CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

30Giu/090

Chiusura anno Paolino – Si attendono i frutti di Carità

290620091518Nel giorno della Festa dei Santi Pietro e Paolo, Mons. Calogero La Piana, Arcivescovo Protometropolita della Diocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela, ha concluso come Pastore del Popolo di Dio il cammino dell'anno Paolino.

290620091533Dopo la Celebrazione Eucaristica, mons. Giuseppe Costa, nella qualità di Coordinatore, ha tracciato il cammino percorso dall'Arcidiocesi nell'anno Paolino.

Molti gli eventi, a livello culturale e formativi, realizzati a far data 28 giugno 2008 fino ad ieri.

290620091522L' inizio nella parrocchia "S.Paolo", in Camaro S. Paolo e prosecuzione nelle altre Zone pastorali della Diocesi e nelle altre Chiese Giubilari (Decreto Arcivescovile), San Paolo Apostolo in Briga Marina; San Paolo Apostolo, in San Paolo di Barcellona; Santi Pietro ePaolo Apostolo, in Pagliara e Santi Pietro e Paolo, in Messina.

Al cospetto della Statua d290620091548i S. Paolo, arrivata all'inizio della Celebrazione e collocata a destra, vicino ai cinque Parroci delle Chiese Giubilari, sono stati presentati all'Arcivescovo  i cinque segni che si rifanno alla vita e all'opera di San Paolo : segni che richiamano la nostra appartenenza a Cristo, esprimendo la nostra adesione a Lui e ne simboleggiano l'impegno nell'evangelizzazione: il Libro delle Lettere, la Spada dell'ascolto della Parola, le Catene della testimonianza, la Croce, potenza di Dio, la Fiamma della Fede.290620091535

<San Paolo, era un tipo tosto, folgorato sulla via di Damasco, si reca a Gerusalemme, da Pietro e gli  Zebedei, solo dopo tre anni di predicazione, e vi rimane 15 giorni. Poi vi fa ritorno dopo 15 anni.

290620091541

Possiamo dire che la sua vita fu avventurosa, Lui, 'Romano, ha patito come gli immigrati, come i migranti, come gli Zingari, come i nostri fratelli che respingiamo in mare. Lui ha sempre lavorato per mantenersi, non è stato di peso a nessuno.>

2906200915341

2906200915401

290620091542 

 

 

 

24Giu/090

Messina – «Handicap a Messina: attualità e prospettive»

imageSi è svolto,  lunedì 23 giugno 2009, presso l'Oratorio Don Orione, alla presenza di un folto e qualificato uditorio, il Convegno «Handicap a Messina: attualità e prospettive».

"UNA POLITICA DI SVILUPPO SEGNO DI RINASCITA SOCIALE E CULTURALE"

Nutrito anche il tavolo degli oratori, che sono stati moderati da Geri Villaroel.

230620091483Dopo il benvenuto del padrone di casa Don Felice Bruno, direttore dell'Istituto don Orione di Messina, che con un  breve ma costruttivo discorso ha messo in evidenza i positivi risultati conseguiti nel corso degli ultimi anni, Villaroel ha dato la parola per i saluti agli on.li nazionale e regionali Rocco CrimiGiuseppe Buzzanca e Nino Beninati.

230620091489Il primo intervento è stato di Don Domenico CrucittiDirettore Provinciale dell'Opera Don Orione, P.R."Santi Apostoli Pietro e Paolo". Vibrante e coinvolgente il ricordo dell'opera svolta, per tre anni a partire dal 14 Gennaio 1909, da Don Orione a Messina anche come delegato laico.

L'attualità della sua opera si esprime nel convincimento che 'chi è più sfortunato', non è un ospite ma il padrone e deve essere servito come ci ha insegnato Gesù conpiendo il Giovedì Santo il gesto della "lavanda dei piedi".

230620091482Ad un ricco che voleva fare una opera cattolica, rispose che la Carità non ha occhiali monocromatici ma multicolori e comprende tutti gli uomini, figli dello stesso padre,  senza distinzione di religione, sesso e colore.

Splendidi i richiami di alcune lettere nelle quali, il Santo Luigi Orione evidenzia il suo amore per i fratelli più deboli, la sua non era una carità spicciola, ma una carità evangelica strutturata; esemplare i dettagli della costruzione dei Piccoli Cottolenghi. Non lasciava niente al caso, ma si industriava a studiare ed imparare per poter essere un trasformatore della Carità.

230620091496Dopo i sentiti applausi,  ha preso la parola Angela Passari che ha dettagliato sui trascorsi di questo gruppo.

L'audio dell'intervento di Don Domenico Crucitti, per ascoltare cliccare sulla freccia > in basso [mp3]http://www.carlofrancio.net/blog/wp-content/uploads/2009/06/convegno-23_06_09-dondomenicocrucitti[/mp3]

24Giu/090

SAE – «La Parola della Croce »(ICor.1,18) –

 La XLVI Sessione di formazione ecumenica

(Chianciano Terme – SI – 26 lug-1 ag 2009)

Info: saenazionale@gmail.com

 111020081701Abbiamo pensato di incontrare il Presidente del SAE, Meo Gnocchi, per chiedergli di tracciare una mappa di quello che sarà il percorso da seguire a Chianciano, a livello di contenuti teologici, spirituali e culturali, ma anche di quello che offre il “menu” che rende l’esperienza della Sessione del Sae così unica nel suo genere…da non poterla perdere...

11102008146La prossima Sessione sarà dedicata al tema «La Parola della Croce (ICor.1,18)». Quindi, il SAE si concentra su un tema biblico, non facile, soprattutto quando si tratti di affrontarlo in un contesto interconfessionale e con un’apertura al dialogo interreligioso, come specifica lo stesso sottotitolo: «Interrogativi e speranze per l’ecumenismo e il dialogo». Soprattutto, sembra esserci un cambiamento notevole rispetto ai temi degli anni scorsi.

Programma

24Giu/090

“LA PAROLA DELLA CROCE” -«Form. Ecumenica»

Interrogativi e speranze per l’ecumenismo e il

dialogo.

"26 luglio – 1 agosto 2009"

Centro Congressi Excelsior -Chianciano Terme 

 46a Sessione di Formazione Ecumenica

  PROGRAMMA

17Giu/090

In memoria del Prof.re Antonio Casile

image-27Fine Ottobre 1987, si chiudeva a Roma il Sinodo Generale dei Vescovi, tema "vocazione e missione dei laici nella Chiesa e nel mondo".

Giovanni Paolo II, dichiara «L'uomo che oggi invocheremo come Santo della chiesa Universale si presenta a noi come attuazione concreta dell'ideale del cristiano laico...»

Don Orione, qualche tempo prima in una sua lettera sulla scuola, affermava «La scuola nostra dovrà essere rispettata come una chiesa e da noi trasformata in una cattedra di ministero sublime, in una palestra di vero apostolato». «Da chi dipende il risultato della scuola? In gran parte dal Maestro! I giovani guardano il professore: vivono più del suo esempio che delle sue parole».

Studiate i vostri ragazzi: osservateli, meditateli!... abbiate un vero e fraterno zelo pel il profitto di ciascuno e che ciascuno veda che vi interessate di lui con premura, con amorevolezza come d'un fratello.

Chi ha avuto il bene di conoscerlo, può capire come gli si addicono perfettamente le definizioni sopra  riportate.

Antonio Casile ha scelto e vissuto coerentemente ed amabilmente  la sua vocazione di Laico Cristiano.

Da sempre, 'vicino a Don Orione, ha saputo trasfondere questo suo amore nella Famiglia, nella Scuola, nella Musica, nell'impegno sociale e culturale.

Docente, critico musicale, scrittore... esempio di particolari e apprezzate virtù: amore per i poveri, disinteressato a tutta prova, coerenza evangelica, sacrificio di sè...

Con affetto Carlo

- Presidente del MOV nazionale dalla sua costituzione Gennaio 1993.

- Membro dal 1992 del Segretariato Laici Volontari Obiettori

Numerose le sue pubblicazioni - si riporta un suo intervento sull' Obiezione di coscienza. "Difendere e servire la pace".

10Giu/090

DIRE INSIEME COSE ANTICHE E COSE NUOVE. UN EVANGELO, DIVERSI LINGUAGGI.

11102008153koinonia CONVEGNO SAE DI PRIMAVERA

PONTENURE (PIACENZA) 9-10 MAGGIO 2009

DIRE INSIEME COSE ANTICHE E COSE NUOVE. UN EVANGELO, DIVERSI LINGUAGGI. 

Sabato 9 e domenica 10 maggio, nella rurale cornice di Pontenure (Piacenza), i circa 90 partecipanti al convegno di primavera hanno vissuto un incontro ricco di spunti, in cui le diverse voci si sono intonate armoniosamente tra loro. Il «là» è stato dato, il primo giorno, dal biblista cattolico Giuseppe Testa con il commento del più breve di tutti il Salmi, il 117, che affida ad Israele il compito di intonare -non da solista- il canto di lode al Signore, a cui tutti gli altri popoli si uniscono in un coro polifonico. Proprio questo atto di lode è l’elemento unificante, perché manifesta, nella pluralità di voci, la grandezza di Dio. Analogamente, noi cristiani troviamo la nostra unità solo in Cristo e non in noi (cf. 1Cor 12,13-14).

7Giu/090

E' "Bello" stare insieme – Salutato il Pastore Valdese Jens Hansen -« “non aver paura” contro il razzismo e i pregiudizi.»

Con semplicità e viv060620091362a partecipazio060620091358ne, sabato, 6 giugno alle 060620091361ore 18 nella Chiesa Evangelica Valdese, abbiamo salutato il fratello pastore Jens Hansen, destinato alla sede060620091365 di Catanzaro.  
060620091371
La presidente, del consiglio di chiesa di messina, Beatrice Grill dopo un sentito benvenuto ai numerosi presenti, folta la presenza del SAE, ha dato l'avvio iniziando a presentarci il maestro Roberto Maria Barresi che con maestria e bravura ha eseguito il " Concerto d'organo contro il razzismo e i pregiudizi" img_1275
Al termine dello stesso quasi tutti i presenti hanno firmato l'appello della campagna “non aver paura1 contro il razzismo e i pregiudizi."

Il maestro Roberto Maria Barresi ha suonato musica dei maestri delle scuole tedesca, italiana e inglese del '700.  

6Giu/090

SPENDIAMO CAPITALI IMMENSI PER LE ARMI … PERCHE' NON USARLI PER SCOPI PACIFICI E BENEFICI?

"Questo" è, pPOPE-MIDEAST/er questo mese, Il tema-slogan sul messaggio del Papa per la giornata mondiale della pace.

A questo riguardo RISULTA UTILE riproporre la pagina del Primo Piano del n. 17 di Famiglia Cristiana (sull'acquisto dei 131 aerei cacciabombardieri).
FAMIGLIA CRISTIANA - 1     
E                         
FAMIGLIA CRISTIANA - 2
4Giu/090

«Un caro saluto al Pastore Valdese Jens Hansen

Carmelo Labate «nella qualitàimg_1005 di coordinatore del Gruppo SAE di Messina: «ritengo doveroso salutare ufficialmeimg_0849nte il fratello pastore Jens Hansen» che per molti anni è stato nostro compagno di percorso nel cammino ecumenico qui a Messina. Tutti noi diamo testimonianza di fraternità, diciamo grazie per i contributi che di volta in volta ci ha disinteressatamente offerto, vogliamo incoraggiarlo per il nuovo incarico perché più intensamente di quanto ha fatto con noi possa testimoniare agli altri l'amore per la comunione tra cristiani. »
L'occasione ci è fornita dall'invito rivoltoci dalla presidente consiglio di chiesa di messina Beatrice Grill.

Sabata, 6 giugno alle ore 18.00 nella chiesa (accanto al Teatro Vittorio Emanuele).

"La Chiesa Evangelica Valdese"  invita al

Concerto d'organo contro il razzismo e i pregiudizil

maestro Roberto Maria Barresi suona maestri delle scuole tedesca, italiana e inglese del '700.  

Dopo il concerto si potrà firmare l'appello della campagna “non aver paura1 contro il razzismo e i pregiudizi."