dell'uomo e che offre ricchi spunti di riflessione. L'enciclica è piuttosto lunga (127 pagine nella versione della libreria editrice vaticana) e complessa. Chi fosse interessato a leggerla integralmente, oltre che in edicola, la trova sul sito della Città del Vaticano al link http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/encyclicals/documents/hf_ben-xvi_enc_20090629_caritas-in-veritate_it.html

La struttura dell'enciclica

L'enciclica si compone di 6 capitoli che, riprendendo il messaggio dell'enciclica Popolorum progressio di Papa Paolo VI (del 1967, scritta in pieno fermento post conciliare), puntano i riflettori su sviluppo umano, sviluppo economico, sviluppo dei popoli, collaborazione della famiglia umana, rapporto tra sviluppo dei popoli e tecnica.

Non intende innovare il pensiero della Chiesa, ma intende ripresentarlo in un dialogo stretto con la contemporaneità, inserendosi nella scia del pensiero che la Chiesa ha iniziato a delineare più di un secolo fa dalla Rerum novarum di Leone XIII.

La caratteristica che colpisce più dell'enciclica non è che cosa vi viene detto, ma la struttura coerente in cui viene descritta la dottrina sociale della Chiesa e confrontata con i problemi di oggi. In questa enciclica sembrano pesare più che i singoli pensieri che possono venirne estrapolati, la logica stringente in cui sono ridotti ad unità. Quindi prima di delineare brevemente qualche spunto di riflessione sull'economia e sul risparmio, occorre confrontarsi col messaggio di fondo dell'enciclica.

Il suo messaggio di fondo

Il Papa parte dal concetto cristiano di Carità (l'amore cristiano), ma sente il bisogno di puntualizzare che la carità va compresa, avvalorata e praticata nella luce della verità, perché senza verità la carità scivola nel sentimentalismo.

Che cos'è la verità? Il Papa affronta il tema in diversi modi: la definisce come la luce della ragione e della fede, attraverso cui l'intelligenza perviene alla verità naturale e soprannaturale della verità. Ma la Verità è anche la persona di Cristo e ciò che rende la carità ciò che da sostanza alla relazione personale con Dio.

Per il Papa solo l'incontro con Dio permette di non "vedere nell'altro sempre soltanto l'altro", ma di riconoscere in lui l'immagine divina, giungendo così a scoprire veramente l'altro e a maturare un amore che "diventa cura dell'altro e per l'altro".

Il fatto, quindi, che l'uomo sia immagine di Dio, fa sì che tutto il discorso del Papa si incentri sulla promozione integrale dell'uomo.

Al fine della promozione integrale dell'uomo il Papa declina il suo pensiero in campo economico. L'economia funziona ed è morale se promuove l'uomo nella sua integrità, ma non funziona e non è morale se non lo promuove nella sua integrità. Vediamo alcune riflessioni specifiche.

22Lug/090

«Anche San Calogero è immigrato»

img_1524Il Pastore della Chiesa Agrigentina, Arcivescovo Metropolita Mons. Francesco Montenegro, ha con grande acume ed una quasi sottile ironia, evidenziato e sottolineato l'incoerenza dei 'nostri' comportamenti nei riguardi degli IMMIGRATI.

Non si tratta come si evidenzia nel cappello dell'articolo di "Polemica omelia ..." ma di un accorato appello alla coscienza di tutti; cristiani compresi.
Riportiamo l'articolo apparso il 6 Luglio sulla GdS a firma di Stello Zaccaria da Agrigento.

vescovofranco-immigrati-sancalogero

6Lug/090

PAX CRISTI ITALIA – ALEX ZANOTELLI- AGOSTINO MARCHETTO

resizePadre Alex Zanotelli : mi vergogno come italiano, cristiano e missionario.

Mons. Marchetto Agostino

Pax Christi Italia

Date: Friday 03 July 2009  From: Pax Christi Italia <info@paxchristi.it   COMUNICATO STAMPA - 3/07/2009 

  Offesa, atto eversivo e bestemmia 

  Un'offesa alla famiglia umana
  Un atto eversivo della Costituzione italiana

  Una bestemmia contraria al Vangelo di Cristo

 
            Come cittadini italiani riteniamo che il provvedimento varato
oggi al  Senato sia un vero e proprio "atto eversivo" verso la civiltà del
diritto espressa nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (la
dignità della persona umana), nella Costituzione italiana (articoli 2 e  3),
in tanti testi delle Nazioni Unite il cui spirito è presente nella  Dottrina
Sociale della Chiesa, orientata ad affermare il "bene comune",  che è il
bene di tutti e di ciascuno, sintesi di libertà e giustizia.
 
            Come credenti nel Dio che tutti ama e nel Vangelo di Cristo
"nostra  pace" pensiamo che per i cristiani nessuno sia straniero e,
soprattutto,  che nessuno straniero sia di per sé un delinquente.   Chi
ostenta i valori cristiani conosce le parole di Cristo "Ero  straniero e mi
avete accolto" (Matteo 25)?
 
            Una bestemmia civile e cristiana così grande deve essere
respinta da  un'insurrezione nonviolenta. Rinnoviamo l'appello al Presidente
della  Repubblica, cui il 2 giugno scorso abbiamo mandato una lettera da
Monte  Sole, terra della Resistenza e di Dossetti, ad operare con urgente
fermezza per respingere la deriva autoritaria e totalitaria basata sulla
logica dello straniero-nemico che nasconde i veri pericoli della
criminalità organizzata, della corruzione economica e politica, del  degrado
etico e che alimenta la paura, eccita gli animi al peggio,  diffonde modelli
di violenza e prepara mali più grandi.
 
In piedi, costruttori di pace!
 
 Per contatti:
  don Nandino Capovilla, coordinatore nazionale 347/3176588
  segreteria Pax Christi 055/2020375
3Lug/090

Quando si prega insieme tra cristiani "il traguardo dell'unità appare più vicino" – «via del terzo millennio»

koinoniaCasa di Spiritualità Figlie della Chiesa

Santa Maria Porta di Pace

Arghillà Dorò - Reggio Calabria

Campo Ecumenico per i giovani

7 - 12 Agosto 2009

Una nuova bella iniziativa per i giovani e non.  Da venerdì 7 a mercoledì 12 Agosto un susseguirsi di impegni di preghiera, di formazione, di conoscenza ed amicizia. Sono previste; preghiere, veglie, celebrazioni eucaristiche, conferenze, laboratori, riflessioni personali e comunitarie ma anche; visite guidate, tempo libero e serate di fraternità.

Informazioni al 0965/ 679021

e-mail arghilla@figliedellachiesa.org

http://www.figliedellachiesa.org

Programma completo cliccare avanti

3Lug/090

Messina: Legambiente dei peloritani: nasce l’«Osservatorio AMBIENTE & LEGALITA’» –

010720091549Nel suo sobrio discorso di apertura, il  Dott. Dino Di Leo, nuovo Presidente del Circolo di Legambiente dei Peloritani, nell'occasione attorniato da due dirigenti di Legambiente Sicilia, Salvatore e Tiziano Granata, prima di procedere alla presentazione dell'Osservatorio, ha voluto mettere in evidenza i meriti della precedente gestione del Circolo da parte del suo predecessore, ing. Enzo Colavecchio.

010720091554Chiare e precise le locuzioni di cui si è servito Tiziano Granata, per illustrare il Progetto dell'Osservatorio "AMBIENTE & LEGALITA'". Gli intendimenti sono quelli di consentire di modificare gli atteggiamenti e i comportamenti personali e pubblici, partendo dall'informazione e dalla formazione di una nuova coscienza ecologica legalitaria.  

010720091553L'Osservatorio messinese sarà coordinato dall'avv. Alessia Pace, segretaria del Circolo e si avvarrà di professionisti volontari competenti in vari settori, veterinari, insegnanti, ricercatrici e ...

Le attività saranno orientate:  nelle scuole per fornire agli educatori stumenti adeguati di conoscenza e riflessione  sulla relazione uomo-ambiente-animale onde stimolare gli allievi ad un maggiore impegno sociale. Tanto vale anche per la sensibilizzazione del cittadino portando a conoscenza gli enormi benefici che un corretto equilibrio porti a tutta l'umanità.

010720091551Appassionato, da uomo di religiosa cultura, l'intervento dell'ing. Enzo Colavecchio, che da profondo conoscitore della realtà messinese ha fatto un breve e non esaustivo elenco delle cose negative od imcompiute che potrebbero essere migliorate. Nel rispetto della consapevolezza dei Soci del circolo, sono bastati dei cenni per intendersi anche sull'impegno futuro. Fatti non parole.

010720091552Alle domande poste dai Soci ha dato puntuale risposta il Dirigente Salvatore Granata, previo riconoscimento del Circolo di Messina, che si pone al secondo posto tra quelli Siciliani e nei primi posti a livello nazionale. L'intervento, misurato e concreto,  ha mirato sopratutto a mettere in evidenza la continuità dell'azione di sollecitazione e di pungolo delle Istituzioni tutte, indicando il valore fortemente emblematico del lavoro svolto dall'equipaggio di "Goletta Verde".  La cui presenza a Messina, nei giorni 20-21-22 Luglio, può essere un'occasione di Dibattito sullo stato dell'arte dell'ambiente messinese.

image1Altro appuntamento, a Caprileone, sabato 18/Luglio per il concorso pubblico sull'ecomostro. (Struttura intelaiata in c.a. non terminata, visibile a Km di distanza).

Per ultima, una mia riflessione: Nonostante tutto, esistono uomini e donne capaci  di cambiare il mondo, senza strilli, veline e ceroni.