CARLO FRANCIO' Sito personale e comunitario – associazioni e realtà sociali -"Il Leone e il Gallo" – "Amico di Lampedusa"

29Mag/090

Tre spettacoli per… «un palcoscenico per tutti »

img_1226Presentato da Saro Visicaro, è andato in scena, martedì 29/05  al Teatro Cristo Re, lo spettacolo

un palcoscenico per tutti

Un TEATRO FESTIVAL di spettacoli e attività promosse e realizzate dagli Istituti scolastici e dal Laboratorio teatrale dell'Osservatorio "LUCIA NATOLI".img_1234

Il progetto è stato finanziato dall'assessorato Politiche Sociali del Comune di Messina. Lo slogan era: «LABORATORIO TEATRALE PER L'INCLUSIONE IN UN CIRCUITO DI CRESCITA E DI SVILUPPO CONTRO LO SFRUTTAMENTO MINORILE»img_1239
PERCHE' GLI SPETTACOLI

Per sconfiggere l'indifferenza nei confronti della realtà dell'abbandono dei ragazzi.  L'attività creativa del gioco e dell'animazione hanno infatti un ruolo fondamentale nel percorso educativo e rappresentano un momento di verifica del loro ruolo.290520091268 Oltre 30 i ragazzi coinvolti in attività di laboratorio per due giorni settimanali con un totale di 150 ore.

Associazioni290520091265 ed enti coinvolti: Ufficio Servizi Sociali Minori presso il Tribunale dei Minori, Accagaia onlus; Lelat 2000; Cif- ...; coop. 290520091260Insieme nel 2000; Telefono Amico; C. Aiuto alla Vita V.Q.; Centro solidarietà F.A.R.O.; coop. Solidalia ; Meter & Miles onlus; Consulta Rodari; Anpe

Istituti scolastici :  "Luigi Boer"  e "Villa Lina" 

 

27Mag/090

Pregare insieme – «La violenza del "passare oltre" La nonviolenza del "fermarsi"

SAE - 260520091221Carmelo Labate.    

Un momento di sicuro raccoglimento nella preghiera si è rivelato l’incontro al quale martedì 26 maggio abbiamo partecipato nella parrocchia S. Maria della Consolazione di Villaggio Santo 

260520091210

260520091209Un misurato equilibrio  tra preghiera e riflessione e simbologia che ha aiutato tutti i numerosi presenti a prendere coscienza che il passare oltre dinanzi all’uomo in bisogno è la violenza del nostro tempo, come pure il restare tra cristiani nella divisione.

260520091215Il fermarsi, invece, è nonviolenza attiva che crea collaborazione e comunione fra diversi.260520091216260520091217

Mentre nel mondo attuale continuiamo a scendere dalle nostre Gerusalemme alle nostre Gerico discutendo chi è più nel giusto e possiede più verità, ai margini delle strade che percorriamo parecchia gente resta per terra sanguinante vittima di briganti senza scrupoli.

26Mag/090

Si scrive acqua si legge democrazia – «L'acqua elemento naturale e spirituale»

250520091193Lunedì 25 maggio, si è svolto, coordinato da Daniele Alacqua, un incontro pubblico sulle problematiche relative alla gestione del bene comune acqua. Promosso dal Forum Provinciale per l'acqua pubblica a Messina nell'ambito della mobilitazione popolare indetta dal 25-31 maggio del FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA

250520091195Sono intervenuti: il Sindaco di Palma di Montechiaro (Ag) Rosario Gallo e per telefono l'on. Scilipoti. Erano presenti numerosi rappresentanti delle forze politiche, sindacali, associazioni e semplici cittadini.

Le domande scaturite all'appassionato intervento di Rosario Gallo, Sindaco e coordinatore di enti locali per la gestione pubblica dell'acqua sono state molte e ben argomentate, ve ne ripropongo solo due:

- L'acqua è un bene economico ?

- La gestione privata di un bene pubblico chi e cosa garantisce ?

26Mag/090

Gli amici ci invitano: La Chiesa Luterana invita gli amici del Gruppo ecumenico

img_08671La Chiesa Luterana invita gli amici del Gruppo ecumenico. 

Cari amici della nostra comunità dell' ambito ecumenico, vogliamo invitarvi per la nostra festa annuale "Sizilientag - Giornata della Sicilia" che si svolgerà *domenica delle Pentecoste, 31 maggio, accoglienza ore 10*
*nel Agriturismo Rocca d’ Aquila* *vicino ad AGIRA
* il culto, ore 10.30 sarà bilingue e possibilmente al aperto
* Segue l´assemblea di chiesa (lingua tedesca) ed ore 13 il pranzo.
* Ore 16 un programma per il 60. anniversario della CELI:
introduzione di Margit Müller Bevilaqua e un filmato sulla storia della nostra chiesa fin oggi.
* Conclusione ore 17.00 con ed un momento di benedizione con musica.
Durante tutta la giornata sarà possibile vedere la mostra su */“La chiesa del futuro – Erich Dahlgrün e la nascita della Chiesa Evangelica Luterana in Italia”.
 /**Vi preghiamo di segnalarci la vostra partecipazione il più presto possibile
Ci scusiamo per il ritardo dell’ invito, dovuto a un viaggio all’estero della pastora.
Nel nome del consiglio di Chiesa:  Christa Wolf, pastora
24Mag/090

Invito dei nostri 'CUGINI

koinoniaChiesa Cattolica Romana  

Conferenza Episcopale Calabra – Commissione Ecumenismo e Dialogo

Chiese Ortodosse in Calabria

Chiesa Evangelica ValdeseXV Circuito

Chiesa Evangelica Battista

Chiesa Apostolica Missionaria in Calabria

Chiesa della Riconciliazione in Calabria

Chiesa Gesù è il Signore

 

 V INCONTRO ECUMENICO CALABRESE

TESTIMONI DELL’AZIONE DELLA PAROLA DELL’UNICO SIGNORE NELLE NOSTRE VITE E TRA LA NOSTRA GENTE

“Infatti la parola di Dio è viva ed efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore.” (Ebrei 4,12)

 Reggio Calabria

martedì 2 giugno 2009

Programma

24Mag/090

Falcone e Walking Togheter – un impegno continuo

Il nome nuovo della Pace è la Giustizia (Paolo VI)

La Giustizia e la Promozione Umana concorrono insieme a migliorare il nostro Mondo.

Sul Palco - Scolari Studenti Giovani Volontari insieme alla sorella di Giovanni,  Maria Falcone - Il procuratore della DIA Pietro Grasso - Il Presidente dell'assemblea della Regione Val d'Aosta... e

 anche due palermitani doc il 7 e l'8  ficarra-picone-palermo-23-05-09 -

Solo Foto - Per saperne di più sulla strage di Capaci.

24Mag/090

Chiesa S. Antonio di Padova – in Contrada Piana di Capo d'Orlando –

 250420095941La Chiesa, ad unica navata è stata costruita a metà degli anni '50 su un terreno donato da A. Conforto. 26042009622In seguito è stata poi ristrutturata ed abbellita con successivi interventi di restauro e manutenzione ed il 20 Novembre del 1994 è stata consacrata e dedicata alla SS Trinità in onore di S. Antonio di Padova da Mons. Ignazio Zambito Vescovo di Patti come recita l'iscrizione su lastra di marmo posta all'ingresso. 250420095931

L'asse della Chiesa ha orientamento Est-Ovest, con l'ingresso principale che prospetta sulla via Consolare Antica illuminato dal Sole nascente ed un altro piccolo ingresso laterale dalla piazzetta limitrofa.250420095951

Ogni parete laterale prende luce da tre finestre fisse abbellite da mosaici colorati. Ogni mosaico rappresenta un diverso e significativo momento liturgico. Un Rosone centrale, attorniato da due strette finestre, dotate anch'esse di mosaici sovrasta il portone che da su un piccolo sagrato.

25042009608L'interno costituito da un unico ambiente, si presenta  con i pavimenti in granito grigio e rosso, che indicano il cammino tra le due file di banchi.
L'altare rialzato in marmo bianco, è sovrastato da un bellissimo Crocifisso in legno, che richiama gli occhi dei fedeli. Il fronte dell'altare ha un altorilievo che indica con un canestro con cinque pani e un grande e un piccolo pesce un "miracolo" di Gesù.
25042009621
A sinistra, entrando, troviamo il tabernacolo, dove è custodito Gesù Eucaristia. I raggi, che emanano dal tabernacolo sono formati da strisce di marmo e granito di vario colore, forma e qualità; marmo bianco, rosa aurora , rosso san marco, per un non consueto effetto.25042009613

A destra, da poco tempo, abbiamo invece una statua in legno raffigurante «Gesù Risorto», nel tempo ordinario la statua con l'effige della Madonna del Tindari.

Responsabile della Comunità di San Antonio di Padova è il Parroco Padre Antonino Culò.

26042009633125042009618
3. VICARIATO FORANEO DI CAPO D'ORLANDO
(Vicario Foraneo:

Padre Antonino Culò

24Mag/090

SAE – IV Incontro Ecumenico – Parrocchia "Santa Maria della Consolazione" – Santo

Beati quelli che si adoperano per la pace (Mt 5,9)

img_1008Il 26 maggio 2009 alle ore 20,25

nella Chiesa Santa Maria della Consolazione

via Comunale Santo - Messina

- l'Associazione Ecumenica "E.Cialla" - SAE - Segretariato Attività Ecumeniche - Gruppo di Messina- la Parrocchia cattolica Santa Maria della Consolazione - (Santo)

Invitano tutte le Chiese Cristiane    

all'incontro di preghiera ecumenica presieduto dal

parroco frate Marcellino Pane   

che detterà la riflessione sul brano evangelico di Lc 10,25-37  

«La nonviolenza del fermarsi e fare comunione»

parteciperanno:

  • il papas Antonio Cucinotta, cattolico di rito Bizantino
  • il pastore Alessandro Roma, avventista
  • membri della chiesa luterana
  • la parrocchia Maria S. Consolata - don Orione
  • la parrocchia S. Maria in Provinciale
  • componenti del; SAE, Sant'Egidio, Focolarini e MEIC

 Al termine ci fermeremo per un saluto fraterno. Ti aspettiamo.

24Mag/090

L'Italia delle "veline" e delle tante ipocrisie. – Il prezzo da pagare

Ci sentiamo confortati nel nostro impegno quando nella stampa, vedi Famiglia Cristiana (edita dal Gruppo San Paolo), ascoltiamo voci libere, come quella di mons Plotti ex vescovo di Pisa e del Direttore di F.C., che ci mettono  in guardia a riscoprire i veri valori e denunciando con forza, chiamandole con il loro nome, le volgarità che ci vengono propinate da questa cultura che porta le minorenni a fare il Book per diventare, a scelta Veline o Onorevoli, tanto non c'è differenza !!!.

Articolo di mons. Plotti                         Editoriale di Beppe del Colle

23Mag/090

23 Maggio 1992 – La strage di Capaci –

OMAGGIO ai caduti per tutti noi

img_0364

Giovanni Falcone

Francesca Morvillo

Antonio Montinaro

Rocco Di Cillo

Vito Schifani

img_0363

 

img_0359img_0358

img_0357img_0360img_0355Video You Tube

21Mag/090

Una 'Buona occasione culturale: "Nino Ferraù … il Poeta nella scuola"

20052009734Si è svolto ieri Mercoledì 20 maggio 2009 ore - 16.00 nel Salone delle Bandiere - Municipio di Messina

Il Premio "Nino Ferraù... il poeta nella scuola" - XI Edizione

Folta la partecipazione di scolari e insegnanti.

20052009752Alle 16,00 era tutto pronto ma ... Poi  la speaker Angela Campo,  con il suo usuale garbo, scusandosi del ritardo, ha dato inizio, verso le 17,  alla manifestazione dando la parola al dirigente Enzo Trimarchi  autore di un breve e sentito intervento di saluto.

20052009761Quando il dirigente ha premiato le scuole aderenti al progetto; il maggiore e prolungato applauso è stato appannaggio della Scuola di Galati Mamertino, comune della costa tirrenica che ha dato i natali al poeta Nino Ferraù. Scuola che ha partecipato con il maggior numero di elaborati.

20052009738Da segnalare l'introduzione musicale del pianista Daniele Macrì la cui performance è stata interrotta da applausi...

Un premio anche all'I.S. Minutoli, che la conduttrice Angela Campo, stante la momentanea assenza del docente Giovanni Sajia Bisazza, ha voluto fosse ritirato dall'ing. Carlo Franciò, ex rappresentante nel G.O.Z. dell'Istituto Superiore per geometri che insieme alla SM "Albino Luciani"  ed alla SE "Nino Ferraù" completa il pool di scuole del territorio di Villaggio Aldisio - Fondo Fucile facenti parte del  Gruppo Operativo di Zona.

Nota di rilievo la vogliamo riservare agli sponsor di questo inte20052009753ressante appuntamento culturale

Vedere le piccole realtà imprenditoriali, commerciali del nostro territorio essere vicine ad una manifestazione in cui sono fruitori in prima persona i nostri piccoli scolari, le loro famiglie i loro insegnanti, ci incoraggia a credere ancora di più nei valori di socialità e di comunità che prediligono l'arte della poesia e della musica, che si contrappongono agli stereopiti dei vani e vacui discorsi dei politici.

20052009736Ben rappresentato il territorio del Villaggio Aldisio capitanato dalla Premiata Merceria Nicolino.

Complimenti al Comitato organizzatore del premio.

 

20Mag/090

Siracusa – «Guai a me, se non annuncio il vangelo»

«Guai a me, se non annuncio il vangelo»

 

Parete Interna

Parete Interna

A margine del Convegno Ecumenico Nazionale di Siracusa

di Riccardo Burigana

 Alla luce di questo perentorio richiamo paolino i cristiani italiani si sono incontrati a Siracusa (7-8 maggio 2009) per il IV Convegno Ecumenico Nazionale con il quale si è voluto riaffermare la scelta irreversibile delle Chiese a favore del cammino ecumenico e l’impegno di tutti i cristiani nella ricerca di momenti e luoghi nei quali testimoniare tutti insieme la gioia di Cristo, morto e risort11102008167o per la salvezza di ogni uomo e di ogni donna, di tutta la creazione. 

Sono stati due giorni molto intensi, che hanno visto anche un’attiva partecipazione della Chiesa locale a un confronto, che si è venuto arricchendo con una serie di interventi, dalle parole introduttive di mons. Vicenzo Paglia e del pastore Domenico Maselli, presidente della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, alle relazioni di mons. Mariano Crociata sulla scelta della Chiesa Cattolica a favore del dialogo ecumenico e di una rinnovata azione dei cristiani nella società, all’intenso lavoro dei cinque gruppi di studio tematici fino alla preghiera conclusiva, presieduta dall’arcivescovo di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo.
image-18Proprio per il rilievo che ha assunto questo convegno nel panorama tanto articolato e vivace del dialogo ecumenico in Italia mons. Paglia ha tracciato l’orizzonte dove collocare il convegno, soprattutto nella prospettiva della celebrazione dell’anno paolino, che Benedetto XVI ha voluto fin dal suo annuncio che fosse una tappa fondamentale nel cammino ecumenico con la riscoperta delle ricchezze teologiche e spirituali dell’apostolo e delle tradizioni che a lui si richiamo, per la costruzione dell’unità visibile della Chiesa.
 
image-6Al termine del Convegno sono state espresse delle proposizioni, lette in assemblea dal pastore Maselli, proposizioni che vogliono esprimere la gioia, le speranze, le difficoltà dei cristiani in Italia nella ricerca di una sempre più efficace testimonianza ecumenica.
15Mag/090

Un fiore di primavera

 Premio "Nino Ferraù... il poeta nella scuola" - XI Edizione

Mercoledì 20 maggio 2009 ore - 16.00

Salone delle Bandiere - Municipio di Messina

Si tratta di uno dei pochi fiori all'occhiello della nostra Scuola.
Questa continuità, 11 edizioni, inusuale per i 'Messinesi, è dovuta all'impegno profuso da tutte le componenti della Scuola ed in particolare alla perseverante volontà del suo Dirigente Enzo Trimarchi ed all'impegno del Comitato organizzatore del premio.

Angela Campo

Angela Campo

Il GOZ, Gruppo Operativo di Zona è particolarmente lieto dei successi e della longevità di questa Manifestazione, in quanto efficace esempio della collaborazione fra la "Nino Ferraù" nelle persone del suo dirigente dott. Enzo Trimarchi e dell'insegnante Angela Campo, nel Comitato organizzatore fin dalla fondazione oltre che rappresentante e animatrice del G.O.Z.image-2                 
13Mag/090

SAE- «Un altro tassello per la comunione» – Incontro Ecumenico nella Chiesa di Santa Maria in Provinciale – Parroco Terenzio Pastore

img_1117 Martedì 12 maggio nella Chiesa di Santa Maria in Provinciale abbiamo pregato insieme per l’unità tra i cristiani. E’ stato bello rivedere gruppi che hanno a cuore l’unità (SAE, Focolarini, Comunità di Sant’Egidio, fedeli della parrocchia, e altri) mettersi insieme nel nome di Gesù.

E’ noto a tutti che il Regno di Dio subisce violenza (Mt 11,715:  I violenti  se ne impadroimg_1107niscono). Ha tenuto la meditazione padre Alessio, ieromonaco ortodosso. E’ una violenza attiva da parte di chi contrasta il formarsi visibile dell’unità. E’ una violenza passiva, nel senso che ciascuno di noi deve farsi forza, nutrire il coraggio e resistere all’incalzare del male che scoraggia ogni forma di dialogo prima di tutto tra cristiani e quindi anche tra credenti di religioni diverse e uomini di buona volontà.

img_1110Ogni azione nel segno del dialogo contribuisce a tenere vivo il desiderio di comunione fra i cristiani. In questo periodo, senza trascurare un vero ed efficace dialogo con le Chiese evangeliche e della Riforma, il mondo ecumenico guarda con speranza ad una piena comunione tra ortodossi e cattolici.

img_1113Dopo il Vaticano II le iniziative tra cattolici e ortodossi si sono moltiplicate. Viene promosso e sostenuto il dialogo teologico strutturato. Vengono colti e favoriti incontri di preghiera. Ci sono scambi di visite tra autorevoli rappresentanti. Inoltre, nella convinzione che il dialogo dal ‘basso’ è insostituibile e che il frequentarsi rafforza e sigilla i legami di amore e fiducia tra le chiese, sono state intensificate collaborazioni tra chiese locali, monasteri, università, istituzioni caritative e contatti personali. Un dialogo in tutte le direzioni elimina le passate incomprensioni.

10Mag/090

Auguri all'Arcivescovo Metropolita 'Don Franco Montenegro»

Agrigento - Stadio Esseneto - 17 Maggio 2008 

IArcivescovo Montenegronizio del Ministero Episcopale di S.E. Mons. Francesco Montenegro

Qualche tempo prima, anno 2000

"Vi farò pastori secondo il mio cuore" - (Ger 3,15)

I Missionari Comboniani, con l'aiuto di Padre Andrea Polati, ci invitarono a pregare e meditare; accogliendo con gioia il dono della consacrazione episcopale di Mons. Franco Montenegro. (Locandina)

Programma Pastorale - L'ANNUNCIO - La Catechesi - La Condivisioneimg_1524

Atti degli Apostoli 8,26-40.
Un angelo del Signore parlò intanto a Filippo: "Alzati, e và verso il mezzogiorno, sulla strada che discende da Gerusalemme a Gaza; essa è deserta".
Egli si alzò e si mise in cammino, quand'ecco un Etiope, un eunuco, funzionario di Candàce, regina di Etiopia, sovrintendente a tutti i suoi tesori, venuto per il culto a Gerusalemme, se ne ritornava, seduto sul suo carro da viaggio, leggendo il profeta Isaia.
Disse allora lo Spirito a Filippo: "Và avanti, e raggiungi quel carro".
Filippo corse innanzi e, udito che leggeva il profeta Isaia, gli disse: "Capisci quello che stai leggendo?".
Quegli rispose: "E come lo potrei, se nessuno mi istruisce?". E invitò Filippo a salire e a sedere accanto a lui.
Il passo della Scrittura che stava leggendo era questo: Come una pecora fu condotto al macello e come un agnello senza voce innanzi a chi lo tosa, così egli non apre la sua bocca.
Nella sua umiliazione il giudizio gli è stato negato, ma la sua posterità chi potrà mai descriverla? Poiché è stata recisa dalla terra la sua vita.
E rivoltosi a Filippo l'eunuco disse: "Ti prego, di quale persona il profeta dice questo? Di se stesso o di qualcun altro?".
Filippo, prendendo a parlare e partendo da quel passo della Scrittura, gli annunziò la buona novella di Gesù.
Proseguendo lungo la strada, giunsero a un luogo dove c'era acqua e l'eunuco disse: "Ecco qui c'è acqua; che cosa mi impedisce di essere battezzato?".
Fece fermare il carro e discesero tutti e due nell'acqua, Filippo e l'eunuco, ed egli lo battezzò.
Quando furono usciti dall'acqua, lo Spirito del Signore rapì Filippo e l'eunuco non lo vide più e proseguì pieno di gioia il suo cammino.
Quanto a Filippo, si trovò ad Azoto e, proseguendo, predicava il vangelo a tutte le città, finché giunse a Cesarèa.